Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for giugno 2019

I principi attivi contenuti nel frutto, nella buccia e nelle foglie del noce sono un concentrato dei principi attivi antiage: ecco come sfruttarli al meglio.

 

Il noce è un albero maestoso originario del continente asiatico. Dalle pendici dell’Himalaya al Kirghizistan, è giunto fino a noi attraverso la Persia e la Grecia.

Il noce è uno degli alberi più longevi e misteriosi che abitano i nostri boschi: numerose leggende narrano infatti che sotto la sua chioma maestosa si celebrassero, nelle notti del solstizio d’estate, i sabba delle streghe. Credenza supportata anche dal fatto che, stranamente, sotto e accanto a un noce l’erba di solito fa fatica a crescere.

In effetti, il noce è un albero che non ama presenze estranee nel suo “spazio vitale” e per tenere lontano gli intrusi secerne dalle radici una sostanza tossica che prende il nome di juglandina, inzuppando il terreno attorno e producendo attorno a sé il caratteristico “cerchio magico” che è alla base di tante superstizioni. Di fatto, comunque, i vecchi contadini sconsigliavano vivamente sia di dormire all’ombra del noce che di farvi stazionare gli animali, per non assorbirne i miasmi velenosi.

Noce, emblema di forza e resistenza

Il noce è comunque un albero bellissimo e dal portamento elegante, caratterizzato da un fusto solido e dritto che può raggiungere i 30 metri di altezza, da robuste radici che affiorano in superficie e da un fogliame fitto a grandi foglie verde chiaro.

I fiori maschili, raccolti in lunghi amenti penduli, maturano prima di quelli femminili, che appaiono a piccoli gruppi sui nuovi germogli assieme alle foglie, tra maggio e giugno. Da essi nascono i frutti, composti da un seme legnoso ricoperto da una buccia carnosa verde (il mallo), che in seguito appassisce liberando il seme, e cioè la noce.

La forma dei suoi gherigli ricorda il cervello umano

Le tradizioni che riguardano il noce sono innumerevoli, e alcune di esse hanno trovato riscontro nelle ricerche moderne. Nella tradizione celtica, ad esempio, per preparare un elisir capace di guarire ogni male le noci devono essere raccolte dalle donne nella notte di San Giovanni, quando il mallo è ancora verde, e messe subito in infusione nel vino.

Nella dottrina delle segnature di Paracelso la somiglianza tra la forma dei gherigli del frutto e quella degli emisferi cerebrali faceva sì che la noce fosse raccomandata come frutto terapeutico contro tutte le patologie del sistema nervoso centrale, ed è interessante notare come la nutraceutica moderna riconosca alle noci un benefico effetto proprio sulle funzioni cerebrali.

Si usano anche i frutti acerbi del noce

Le noci contengono vitamine E e del gruppo B, in particolare acido folico, importanti per la salute della pelle. Sono inoltre ricche di sali minerali (rame, zinco, ferro e fosforo), acido alfalinoleico e arginina, un aminoacido essenziale che tonifica e rende più elastiche le arterie, contrastando il rischio di aterosclerosi. Con le noci verdi si prepara il nocino, un liquore digestivo facile da realizzare in casa, mettendo a macerare per 40 giorni in alcol e zucchero le noci ancora avvolte dal mallo verde, spaccate in quattro pezzi, con cannella, un limone biologico e noce moscata.

Dà colore e rinforza i capelli sfifi brati

Il mallo, e cioè la buccia verde e carnosa della noce, è usato in ambito estetico e medico per la sua ricchezza di flavonoidi antiossidanti, tannini, vitamina C, oli essenziali, acido caffeico e citrico, quercetina e juglone, attivo contro funghi e batteri. Dal mallo si estrae un olio ricco di acidi grassi insaturi e vitamine che esercita una funzione protettiva contro i raggi solari, e stimola la produzione di melanina. Usato come impacco sui capelli, l’olio di mallo di noce li rinforza, contrasta la caduta e conferisce loro dei caldi riflessi castano-rossicci.

Combatte l’accumulo dei grassi nel sangue

Dalle giovani gemme del noce si ottiene un macerato glicerico indicato per ridurre l’eccesso di muco e secrezioni nasali. Inoltre riduce i livelli di colesterolo cattivo e trigliceridi ed è ottimo per contrastare l’invecchiamento cutaneo e cellulare. Si fanno cicli di cura da un mese: 40 gocce al dì la mattina, con un bicchiere d’acqua.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The active ingredients contained in the fruit, in the peel and in the leaves of the walnut are a concentrate of the anti-age active ingredients: here is how to make the most of them.

Walnut is a majestic tree originating from the Asian continent. From the slopes of the Himalayas to Kyrgyzstan, it has reached us through Persia and Greece. Walnut is one of the most long-lived and mysterious trees inhabiting our woods: numerous legends tell us that, under the majestic summer foliage, the witches’ sabbaths were celebrated on the nights of the summer solstice. Belief also supported by the fact that, strangely, under and beside a walnut tree the grass usually finds it hard to grow. In fact, the walnut tree is a tree that does not love foreign presences in its “living space” and to keep away the intruders, it secretes from the roots a toxic substance that takes the name of juglandina, soaking the ground around and producing around it the characteristic ” magic circle “which is the basis of so many superstitions. In fact, however, the old peasants strongly advised against sleeping in the shade of the walnut tree or letting the animals stand, so as not to absorb the poisonous miasmas.

Walnut, emblem of strength and resistance

However, the walnut is a beautiful tree with an elegant bearing, characterized by a solid and straight stem that can reach 30 meters in height, with sturdy roots that rise to the surface and dense foliage with large light green leaves. The male flowers, collected in long pendulous catkins, mature before the female ones, which appear in small groups on the new shoots together with the leaves, between May and June. From them the fruits are born, composed of a woody seed covered by a green fleshy skin (the husk), which later on wilts freeing the seed, that is the walnut.

The shape of its kernels is reminiscent of the human brain

The traditions concerning the walnut tree are innumerable, and some of them have been confirmed in modern research. In the Celtic tradition, for example, to prepare an elixir capable of curing all evil, walnuts must be harvested by women on the night of Saint John, when the husk is still green, and immediately infused in wine. In the doctrine of Paracelsus signatures the similarity between the shape of the kernels of the fruit and that of the cerebral hemispheres meant that the walnut was recommended as a therapeutic fruit against all the pathologies of the central nervous system, and it is interesting to note that modern nutraceuticals recognize walnuts a beneficial effect on brain functions.

The unripe fruits of the walnut are also used

Walnuts contain vitamins E and group B, in particular folic acid, which are important for skin health. They are also rich in mineral salts (copper, zinc, iron and phosphorus), alfalinoleic acid and arginine, an essential amino acid that tones and makes the arteries more elastic, counteracting the risk of atherosclerosis. Nocino is prepared with green walnuts, a digestive liqueur that is easy to make at home, soaking the walnuts still wrapped in green husks for four days in alcohol and sugar, split into four pieces, with cinnamon, an organic lemon and nutmeg .

It gives color and strengthens brittle hair

The husk, namely the green and fleshy skin of the walnut, is used in the aesthetic and medical field due to its richness in antioxidant flavonoids, tannins, vitamin C, essential oils, caffeic and citric acid, quercetin and juglone, active against fungi and bacteria . From the husk an oil rich in unsaturated fatty acids and vitamins is extracted which exerts a protective function against the sun’s rays, and stimulates the production of melanin. Used as a hair pack, walnut oil strengthens them, counteracts the fall and gives them warm reddish-brown reflections.

Combats the accumulation of fat in the blood

From the young buds of the walnut a glycerine macerate is obtained, indicated to reduce the excess of mucus and nasal secretions. It also reduces the levels of bad cholesterol and triglycerides and is excellent for combating skin and cell aging. One-month cure cycles are carried out: 40 drops a day in the morning, with a glass of water.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

L’uva è stata chiamata la “regina dei frutti” perché è uno degli alimenti più nutrienti e medicinali disponibili fin dall’antichità.

 

L’uva è una ricca fonte di vitamine A, C e complesso B e minerali come calcio, magnesio, boro, manganese, ferro, selenio e potassio.

L’uva contiene elevate quantità di potenti antiossidanti noti come

  • bioflavonoidi,
  • resveratrolo e
  • antociani.

Questi fitochimici sono anti-infiammatori, anti-virali, anti-microbici, anti-invecchiamento e anti-cancerosi e forniscono protezione contro

  • l’anemia,
  • malattie degenerative del nervo,
  • malattie cardiache,
  • infezioni virali e fungine,
  • Alzheimer,
  • malattie autoimmuni e
  • tutte le forme di cancro.

L’uva può anche aiutare a dare sollievo da asma, emicrania, stitichezza, gastrite, acidosi cronica, indigestione, disturbi ai reni, affaticamento e problemi alla vista.

L’uva ha la capacità di aiutare a prevenire i coaguli di sangue grazie alla sua capacità di aumentare i livelli di ossido nitrico nel sangue e quindi fornisce un’eccellente protezione per il cuore e il sistema cardiovascolare.

Anche le uve combattono incredibilmente contro la carie e possono bloccare i virus nei loro tratti.

L’uva può giovare allo zucchero nel sangue fornendo una migliore regolazione dell’insulina e l’equilibrio generale di zucchero nel sangue.

La varietà nera delle uve è di gran lunga la più nutriente e se riesci a trovarle con i semi, ancora meglio! I semi d’uva forniscono benefici di guarigione fenomenali. Puoi masticare i semi o mettere l’uva seminata in un frullatore ad alta velocità o uno spremiagrumi. Farà una bevanda antiossidante dolce, deliziosa e potente che è facilmente digeribile e assimilabile.

Infatti, il succo d’uva crudo fresco è stato definito il “nettare degli dei” per la sua alta concentrazione di proprietà salutari. E dal momento che la buccia contiene la maggior parte degli antiossidanti e della nutrizione, vorrai scegliere quelli biologici quando possibile.

FONTE: Medical Medium

(ENGLISH VERSION)

Grapes have been called the “queen of fruits” due to being one of the most nutritious and medicinal foods available since ancient times. Grapes are a rich source of vitamins A, C, and B-complex, and minerals such as calcium, magnesium, boron, manganese, iron, selenium and potassium. Grapes contain high amounts of powerful antioxidants known as bioflavonoids, resveratrol, and anthocyanins. 

These phytochemicals are anti-inflammatory, anti-viral, anti-microbial, anti-aging, and anti-cancerous and provide protection against anemia, degenerative nerve diseases, heart disease, viral and fungal infections, Alzheimer’s, autoimmune disorders, and all forms of cancer. Grapes can also help provide relief from asthma, migraines, constipation, gastritis, chronic acidosis, indigestion, kidney disorders, fatigue, and vision problems. 

Grapes have the ability to help prevent blood clots due to their ability to increase nitric oxide levels in the blood and therefore provide excellent protection for the heart and cardiovascular system. Grapes also amazingly enough fight tooth decay and can stop viruses in their tracts. Grapes can benefit blood sugar by providing better insulin regulation and overall blood sugar balance. 

The black variety of grapes are by far the most nutritious and if you can find them with seeds, even better! Grape seeds provide phenomenal healing benefits. You can chew the seeds up or place the seeded grapes in a high speed blender or a juicer. It will make a sweet, delicious, and powerful antioxidant drink that is easily digested and assimilated. 

In fact, fresh raw grape juice has been called the “nectar of the gods” due to its high concentration of health promoting properties. And since the skins contain most of the antioxidants and nutrition, you will want to choose organic whenever possible.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Una corretta alimentazione è alla base di una buona salute, e ciò vale anche per la vista. Alcuni cibi sono particolarmente ricchi dei nutrienti di cui il nostro corpo ha bisogno per prevenire i disturbi associati alla vista, come le cataratte e la degenerazione maculare.

 

E’ fondamentale includere nella nostra dieta alimenti ricchi di nutrienti e antiossidanti, come frutta e verdura, che ci aiutano ad ottenere una migliore salute per tutto l’apparato oculare.

1. Cipolle. Sono ricche di vitamine A e C e quercetina, un composto indispensabile per cuore, capelli e occhi. La cipolla favorisce la generazione di pigmenti essenziali per prevenire i problemi della retina e migliorare la tolleranza ai raggi ultravioletti del sole.

2. Carote. Sono particolarmente ricche di vitamina A e carotenoidi, che proteggono la retina e migliorano la vista notturna. Assieme alle carote si consiglia di aumentare il consumo degli ortaggi color arancio, rosso o giallo.

3. Spinaci. Gli spinaci contengono luteina e zeaxantina, due antiossidanti che aiutano a prevenire quasi tutte le patologie associate alla vista. Contengono anche carotenoidi, potenti antiossidanti.

4. Broccoli. Ricchi di vitamina C, acqua e fibra, i broccoli sono tra i cibi più efficaci nel prevenire molte condizioni associate alla vista. Il consumo quotidiano di broccoli può aumentare del 30% la densità del pigmento maculare dell’occhio.

5. Mirtilli. Contengono flavonoidi, antiossidanti che prevengono l’accumulo di radicali liberi, principali responsabili dell’invecchiamento delle cellule oculari e delle lesioni interne dell’occhio.

6. Noce del Brasile. Questo frutto secco è particolarmente ricco di acidi grassi omega 3, che sono molto benefici per il sistema nervoso. Contengono inoltre vitamina E e selenio, nutrienti necessari per prevenire le cataratte.

7. Peperoni. Per migliorare la salute oculare bisogna includere nella nostra dieta anche i peperoni. Sono tra le fonti più ricche di vitamine A e C, così come luteina, zeaxantina, betacaroteni e licopene, tutti nutrienti fondamentali per prevenire cataratte e degenerazione maculare.

 

FONTE: Rimedi Naturali

 

(ENGLISH VERSION)

Proper nutrition is the basis of good health, and this also applies to vision. Some foods are particularly rich in the nutrients our body needs to prevent vision-related disorders, such as cataracts and macular degeneration.

It is essential to include nutrient-rich and antioxidant foods, such as fruits and vegetables, in our diet that help us achieve better health throughout the eye.

1. Onions. They are rich in vitamins A and C and quercetin, an indispensable compound for heart, hair and eyes. The onion promotes the generation of pigments essential for preventing retinal problems and improving tolerance to ultraviolet rays from the sun.

2. Carrots. They are particularly rich in vitamin A and carotenoids, which protect the retina and improve night vision. Together with the carrots it is advisable to increase the consumption of orange, red or yellow vegetables.

3. Spinach. Spinach contains lutein and zeaxanthin, two antioxidants that help prevent almost every eye-related condition. They also contain carotenoids, powerful antioxidants.

4. Broccoli. Rich in vitamin C, water and fiber, broccoli is among the most effective foods in preventing many conditions associated with vision. Daily consumption of broccoli can increase the density of the macular pigment in the eye by 30%.

5. Blueberries. They contain flavonoids, antioxidants that prevent the accumulation of free radicals, which are mainly responsible for the aging of eye cells and internal lesions of the eye.

6. Brazil nut. This dried fruit is particularly rich in omega 3 fatty acids, which are very beneficial for the nervous system. They also contain vitamin E and selenium, nutrients needed to prevent cataracts.

7. Peppers. To improve eye health, peppers must also be included in our diet. They are among the richest sources of vitamins A and C, as well as lutein, zeaxanthin, beta-carotene and lycopene, all essential nutrients to prevent cataracts and macular degeneration.

 

SOURCE: Rimedi Naturali

Read Full Post »

Mettere piante all’interno delle nostre case aiuta a favorire la produzione di ossigeno e migliorare la qualità dell’aria. Alcune piante possono addirittura alleviare le tensioni, l’ansia, lo stress e prevenire depressione e mal di testa.

 

 

Vari studi hanno associato i livelli di ossigeno allo stress. Inoltre, nell’aria delle nostre case sono spesso presenti sostanze chimiche come formaldeide e benzene, anch’essi associati a stress e altre condizioni di salute.

 

L’aroma del gelsomino aiuta ad alleviare le tensioni e a favorire uno stato di rilassamento e riposo.

 

Inoltre, altri studi hanno dimostrato che l’olio essenziale di gelsomino aiuta a

  • migliorare le funzioni cognitive,
  • l’umore e la qualità del sonno, oltre
  • a regolare gli squilibri ormonali e
  • alleviare ansia e depressione.

 

FONTE: Rimedi naturali

 

(ENGLISH VERSION)

Putting plants inside our homes helps promote oxygen production and improve air quality. Some plants can even relieve tension, anxiety, stress and prevent depression and headaches.

 
Various studies have associated oxygen levels with stress. In addition, chemicals such as formaldehyde and benzene, which are also associated with stress and other health conditions, are often present in the air of our homes.

One of the best plants to put in the bedroom is jasmine. Often preferred in outdoor environments due to its beautiful appearance, jasmine can improve air quality as well as release a pleasant aroma.

The aroma of jasmine helps relieve tension and promote a state of relaxation and rest.

Furthermore, other studies have shown that jasmine essential oil helps improve cognitive functions, mood and quality of sleep, as well as regulating hormonal imbalances and alleviating anxiety and depression.

 

SOURCE: Rimedi Naturali

Read Full Post »

Le albicocche sono incredibilmente ad alto contenuto di minerali e ricchi di beta carotene e sono uno dei frutti più curativi che puoi mangiare.

 

Sono una delle migliori fonti di ferro organico e cobalto che li rende molto benefici per combattere l’anemia, i disturbi digestivi e la salute riproduttiva.

 

Le albicocche sono altamente benefiche per i disturbi autoimmuni come

  • la sindrome da stanchezza cronica,
  • l’artrite reumatoide,
  • la fibromialgia,
  • l’asma,
  • il lupus,
  • la colite,
  • l’IBS e
  • la PCOS.

Sono anche meravigliosi per mantenere il cuore forte e sano oltre ad essere un potente agente per la perdita di peso.

L’alta concentrazione di beta carotene di albicocca li rende un alimento eccellente per la prevenzione delle malattie, in particolare per le malattie polmonari, della pelle e dello stomaco.

E sono molto utili nell’aiutare la ricrescita dei capelli e migliorare la qualità di capelli, pelle e unghie.

Le albicocche fresche sono sempre le migliori, ma quando non sono disponibili, le albicocche secche sono un’ottima alternativa.

Cerca varietà selvatiche e / o biologiche che non abbiano conservanti come il biossido di zolfo.

Una manciata di albicocche secche biologiche ogni giorno è uno snack fantastico che può aiutarti a mantenerti energizzato e concentrato per tutta la giornata.

FONTE: medical medium

 

(ENGLISH VERSION)

Apricots are incredibly high in minerals and rich in beta carotene and are one of the most healing fruits you can eat. They are one of the best sources for organic iron and cobalt making them very beneficial for anemia, digestive disorders, and reproductive health. Apricots are highly beneficial for autoimmune disorders such as chronic fatigue syndrome, rheumatoid arthritis, fibromyalgia, asthma, lupus, colitis, IBS, and PCOS. 

They are also wonderful for keeping the heart strong and healthy as well as being a powerful weight-loss agent. Apricot’s high concentration of beta carotene makes them an excellent food for disease prevention, especially lung, skin, and stomach illnesses. And they are very helpful in helping to regrow hair and improve the quality of your hair, skin, and nails. 

Fresh apricots are always best, but when they are not available, dried apricots are a great alternative. Look for wild and/or organic varieties that do not have any preservatives such as sulfur dioxide. A handful of dried organic apricots each day is a fantastic snack that can help keep you energized and focused throughout the day.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Il nostro corpo somatizza nella sua materia quello che lo spirito subisce. Quello che il nostro inconscio tace, lo urlano le nostre malattie, i nostri dolori e malesseri. La malattia è un conflitto tra la personalità e l’anima.

 

Quando ti manca calore affettivo, basta una minima frescata di vento freddo e subito prendi un raffreddore.

Il naso “cola” quando il corpo non piange.

Forti mali di schiena (ovvio non causati da un peso caricato male) ti dicono che stai subendo un dolore, porti con te un peso, un trauma, una tristezza immensa;

il mal di gola ti assale sicuramente quando hai tanti dolori da sfogare ed afflizioni da dire e non hai con chi confidarti.

Quando non sopporti una persona, non la digerisci, ma devi comunque conviverci o averci a che fare, ti viene acidità di stomaco;

le coliche spesso sono rabbie accumulate che non riesci a sfogare.

Il diabete “invade” quando la solitudine ti attanaglia.

Il cancro ti divora come l’odio che corrode l’amore mancato.

Il corpo ingrassa quando sei insoddisfatto o

Il corpo dimagrisce quando ti senti logorato.

Dubbi, preoccupazioni, ansietà, ti portano via il sonno e soffri di insonnia.

Se non trovi un senso alla tua vita, la pressione del cuore rallenta o accelera: quindi ipotensioni e pressione alta sono sbalzi che ti condizionano l’umore e le forze.

Il nervosismo aumenta i respiri, come se ti mancasse l’aria, donde dolori al petto ed emicranie (molti fumatori prendono aria extra dal fumo effimero che li rilassa in maniera compensatoria ma illusoria).

La pressione “sale” quando la paura imprigiona.

Quando ti senti sopraffatto da un problema e sei al limite della sopportazione, allora la febbre ti assale, le frontiere dell’immunità sono all’erta.

Le ginocchia “dolgono” quando il tuo orgoglio non si piega.

Le artrosi vengono quando la tua mente non si apre, sei troppo rigido e i muscoli ti si contraggono.

I crampi indicano che stai subendo una situazione per te insopportabile.

La stitichezza ti indica che hai residui nel tuo inconscio, hai segreti che ti intasano e non trovi chi ti comprenda senza giudicarti.

La diarrea è un atto di difesa dell’organismo che vuole eliminare ciò che percepisce come dannoso (come anche il vomito), vale per i virus ma anche per le situazioni, i sentimenti… forse chi ha diarrea non riesce a trattenere o assimilare.

 

La malattia non è cattiva, ti avvisa solo che stai sbagliando cammino.

Ascolta il tuo corpo ed impara a guarire con il tuo spirito, non c’è altra medicina che la tua stessa natura non possa darti. E’ ovvio che non dobbiamo generalizzare, non è un catalogo farmacologico, ma una linea guida…

E i bambini? pur innocenti sono spugne emotive e recepiscono ogni energia negativa di chi sta loro accanto; non a caso, i bambini più sani sono quelli che crescono in famiglie unite ed amorevoli.

L’amore è vita, dunque qualsiasi mancanza d’amore produce in noi morte: psichica, mentale, emotiva e alla fine anche fisica.

 

FONTE: Anima naturale

 

(ENGLISH VERSION)

Our body somatizes in its matter what the spirit undergoes. What our unconscious is silent, our sicknesses, our aches and pains scream. Illness is a conflict between personality and soul.

When you lack emotional warmth, just a little cold wind and you immediately catch a cold. The nose “runs” when the body does not cry. Strong back pains (obviously not caused by a badly loaded weight) tell you that you are suffering pain, carry weight, trauma, immense sadness; the sore throat assails you surely when you have so many pains to vent and afflictions to say and you don’t have with whom to confide you.

When you can’t stand a person, you don’t digest it, but you still have to live with it or have something to do with it, you get stomach acid; colic is often an accumulated rabies that you cannot let go of.

Diabetes “invades” when loneliness grips you. Cancer devours you like hatred that corrodes missed love. The body gets fat when you are dissatisfied or lose weight when you feel worn out.

 
Doubts, worries, anxieties, take away your sleep and suffer from insomnia.

 
This trick will heal your joints in 3 days!
If you don’t find meaning in your life, your heart pressure slows down or accelerates: therefore hypotension and high blood pressure are changes that affect your mood and your strength. Nervousness increases the breaths, as if you lacked air, whence chest pains and headaches (many smokers get extra air from the ephemeral smoke that relaxes them in a compensating but illusory way). Pressure “rises” when fear imprisons.

 
When you feel overwhelmed by a problem and you’re on the verge of endurance, then the fever assails you, the immunity frontiers are on the alert. The knees “hurt” when your pride does not bend. Osteoarthritis comes when your mind does not open, you are too rigid and your muscles contract. Cramps indicate that you are suffering an unbearable situation.

Constipation tells you that you have residues in your unconscious, you have secrets that clog you up and you don’t find anyone who understands you without judging you. Diarrhea is an act of defense of the organism that wants to eliminate what it perceives as harmful (as well as vomiting), applies to viruses but also to situations, feelings … maybe those who have diarrhea cannot hold back or assimilate.

The disease is not bad, it only warns you that you are wrong way. Listen to your body and learn to heal with your spirit, there is no other medicine that your own nature cannot give you. It is obvious that we should not generalize, it is not a pharmacological catalog, but a guideline … And children? though they are innocent, they are emotional sponges and they incorporate every negative energy of those around them; not by chance, the healthiest children are those who grow up in united and loving families. Love is life, therefore any lack of love produces death in us: psychic, mental, emotional and eventually even physical.

SOURCE: Anima naturale

Read Full Post »

I peperoni contengono una quantità impressionante di vitamina C con un massimo di sei volte le arance. I peperoni sono inoltre ricchi di vitamina A e beta carotene che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario, migliorare la vista e aiutare a proteggere gli occhi dalla cataratta.

 

Sono anche un’ottima fonte di potassio, fibra, tiamina, beta carotene, acido folico, zeaxantina e licopene e hanno dimostrato di aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue e ridurre il rischio di infarti e ictus.

Sono eccellenti per aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo e contengono composti anti-cancro che possono aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata, al seno, ai polmoni e al colon.

I peperoni sono molto benefici per il cervello e possono aiutare a rafforzare la memoria e le capacità di concentrazione e ridurre l’offuscamento e la confusione cerebrale.

I peperoni sono un alimento ideale per la perdita di peso in quanto la loro fibra aiuta a frenare l’appetito e allo stesso tempo ti aiuta a mantenere la tua energia per tutto il giorno. I peperoni verdi sono tecnicamente un peperone “acerbo”. Anche se i peperoni verdi sono commestibili, i peperoni rossi, arancioni e gialli contengono livelli significativamente più elevati di vitamine, minerali e antiossidanti.

I peperoni sono così dolci, croccanti e succosi che sono uno spuntino perfetto da sgranocchiare e sono un’aggiunta fantastica alle insalate, involtini, involtini nori, hummus e salse. Sono anche fantastici, cotti al vapore, saltati e farciti.

Prova a fare una zuppa cruda mescolando peperoni rossi e pomodori con uno spicchio d’aglio, qualche foglia di basilico fresco e scalogno tritato e avocado in cima. (una variante del gazpacho)

È un pasto leggero, nutriente, rinvigorente che può nutrire il tuo corpo e mantenere il tuo sistema immunitario funzionante.

Sperimenta anche con il delizioso peperone dolce d’arancia, che è il preferito tra i bambini e gli adulti. I peperoni possono essere trovati presso il tuo negozio di alimentari e salute. Scegli quello biologico  per le sue proprietà che promuovono la salute quando possibile.

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Bell peppers contain an impressive amount of vitamin C with up to as much as six times as oranges. Bell peppers are also packed with vitamin A and beta carotene which can help boost the immune system, improve vision, and help protect the eyes against cataracts. They are also an excellent source of potassium, fiber, thiamine, beta carotene, folate, zeaxanthin, and lycopene and have been shown to help prevent blood clot formation and reduce the risk of heart attacks and strokes. 

They are excellent for helping to lower cholesterol levels and they contain anti-cancer compounds that can help lower the risk of prostate, breast, lung, and colon cancer. Bell peppers are highly beneficial for the brain and can help to strengthen memory and concentration skills as well as reduce brain fog and confusion. 

Bell peppers are an ideal weight loss food as their fiber helps to curb the appetite while helping to keep you energized throughout the day. Green bell peppers are technically an “unripe” pepper. Even though green peppers are edible, the red, orange, and yellow bell peppers contain significantly higher levels of vitamins, mineral, and antioxidants. 

Bell peppers are so sweet, crunchy, and juicy that they are a perfect snack to munch on and are a fantastic addition to salads, wraps, nori rolls, hummus, and dips. They are also great juiced, steamed, sauteed, and stuffed. Try making a raw soup by blending red bell peppers and tomatoes together with a clove of garlic, a few leaves of fresh basil, and chopped scallions and avocado on top. 

It is a refreshing, light, nutrient packed meal that can nourish your body and keep your immune system functioning strong. Also experiment with the deliciously sweet orange bell pepper which is a favorite among kids and adults alike. Bell peppers can be found at your local grocery and health food store. Choose organic for its health promoting properties whenever possible.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Conosci quelle persone che si svegliano presto, sentendosi riposate e pronte a conquistare il mondo? Sì, anche noi

 

Sorridono, ridono, salutano con gioia i vicini anche se sono solo le 7 del mattino e, quando riesci a gattonare dal letto, hanno già fatto il 30% dei loro obiettivi per la giornata. Per la maggior parte di noi, sono un mistero completo, ma di solito, a loro piace solo dire che sono una “persona mattiniera”.

C’è stata una ricerca su Internet che suggerisce che nessuno è veramente una persona mattiniera, ma dal momento che tutti sono unici, pensiamo che ci siano sicuramente quelli che preferiscono la sveglia mattutina piuttosto che una partenza ritardata del giorno.

Il fatto è che probabilmente non è avvenuto naturalmente. Hanno preso l’abitudine e allenato il loro corpo a svegliarsi presto ma si sentono riposati. In effetti, alcune persone si sentono persino peggio se dormono troppo di quanto avrebbero fatto se si svegliassero al solito orario. È un’abitudine che puoi anche costruire se decidi che è il momento di migliorare le tue abitudini.

Abbiamo preparato alcuni semplici suggerimenti per iniziare:

image of a messy bed after someone woke up

Andare a letto presto

A volte, può essere una tana del coniglio scorrazzare su Instagram, guardare il tuo show preferito o inseguire il tuo ex del 7 storie fa che si è sposato recentemente su Facebook – e poi ti rendi conto che sono le 2 del mattino e dovresti esserti addormentato ore fa. Una volta che il tuo corpo è abituato ad addormentarsi più tardi, può essere un’abitudine difficile da rompere. Prova a spegnere il cervello, andare a letto prima del solito … e abbandonare la tecnologia e i social che ti distraggono. Se hai problemi ad addormentarti prima, ci sono alcune tisane che possono indurre sonnolenza in modo da poterli provare nei primi giorni. Il corpo umano è straordinario e promettiamo che avrai bisogno di dormire molto prima dopo una settimana di sforzi. Se vai a dormire presto, avrai meno problemi al risveglio al mattino e ti sentirai più riposato quando lo farai. Come si dice, cogli l’attimo!

 

image of an alarm clock and someone pushing the snooze button

 

Non sonnecchiare!

Sì, lo sappiamo, la sensazione di libertà che si ottiene premendo ripetutamente il tasto snooze è sorprendente, ma sai cosa c’è di più sorprendente? Tutto il tempo in più per TE STESSO se ti alzi subito. Più tempo per goderti il ​​tuo caffè. Più tempo per truccarsi. Più tempo per cambiare idea su cosa indosserai. Il tempo è denaro, quindi ogni volta che dormi, è denaro che perdi. Alcuni credono che ci sia una cosa come una regola di 5 secondi che significa che se non si avvia qualcosa che si desidera entro 5 secondi dal pensarlo, c’è una grande possibilità che non lo farai affatto. In questo senso, lo stesso si applicherebbe all’over-sleeping e al pulsante snooze. Se non ti costringi ad alzarti entro 5 secondi da quando senti l’allarme, ti sarà molto più difficile alzarti dal letto più tardi perché il tuo cervello rinuncerà all’idea.

 

image of a bowl of oatmeal for breakfast

 

Mangia la tua colazione!

Purtroppo, avere solo una tazza di caffè non conta esattamente come la colazione. Se vuoi iniziare bene la giornata, devi mangiare bene. Dopo aver dormito tutta la notte, il nostro metabolismo e la glicemia sono al minimo e abbiamo bisogno di una sana colazione per ri-energizzarci. Se sei estremamente stanco al mattino, assicurati di non essere solo affamato. Siamo grandi sostenitori di iniziare la giornata con una colazione salutare, e siamo sicuri che lo sarai anche tu una volta che i benefici di una sana colazione cominceranno a farsi sentire!

 

Image of a woman stretching while exercising

 

Fai qualche esercizio

Certo, puoi andare in palestra dopo il lavoro, ma cosa succede se sei andato PRIMA del lavoro? Ciò significherebbe un pomeriggio libero – immagina tutte le cose divertenti che potresti fare con esso. Un massaggio. Un appuntamento dal parrucchiere. Un pomeriggio con i tuoi bambini. Per non parlare del fatto che darete energia al vostro corpo per il resto della giornata, e immediatamente avrete la gratificazione di sapere che avete fatto qualcosa di buono per voi fin dall’inizio della vostra giornata.

 

Image of a woman meditating in nature

 

Inizia con la meditazione (o una sessione di yoga!)

Un buon modo per iniziare la giornata con una certa positività è provare alcuni esercizi di meditazione! Forse sei scettico riguardo alla meditazione, o sei qualcuno che crede di non riuscire a ripulire la mente abbastanza da ottenere benefici – quindi perché provarci anche tu. Le mattinate sono perfette per una meditazione iniziale perché il tuo cervello non ha iniziato a bombardarti completamente con pensieri e preoccupazioni per il nuovo giorno. Iniziare la giornata con una sensazione di serenità renderà più facile resistere a qualsiasi cosa la vita ti possa gettare addosso. Assicurati di provare alcuni degli esercizi di meditazione che puoi trovare nell’app Bellabeat e non dimenticare di seguire i tuoi progressi usando il tuo Leaf! Nel caso in cui davvero non stai sentendo tutta la cosa della meditazione, va bene! Perché non provare un po ‘di yoga in anticipo? 5 minuti è tutto ciò che serve!

….fallo e basta!

Non puoi avere una routine mattutina se alla fine ti svegli all’ultimo minuto e sei sempre di corsa. La cosa peggiore che puoi fare una volta che hai scartato la sveglia è pensare ai pro e ai contro di alzarti. Se inizi a pensare, ti addormenti e non va bene. Alzarsi dal letto è come rimuovere un cerotto: è meglio se è fatto rapidamente. Salta fuori dal letto, vai a lavarti i denti e starai bene. Più lo fai, più diventerà un’abitudine – e così anche il resto dei suggerimenti che abbiamo condiviso con te! Si tratta solo di fare qualcosa ripetutamente fino a farla diventare un’abitudine. Una volta che è un’abitudine, non dovrai nemmeno pensarci due volte prima di farlo, sarà solo automatico.

 

Naturalmente, se lavori con turni di notte, non sarai esattamente in grado di provare nessuno di questi suggerimenti, ma speriamo che tu possa ancora trovare alcune cose da applicare per rendere la tua vita quotidiana un po ‘più salutare.

Speriamo che questi suggerimenti rapidi ti aiutino a stabilire una buona routine mattutina! Fateci sapere se avete dei suggerimenti o dei suggerimenti su come fare un buon inizio di ogni giorno.

 

FONTE: Bellabeat

 

(ENGLISH VERSION)

You know those people who wake up early, feeling refreshed and ready to take over the world? Yeah, so do we. They smile, they laugh, they joyfully greet the neighbors even though it’s only 7 AM, and by the time you manage to crawl out of bed, they’ve already done 30% of their goals for the day. For most of us, they’re a complete mystery, but usually, they just like to say they’re a “morning person”.

There’s been some research floating around the internet that suggests no one is truly a morning person, but since everyone is unique, we think there are definitely those who prefer the early morning rise rather than a late-start on the day. The thing is, it probably didn’t come naturally. They got into the habit of it and trained their body to automatically wake up early but feel refreshed. In fact, some people even feel worse if they oversleep than they would if they got up at their usual early time. It’s a habit you can also build if you decide it’s time to improve on your usual routines.

We prepared some easy tips to get you started:

image of a messy bed after someone woke up

Go to sleep early

Sometimes, it can be a rabbit hole of scrolling through Instagram, binge-watching your favorite show, or stalking your 7th-grade crush that recently got married on Facebook — and then you realize it’s 2 am and you should have been asleep hours ago. Once your body is used to falling asleep later, it can be a hard habit to break. Try turning your brain off, going to bed earlier than usual… and ditch the technology that distracts you. If you have trouble falling asleep earlier, there are some teas that can induce sleepiness so you could give them a try for the first few days. The human body is extraordinary, and we promise you’ll get the need to sleep much earlier after a week of effort. If you go to sleep early, you’ll have fewer problems waking up in the morning and feel more refreshed when you do. As they say, seize the day!

 

image of an alarm clock and someone pushing the snooze button 

 

Do not snooze!

Yes, we know, the feeling of freedom you get from repeatedly hitting the snooze button is amazing, but you know what’s even more amazing? All the extra time you’ll have for YOURSELF if you get up right away. More time to enjoy your coffee. More time to put on makeup. More time to change your mind about what you’re going to wear. Time is money, so every time you snooze, it’s money you lose. Some believe there’s such a thing as a 5 Second Rule that means if you don’t start something you want within 5 seconds of thinking of it, there’s a big chance you won’t do it at all. In that sense, the same would apply to over-sleeping and hitting the snooze button. If you don’t force yourself to get up within 5 seconds of hearing the alarm, you’ll have a much harder time getting out of bed later because your brain will give up on the idea.

 

image of a bowl of oatmeal for breakfast

 

Eat your breakfast!

Unfortunately, having just a cup of coffee doesn’t exactly count as breakfast. If you want to start your morning right, you need to eat right. After sleeping all night, our metabolism and blood sugar are at their lowest and we need a healthy breakfast to re-energize us. If you’re extremely tired in the morning, make sure you’re not just hungry. We’re big supporters of starting the day with a healthy breakfast, and we’re sure you’d be too once the benefits of a healthy breakfast routine start kicking! Make sure to check out our articles on tricks that help you lose weight through eating breakfast, and if you’re feeling determined, try our 5-day breakfast challenge.

 

Image of a woman stretching while exercising

 

Do some exercise

Sure, you can go to the gym after work, but what if you went BEFORE work? That would mean an afternoon off – imagine all the fun things you could do with it. A massage. A hair-dresser appointment. An afternoon with your kids. Not to mention you’ll energize your body for the rest of the day, and instantly have the gratification of knowing you did something good for yourself from the very start of your day.

 

Image of a woman meditating in nature

 

Start with meditation (or a yoga session!)

A really good way to start your morning with some positivity is trying out some meditation exercises! Maybe you’re skeptical about meditation, or you’re someone who believes they just can’t clear their mind enough to get any benefits — so why even try. Mornings are perfect for an early meditation because your brain hasn’t started fully bombarding you with thoughts and worries about the new day. Starting your day with a feeling of serenity will make it easier to endure whatever life might throw at you. Make sure you try out some of the meditation exercises you can find in the Bellabeat app and don’t forget you can track your progress by using your Leaf! In case you really aren’t feeling the whole meditation thing, that’s okay! Why not give some early yoga a try? 5 minutes is all you need!

 

 

….just DO it!

You can’t have a good morning routine if you end up waking up at the last minute and are always rushing around. The worst thing you can do once you’ve dismissed your alarm clock is think about the pros and cons of getting up. If you start thinking, you’ll fall back to sleep and that’s no good. Getting out of bed is like removing a band-aid – it’s best if it’s done quickly. Jump out of bed, go brush your teeth and you’ll be fine. The more you do it, the more of a habit it will become — and so will the rest of the suggestions we shared with you! It’s all a matter of doing something repeatedly until it becomes a habit. Once it’s a habit, you won’t even have to think twice about doing it, it will just be automatic.

 

 

Naturally, if you work night shifts you won’t exactly be able to try any of these tips, but we hope you can still find some things to apply to make your daily life a just a bit healthier.  

We hope these quick tips help you establish a good morning routine! Let us know if you have any of your own suggestions or tips on how to make mornings an amazing start of every day.

 

SOURCE: Bellabeat

Read Full Post »

L’ipertensione è un disturbo che colpisce molte persone e che può essere efficacemente affrontato con i rimedi omeopatici giusti: scopri quali.

 

L’apparato cardiovascolare è un sistema complesso costituito dal cuore e dai vasi venosi e arteriosi, tramite i quali il sangue irrora e nutre ogni cellula del corpo. Centro del sistema è il cuore, il cui battito è governato da un pacemaker naturale di cellule nervose cardiache collegate al sistema nervoso autonomo, che tramite impulsi elettrici ritmici determina le contrazioni sistoliche. La forza con cui il sangue viene spinto dalle pulsazioni del cuore verso le pareti delle arterie si chiama pressione arteriosa e dipende da due fattori: il volume di sangue che il ventricolo sinistro spinge nell’aorta in un intervallo di tempo determinato e la resistenza al flusso data dai vasi arteriosi, che dipende in buona parte dalla loro elasticità. Inoltre, poiché l’afflusso di sangue nelle arterie non è continuo ma avviene in modo alterno in relazione alle fasi di contrazione (sistole) e riposo (diastole) del muscolo cardiaco, la pressione arteriosa oscilla continuamente tra due valori diversi.

Ipertensione: quali sono i valori pressori normali?

La pressione arteriosa considerata normale oscilla tra 140 mm Hg (sistolica) e 85 mm Hg  (diastolica), anche se tali valori possono variare momentaneamente in base a vari fattori, come il fatto di essere a riposo o sotto sforzo, oppure nei momenti di agitazione. Quando però  tali valori risultano costantemente superiori alla norma anche in situazione di riposo, si parla di ipertensione. Nel nostro paese il 25-30% della popolazione soffre di ipertensione, anche senza esserne cosciente perché il disturbo è quasi sempre asintomatico, e se negli anziani tale dato è riferibile al progressivo indurimento delle arterie dovuto all’età, in altri casi può dipendere da altre patologie o abitudini dannose (ipertensione secondaria) oppure da fattori nervosi (ipertensione primaria). L’ipertensione è un disturbo che colpisce molte persone e che può essere efficacemente affrontato con i rimedi omeopatici giusti

I fattori che causano dell’ipertensione

I fattori che possono determinare un’ipertensione secondaria comprendono principalmente le patologie endocrine, le alterazioni ormonali e quelle renali, oltre all’indurimento delle arterie dovuto all’età tipico degli anziani.

Nell’ipertensione essenziale invece l’alterazione dei valori è dovuta principalmente a  fattori come:

  • abuso di cibi ipercalorici, grassi animali, sale, alcool, fumo e liquirizia
  • farmaci come i cortisonici o la pillola anticoncezionale
  • obesità
  • stile di vita contrassegnato da stress, eccessiva sedentarietà o al contrario iperattivismo, alterazioni emotive, fattori ansiogeni e preoccupazioni costanti che tengono “sotto pressione” la persona.

I sintomi dell’ipertensione

In genere l’ipertensione lieve è asintomatica, anche perché spesso trasmette una falsa  sensazione di “energia”, e può essere scoperta casualmente solo nel corso di una visita medica di routine. Quando però l’ipertensione si aggrava possono comparire sintomi come cefalea pulsanteal mattino, vertigini, debolezza, sudorazione, gonfiore e arrossamento degli occhi, epistassi ecc. L’ipertensione di per sé non è una patologia mortale ma può dar luogo a disturbi della circolazione cerebrale, patologie renali e cardiache.

I rimedi omeopatici che aiutano a regolare la pressione

L’omeopatia offre numerosi rimedi in grado di agire sull’ipertensione, anche associati ad altre terapie naturali o allopatiche, da scegliere in base alle caratteristiche individuali e ai sintomi predominanti. Salvo indicazioni specifiche, i rimedi consigliati vanno assunti alla diluizione 7CH nella fase acuta, soprattutto quando prevalgono sintomi fisici, e alla 15 CH in caso di compresenza di sintomi fisici ed emotivi. Ecco i più efficaci:

  • Aconitum napellus
    È il rimedio delle crisi ipertensive improvvise, con ansia acuta, viso congestionato, forte tachicardia, senso di oppressione al petto, fitte toraciche dolorose, formicolii, palpitazioni, intorpidimento degli arti superiori e paura di stare per morire. Si assume alla 7 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.
  • Aurum metallicum
    È indicato nell’ipertensione con vampe di calore alla testa, “tuffi” al cuore seguiti da tachicardia, viso rosso e congestionato, palpitazioni, intensa angoscia. Durante la crisi ipertensiva assumere Aurum metallicum 15 CH, 2 granuli ogni ora, fino a miglioramento.
  • Baryta carbonica È utile in tutti i casi di ipertensione degli anziani che lamentano perdita della memoria e del senso di orientamento, ansie e paure forti, soprattutto quella di non guarire dalle malattie, e nei soggetti affetti da arteriosclerosi. I sintomi comprendono cefalee, intensa sudorazione, forti vertigini, acufeni. Si assume in monodose alla 15 CH, una sola dose tutta assieme.
  • Glonoinum
    Rimedio simile ad aconitum nella forma acuta, è da preferire nei disordini circolatori improvvisi, caratterizzati da tachicardia, vertigini, cefalea che migliora premendo il capo. Il paziente è confuso e terrorizzato dalla paura di stare per morire. Si assume alla 7 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.
  • Ignatia amara
    Utile in tutti i casi di stress causato da traumi affettivi, delusioni sentimentali o lavorative, è il rimedio omeopatico ansiolitico specifico dei disturbi pressori su base emotiva tipici dei soggetti che passano in pochi minuti dalla tristezza all’euforia, facendo oscillare continuamente la pressione. I sintomi tipici comprendono senso di oppressione, gonfiore gastrico, nausea, tremori e contrazioni. Si assume alla 15 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.
  • Lachesismutus
    Ricavato dal veleno di un serpente sudamericano, Lachesis è raccomandato nelle crisi ipertensive femminili, tipiche del climaterio di donne afflitte da intense vampate di calore,  eccitabili, ansiose, fortemente gelose. Le crisi ipertensive sono spesso accompagnate da percezioni sensoriali distorte, ipersensibilità al contatto, cefalea, tremori, debolezza alle gambe e vertigini, forti vampate di calore, palpitazioni, tensione al torace. Si assume alla 15 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.
  • Nux vomica
    È indicato nell’ipertensione di soggetti che conducono una vita stressante e iperattiva: collerico, irritabile, spesso di cattivo umore, il tipo nux vomica sfoga le frustrazioni negli eccessi alimentari e alcolici, scaricando sul fegato un surplus di grassi e tossine che si trasformano in alti livelli di colesterolo e trigliceridi. Ma è utile anche ai forti fumatori, perché la nicotina alza la pressione. Si assume alla 9 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.
  • Sulphur
    È indicato per l’ipertensione di persone robuste e calorose, che soffrono di gonfiore addominale e pesantezza delle gambe e spesso alternano crisi di ipertensione spasmodica a problemi cutanei o crisi d’asma. Si assume alla 15 CH, due granuli ogni 15 minuti, fino a miglioramento.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The cardiovascular system is a complex system consisting of the heart and venous and arterial vessels, through which the blood irrigates and nourishes every cell of the body. The center of the system is the heart, whose heartbeat is governed by a natural pacemaker of cardiac nerve cells connected to the autonomic nervous system, which through rhythmic electrical impulses determines the systolic contractions. The force with which the blood is pushed by the pulsations of the heart towards the walls of the arteries is called pressionearterial and depends on two factors: the volume of blood that the left ventricle pushes into the aorta in a given interval of time and the resistance to the flow given from arterial vessels, which largely depends on their elasticity. Furthermore, since the blood supply to the arteries is not continuous but occurs alternately in relation to the phases of contraction (systole) and rest (diastole) of the heart muscle, arterial pressure oscillates continuously between two different values.

Hypertension: what are normal blood pressure values?
The considered normal blood pressure fluctuates between 140 mm Hg (systolic) and 85 mm Hg (diastolic), although these values ​​may vary momentarily based on various factors, such as being at rest or under stress, or in moments of agitation . However, when these values ​​are constantly above the norm even when at rest, one speaks of hypertension. In our country 25-30% of the population suffers from hypertension, even without being aware of it because the disorder is almost always asymptomatic, and if in the elderly this datum refers to the progressive hardening of the arteries due to age, in other cases it may depend on other pathologies or harmful habits (secondary hypertension) or from nervous factors (primary hypertension). Hypertension is a disorder that affects many people and that can be effectively addressed with the right homeopathic remedies

The factors that cause hypertension
The factors that can determine a secondary hypertension mainly include endocrine diseases, hormonal and renal changes, as well as hardening of the arteries due to the typical age of the elderly.

In essential hypertension, the alteration of values ​​is mainly due to factors such as:

abuse of high-calorie foods, animal fats, salt, alcohol, smoking and licorice
drugs like cortisone or the contraceptive pill
obesity
lifestyle marked by stress, excessive sedentariness or, on the contrary, hyperactivity, emotional changes, anxiety factors and constant concerns that keep the person “under pressure”.
Symptoms of hypertension
Generally mild hypertension is asymptomatic, partly because it often conveys a false feeling of “energy”, and can only be discovered accidentally during a routine medical examination. However, when hypertension is aggravated, symptoms such as pulsanteal headache in the morning, dizziness, weakness, sweating, swelling and redness of the eyes, epistaxis etc. may appear. Hypertension in itself is not a deadly disease but can result in disorders of cerebral circulation, renal and cardiac pathologies.

Homeopathic remedies that help regulate pressure
Homeopathy offers numerous remedies able to act on hypertension, also associated with other natural or allopathic therapies, to be chosen based on individual characteristics and predominant symptoms. Except for specific indications, the recommended remedies should be taken at the 7CH dilution in the acute phase, especially when physical symptoms prevail, and at 15 CH if there are simultaneous physical and emotional symptoms. Here are the most effective:

Aconitum napellus
It is the remedy for sudden hypertensive crises, with acute anxiety, congested face, strong tachycardia, tightness in the chest, painful chest pains, tingling, palpitations, numbness in the upper limbs and fear of dying. It is assumed at 7 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.
 
Aurum metallicum
It is indicated in hypertension with flames of heat to the head, “dips” to the heart followed by tachycardia, red and congested face, palpitations, intense anguish. During hypertensive crisis take Aurum metallicum 15 CH, 2 granules every hour, until improvement.
 
Baryta carbonica It is useful in all cases of hypertension of the elderly who complain of loss of memory and of a sense of orientation, anxieties and strong fears, above all that of not recovering from diseases, and in subjects suffering from arteriosclerosis. Symptoms include headaches, intense sweating, severe dizziness, tinnitus. It is taken as a single dose at 15 CH, a single whole dose.

Glonoinum
Aconitum-like remedy in the acute form, is to be preferred in sudden circulatory disorders, characterized by tachycardia, vertigo, headache which improves by pressing the head. The patient is confused and terrified by the fear of dying. It is assumed at 7 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.
 
Ignatia amara
Useful in all cases of stress caused by affective traumas, sentimental or work-related disappointments, it is the specific anxiolytic homeopathic remedy for emotional pressure disorders typical of subjects who pass from sadness to euphoria in a few minutes, constantly causing the pressure to oscillate. Typical symptoms include tightness, gastric swelling, nausea, tremors and contractions. It is taken at 15 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.
 
Lachesismutus
Made from the venom of a South American snake, Lachesis is recommended in female hypertensive crises, typical of the climacteric of women afflicted by intense hot flashes, excitable, anxious, strongly jealous. Hypertensive crises are often accompanied by distorted sensory perceptions, hypersensitivity to contact, headache, tremors, weakness in the legs and dizziness, strong flushing, palpitations, chest tension. It is taken at 15 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.
 
Nux vomica
It is indicated in the hypertension of subjects who lead a stressful and overactive life: choleric, irritable, often in a bad mood, the nux vomica type vents frustrations in food and alcohol excesses, discharging on the liver a surplus of fats and toxins that are transformed into high levels of cholesterol and triglycerides. But it is also useful for heavy smokers, because the nicotine raises the pressure. It is taken at 9 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.
 
Sulfur
It is indicated for the hypertension of robust and warm people, who suffer from abdominal swelling and heaviness in the legs and often alternate spasmodic hypertension with skin problems or asthma attacks. It is taken at 15 CH, two granules every 15 minutes, until improvement.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

La prossima volta che vi sentite tristi e depressi prestate molta attenzione alla vostra postura, in particolare alla posizione del collo, delle spalle e della schiena.

Chi soffre di depressione e problemi marcati di bassa autostima, tende ad accasciarsi su se stesso con collo e spalle ricurve in avanti. Quando la situazione di precarietà emotiva è conclamata e si cronicizza fin dall’infanzia, possono manifestarsi dei veri e proprio problemi posturali fino a sfociare in disturbi come cifosi, scoliosi e lordosi.

Il nostro corpo traduce lo stress e gli stati d’animo in molti modi. La risposta allo stress, alla depressione e alla bassa autostima è cablata dal nostro sistema nervoso con la contrazione dei principali muscoli flessori del tronco, primo tra tutti il muscolo ileo-psoas.

Stress, ansia, depressione e bassa stima di sé incidono fortemente sulla postura: da un lato portano alla contrazione dei principali muscoli flessori (muscolo ileo-psoas compreso) portandoci a inarcare in modo scorretto la schiena, dall’altro ci portano alla chiusura delle spalle, alla compressione della cassa toracica e all’affondamento del cuore:

questo atteggiamento posturale ci predisponendoci a una respirazione disfunzionale e a problemi d’ansia. Insomma, i nostri stati d’animo hanno un pesante effetto sulla nostra postura che come un boomerang inciderà ancora una volta sulla nostra emotività.

Mentre è vero che la depressione può portare a una postura scorretta, è anche vero il contrario: chi tende a inarcare la schiena, chiudere le spalle e “affondare il collo nel torace”, è più predisposto alla produzione dei cosiddetti ormoni dello stress.

Un collegamento bidirezionale

Il rapporto tra il nostro corpo e la nostra mente decorre in entrambe le direzioni. Ciò significa che da un lato la nostra mente influenza il nostro corpo e dall’altro, il nostro corpo reagisce innescando nuovi feedback nella nostra mente. Non solo teorie:

in uno studio del 2009, pubblicato sul European Journal of Social Psychology, un team di scienziati cognitivisti ha messo in evidenza come la postura che assumiamo condiziona ciò che pensiamo di noi e quanta fiducia abbiamo nelle nostre capacità.

E’ qui che entra in gioco il muscolo ileo-psoas. Un buon funzionamento del muscolo ileo-psoas può portare a una significativa riduzione della depressione, al contrario, un cattivo sviluppo di questo muscolo può essere correlato a frequenti mal di testa, dolori al collo e alle spalle oltre che a una lunga serie di problemi muscolari.

Dove si trova il muscolo ileo-psoas?

In realtà, quello che chiamiamo muscolo ileo-psoas è l’insieme di due muscoli che si estendono dalla regione lombare fino all’area anteriore della coscia.

Il muscolo psoas si origina dalle vertebre toraciche ed è associato a ciascuna delle cinque vertebre lombari della parte inferiore della schiena. Si estende verso il basso attraverso il bacino per fissarsi all’interno del femore superiore mediante il muscolo iliaco.

Questo muscolo è il principale protagonista nel determinare la posizione del bacino e del tratto lombare e, di conseguenza, dell’intera postura. Per un trattamento delle disfunzioni e problematiche fisiche indotte dalla persistente contrazione del muscolo ileo-psoas vi rimandiamo all’articolo Rilassare il muscolo psoas per vivere senza dolori, paure e ansie. In questa pagina ci soffermeremo esclusivamente sul rapporto tra il muscolo psoas e la sfera emotiva.

Come il muscolo ileo-psoas influenza la nostra salute mentale

Stando a uno studio pubblicato sul numero di giugno 2015 (volume 34) dell’Heath Psychology e riportato dall’American Psychological Association, il modo in cui sviluppiamo e organizziamo i nostri muscoli incide fortemente sul nostro umore fino a innescare pensieri depressivi. I ricercatori hanno studiato gli effetti di una postura corretta e una postura accasciata con spalle chiuse e schiena inarcata. Lo studio ha esaminato gli effetti della postura sul cuore e sulla mente di 74 persone alle quali è stata assegnata una postura.

I ricercatori hanno monitorato parametri come pressione sanguigna, battiti cardiaci, livelli dello stress, stati d’animo e autostima. Tutti i partecipanti al test alla quale era stata assegnata una posizione eretta riferivano umore alto, livelli di energia elevati e maggiore autostima. Al contrario, chi durate il test teneva il muscolo ileo-psoas contratto con schiena inarcata e spalle chiuse, riferiva pensieri tristi, sensazioni di noia, emozioni negative e in alcuni casi anche fobia sociale e ansia.

Esercizi per allenare il muscolo ileo-psoas e accrescere l’autostima

Imparando a distendere in modo corretto il nostro muscolo ileo-psoas, possiamo predisporci a una maggiore apertura e trarre un gran numero di vantaggi sia da un punto di vista fisico, sia da un punto di vista mentale: ricordate, il collegamento è sempre bidirezionale!

Praticare yoga può aiutarci ad allenare il nostro muscolo ileo-psoas, in particolare, nella foto che segue sono mostrate le posizione e gli esercizi da assumere per imparare a distendere il muscolo psoas e migliorare la nostra postura.

muscolo ileo-psoas

Gli esercizi dovrebbero essere eseguiti tre volte a settimana, con sessioni di 30 minuti. Prima di eseguire gli esercizi è importante considerare le proprie problematiche posturali: se assumente una postura scorretta fin dall’infanzia, probabilmente questi esercizi fai da te non bastano. Non esitate a consultare un posturologo o a valutare con il vostro medico di base (quello gratis della mutua) la presenza di disturbi quali cifosi, lordosi o scoliosi.

In caso di dubbio, provvedete a eseguire una radiografia quadrettata dall’intera schiena così da evidenziare anche eventuali inclinazioni del bacino (è una conseguenza tipica del muscolo ileo-psoas cronicamente contratto) e rotazioni dell’anca. In presenza di tali problematiche consultate un fisioterapista e lavorate insieme sulla costruzione di una nuova stabilità fisica ed emotiva.

A impattare negativamente sulla salute del muscolo ileo-psoas non è solo la bassa autostima e l’umore depresso. Complici di un muscolo ileo-psoas mal sviluppato e costantemente contratto sono, in generale, le cattive abitudini posturali, una vita eccessivamente sedentaria e il sovrappeso. Stilate un nuovo programma alimentare e provate ad avvicinarvi al vostro peso-forma intensificando la vostra attività fisica.

Altri consigli per migliorare la postura

Quando parliamo di fitness sono poche le persone che proiettano l’immaginazione allo stretching e alla flessibilità muscolare. Gli esercizi di stretching non solo aumentano l’agilità ma alleviano mal di schiena e migliorano la postura.

Alcuni esercizi di stretching migliorano l’efficienza del nostro muscolo ileo-psoas.

Per iniziare, mettetevi spalle a muro cercando di entrare in contatto con ogni parte della vostra schiena sul muro: anche la parte toracica… ammesso che ci riusciate! Ricordate che la parte bassa del torace è governata dal muscolo psoas quindi se avete difficoltà ad avvicinarla al muro, il vostro muscolo potrebbe essere eccessivamente contratto o potrebbero esserci del problemi strutturali (lordosi) della colonna vertebrale.

Stendete anche le braccia al muro e piegate i gomiti a 90°. Portate le spalle indietro e cercate il contatto con la parete anche con le scapole. Muovete le braccia dall’alto verso il basso e poi dal basso verso l’alto disegnando una sorta di angelo sul muro.

Questo esercizio, oltre a distendere il muscolo psoas, vi farà divaricare spalle e scapole che in genere, per chi soffre di bassa autostima, costituiscono un nucleo chiuso.

Per altri esercizi mirati per allenare il muscolo psoas migliorare la postura, vi consiglio la lettura del libro “Vivere senza dolori con l’educazione posturale“. Non lasciatevi ingannare dal titolo semplicistico, si tratta di un libro molto completo apprezzato anche dai professionisti di settore (posturologi, fisioterapisti…). Questo libro vi indurrà a una più attenta analisi del sé, sia nel corpo che nella mente migliorando il rapporto che si ha con se stessi. Il libro è consigliato per la sua completezza: dalla respirazione agli esercizi specifici per andare a intervenire su praticamente tutta la muscolatura del nostro corpo, portando finalmente a rilassare i muscoli contratti, in primis il muscolo ileo-psoas.

 

FONTE: Psicoadvisor

 

(ENGLISH VERSION)

The next time you feel sad and depressed, pay close attention to your posture, particularly the position of the neck, shoulders and back. Those who suffer from depression and marked problems of low self-esteem tend to collapse on themselves with their necks and shoulders curved forward. When the situation of emotional precariousness is overt and becomes chronic from childhood, real postural problems can occur and lead to disorders such as kyphosis, scoliosis and lordosis.

 
Our body translates stress and moods in many ways. The response to stress, depression and low self-esteem is wired by our nervous system with the contraction of the main flexor muscles of the trunk, first of all the ileo-psoas muscle.

Stress, anxiety, depression and low self-esteem strongly affect posture: on the one hand they lead to the contraction of the main flexor muscles (including the ileo-psoas muscle), leading us to incorrectly arch the back, and on the other they lead us to the closure of the shoulders , to the compression of the rib cage and the sinking of the heart:

this postural attitude predisposes us to dysfunctional breathing and anxiety problems. In short, our moods have a heavy effect on our posture which, like a boomerang, will once again affect our emotions.

While it is true that depression can lead to incorrect posture, the opposite is also true: those who tend to arch their backs, close their shoulders and “sink their neck into their chest”, are more predisposed to producing so-called stress hormones.

A two-way connection

The relationship between our body and our mind runs in both directions. This means that on one hand our mind affects our body and on the other hand, our body reacts by triggering new feedback in our mind. Not just theories:

in a 2009 study, published in the European Journal of Social Psychology, a team of cognitive scientists highlighted how the posture we take affects what we think of us and how much confidence we have in our abilities.

This is where the ileo-psoas muscle comes into play. A good functioning ileo-psoas muscle can lead to a significant reduction of depression, on the contrary, a bad development of this muscle can be related to frequent headaches, neck and shoulder pains as well as a long series of muscular problems .

Where is the ileo-psoas muscle found?

In reality, what we call the ileo-psoas muscle is the set of two muscles that extend from the lumbar region to the anterior thigh area.

The psoas muscle originates from the thoracic vertebrae and is associated with each of the five lumbar vertebrae of the lower back. It extends downwards through the pelvis to fix itself inside the upper femur through the iliac muscle.

This muscle is the main protagonist in determining the position of the pelvis and lumbar tract and, consequently, of the entire posture. For a treatment of the dysfunctions and physical problems induced by the persistent contraction of the ileo-psoas muscle, we refer you to the article Relax the psoas muscle to live without pain, fear and anxiety. On this page we will focus exclusively on the relationship between the psoas muscle and the emotional sphere.

How the ileo-psoas muscle affects our mental health

According to a study published in the June 2015 issue (volume 34) of the Heath Psychology and reported by the American Psychological Association, the way we develop and organize our muscles strongly affects our mood to trigger depressive thoughts. The researchers studied the effects of correct posture and a slumped posture with closed shoulders and arched back. The study examined the effects of posture on the heart and mind of 74 people who were assigned a posture.

Researchers monitored parameters such as blood pressure, heart rate, stress levels, mood and self-esteem. All participants in the test who were assigned a standing position reported high mood, high energy levels and increased self-esteem. On the contrary, those who lasted the test held the ileo-psoas muscle contracted with arched back and closed shoulders, reported sad thoughts, feelings of boredom, negative emotions and in some cases even social phobia and anxiety.

 
Exercises to train the ileo-psoas muscle and increase self-esteem

By learning to correctly stretch our ileo-psoas muscle, we can prepare ourselves for greater openness and take a great number of advantages both from a physical point of view and from a mental point of view: remember, the connection is always bi-directional!

 

Practicing yoga can help us train our ileo-psoas muscle, in particular, the following photo shows the positions and exercises to be taken to learn how to relax the psoas muscle and improve our posture.

ileo-psoas muscle

The exercises should be performed three times a week, with 30-minute sessions. Before performing the exercises, it is important to consider your postural problems: if you have an incorrect posture from childhood, probably these DIY exercises are not enough. Do not hesitate to consult a posturologist or to assess the presence of disorders such as kyphosis, lordosis or scoliosis with your primary care physician.

If in doubt, perform a squared X-ray on the entire back so as to highlight any inclinations of the pelvis (it is a typical consequence of the chronically contracted ileo-psoas muscle) and hip rotation. In the presence of these problems, consult a physiotherapist and work together on building a new physical and emotional stability.

It is not only low self-esteem and depressed mood that impacts the health of the ileo-psoas muscle. Accomplices of a poorly developed and constantly contracted ileopsoas muscle are, in general, bad postural habits, an excessively sedentary life and overweight. Create a new nutrition program and try to get closer to your weight-form by intensifying your physical activity.

Other tips to improve posture

When we talk about fitness, there are few people who project their imagination to stretch and muscle flexibility. Stretching exercises not only increase agility but relieve back pain and improve posture.

Some stretching exercises improve the efficiency of our ileo-psoas muscle.

To start, get your back to the wall trying to get in touch with every part of your back on the wall: even the chest part … assuming you succeed! Remember that the lower part of the chest is governed by the psoas muscle so if you have difficulty approaching the wall, your muscle may be too tight or there may be structural problems (lordosis) of the spine.

Also extend your arms to the wall and bend your elbows at 90 °. Put your shoulders back and look for contact with the wall even with your shoulder blades. Move your arms from top to bottom and then from bottom to top drawing a sort of angel on the wall.

This exercise, in addition to relaxing the psoas muscle, will make your shoulders and shoulder blades widen which in general, for those suffering from low self-esteem, constitute a closed core.

For other exercises aimed at training the psoas muscle and improving posture, I recommend reading the book “Living without pain with postural education”. Do not be fooled by the simplistic title, it is a very complete book also appreciated by professionals (posturologists, physiotherapists …). This book will lead you to a more careful analysis of the self, both in the body and in the mind by improving the relationship you have with yourself. The book is recommended for its completeness: from breathing to specific exercises to go to intervene on practically all the muscles of our body, finally bringing the contracted muscles to relax, primarily the ileo-psoas muscle.

 

SOURCE: Psicoadvisor

Read Full Post »

Older Posts »