Feeds:
Articoli
Commenti

I BENEFICI DI UN BAGNO RIGENERANTE

bagno-birra-1Il contatto con l’acqua aiuta ad eliminare simbolicamente dalla mente le “tossine psichiche  e a riconnetterci con la nostra energia interiore: scopri come fare

Ci sono momenti in cui tutti i gesti ci sembrano meccanici e la nostra vita suona come un disco rotto.

 

Vuol dire che abbiamo “fatto il pieno”, ma di cosa? Delle frasi che usiamo con gli altri e con noi stessi, sempre le stesse; delle idee risapute; dei lamenti e dei giudizi che costellano le nostre giornate e così via…


Un bagaglio pesante che intasa la mente rallentandola e impedendoci di fare ciò che è funzionale per la nostra felicità.

 

Secondo Marie-Louise von Franz, psicoanalista junghiana, le persone si lasciano attrarre da comportamenti che non sono loro propri, come se fossero vittime di un incantesimo, tanto da chiedersi poi: com’è potuto accadere?

 

È necessario, allora, praticare di tanto in tanto un sorta di purificazione, che ci liberi dalle pressioni e contaminazioni esterne. Può aiutarci il bagno, un rito che appartiene alle più antiche tradizioni.

 

Come l’acqua, anche tu devi mutare e rinascere…ogni giorno!
L’acqua è da sempre simbolo di purificazione: acqua benedetta, santa, miracolosa….

Non c’è rituale che non riconosca al lavacro la funzione di purificare in vista di una rinascita. Lo scorrere dell’acqua si associa all’eterna mutevolezza dell’energia, mai uguale, mai ristagnante.

Nell’acqua tutto scorre, mentre noi tendiamo a impantanarci in innumerevoli azioni inutili, e ci ricopriamo di tanti orpelli che nascondono l’essenziale e spengono la nostra energia vitale. Entrare in contatto con questo elemento naturale si carica allora di un profondo significato di rigenerazione.

 

Quando farlo
Potete praticare questo esercizio al mare, al lago, in un torrente, ma se non ne avete l’opportunità potrete eseguirlo anche a casa, nella normale vasca da bagno, a lume di candela, magari con una musica di sottofondo che riprenda i suoni dell’acqua. La tecnica può essere ripetuta tutte le volte che non vi sentite centrati o quando avete smarrito lucidità mentale. Va ripetuta più volte nell’arco di un mese per trarre il massimo profitto

 

La tecnica del bagno solitario: lascia che l’acqua ripulisca la tua mente
Trova una posizione comoda, chiudi gli occhi e respira profondamente. Quando senti che i tuoi pensieri lasciano sempre di più posto al vuoto, inizia a immaginare.

  •  Immagina di essere immerso nel caos e nella frenesia del quotidiano: la sveglia che suona, le tante azioni da fare, il traffico, la confusione, il cicaleccio al bar, il telefono che squilla. Percepisci il senso di disagio dell’essere fagocitato dalle mille pressioni esterne, le innumerevoli parole che fanno eco dentro di te e poi i rimproveri di tua madre, le richieste del tuo capo, i lamenti di un’amica. Immagina di essere avvolto da una nube grigia, senti un profondo senso di appesantimento e stanchezza.
  • Lascia che queste immagini sfumino e il frastuono lasci il posto al silenzio mentre ora visualizza un’oasi lontana, irraggiungibile. Immagina di essere immerso nella natura, nel silenzio e percepisci il profondo senso di pace e tranquillità che provi, senti solo gli uccelli che cinguettano, il fruscio delle foglie e in lontananza lo scrosciare dell’acqua di una cascata.
  • Immagina di vedere un torrente e una piccola cascata, ti avvicini (a questo punto immergiti nell’acqua e mentre lo fai chiudi gli occhi e continua a immaginare). Immagina di entrare nell’acqua, scorre su tutto il tuo corpo e pian piano lava via la patina grigia che ti ricopre. Galleggi sull’acqua e senti che ti accarezza i capelli, avvolge il viso, gli occhi, le labbra. Entra nella bocca, nella saliva e il malessere che provi si scioglie.
  • Immagina di sentire la piacevole freschezza dell’acqua sulla pelle e anche all’interno del tuo corpo. Immagina che dalla tua interiorità nasca uno zampillo d’acqua e percepisci un liquido che sgorga dentro di te e lava via ogni disagio. Senti che depura la mente e la ripulisce in profondità e ti senti nel posto giusto. Senti lontano lo stress…senti una nuova ondata di energia che circola dentro di te…

FONTE: Riza

2 Risposte

  1. su 11 agosto 2014 a 09:41 | Rispondi sessuologo comportamentale

    Curarsi con i bagni di acqua (ottima e pratica idea), ma anche con il sole (bagni di sole) la luna, l’aria (bagni d’aria) e.. la terra a costo 0 (oquasi). Come, quando, per che cosa ed in che modo fruire dei benefici offerti dagli elementi naturali (aria, sole, luna, terra,acqua ) in alternativa a cure costose e spesso inutili e controproducenti?
    Il manuale pratico del benessere patrocinato dal club UNESCO ed edito da Ipertesto in 5 capitoli spiega come fare per mantenere il proprio stato di benessere più a lungo possibile tramite un percorso di auto aiuto guidato attraverso i 5 elementi della natura, oggi spesso trascurati anche dagli adulti …



Comments RSS

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: