Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for agosto 2015

img1Il sole ci dona la vitamina D e l’acqua e gli alimenti sono alleati preziosi per fortificare le ossa e contrastare l’osteoporosi.

 

 

Le abitudini scorrette e le diete fai da te spesso indeboliscono le ossa. Molte persone giovani riscontrano bassi livelli di vitamina D, nutriente delle ossa.

I dati sulle fratture di femore dopo i 60 anni sono allarmanti, la menopausa e le diete yo-yo sono un capestro per la colonna vertebrale. Mentre la vita media si allunga le ossa si logorano, i dolori articolari aumentano e dopo i 40 anni inizia il declino dell’osso che diventa “poroso”: le fratture spontanee e quelle sportive diventano più frequenti.

 

Latte e formaggi: è il mito da sfatare.

Parmigiano e grana sono certamente ricchi di calcio , ma il calcio in essi contenuto è difficile da assorbire per il nostro corpo e il consumo frequente di formaggi stagionati accresce il colesterolo nel sangue. I latticini apportano poco magnesio, essenziale per assorbire il calcio, e contengono troppo sale. Per attrarre questo tipo di calcio le cellule perdono altri nutrienti, cedono altri minerali che invece sono preziosi per le ossa.

Meglio allora privilegiare il calcio presente nelle verdure verde scuro:

  • broccoletti,
  • cime di rapa,
  • cavoli (soprattutto cavolo nero),
  • spinaci e verze.

Inoltre le verdure verde scuro sono ricche di ferro e folati.

 

ossa-forti-2

 

Vitamina D:

indispensabile per mineralizzare l’osso mantiene costanti i livelli di calcio e fosforo. La vitamina D viene prodotta dalla pelle sotto un’esposizione al sole di almeno 20 minuti al giorno. Nell’alimentazione è presente nelle uova e nei pesci grassi come salmone, sgombro, sardine e aringhe.

Fare sport sotto il sole è la condizione ideale per approvvigionarsi di vitamina D:

se il muscolo è più irrorato anche le ossa riceveranno più nutrienti. La ginnastica è un antidoto contro l’osteoporosi.

 

ossa-forti-3

 

Fosforo e Magnesio:

sono facilmente assorbibili e vengono facilmente depositati in ossa e denti con il calcio. E facile assorbirli da

  • mandorle,
  • arance,
  • prugne e
  • uvetta passa.

I datteri sono una fonte ottima di calcio fosforo e magnesio. I piccoli pesci , come sardine e alici, contengono calcio e fosforo.

 

ossa-forti-4

 

Acqua:

curare l’osso con l’acqua è possibile perché le calcaree sono presenti in natura, nelle rocce. L’acqua scorrendo sulle pietre ne assorbe i nutrienti. In particolare alcune acque minerali apportano la scritta Ca+++: significa che sono naturalmente ricche di calcio. Perfetto se l’etichetta riporta la scritta “calcio biodisponibile”.

In questo caso un bicchiere d’acqua al giorno leva davvero l’osteoporosi di torno.

 

 

FONTE: Lifegate (Stefania Piloni)

 

 

(ENGLISH VERSION)

 

The sun gives us vitamin D, and water and food are valuable allies to strengthen bones and fight osteoporosis.

Bad habits and  DIY diets often weaken bones. Many young people are experiencing low levels of vitamin D, nutritious bone. The data on hip fracture after age 60 are alarming, menopause and the yo-yo weight is a halter for the spine. While the average lifespan lengthens your bones wear out, joint pain and increase after age 40 begins the decline of the bone start becoming “porous”: the spontaneous fractures and sport become more frequent.

Milk and cheese: the myth to dispel.

Parmesan and grana are certainly rich in calcium, but the calcium they contain is difficult for our body to get absorbed and a frequent consumption of hard cheese increases blood cholesterol.

Dairy products have little magnesium, essential for absorbing calcium, and contain too much salt. To attract this type of calcium the cells lose more nutrients, other minerals that are instead valuable for bones. Better then to prioritize the calcium  contained in dark green vegetables:

  • broccoli,
  • green turnip,
  • cabbage (especially cabbage),
  • spinach and cabbage.

Also dark green vegetables are rich in iron and folate.
 

Vitamin D is essential for bone mineralization maintains constant levels of calcium and phosphorus.

Vitamin D is produced by the skin under sun exposure for at least 20 minutes a day. Feeding is present in eggs and fatty fish such as salmon, mackerel, sardines and herring.

Practicing sports under the sun is the ideal condition for supplies of vitamin D: If the muscle is also sprinkled the bones receive more nutrients. Gymnastics is an antidote for osteoporosis.

Phosphorus and Magnesium are easily absorbed and are easily deposited in bones and teeth with calcium. It is easy to absorb from

  • almonds,
  • oranges,
  • prunes and
  • raisins.

The dates are a good source of calcium phosphorus and magnesium. Small fish, such as sardines and anchovies, contain calcium and phosphorus.
 

 

Water:

treat the bone with water is possible because the limestone are found in nature, in the rocks. Water flowing on the stones absorbs nutrients. In particular, some mineral waters make the written Ca +++ means that are naturally rich in calcium.

Perfect if the label says “bioavailable calcium.” In this case a glass of water a day keeps really osteoporosis  away.

 

SOURCE: Lifegate (Stefania Piloni)

Read Full Post »

caraffaSecondo alcuni esperti inglesi, il semplice gesto di mettere in tavola una brocca colma d’acqua abitua i bambini a berla al posto delle bibite zuccherate, che causano obesità.

 

I genitori dovrebbero smetterla di comprare succhi di frutta e bevande zuccherate per i figli e dovrebbero proporre loro sempre e solo acqua, durante i pasti e lungo tutto l’arco della giornata, per limitare l’assunzione di zucchero e tagliare il rischio di obesità, ipertensione e diabete. Il consiglio arriva da un team di nutrizionisti inglesi ed è stato ripreso dai maggiori quotidiani del Paese. Gli esperti considerano che le bevande zuccherate, comprese quelle sportive, contribuiscano all’epidemia di obesità infantile in corso in Inghilterra.

 

Nonostante le linee guida governative volte a scoraggiare l’assunzione di zucchero siano in arrivo, e con esse la proposta di una tassa sulle bevande zuccherate, Susan Jebb, professoressa di dieta e salute della popolazione presso l’Università di Oxford, a capo dei negoziati per raggiungere un accordo tra il governo e l’industria del settore, ha dichiarato che la cosa più efficace che i genitori possano fare al riguardo è tenere le bevande zuccherate fuori dalla tavola.

  • “Incoraggiate i vostri figli a bere acqua. Una volta che sono stati svezzati, i bambini dovrebbero bere solo quella”, ha aggiunto.

 

Evitare le bibite industriali, secondo l’esperta, è fondamentale per combattere il problema obesità, per via dei chiari collegamenti che ne legano l’assunzione al rischio di aumento di peso.

  • “Abbiamo anche un meccanismo plausibile per tale effetto, perché le calorie liquide sono note per essere meno sazianti delle calorie solide, ti riempiono di meno,” ha precisato Susan Jebb.

 

La pensa allo stesso modo il professor Tom Sanders, capo della divisione diabete e scienze nutrizionali presso il Kings College di Londra, secondo cui, inoltre, la commercializzazione di bevande zuccherate durante gli eventi sportivi sta inducendo le persone a credere che bere qualcosa di molto zuccherato renda più attivi, più sportivi.

  • “Abbiamo la Coppa del Mondo in corso al momento. Alcune di queste bevande energetiche sono estremamente ricche di zuccheri, tra i 60 e i 70 grammi in una sola bottiglia”, ha detto. “Il modo in cui questi alimenti sono presentati e commercializzati è uno dei problemi che stiamo riscontrando”.

 

FONTE: LifeGate (Paola Magni)

 

 

(ENGLISH VERSION)

According to British experts, the simple act of putting on the table a jug full of water getting the children used to drink it instead of sugary soft drinks, which cause obesity.

Parents should stop buying fruit juice and sugary drinks for children and should propose them always and only water during meals and throughout the day, to limit your intake of sugar and cut the risk of obesity, hypertension and diabetes.

The advice comes from a team of  English nutritionists and was taken over by the major newspapers in the country. Experts consider that sugary drinks, including sports drinks, contribute to the epidemic of childhood obesity in progress in England.

Despite the government guidelines to discourage sugar intake are coming, and with it the proposal of a tax on sugary drinks, Susan Jebb, professor of diet and population health at the University of Oxford, in charge of negotiations to reach an agreement between the government and the industry, it is said that the most effective thing that parents can do about it is to keep sugary drinks off the board.

  • “Encourage your children to drink water. Once they are weaned, children should drink only water” he added.

Avoid soft drinks industry, according to the expert, it is essential to combat the obesity problem, because of the clear links that bind the intake to the risk of weight gain.

  • “We also have a plausible mechanism for this effect, because liquid calories are known to be less satiating than  solid calories, it  fills you with less,” explained Susan Jebb.

Professor Tom Sanders feels the same way , head of diabetes and nutritional sciences at Kings College in London, according to which, moreover, the marketing of sugary drinks during sporting events is causing people to believe that drinking something very sweet make more active, more sporty.

  • “We have the World Cup in progress by now. Some of these energy drinks are extremely high in sugar, between 60 and 70 grams in a single bottle” he said. “The way these foods are presented and marketed is one of the problems we are experiencing.”

SOURCE: LifeGate (Paola Magni)

 

Read Full Post »

OsteoporosisBroccoli, sesamo e banane sono un’arma naturale nella lotta contro i problemi ossei.

 

Al fine di prevenire l’osteoporosi, è importante fare esercizio fisico e curare la vostra alimentazione  dalla più tenera età.

 

Nel periodo dell’adolescenza, è molto importante per i giovani essere fisicamente attivi, in quanto questo favorisce la crescita e lo sviluppo delle ossa. Presentiamo tre alimenti che possiedono gli ingredienti più necessari per crescere ossa sane e forti.

 

1) Broccoli, meglio se crudi

I broccoli (Brassica oleracea) appartiene alla famiglia delle verdure verdi, e fornisce una varietà di minerali e proteine, e in particolare il calcio. E ‘meglio consumarle allo stato grezzo in insalata, ma se ti piace cotta allora si può anche friggere in poco olio o bollire oppure meglio al vapore, visto che il trattamento termico fa perdere i suoi ingredienti importanti.

L’abbondanza di minerali, calcio, magnesio, potassio e ferro, broccoli sale in cima alle classifiche degli alimenti per la conservazione della salute dell’osso, e la salute in generale.

Durante la preparazione, i broccoli devono essere cotti in acqua bollente salata per cinque o sei minuti. In questo modo conservano i loro ingredienti più benefici, così come il gusto fresco e piacevole.

 

2) Sesamo e yogurt

Il sesamo (Sesamum indicum) è uno degli integratori più utili contro l’osteoporosi, mentre l’olio di sesamo è considerato un olio estremamente sano, ed è spesso usato come un sostituto per oliva.

Esso contiene grandi quantità di calcio, manganese, rame, magnesio e selenio. Per coloro che non hanno abbastanza calcio nel loro corpo, il sesamo è la scelta giusta.

  • Basta aggiungere un cucchiaino di semi di sesamo in 0,5 dl di yogurt e lasciare a la notte.
  • Al mattino, mangiare a stomaco vuoto.

 

3) Mangiare banane mature

Le banane non sono solo molto buone, ma sono anche un frutto ricco di molte sostanze nutritive che possono  sostituire efficacemente un pasto completo. E’ efficace contro l’osteoporosi, perché è ricco di sali minerali, potassio, manganese, magnesio, fosforo e acido folico.

Le banane contengono anche vitamine che sono responsabili del mantenimento della densità ossea. È interessante notare che gli scienziati insistono sul mangiarle mature, con la buccia “macchiata” banane perché quelle immature contengono una proteina, che secondo la ricerca, contrasta l’azione di alcuni enzimi importanti per i processi metabolici del corpo, e di conseguenza i processi che assicurare la salute e qualità delle ossa.

Un grande vantaggio è dato dalle banane essiccate, che migliorano il metabolismo, e contengono tutti gli ingredienti utili in una forma più concentrata.

 

FONTE: Healtylifetricks

 

 

(ENGLISH VERSION)

Broccoli, sesame and bananas are a natural weapon in the fight against bone problems.

In order to prevent osteoporosis, it is important to take exercise and watch your diet from an early age.

In the adolescence period, it is very important for young people to be physically active, as this encourages the growth and development of the bones. We present three foods that possess the most necessary ingredients to grow healthy and strong bones.

 

Broccoli is Best Raw

Broccoli (Brassica oleracea) belongs to the family of green vegetables, and it provides a variety of minerals and proteins, and in particularly calcium. It is best consumed in its raw state as a salad, but if you like it cooked then you can and also fry it in a little oil or boil it on steam, considering that the thermal treatment makes it lose its important ingredients.

The abundance of minerals, calcium, magnesium, potassium and iron, puts broccoli on the top of the charts of foods for preservation of bone health, and health in general. During preparation, broccoli should be cooked in boiling salted water for five to six minutes. In this way it preserves its most beneficial ingredients, as well as the crisp and nice taste.

dip4-500x375

Sesame and Yoghurt

Sesame (Sesamum indicum) is one of the most useful supplements against osteoporosis, while sesame oil is considered an extremely healthy oil, and is often used as a substitute for olive.

It contains large quantities of the extremely important calcium, manganese, copper, magnesium and selenium. For those who do not have enough calcium in their body, sesame is the right choice. Just add a teaspoon of sesame seeds in 0.5 dl of yoghurt and leave it to stay overnight. In the morning, eat it on an empty stomach.

Eat Ripe Bananas

Bananas are not only a pleasure, but also a fruit packed with lots of nutrients that can effectively replace a complete meal. It is effective against osteoporosis because it is rich in minerals, potassium, manganese, magnesium, phosphorus, and folic acid.

Bananas also contain vitamins that are responsible for maintaining bone density. It is interesting that scientists insist on eating ripe, “spotted” bananas because the immature ones contain a protein, which according to research, counteracts the action of certain enzymes important for metabolic processes in the body, and consequently the processes that ensure the health and quality of the bones.

A big advantage is given to dried bananas, which improve your metabolism, and contain all the useful ingredients in a more concentrated form.

 

 

SOURCE: Healthylifetricks

Read Full Post »

carne-di-polloL’allarme ftalati non cessa di suonare. Le sostanze chimiche, accusate di danneggiare il sistema riproduttivo, sono presenti nella dieta di tutti i giorni. In misura doppia rispetto ai livelli di sicurezza.

 

Ricordate il problema degli ftalati nei giocattoli? Nel rapporto del 2012 “Attenzione agli ftalati,” il ministero della Salute italiano dichiarava:

  • “Gli ftalati sono prodotti chimici che vengono aggiunti alle materie plastiche per migliorarne la flessibilità e la modellabilità. Sono sostanze tossiche per la riproduzione, soggette a restrizione europea: il loro utilizzo non è consentito a concentrazioni superiori allo 0,1%, né nei giocattoli, né negli articoli destinati all’infanzia; il motivo della restrizione è dovuto al pericolo di esposizione che può derivare dal masticare o succhiare per lunghi periodi di tempo oggetti che contengono ftalati”.

Queste sostanze, infatti, migrano con facilità dai prodotti all’organismo dei bambini, attraverso il semplice contatto, ancor più se vengono messi in bocca.

Gli ftalati sono stati banditi nel 1999 nei prodotti per la dentizione a livello europeo perché possono causare danni al fegato, ai reni e ai testicoli. Sono considerati interferenti endocrini che agiscono sul testosterone e sullo sperma.

 

Un nuovo studio americano ha ora scoperto che un bambino che segue una dieta comune consuma il doppio del livello di ftalati che l’Environmental Protection Agency ritiene sicuro. Secondo la ricerca, pubblicata sulla rivista Envirnmental Health, le carni, in particolare il pollame, il latte intero, la panna, le margarine e alcuni oli da cucina contengono alte concentrazioni di queste sostanze pericolose.

 

La ricercatrice Sheela Sathyanarayana, professoressa associata di pediatria presso la University of Washington School of Medicine, e il suo team hanno esaminato 17 studi che hanno misurato le concentrazioni di ftalati nei prodotti alimentari negli Stati Uniti e all’estero, analizzando diversi modelli di dieta.

Come previsto, il regime alimentare a base di frutta e verdura si è dimostrato quello che non espone i consumatori a livelli eccessivi di ftalati, mentre quello ad alto contenuto di carne e latticini è risultato pericoloso per i bambini e gli adolescenti.

La dieta tipica degli Stati Uniti si è mostrata sicura per gli adulti, ma i ricercatori sono rimasti sorpresi quando hanno rilevato che nei bambini supera di gran lunga il limite di 20 microgrammi di ftalati per chilo di peso corporeo al giorno che l’Epa ha fissato come livello di sicurezza.

 

Ma come avviene la contaminazione degli alimenti?

Gli studiosi ipotizzano che gli ftalati possano migrare dai materiali in PVC come i tubi utilizzati nel processo di mungitura, i film per l’imballaggio alimentare, i guanti utilizzati nella preparazione degli alimenti, i nastri trasportatori. Questi composti si trovano anche negli inchiostri da stampa e negli adesivi sugli involucri alimentari.

 

I ricercatori hanno stilato una serie di consigli per ridurre al minimo l’esposizione dei bambini:

  • acquistare prodotti a basso contenuto di grassi, come latte scremato e formaggi “magri”;
  • evitare panna, latte intero e carni grasse.
  • Acquistare frutta e verdura fresche o congelate.
  • Evitare cibi in scatola e trasformati.
  • Ridurre al minimo l’uso di prodotti per la cura personale che contengono ftalati (ad esempio le creme cosmetiche).
  • Utilizzare vetro, acciaio inossidabile, ceramica o legno per conservare alimenti invece di materie plastiche;
  • non utilizzare materie plastiche in policarbonato per contenere liquidi caldi.
  • Ridurre al minimo l’acquisto di prodotti che contengono sostanze chimiche.
  • Togliere le scarpe prima di entrare in casa per evitare di introdurre polvere contaminata da sostanze chimiche;
  • mantenere tappeti e davanzali puliti.

Lo studio

 

 

FONTE: LifeGate (Paola Magni)

 

 

(ENGLISH VERSION)

Remember the problem of phthalates in toys? In the report of 2012 “Beware of phthalates,” the Italian Ministry of Health stated:

  • “Phthalates are chemicals that are added to plastics to improve flexibility and moldability. They are toxic for reproduction, subject to  European restriction: their use is not permitted in concentrations above 0.1%, or in toys or in articles intended for children; the reason of the restriction is due to the danger of exposure that can result from chewing or sucking for long periods of time for objects that contain phthalates. “
     

These substances, in fact, migrate easily from the products to the body of children, through simple contact, even more if they are placed in the mouth. Phthalates were banned in 1999 in products for teething at European level because they can cause damage to the liver, kidneys and testicles. They are considered endocrine disruptors that affect the testosterone and sperm.
 
 
A new study has now found that a child who follows a  common diet consumes twice the level of phthalates that the Environmental Protection Agency considered safe. According to the research, published in the journal Health envirnmental, meat, particularly poultry, whole milk, cream, margarine and some cooking oils contain high concentrations of these hazardous substances.
 
The researcher Sheela Sathyanarayana, associate professor of pediatrics at the University of Washington School of Medicine, and her team looked at 17 studies that measured the concentrations of phthalates in food in the United States and abroad, analyzing different diet patterns.

As expected, the diet based on fruit and vegetables has proved that it does not expose consumers to excessive levels of phthalates, while high in meat and dairy products was dangerous for children and adolescents.

The typical diet in the United States was proved safe for adults, but researchers were surprised when they found that children far exceeded the limit of 20 micrograms of phthalates per kilogram of body weight per day that the EPA has set as the security level.
 
But how is the food contaminated ?

Scholars speculate that phthalates can migrate from PVC materials such as pipes used in the milking process, the films for food packaging, the gloves used in food manufacturing, conveyor belts. These compounds are also found in printing inks and adhesives on food wrappings.
 
Researchers have compiled a number of tips to minimize children’s exposure:

  • buy low in fat, such as skim milk and cheese “lean”;
  • Avoid cream, whole milk, and fatty meats.
  • Buy fruits and vegetables fresh or frozen.
  • Avoid canned foods and processed.
  • To minimize the use of products for personal care products that contain phthalates (such as cosmetic creams).
  • Use glass, stainless steel, ceramic or wood to preserve foods instead of plastics;
  • not use plastic materials polycarbonate for containing hot liquids.
  • Minimize buying products that contain chemicals.
  • Remove your shoes before entering the home to avoid introducing dust contaminated with chemicals;
  •  keep clean carpets and windowsills.

The study

 

SOURCE: LifeGate (Paola Magni)

Read Full Post »

antiossidanteUna tavola ricca di alimenti freschi e colorati, cucinati nel modo giusto, può aiutare a proteggere l’organismo dai danni dei radicali liberi. Scopriamo la dieta antiossidante.

 

 

Si sente spesso parlare di dieta anti-radicali, ma cosa sono i radicali liberi?

Si tratta di frammenti instabili di molecole che si formano naturalmente nell’organismo come prodotto dei processi metabolici e per difenderci da virus e batteri. Nelle situazioni di stress, ma anche a causa di un’alimentazione sbagliata, radiazioni, eccessiva esposizione al sole, inquinamento, fumo di sigaretta, farmaci o alcol, si possono formare quantità pericolose di radicali liberi, con il rischio che possano

  • danneggiare il DNA delle cellule e
  • favorire malattie e
  • invecchiamento.

Abbiamo chiesto a Nico Valerio, studioso di alimentazione e scrittore scientifico, di svelarci le dieci regole alimentari di base per difendersi dai radicali.

 

1 Cereali integrali:

grani interi con il rivestimento da cucinare come il riso, partendo dall’acqua fredda, fiocchi ovvero grani pestati, farine integrali al 100 per cento. Il che significa riscoprire pizze, spaghetti, torte rustiche, pane e biscotti con i veri sapori d’una volta. Trovare il vero pane integrale non è facile. Quello del fornaio sotto casa è spesso finto: leggero, con farina normale e un pizzico di crusca, insapore, pieno di additivi, grassi aggiunti, conservanti. Solo le botteghe naturali lo hanno.

Provatelo in mano: deve pesare molto. E deve essere molto scuro all’interno. Ricercatori dell’università di Nagasaki hanno dimostrato che gli antiossidanti contenuti nel grano integrale, ricchi in vitamina E, vitamine del complesso B, carotenoidi, zinco, rame, selenio ed altri oligominerali, distruggono i radicali liberi 50 volte di più delle vitamine C ed E da sole.

pani-integrali

 

2 Legumi il più spesso possibile: anche ogni giorno.

Naturalmente con la buccia, ricchissima di polifenoli antiossidanti, saponine, fitati anti-cancro.

legumi

 

3 Verdure e frutta ogni giorno in almeno 6 porzioni:

250 g per le verdure da cuocere, 100 g per quelle da mangiare crude, 1 frutto grande come l’arancia o la mela, o 150 g di frutta piccola. Il bicchiere di eventuali succhi freschi di frutta va considerato 1 porzione.

Le verdure più antiossidanti sono le più verdi, colorate o piccanti. Alto potere anti-radicali ha la verdura di colore verde scuro, tenendo conto che quella piccante e solforata è la più efficace (anche se bianca, come aglio e cipolla).

Ottimi anche gli ortaggi colorati: peperoni rossi e gialli, cavolo rosso, carote arancione scuro, zucca gialla carica, pomodoro rosso fuoco, barbabietola rossa. La frutta deve essere, a maturazione, la più acidula o colorata (giallo-rosso-bluastro-nero): arance, albicocche, pompelmo, mandarini, more, mirtilli, uva nera, prugne nere, fragole, ciliegie, meglio pesche a polpa gialla che bianca, ananas, kiwi, cachi. La buccia contiene la maggior parte degli antiossidanti. Mangiare anche un po’ di scorza di agrumi, ricca di potenti antiossidanti, ma solo se “biologica”.

frutta-e-verdura

 

4 Oli vegetali crudi:

soprattutto extra vergine d’oliva e soia spremuto a freddo al posto di grassi animali. Uno studio dimostra che l’olio di oliva perde più antiossidanti (steroli e polifenoli) in bottiglie di vetro chiaro. L’ideale sarebbero bottiglie di vetro scuro. Semi oleosi (noci, nocciole, mandorle, pinoli, sesamo, girasole), purché freschi. Germe di grano: cospargerne qualche cucchiaino sulle pietanze.

olio-extravergine

 

5 Cottura adeguata:

cuocere poco, e il più brevemente possibile a pressione di vapore, così vitamina C, antiossidanti e glucosinolati restano quasi intatti. Consumare ad ogni pasto molti alimenti crudi o appena scottati. Non lasciare mai il cibo a temperatura ambiente, ma metterlo in frigorifero.

Evitare l’eccessiva esposizione degli alimenti all’aria e alla luce. Le verdure vanno prima lavate e poi tagliate o affettate. Non usate le fritture, specie di carne e pesce.

Evitare di bruciare o brunire i cibi arrosto. Imparare a condire tutto “a crudo”: per esempio condire i cereali in piatto (pasta, minestre ecc) con vegetali crudi o scottati. L’olio si aggiunge crudo sui piatti già pronti.

asparagi-vapore

 

6 Meglio il pesce della carne:

i pesci di acque fredde (sgombro, sardine, aringhe, tonno, trota, salmone, merluzzo, acciuga ecc), di cui però è bene consumare anche il fegato, sono ricchi di due acidi grassi essenziali omega-3: EPA e DHA. Va bene anche l’olio di fegato di merluzzo.

pasta-sardine

 

7 Vino rosso meglio del bianco (solo un bicchiere a pasto):

ha più del doppio di potere antiossidante. Bere molta acqua durante il giorno.

vino-rosso

 

8 Tè e caffè (se il cuore lo permette):

il tè verde è più efficace del tè nero. Ma anche il caffè e il cacao sono antiossidanti.

tè

 

9 Spezie ed erbe aromatiche:

soprattutto zenzero, curcuma, timo, salvia, rosmarino e origano, tutti ottimi antiossidanti.

spezie-ed-erbe

 

10 Succhi naturali integrali di frutta o verdura:

per potenziare il valore antiossidante della dieta.

succo-lampone

 

 

FONTE: Lifegate

 

 

(ENGLISH VERSION)

You often hear about the anti-radicals diet, but what are free radicals? It is unstable fragments of molecules that are naturally formed in the organism as a product of the metabolic processes and is useful to defend us against viruses and bacteria.

In stressful situations, but also because of poor diet, radiation, excessive sun exposure, pollution, cigarette smoke, drugs or alcohol, it can form dangerous amounts of free radicals, with the risk that they can damage the DNA of cells and promote disease and aging.

We asked Nico Valerio, scholar power and science writer, to reveal the ten rules of basic food to defend against radicals.
 
1 Whole grains:

whole grains with the coating to be cooked like rice, starting from the cold water, crushed flakes or grains, 100 percent whole flours. That means rediscovering pizzas, noodles, pies, bread and biscuits with the true flavor of the past time. Finding the real whole wheat bread is not easy. That of the baker in the house is often fake: lightweight, with regular flour and a pinch of bran, tasteless, full of additives, added fats, preservatives. Use whole bought from organic shops only. Try to take it in your hand it weight much. It must be very dark inside.

Nagasaki University researchers have shown that the antioxidants in wheat, rich in vitamin E, B-complex vitamins, carotenoids, zinc, copper, selenium and other trace elements, destroy free radicals 50 times more vitamin C and E Sunglasses.
bread-grains
 
2 Legumes as often as possible:

even every day. Of course with the peel, rich in antioxidant polyphenols, saponins, phytates anti-cancer.

 
3 Vegetables and fruit each day at least 6 servings:

250 g for vegetables to be cooked, 100 g for those eaten raw, 1 large fruit such as orange or apple, or 150 g of small fruit. One glass of any fresh fruit juice is considered one serving.

Vegetables have more antioxidants  the most green colored or spicy they are, . High power anti-radicals has dark green vegetables, taking into account that the spicy and sulfur is the most effective (although white, like garlic and onion).

Also excellent colored vegetables: red and yellow peppers, red cabbage, dark orange carrots, yellow squash charge, fire red tomato, red beet. The fruit should be ripe, the more acidic or colored (yellow, red and bluish-black): oranges, apricots, grapefruit, tangerines, blackberries, blueberries, black grapes, black plums, strawberries, cherries, peaches better yellow flesh that white, pineapple, kiwi, persimmon. The skin contains most of the antioxidants. Eating a bit ‘of citrus peel, rich in powerful antioxidants, but only if “organic”.

 
4 Oils raw vegetables:

especially extra virgin olive oil instead of animal fats. A study shows that olive oil loses more antioxidants (sterols and polyphenols) in clear glass bottles. The ideal would be a brown glass bottle. Oil seeds (walnuts, hazelnuts, almonds, pine nuts, sesame, sunflower), provided fresh. Wheat germ: sprinkle a few teaspoons on food.
 

5 Cooking adequate:

bake little, and as briefly as possible to vapor pressure, so vitamin C, antioxidants and glucosinolates remain almost intact. Consume at each meal many raw or just blanched. Never leave food at room temperature, but put it in the refrigerator. Avoid excessive exposure to air and light food. The vegetables are first washed and then cut or sliced. Do not use fried, especially meat and fish. Avoid burning or browning foods roast. Learning to dress all “raw”: for example seasoning cereals in dish (pasta, soups etc.) with raw vegetables or steamed. The oil is added to the raw dishes ready.
asparagus-steam
 

6 Better fish than meat:

the cold-water fish (mackerel, sardines, herring, tuna, trout, salmon, cod, anchovies, etc.), but for which it is good to consume the liver, are rich in two essential fatty acids omega- 3: EPA and DHA. Okay even the cod liver oil.

 
7 red wine better than white (only one glass per meal)

has more than twice the antioxidant power. Drink plenty of water throughout the day.

 

8 Tea and coffee (if the heart permits):

green tea is more effective than black tea. As well as coffee and cocoa are antioxidants.

 

9 Spices and herbs:

especially ginger, turmeric, thyme, sage, rosemary and oregano, all excellent antioxidants.
spice-and-herb
 

10 Natural whole fruit or vegetable juices :

to enhance the antioxidant value of the diet.

SOURCE: Lifegate

Read Full Post »

sitting-2-640x900-640x600Oggi viviamo in un mondo dove le macchine moderne fanno gran parte del nostro lavoro per noi, che elimina notevolmente la necessità di lavoro manuale. Per non parlare degli oltre 34 milioni di americani che lavorano in  uffici o posti di lavoro, costringendoli a rimanere seduti per otto o più ore al giorno.

Secondo un rapporto pubblicato nel Annals of Internal Medicine, una persona media spende più della metà delle sue ore di veglia in uno stato inattivo (davanti a un computer, guardare la TV, pendolarismo da e verso il lavoro, ecc).

 

Mentre la tecnologia porta con sé vantaggi evidenti, come ottenere di più in meno tempo, ottimizzando i nostri sforzi, e ci si collega ad altri alla velocità della luce, ha pure molti svantaggi.

Stare seduti per lunghi periodi di tempo può causare problemi come

  • mal di schiena cronico,
  • cattiva postura, e

le malattie anche potenzialmente mortali come

  • il diabete,
  • le malattie cardiache e
  • l’obesità.

Se si spende un sacco di tempo seduti per il lavoro, date un’occhiata alle specifiche di come questo può avere un impatto negativo sulla vostra salute, secondo quattro esperti del settore:

1) Problemi a cervello, collo e spalla

q11Muovere i nostri corpi significa più sangue e ossigeno che scorrono in tutto il cervello, che ci aiuta a mantenere la chiarezza mentale e mantiene la nostra mente acuta. Tuttavia, stare seduti per lunghi periodi di tempo, rallenta il flusso di ossigeno e di sangue al nostro cervello, inibendo la nostra capacità di pensare chiaramente.

Inoltre, stando seduti in avanti per fissare uno schermo di computer mette il collo sotto un enorme sforzo, in particolare le vertebre cervicali, che collegano la colonna vertebrale  alla testa. La cattiva postura danneggia anche i muscoli della schiena e delle spalle, mentre diventano sovraesposti a causa della posizione  su una tastiera per lunghi periodi di tempo.

2) Problemi alla schiena

Uno dei problemi più evidenti si verificano per la maggior parte delle persone all’altezza delle spalle, come la cattiva postura contribuisce notevolmente al mal di schiena, spine inflessibili, e danni ai dischi intervertebrali.

Muoversi fa sì che i dischi morbidi tra le vertebre nella colonna vertebrale si possano espandere e contrarre, permettendo al sangue e sostanze nutritive di irrorarle. Stando seduti troppo a lungo, i dischi diventano irregolari e compatti, intaccando anche il collagene che serve a costruire intorno a tendini e legamenti.

Inoltre, i dischi lombari ed ernie si verificano più frequentemente nelle persone che trascorrono lunghi periodi di tempo davanti a un computer.

 

3) Degenerazione Muscolare

Stare seduti non richiede l’uso dei muscoli addominali, e se non vengono utilizzati per troppo tempo, questo può effettivamente indurre lo sviluppo di ciò che è chiamato swayback, o il sovraestensione innaturale dell’arco naturale della colonna vertebrale. Inoltre, stando seduti troppo a lungo si diminuisce la flessibilità generale, soprattutto nei fianchi e schiena. Fianchi flessibile aiutano a bilanciare il corpo, ma stando seduti troppo a lungo, i muscoli flessori dell’anca diventa più corti e tesi.

I muscoli dei glutei diventano molli dopo lunghi periodi di inattività, e questo ostacola la vostra capacità di fare grandi passi e mantenere il corpo stabile.

 

4) Deterioramento di organi

Rimanendo seduti per lunghi periodi di tempo può causare

  • malattie cardiache,
  • malattie cardiovascolari e
  • il cancro del colon.

In breve, questi problemi sono causati da sovrapproduzione di insulina a causa di inattività, e lento flusso di sangue agli organi. Movimento regolare aiuta uccidere le cellule cancerogene, aumentando antiossidanti che eliminano i radicali liberi dal corpo.

La sovrapproduzione di insulina provoca anche un aumento di peso, che contribuisce al diabete e obesità.

 

5) Disturbi alle gambe

Ovviamente, stando seduti troppo a lungo ostacolerà la circolazione nelle gambe. Questo fa sì che il sangue si accumuli intorno alle caviglie, che poi si traduce in gonfiore alle caviglie, vene varicose, e coaguli di sangue anche dannosi.

Un altro problema più sottile causato dalla seduta prolungata è che le ossa diventano più deboli e meno densi. Una regolare attività, come la corsa o camminare, aiuta a mantenere le ossa forti e spesse. Questo potrebbe spiegare il motivo per cui così tante persone anziane oggi hanno l’osteoporosi, la società diventa sempre più sedentaria.

Secondo lo studio, le persone che hanno guardato di più il televisore nell’arco di 8,5 anni ha avuto un 61% in più di rischio di morire di una morte prematura rispetto a coloro che hanno guardato la TV meno di un’ora al giorno.

 

QUINDI, COME POSSIAMO COMBATTERE QUESTA CRESCENTE EPIDEMIA DI SEDENTARIETA’?

Prima di tutto, se si deve stare seduti per lunghi periodi di tempo per lavoro o per altri scopi, assicuratevi di sedervi in posizione eretta ed evitate di curvarsi o appoggiarvi sopra la tastiera.

Se dovete, comprare una palla per fare esercizio, che costringe i muscoli addominali a lavorare e, naturalmente, mantenere il corpo dritto. È inoltre possibile utilizzare uno sgabello senza schienale, se volete qualcosa di un po’ più stabile di una palla per esercizi.

In secondo luogo, assicuratevi di alzarvi regolarmente per fare qualche esercizio di allungamento.

Quanto spesso si dovrebbe fare questo?

Almeno una volta ogni trenta minuti, secondo gli esperti.

Alzati e cammina intorno al vostro ufficio per qualche minuto, questo non mancherà di stimolare la circolazione sanguigna e consentire al cervello e muscoli per funzionare in modo ottimale.

In terzo luogo, lo yoga può aiutare enormemente a mantenere i muscoli flessibili e permettere alla mente di rilassarsi e rilassarsi dopo una giornata di lavoro.

scrivania-regolabile-in-altezza-ikea-IKEA-bekant

 

È inoltre possibile acquistare una scrivania “sit-standing” per lavorare in piedi, che vi costringerà a fare il vostro lavoro stando in posizione verticale.

 

Questo aiuta il flusso di sangue e ossigeno più liberamente attraverso il corpo, riducendo il rischio di coaguli di sangue e di altri problemi di salute pericolosi.

FONTE: Dr Mercola

 

 

 

(ENGLISH VERSION)

Today, we live in a world where modern machines do much of our work for us, which greatly eliminates the need for manual labor. Not to mention, over 34 million Americans have office or sales jobs, forcing them to remain sedentary for eight or more hours a day. 

According to a report published in Annals of Internal Medicine, the average person spends more than half of his or her waking hours in an inactive state (sitting at a computer, watching TV, commuting to and from work, etc).

While technology brings with it obvious benefits, such as getting more done in less time, consolidating our efforts, and connecting us to others at lightning speeds, it has many drawbacks, as well. 

Sitting down for prolonged periods of time can cause problems such as chronic back pain, poor posture, and even potentially deadly diseases such as diabetes, heart disease, and obesity

If you spend a lot of time sitting down for your job, take a look at the specifics of how this can negatively impact your health, according to four experts in the industry: 

Brain, Neck, And Shoulder Issues

Moving our bodies means more blood and oxygen flowing throughout the brain, which helps us maintain clarity and keeps our minds sharp. However, by sitting for long periods of time, this slows the flow of oxygen and blood to our brains, inhibiting our ability to think clearly.

Also, slumping forward at work to stare at a computer screen puts tremendous strain on the neck, particularly the cervical vertebrae, which connects the spine to your head. Poor posture also damages the back and shoulder muscles, as they become overextended due to leaning over a keyboard for long periods of time.

Back Problems

One of the most apparent problems occurs for most people in their backs, as bad posture contributes greatly to back pain, inflexible spines, and disk damage. Moving around causes soft disks between vertebrae in the spine to expand and contract, allowing blood and nutrients in. By sitting too long, the disks become uneven and compact, even causing collagen to build up around tendons and ligaments. 

Also, herniated lumbar disks occur more frequently in people who spend prolonged periods of time in front of a computer.

Muscle Degeneration

Sitting doesn’t require the use of your ab muscles, and if they go unused for too long, this can actually cause you to develop what’s called swayback, or the unnatural overextension of the spine’s natural arch. Plus, sitting too long decreases overall flexibility, particularly in the hips and back. Flexible hips aid in balancing the body, but by sitting too long, the hip flexor muscles become short and tense. 

The glute muscles also become soft after prolonged periods of disuse, and this hinders your ability to take long strides and keep the body stable.

Deterioration of Organs

Remaining seated for long periods of time can cause heart disease, cardiovascular disease, and colon cancer. In short, these problems are caused by the overproduction of insulin due to inactivity, and sluggish blood flow to the organs. Regular movement helps kill cancer-causing cells, boosting antioxidants that eliminate these free radicals from taking over the body. 

Overproduction of insulin also causes weight gain, which contributes to diabetes and obesity. 

Leg Disorders

Obviously, sitting too long will hinder circulation in the legs. This causes blood to pool around the ankles, which then results in swollen ankles, varicose veins, and even harmful blood clots. Another more subtle issue caused by prolonged sitting is that bones become weaker and less dense. Regular activity, such as running or walking, helps keep bones strong and thick. This might explain why so many elderly people today have osteoporosis, as society becomes more and more sedentary.

According to the study, people who watched the most TV over the span of 8.5 years had a 61% greater risk of dying a premature death compared to those who watched less than one hour per day.

SO, HOW CAN WE COMBAT THIS GROWING EPIDEMIC OF INACTIVITY? 

First of all, if you DO have to sit for long periods of time for work or other purposes, make sure you sit up straight and avoid slouching or leaning over your keyboard. If you have to, buy an exercise ball, which forces your ab muscles to work and will naturally keep your body straight. You can also use a backless stool if you want something a little more stable than an exercise ball.

Secondly, make sure to get up regularly to stretch. How often should you do this? At least once every thirty minutes, according to experts. Get up and walk around your office for a few minutes as well, which will keep the blood flowing and allow your brain and muscles to function optimally.

Thirdly, yoga can help immensely with keeping the muscles flexible and allowing the mind to relax and decompress from the work day. You can also buy a standing work desk, which will force you to do your work in an upright position. This helps blood and oxygen flow more freely through the body, reducing the risk of blood clots and other dangerous health problems.

 

SOURCE: Dr Mercola

Read Full Post »

uid_13101c1c7d0Che la pancia piatta potesse trionfare anche ad Expo forse non ce l’aspettavamo. Invece è successo. Merito di uno studio tutto italiano, presentato proprio a Milano, che promette di fare miracoli contro il gonfiore del ventre: un mese per veder dimezzate le proporzioni.

 

Basta seguire la FODMAP, eliminare dalla dieta i cibi che fermentano e che quindi provocano gonfiore. “La fermentazione dei cibi, in certe persone predisposte –  spiega Enrico Stefano Corazziari, UOC Gastroenterologia, Università La Sapienza di Roma – può determinare un accumulo di gas che, insieme a un concomitante maggior afflusso di acqua, causano una distensione del lume intestinale. Questo, complice l’ipersensibilità che caratterizza tali soggetti, causa distensione e dolore addominale. Le nuove conoscenze scientifiche ci permettono di lasciarsi alle spalle il detto “noi siamo quello che mangiamo”, oramai superato, per fare posto a un nuovo concetto: noi siamo il cibo che assorbiamo e soffriamo per quello che non assorbiamo e che la flora fermenta”. A soffrire sarebbero tra l’altro circa 12 milioni di persone.

Per migliorare la situazione (oltre all’aspetto) secondo la FODMAP si dovrebbero eliminare almeno per un mese alcuni alimenti: no a legumi, ma anche no a finocchi, broccoli, aglio, mele, pesche e ciliegie. Da evitare anche cereali (scegliere il senza glutine) e latticini (vanno bene solo latte delattosato e formaggi stagionati).

Nel frattempo ecco alcuni rimedi che possono aiutare a limitare i fastidi di una pancia gonfia (anche per chi non è a dieta).

  • 1. Cosa dice la FODMAP

    La dieta a basso contenuto di FODMAP è stata creata dalla dottoressa Sue Shepherd, insieme al professore Peter Gibson e il dipartimento di Medicina della Monash University in Australia.  La dieta low FODMAP aiuta a ridurre i sintomi causati dalla sindrome dell’intestino irritabile. In un sito italiano abbiamo trovato un utile schema per tenere sott’occhio i cibi consentiti e quelli che vanno limitati. È utile perché sono specificate anche le quantità. Si chiama Polvere di Vaniglia.

 

  • 2. Cosa può fare l’omeopatia

    Secondo Daria Scienza, farmacista esperta in omeopatia, è necessario capire quale sia l’origine di fondo della pancia gonfia e affrontarla con i giusti accorgimenti. “In caso di pancia adiposa, consiglio alle mie pazienti 5 granuli di Thuya 15 CH tre volte al giorno, che agisce per smaltire gli accumuli di grasso sull’addome. Contro la pancia gonfia, dovuta perlopiù a intolleranze alimentari, all’assunzione di farmaci, a stipsi, disturbi intestinali o anche a stress. Assumere cinque granuli di Carbo vegetalis 5 CH, e, in caso di stitichezza, cinque granuli di Nux vomica 9 CH, entrambi tre volte al giorno, può essere utile. Altri utili consigli nel sito di Riza.it.

 

  • 3. Per chi è over 50

    Per le donne over 50, invece, la pancetta poco tonica è spesso dovuta a una gravidanza, a una perdita di peso troppo rapida o alla menopausa. In questo caso, un po’ di ginnastica e di movimento sotto la guida di un esperto sono molto consigliati e sono l’antidoto più efficace per contenere il rilassamento muscolare. Secondo la propria età e le proprie possibilità, fare sport almeno due volte alla settimana fa bene all’organismo e all’umore , riducendo sia il grasso in eccesso, sia i gas dovuti allo stress e rendendo quindi la nostra pancia più soda e piatta.

 

  • 4. Cosa mangiare

    Per aiutare a sgonfiare la pancia e a mantenerla tonica durante tutto l’anno, è bene poi ricordare alcuni accorgimenti quotidiani. Innanzitutto mangiare in modo sano e non saltare pasti: meglio pasti più frequenti e meno abbondanti, possibilmente evitando alimenti molto grassi e ricchi di lieviti e bevande gassate, che provocano gonfiore. Soprattutto in estate, è importante mangiare frutta e verdura, possibilmente cotta. È inoltre sempre consigliabile masticare completamente il cibo e non ingerire bocconi grandi, per favorire una corretta digestione. Tra le proposte più gettonate – per tutto l’anno – quella di iniziare la giornata con un limone 

 

  • 5. Cosa mettere nel bicchiere

    Bere acqua (non gasata) e non esagerare con le bevande alcoliche, come ad esempio la birra che, in grosse quantità, è fonte di gonfiore. Anche d’estate possono andar bene gli infusi. Luca Avoledo, naturopata, propone sul suo sito l’infuso di menta come rimedio contro il caldo. Spiega anche perché fa bene soprattutto d’estate.

FONTE: Huffingtonpost

 

(ENGLISH VERSION)

That flat belly could also triumph at Expo perhaps this was not expected. But it happened. It is about an all-Italian study, presented just in Milan, which promises to do wonders against the swelling of the abdomen: a month to see halved proportions.

 

Just follow the FODMAP, eliminate from the diet foods that ferments and then causes swelling. “The fermentation of food, in certain susceptible people – explains Enrico Stefano Corazziari, UOC Gastroenterology, University of Rome La Sapienza – can cause an accumulation of gas, with a concomitant increased flow of water, causing distension of the intestinal lumen. This , thanks to the unusual characteristic in such persons, causes abdominal distension and pain.

The new scientific knowledge allows us to leave behind the saying “we are what we eat” now passed, to make way for a new concept:

  • we are the food we absorb and suffer for what we do not absorb and ferments in the intestinal flora. “Suffering would among other about 12 million people.

To improve the situation (besides its) according to FODMAP you should eliminate at least for a month certain foods: no vegetables, but also no fennel, broccoli, garlic, apples, peaches and cherries. Also avoid cereals (choose the gluten) and dairy products (lactose-free milk are only good and mature cheeses).

In the meantime, here are some remedies that can help limit the hassles of a bulging belly (also for those who are not on a diet).

1. What does the FODMAP

The diet low in FODMAP was created by Dr. Sue Shepherd, together with Professor Peter Gibson and the Department of Medicine at Monash University in Australia. The diet low FODMAP helps reduce the symptoms caused by irritable bowel syndrome. In an Italian site we found a useful scheme to keep an eye on the foods allowed and those that should be limited. It is useful because they are also specified amount. It’s called Powder Vanilla.
2. What can homeopathy do for you

According to Daria Science, pharmacist expert in homeopathy, you need to understand what the source of the bottom of the swollen belly and face it with the right precautions. “In case of belly fat, I advise my patients 5 granules of Thuya 15 CH three times a day, which acts to dispose of the accumulation of fat on the abdomen. Against the swollen belly, mostly due to food allergies, taking medication, constipation, intestinal disorders or even stress. Take five granules of Carbo vegetalis CH 5, and, in the case of constipation, five granules of Nux vomica 9 CH, both three times a day, it can be useful. Other useful tips on the site of Riza.it.
3. For those who are over 50

For women over 50, however, the bacon just the tonic is often due to a pregnancy, a weight loss too fast or menopause. In this case, a bit ‘of gymnastics and motion under the guidance of an expert are highly recommended and are the most effective antidote to contain muscle relaxation. According to his age and his ability, to play sports at least twice a week it is good for the body and mood, reducing both excess fat, both gases due to stress and therefore making our belly firmer and flatter.
4. What to eat

To help deflate the belly and keep it toned throughout the year, then it is good to remember some things daily. First eat healthily and do not skip meals: better, more frequent meals and less abundant, possibly avoiding high fat and high in yeast and carbonated drinks, which cause swelling. Especially in summer, it is important to eat fruits and vegetables, preferably cooked. It is also always advisable to chew food thoroughly and do not swallow large chunks, to promote proper digestion. Among the most popular – all year – to start the day with a lemon
5. What to put in the glass

Drinking water (non-carbonated) and not overdo with alcohol, such as beer, in large quantities, is a source of swelling. Even in summer you can drink good infusions. Luca Avoledo, naturopath, offers on his website the mint infusion as a remedy against the heat. It also explains why it is good, especially in summer.

 

SOURCE: Huffingtonpost

Read Full Post »

Older Posts »