Feeds:
Articoli
Commenti

IL MELONE, UN FRUTTO DALLE MOLTE VIRTU’

melone virtuNon è solo un frutto dolce e dissetante: il melone è ricco di sali, vitamine e fibre, un vero integratore che riattiva reni e intestino e allontana la cellulite

Tra i meloni che maturano nei mesi caldi si distinguono i retati e i cantalupo: entrambi possono considerarsi dei veri e propri integratori vitaminici ma non solo: hanno proprietà

  • disinfiammanti e
  • diuretiche,
  • sono rinfrescanti,
  • reidratanti,
  • combattono la ritenzione idrica,
  • la flaccidità cutanea,
  • rinforzano il circolo,
  • abbassano il colesterolo e
  • prevengono la cellulite.

L’azione snellente del melone è dovuta alla presenza di acqua, minerali (soprattutto potassio e ferro) e vitamine (C e betacarotene, B3, B6). Inoltre il melone ha pochissime calorie (33 per 100 g di prodotto) e, grazie al buon contenuto di ferro, contrasta anemia e stanchezza peggiorate dal caldo.

 

Chi soffre di

  • vene varicose,
  • capillari fragili e
  • gambe gonfie

trarrà giovamento dal consumo quotidiano di melone. Le vitamine del gruppo B, infine, aiutano a placare la fame nervosa, mentre la fibra, che esercita un’azione blandamente lassativa e stimola la motilità intestinale, previene la stipsi estiva.

Come conservarlo e consumarlo
Il melone va conservato in un luogo fresco della casa o in frigorifero, avvolgendolo prima nella carta e poi in un sacchetto di plastica per alimenti affinché non assorba gli odori degli altri cibi.

Va fatto riposare a temperatura ambiente un’ora prima di consumarlo: così è più digeribile e i suoi nutrienti possono essere meglio assimilati.

 

Scegli il tipo “retato” e mangialo maturo
Il melone deve essere profumato, morbido alle estremità (ma non molle) e il picciolo deve essere di colore verde. Il sapore deve risultare dolce: quelli insipidi sono di bassa qualità perché raccolti troppo presto.

Meglio scegliere sempre meloni provenienti da coltivazione biologica: tra le qualità più pregiate troviamo la varietà “baggio”, un melone retato, di forma ovale, con solchi longitudinali ben marcati. Si conserva più a lungo rispetto agli altri ed essendo più dolce sazia di più.

 

Cosa trovi in ogni fetta

  • Potassio: elimina i depositi di liquidi
  • Betacarotene: rassoda i tessuti
  • Vitamina C: accelera il metabolismo
  • Vitamine del gruppo B: contrastano la fame
  • Vitamina A: conserva l’elasticità dei tessuti
  • Fibre: attivano l’intestino, riducono il girovita

 

Provalo con riso e pollo
Come l’anguria, anche il melone contiene molta acqua: perché sia facilmente digeribile è consigliabile consumarlo fuori pasto oppure a colazione.

Evita l’abbinamento classico ma abusato col prosciutto crudo (essendo molto saporito, favorisce la ritenzione) e prova ad abbinare il melone con:

– insalate fredde di pollo o tacchino cotto alla piastra;

– riso integrale lessato e raffreddato;

– yogurt naturale senza zucchero

– insalate agrodolci di frutta, verdure e legumi lessati

 

FONTE: Riza

Una Risposta


Comments RSS

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: