Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘cosmesi’ Category

Gingko biloba e centella sono gli estratti che devi abbinare alle essenze di geranio e cannella per ridare un aspetto giovanile alla pelle del collo.

 

A volte, guardandoti allo specchio, può capitare di notare dei cedimenti sulla pelle del collo. La pelle del collo è per natura sottile, carente di ghiandole sebacee, e quindi molto secca e facile a segnarsi con rughe, rossori e macchie. Inoltre, avendo all’interno solo muscoli lunghi e sottili, può risultare svuotata e flaccida soprattutto in persone molto magre. A danneggiare la pelle del collo possono essere anche i raggi solari o diete troppo severe. C’è poi la zona del mento, dove la pelle spesso tende a cedere a causa dei depositi adiposi o di liquidi in eccesso collocati nella zona tra la mandibola e il collo. In entrambi i casi, bisogna intervenire con i prodotti giusti. Meglio se naturali.

Dopo i 35 anni aver più cura della tua pelle

Le rughe che segnano il collo sono dette “collane di Venere”: sono pieghe orizzontali che si formano a seguito dei movimenti che assumiamo durante il giorno e il sonno. Si evidenziano soprattutto dopo i 35 anni, quando pulire e nutrire adeguatamente questa zona diventa indispensabile. Ai primi segni di “rilassamento”, bisogna subito correre ai ripari con un trattamento rassodante.

I rimedi per nutrire la pelle del collo

Ginseng, ginkgo biloba e olio essenziale di geranio sono rimedi eccezionali per nutrire la pelle del collo: le sostanze che contengono, aumentano la produzione endogena del collagene nativo, che sostiene i tessuti, e apportano fitoestrogeni che favoriscono l’idratazione e il turgore. Per il doppio mento, due sostanze adatte allo scopo sono la centella asiatica, drenante e attivante, e la soia selvatica, vero tesoro di fitoestrogeni, da combinare con l’olio essenziale di cannella.

Inizia col gommage

Se vuoi eseguire un trattamento anti rughe, inizia con un gommage che apre i pori, elimini lo strato di cellule morte e aumenti l’assorbimento dei cosmetici che verranno applicati successivamente. In una ciotola, mescola 2-3 cucchiai di crusca di riso con olio di germe di grano quanto basta per ottenere una crema. Unisci 3 gocce di olio essenziale di camomilla e strofina lo scrub su mento e collo, con movimenti circolari. Poi risciacqua.

Prosegui col massaggio

In una boccetta scura con contagocce metti 10 ml di olio di ginseng, 10 ml di olio di ginkgo biloba e 5 gocce di olio essenziale di geranio. Prelevane 6 gocce e stendile sul collo facendo movimenti avvolgenti fino ad arrivare al décolleté. Conserva la boccetta in frigorifero per non più di 20 giorni. Per la zona del mento, invece, mischia nel palmo della mano una goccia di olio di centella, 2 gocce di olio di soia selvatica e una goccia di olio essenziale di cannella, mescola e applica il composto dal mento alla base delle orecchie, con leggeri pizzicotti dove è più visibile l’accumulo adiposo.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Gingko biloba and centella are the extracts that you have to match with geranium and cinnamon essences to restore a youthful appearance to the skin of your neck.

Sometimes, looking at yourself in the mirror, you may notice sagging on the skin of your neck. The skin of the neck is thin by nature, lacking sebaceous glands, and therefore very dry and easy to spot with wrinkles, and stains. In addition, having only long, thin muscles inside, it can be emptied and flaky especially in very lean people. Damaging the skin of your neck may also be too sunlight or too severe diete. There is then the area of ​​the chin, where the skin often tends to yield because of excessive fat deposits or excess fluid located in the area between the jaw and neck. In either case, you have to intervene with the right products. Better than natural.

After 35 years have more skin care

The wrinkles that mark the neck are called “necklaces of Venus”: they are horizontal creases they are formed as a result of the movements we take during the day and sleep. It is especially evident after the age of 35 when it is indispensable to clean and nourish this area properly. At first signs of “relaxation”, you must immediately run to the shelter with a firming treatment.

The remedies for nourishing the skin of the neck

Ginseng, ginkgo biloba and geranium essential oil are exceptional remedies for nourishing the skin of the neck: the substances that contain, increase the endogenous production of native collagen, which supports the tissues, and make phytoestrogens that favor hydration and turgor. For the double chin, two substances suitable for this purpose are the Asian, draining and activating centella, and the wild soybean, a true treasure of phytoestrogens, to be combined with essential cinnamon oil.

Start with the “gommage”

If you want to run an anti wrinkle treatment, it starts with a treatment that opens the pores, removes the dead cell layer, and increases the absorption of cosmetics that will be applied later. In a bowl, mix 2-3 tablespoons of rice bran with grain germ oil just enough to get a cream. Add 3 drops of chamomile essential oil and scrub the chin and neck scrub, with circular movements. Then rinsed.

Continue with the massage

In a dark flask with dropper, put 10 ml of ginseng oil, 10 ml of ginkgo biloba oil and 5 drops of geranium essential oil. Prelevant 6 drops and strainer on the neck making wraparound movements until you reach the décolleté. Keep the bottle in the fridge for no more than 20 days. For the chin area, instead, mixes a drop of centella oil in the palm of your hand, 2 drops of wild soybean oil and a drop of essential oil of cinnamon, mixes and apply the compound from the chin to the base of the ears, lightly pinch where adipose fat is more visible.

SOURCE: Riza

Annunci

Read Full Post »

La coppia vincente per ridare elasticità alle zone che hanno perso compattezza, è formata dal burro di karitè e dagli oli essenziali di menta e gelsomino.

 

Ci sono delle zone del corpo che, per la loro collocazione e per il tipo di tessuto da cui sono formate, tendono a perdere tono e consistenza con maggiore facilità: sono quei punti della silhouette che spesso vengono coperti dagli abiti e ricevono un’insufficiente ossigenazione, oppure che sono scarsamente sollecitati dal movimento e che, di conseguenza, diventano molli e cedevoli per mancanza d’esercizio. Stiamo parlando del sottobraccia e del seno, ma anche della fascia centrale dell’addome e della pelle dell’interno cosce e delle ginocchia: soprattutto con l’approssimarsi della menopausa e con il calo degli estrogeni, è facile che in queste zone la pelle cominci a diventare più sottile e meno tesa, e che al di sotto dello strato più esterno dell’epidermide inizi a formarsi un accumulo di cellulite molle e infiltrata di liquidi.

Burro di karitè e oli essenziali per la pelle

In questi casi, per rendere i tessuti più tonici, compatti ed elastici, ci vengono in soccorso i burri vegetali, come il burro di karitè, abbinati agli oli essenziali rassodanti: ricchi di vitamine e di preziosi grassi polinsaturi, e dotati di una speciale affinità con i lipidi presenti nella pelle, prevengono e riducono i cedimenti, levigano la cute e la rendono più tesa, morbida e vellutata.

Agisci ai primi segni di cedimento

Dopo una dieta, dopo la gravidanza oppure intorno ai 50 anni, quando si avvicina il periodo del climaterio, la pelle dell’addome, soprattutto nella fascia che comprende l’ombelico, non appare più così tesa com’era un tempo, ma inizia a formare grinze e cuscinetti, che diventano via via più visibili e consistenti. In questi casi, un centinaio di addominali al giorno sarebbero la prima cura, da associare però a un massaggio mirato, capace di ripristinare la “tenuta” epidermica e di appiattire contemporaneamente il punto vita. Il miglior burro vegetale per tonificare i tessuti che hanno perso la loro naturale elasticità è quello estratto dai semi di karité, una pianta che cresce spontanea in Africa Centrale, dal Sudan al Gambia, nella savana, lungo i fiumi e nella foresta equatoriale. Produce dei frutti simili a delle prugne, che all’interno racchiudono uno o due noccioli ricchi di grassi ristrutturanti.

Fai uno scrub con caffè e karitè

Inizia con uno scrub, mescolando in una ciotolina

  1. 2 fondi di caffè (tienili da parte quando svuoti la moka e conservali in frigorifero in un vasetto di vetro),
  2. un cucchiaino di burro di karité,
  3. un cucchiaino di sale (“asciuga” l’eccesso di liquidi infiltrati nei tessuti) e
  4. olio di gelsomino (tonificante e riepitelizzante);

strofina con vigore il composto su pancia e fianchi, insistendo per almeno 2-3 minuti. Dopo lo scrub, fai una doccia rapida e poi applica sulla fascia addominale un velo di burro di karité con movimenti di leggero “impastamento”. Ripeti il trattamento ogni sera.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The winning pair to restore elasticity to areas that have lost compactness is composed of shea butter and essential oils of mint and jasmine.

There are body areas that, due to their location and the type of fabric from which they are formed, tend to lose tone and consistency with greater ease: these are the points of the silhouette that are often covered by the dresses and receive inadequate oxygenation , or that they are poorly stressed by the movement and that, consequently, they become soft and cumbersome for lack of exercise. We are talking about the underarm and breast, but also the central band of the abdomen and the inner thighs and knees skin: especially with the occurrence of menopause and the decline in estrogen, it is easy for skin to begin in these areas to become thinner and less stretched, and below the outer layer of the epidermis begins to accumulate soft and liquid infiltrated cellulite.

Shea butter and essential oils for the skin

In these cases, to make the tissues more tonic, compact and elastic, we come to the rescue of vegetable husks, such as shea butter, combined with essential oils that are firm: rich in vitamins and precious polyunsaturated fats, and have a special affinity with the lipids present in the skin, it  prevents and reduces sagging, smoothen the skin and make it more stretched, soft and velvety.

Act on the first signs of failure

After a diet, after pregnancy or around the age of 50, when the climaterion approaches, the abdominal skin, especially in the band that includes the navel, does not look as tight as it was before but begins to forming wrinkles and bearings, which become increasingly visible and consistent. In these cases, a hundred of abdominals a day would be the first cure, to be associated with a targeted massage, capable of restoring the epidermal “seal” and simultaneously flattening the lifestyle. The best vegetable butter to tone fabrics that have lost their natural elasticity is that extracted from shea seeds, a plant that grows spontaneously in Central Africa, from Sudan to the Gambia, to the savannah, along the rivers and the equatorial forest. It produces fruits similar to plums, which inside contain one or two hazelnuts rich in refining fat.

Make a scrub with coffee and shea butter

Start with a scrub, stirring in a bowl 2 coffee grounds (keep aside when you empty the moka and keep them in a refrigerator in a jar of glass), a teaspoon of shea butter, a teaspoon of salt (“dries” the excess of liquids infiltrated in tissues) and jasmine oil (toning and repopulating); rubs vigorously the compound on the belly and hips, insisting for at least 2-3 minutes. After the scrub, take a quick shower and then apply a shea butter skirt on the abdominal area with slight “kneading” movements. Repeat treatment every night.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

L’olio di cumino nero, il cui nome botanico è Nigella sativa, è curativo in molte condizioni della pelle come dimostrato da numerosi studi scientifici.

 

E’ ottimo per le infezioni fungine, virali, psoriasi, eczema, acne e cancro della pelle. Il cumino nero è usato come medicinale da migliaia di anni, sia per via orale che per via topica, per contrastare svariate malattie. Oggi le sue azioni e la sua efficacia sono sempre più sostenute da un’ampia ricerca scientifica.

L’olio di cumino nero si ottiene dalla spremitura dei semi del cumino nero (nigella sativa). E’ importante acquistare un olio estratto a freddo per essere sicuri che abbia tutte le proprietà intatte.

I principi attivi curativi del cumino nero

Il cumino nero contiene molti principi attivi curativi tra cui:

  • Timocinone
  • Timohydroquinone
  • Dithymoquinone
  • Timolo
  • Carvacrol
  • Nigellimine
  • Nigellicina
  • Nigellidina
  • Alphahederin

È stato dimostrato che possiede numerosi effetti farmacologici relativi a diversi organi, ghiandole e sistemi del corpo. Abbiamo discusso dei benefici del cumino nero negli articoli L’Olio di Cumino Nero potrebbe guarirti da tutto questo e Cumino Nero – “Il Rimedio per Tutto tranne la Morte”.

 

Effetti dermatologici del cumino nero

In questo articolo viene esaminata la letteratura scientifica relativa agli effetti dermatologici del cumino nero. L’uso dell’olio di cumino nero è appurato che migliori la bellezza e la salute della pelle. Non è un caso che la famosa bellezza di Cleopatra si pensa fosse dovuta proprio all’uso di cumino nero.

L’olio di Nigella sativa è ricco di preziosi componenti come vitamine A, B e C, calcio, potassio, magnesio, zinco e in più fornisce i fattori nutritivi necessari per il recupero e la riparazione della pelle. L’olio di cumino nero possiede inoltre una serie di azioni farmacologiche molto utili che lo rendono una fantastica opzione naturale per il trattamento delle malattie della pelle. Vediamole in dettaglio. Gli studi menzionati sono riportati in fondo all’articolo.

Cumino nero e psoriasi

La psoriasi è una condizione della pelle in cui placche rosa scuro compaiono sul corpo, queste placche possono essere dolorose, pruriginose e possono essere fonte di imbarazzo. Tale condizione è provocata da una reazione immunitaria sbilanciata del corpo che causa una proliferazione anomala dello strato epidermico della pelle.

 

L’olio di cumino nero è dimostrato in grado di regolare il sistema immunitario e di aumentare la capacità del corpo di affrontare la proliferazione cellulare anomala. Tradizionalmente, il cumino nero viene applicato esternamente per la pelle psoriasica per gestire il dolore generale e le eruzioni cutanee. Un recente studio di laboratorio ha esaminato l’effetto dell’estratto del seme di nigella sativa su un modello animale di psoriasi, sono stati esaminati gli effetti istologici (a livello cellulare) ed è stato scoperto che il cumino nero ha attività antipsoriasica, questo studio ha dimostrato che l’applicazione topica dell’olio è benefica nella gestione della psoriasi.

Cumino nero ed eczema

L’eczema è una condizione caratterizzata da infiammazione cutanea. Appaiono placche pruriginose, rosse, che possono spurgare e diventare delle croste. Colpisce comunemente le articolazioni e il trattamento comune è a base di creme idratanti e creme steroidee. Nei casi gravi è necessaria l’immunosoppressione sistemica.

L’olio di cumino nero ha grandi proprietà emollienti, crea un film non grasso e fornisce fattori nutritivi di cui la pelle ha bisogno. Uno studio clinico ha confrontato gli effetti dell’olio di Nigella sativa applicato due volte al giorno rispetto ad una crema convenzionale steroidea (Betametasone) per l’eczema delle mani, è stato scoperto che l’olio di cumino è altrettanto efficace nella riduzione dei sintomi dell’eczema. Il vantaggio dell’olio di cumino nero è il fatto di non avere alcun effetto collaterale.

Cumino nero e infezioni fungine

L’olio di cumino nero ha una potente azione antifungina e quindi combatte anche i funghi del corpo. L’olio di cumino nero ha dimostrato effetti antifungini contro gli organismi infettivi fungini comuni (dermatofiti) che causano condizioni come infezioni da funghi, piede d’atleta, prurito e tigna.

Una importante caratteristica dell’olio di cumino nero è di essere efficace nel trattamento della Candida albicans. In studi su modello animale si è osservato che inibisce la crescita della candida in diversi organi.

Cumino nero e acne

L’acne è una condizione multifattoriale che interessa spesso gli adolescenti, tuttavia può persistere anche in età adulta. Può provocare delle brutte cicatrici. Si pensa che un certo numero di fattori contribuiscono alla malattia, tra cui una risposta infiammatoria dovuta ad infezioni cutanee localizzate, disfunzioni ormonali e dietetiche.

L’olio di cumino nero ha diverse proprietà in grado di ridurre i sintomi dell’acne, inclusi effetti anti-infiammatori e antiossidanti. I fattori nutritivi dell’olio possono anche aiutare a riparare e rigenerare la pelle danneggiata. L’olio di cumino nero è anche un antistaminico naturale, ideale per il trattamento delle condizioni cutanee legate a reazioni allergiche.

Cumino nero e herpes

L’herpes è un’infezione virale che si manifesta nella pelle con i suoi fastidiosi e debilitanti sintomi in diverse parti del corpo. Ad esempio può essere herpes labiale, herpes genitale, herpes zoster ed herpes oftalmico.

E’ dimostrato che l’olio di cumino nero ha una potente azione antivirale. Non ci sono studi al momento sui ceppi del virus dell’herpes ma ci sono molte testimonianze di scomparsa dei sintomi dell’herpes grazie proprio all’olio di cumino nero.

Cumino nero e scottature

Se hai scottature solari o bruciature sulla pelle, l’olio di cumino nero può aiutare a causa delle sue proprietà antinfiammatorie. Studi hanno osservato che può essere usato fino a scottature di secondo grado.

Cumino nero ed ematoma

L’ematoma è una lesione comune della pelle che provoca la scolorimento della pelle. Ciò avviene quando del sangue fuoriuscito dal sistema circolatorio si raccoglie vicino alla superficie della pelle. E’ il classico livido dal segno nero e blu che lascia sulla pelle. Gli effetti cicatrizzanti sulle macchie scure possono essere alleviate dall’olio di cumino nero. Questo perché contiene vitamina A e aminoacidi che favoriscono la rigenerazione della pelle.

Cumino nero e cancro della pelle

Il cancro si verifica quando le cellule diventano anormali e si riproducono in modo incontrollato. Le cellule che compongono gli strati della pelle sono i più esposti del corpo e quindi il cancro della pelle è una delle forme più comuni di cancro. A livello globale, circa un milione di nuovi casi si verificano annualmente ed è in continuo aumento anno dopo anno. Le due forme più comuni di cancro della pelle sono il carcinoma delle cellule basali e il carcinoma delle cellule squamose, in entrambi i casi l’esposizione prolungata alla luce ultravioletta è un importante fattore di rischio.

La Nigella sativa è stato dimostrato avere una vasta gamma di effetti anti-cancro nei confronti di molti tipi di cellule anomale. Sono stati dimostrati effetti specifici contro le cellule tumorali della pelle.

I carcinomi a cellule squamose influenzano lo strato epidermico della pelle; possono diffondersi e invadere i tessuti circostanti. L’estratto di Nigella sativa è risultato essere efficace nei confronti del carcinoma a cellule squamose in vitro (utilizzando coltivazioni di cellule tumorali umane in laboratorio), lo studio ha rilevato che l’estratto attivo anti-cancro del cumino nero (timochinone) inibisce la proliferazione cellulare e induce l’apoptosi nel carcinoma a cellule squamose. Gli autori concludono che il timochinone è una potenziale terapia antineoplastica per questo comune cancro della pelle.

Benefici dell’olio di cumino nero per la pelle. Come applicarlo

Le potenti proprietà antiossidanti, antinfiammatorie e nutritive dell’olio di cumino nero possono aiutare a ripristinare la salute e la vitalità della pelle. L’olio può essere somministrato per via orale oppure applicato e massaggiato direttamente sulla pelle. La ricca gamma di oli consente una profonda idratazione della pelle. Inoltre la combinazione di vitamina A, aminoacidi e acidi grassi aiuta la rigenerazione della pelle.

Chi è in gravidanza, chi assume farmaci per la pressione o chemioterapici è meglio che eviti il cumino nero.

 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Black cumin oil, whose botanical name is Nigella sativa, is healing in many skin conditions as evidenced by numerous scientific studies. It is great for fungal, viral, psoriasis, eczema, acne and skin cancer infections. Black cumin has been used as a medicine for thousands of years, both oral and topical, to counteract many diseases. Today its actions and its effectiveness are increasingly supported by extensive scientific research.

Black cumin oil is obtained by squeezing seeds of black cumin (sativa nigella). It is important to buy a cold extracted oil to make sure you have all the intact properties.

The active principles of curative black cumin

Black cumin contains many curative active principles including:

  • Timocinone
  • Timohydroquinone
  • Dithymoquinone
  • Thymol
  • carvacrol
  • Nigellimine
  • Nigellicina
  • Nigellidina
  • Alphahederin

It has been shown that it has many pharmacological effects related to different organs, glands, and body systems. We discussed the benefits of black cumin in articles The Black Cumin Oil could cure you from all this and Black Cumin – “The Remedy for Everything except Death”.

Dermatological effects of black cumin

This paper examines the scientific literature on the dermatological effects of black cumin. The use of black cumin oil is proven to improve the beauty and health of the skin. It is no coincidence that Cleopatra’s famous beauty is thought to be due to the use of black cumin.

Nigella sativa oil is rich in valuable ingredients such as vitamins A, B and C, calcium, potassium, magnesium, zinc and in addition provides the nutrients needed for skin recovery and repair. Black cumin oil also has a number of very useful pharmacological actions that make it a fantastic natural option for treating skin diseases. Let’s see them in detail. The studies mentioned are listed at the bottom of the article.

Black cumin and psoriasis

Psoriasis is a condition of skin where dark pink plaques appear on the body, these plaques can be painful, pruriginous and can be a source of embarrassment. This condition is caused by an unbalanced immune reaction of the body that causes an abnormal proliferation of the epidermal skin layer.

Black cumin oil is proven to be able to regulate the immune system and increase the body’s ability to cope with abnormal cell proliferation. Traditionally, black cumin is applied externally to psoriatic skin to treat general pain and skin rashes. A recent laboratory study examined the effect of the nigella sativa seed extract on an animal model of psoriasis, histological (cellular) effects were investigated and it was found that black cumin has antipsoriatic activity, this study has shown that topical application of oil is beneficial in the management of psoriasis.

Black cumin and eczema

Eczema is a condition characterized by skin inflammation. Appearing red, pruriginal plaques, which can bleach and become crusts. Commonly affects joints and the common treatment is based on moisturizing creams and steroid creams. In severe cases, systemic immunosuppression is required.

Black cumin oil has great emollient properties, creates a non-fat film and provides nutrients that the skin needs. A clinical study compared the effects of the Nigella sativa oil applied twice daily to a conventional steroidal (Betamethasone) cream for the skin eczema, it was found that cumin oil is equally effective in reducing symptoms eczema. The advantage of black cumin oil is the fact that it has no side effect.

Black cumin and fungal infections

Black cumin oil has a powerful antifungal action and therefore also fights the body’s fungi. Black cumin oil has demonstrated antifungal effects against common fungal infectious organisms (dermatophytes) that cause conditions such as fungal infections, athlete’s foot, itching and ringworm.

An important feature of black cumin oil is to be effective in treating Candida albicans. In animal model studies, it has been observed that inhibits candida growth in different organs.

Black cumin and acne

Acne is a multifactorial condition that often affects teenagers, but can persist even in adulthood. It can cause nasty scars. It is thought that a number of factors contribute to the disease, including an inflammatory response due to localized skin infections, hormonal and dietary dysfunctions.

Black cumin oil has several properties that can reduce the symptoms of acne, including anti-inflammatory and antioxidant effects. Nutritional factors of the oil can also help repair and regenerate damaged skin. Black cumin oil is also a natural antihistamine, ideal for treating skin conditions associated with allergic reactions.

Black cumin and herpes

Herpes is a viral infection that manifests itself in the skin with its annoying and debilitating symptoms in different parts of the body. For example, it may be cold sores, genital herpes, herpes zoster, and ophthalmic herpes.

It is shown that black cumin oil has a powerful antiviral action. There are currently no studies on strains of herpes virus but there are many evidence of disappearance of herpes symptoms thanks to the black cumin oil.

Black cumin and sunburn

If you have sunburn or burns on the skin, black cumin oil can help because of its anti-inflammatory properties. Studies have noted that it can be used up to second degree burns.

Black cumin and hematoma

Hemata is a common skin injury that causes discoloration of the skin. This happens when the blood spilled from the circulatory system gets close to the surface of the skin. It’s the classic bruise from the black and blue mark that leaves on the skin. The healing effects on dark spots can be alleviated by black cumin oil. This is because it contains vitamin A and amino acids that promote regeneration of the skin.

Black cumin and skin cancer

Cancer occurs when cells become abnormal and reproduce uncontrollably. The cells that make up the skin layers are the most exposed of the body and therefore skin cancer is one of the most common forms of cancer. Globally, about a million new cases occur annually and are steadily increasing year after year. The two most common forms of skin cancer are basal cell carcinoma and squamous cell carcinoma, in both cases prolonged exposure to ultraviolet light is an important risk factor.

Nigella sativa has been shown to have a wide range of anti-cancer effects against many types of abnormal cells. Specific effects have been demonstrated against skin cancer cells.

Squamous cell carcinoma affects the epidermal skin layer; they can spread and invade the surrounding tissues. The Nigella sativa extract was found to be effective against in vitro squamous cell carcinoma (using human tumor cell cultures in the laboratory), the study found that active black cumin anti-cancer agent (timochinone) inhibits cell proliferation and induces apoptosis in squamous cell carcinoma. The authors conclude that timochinone is a potential antineoplastic therapy for this common skin cancer.

Benefits of black cumin oil for the skin. How to apply it

The powerful antioxidant, anti-inflammatory and nutritional properties of black cumin oil can help restore the health and vitality of the skin. The oil can be administered orally or applied and massaged directly on the skin. The rich range of oils allows deep moisturizing of the skin. In addition, the combination of vitamin A, amino acids and fatty acids helps regenerate the skin.

Who is pregnant, who takes prescription drugs or chemotherapy is better than avoiding black cumin.

SOURCE: Dionidream

Read Full Post »

Tolgono luminosità a tutto il viso: le occhiaie non sono soltanto un inestetismo, ma il sintomo di qualcosa che non va. Per fortuna, si può agire sulle cause

Le cause delle occhiaie, quel brutto inestetismo che fa apparire in nostro sguardo spento e stanco, possono essere molte: prima di tutto l’ereditarietà, ma anche lo stress, l’iperlavoro (soprattutto se comporta di trascorrere ore davanti al computer), la mancanza di riposo, ma anche un’alimentazione disordinata.

Inoltre, l’età non fa altro che aggravare la situazione, perché la pelle si assottiglia e il colore blu – viola tipico di questo “disturbo” diventa più visibile, come in trasparenza, col tempo che passa.

Occhiaie: migliorare dove è possibile

Preso atto della causa per cui si manifestano le occhiaie, miglioriamo dove è possibile: cerchiamo di regolare l’alimentazione, riducendo il sale, i conservanti, gli zuccheri, le bevande alcoliche e aumentando l’apporto di vitamine, antiossidanti e micronutrienti. In altre parole, avviciniamoci il più possibile ai dettami del mangiare sano.

Cerchiamo di riposare meglio: può bastare una tisana, o qualche pagina di un libro, per rilassarsi in modo da avere un sonno più riposante. Non sempre, infatti, è una semplice questione di ore.

Anche il PC va neutralizzato: con gli schermi speciali, o con occhiali riposanti.

Avere uno sguardo luminoso e riposato è possibile - Ingimage

Avere uno sguardo luminoso e riposato è possibile

I rimedi naturali per le occhiaie

Ci sono poi alcuni metodi molto semplici per rendere le occhiaie meno visibili. Il primo è applicare fette sottili di patata cruda sull’area oculare: gli amidi aiuteranno a schiarire gli aloni scuri e ridurranno il gonfiore che spesso è associato alle occhiaie.

Si può anche usare l’estratto o succo di patata: applicato con un dischetto di ovatta, si sciacqua dopo una ventina di minuti.

Si può usare poi il cetriolo, sempre a fette sottili: funziona davvero! È molto decongestionante, soprattutto se fresco di frigorifero.

Una lozione a base di acqua di rose è ugualmente efficace, in questo caso la si può potenziare tenendola in congelatore dopo averla versata nel contenitore per i cubetti di ghiaccio: si usa un singolo cubetto, passandolo sugli occhi dopo averlo avvolto in un fazzoletto.

Sono efficaci anche le bustine di tè, karkadè o camomilla: preparate l’infuso come di consueto, poi mettete il filtro su un piattino e tenetelo in frigo almeno un’ora. Usatelo come impacco decongestionante.

Chi apprezza la consistenza degli oli vegetali, inoltre, scelga senz’altro quello di germe di grano: è molto ricco di vitamina E. Applicatene due gocce sotto agli occhi la sera prima di andare a dormire, con un leggerissimo massaggio, e in un paio di settimane vedrete i primi benefici.

Senza dimenticare, infine, i cosmetici ad hoc: a base di acido ialuronico per idratare la pelle, con caffeina per stimolare la microcircolazione, ed estratti vegetali antiossidanti e schiarenti, sono validi alleati. Per citarne due, sono ottimi Illuminating Eye Cream di Lavera, con polvere di perla ad azione illuminante, e Contorni Occhi Borse e Occhiaie di Nature’s, con acqua unicellulare bio di kiwi.

 

FONTE: Lifegate (Annalisa Betti)

 

(ENGLISH VERSION)

They take away brightness from all over the face: the dark circles are not just a blemish but the symptom of something that does not go. Luckily, you can take action on the causes

The causes of dark circles, the ugly blemish that makes our eyes look tired and exhausted, can be many: first and foremost inheritance, but also stress, hyper-yard (especially if it involves spending hours in front of the computer). lack of rest, but also an unmatched energy supply.

In addition, age does nothing but aggravate the situation because the skin is thinner and the purple-blue color typical of this “disorder” becomes more visible, as in transparency, over time.

Glaze: Improve where it is possible

Taking note of the cause of dark circles, we can improve where it is possible: we try to regulate nutrition by reducing salt, preservatives, sugars, alcoholic beverages and increasing the intake of vitamins, antioxidants and micronutrients. In other words, let us approach as closely as possible to the dictates of healthy eating.

Let’s have a better rest: it may be a herbal tea, or some page of a book, to relax so you can have a more restful sleep. Not always, in fact, it’s just a matter of hours.

Even the PC must be neutralized: with special screens, or with resting glasses.

Avere uno sguardo luminoso e riposato è possibile - Ingimage

Having a bright and restful look is possible 

Natural remedies for dark circles

There are then some very simple methods to make the dark circles less visible. The first is to apply thin slices of raw potato on the ocular area: the starches will help lighten the dark veins and reduce the swelling that is often associated with the dark circles.

You can also use the extract or potato juice: applied with a cotton pad, rinse after about twenty minutes.

You can then use the cucumber, always in thin slices: it really works! It is very decongestant, especially if cool in the fridge.

A rose-based lotion is equally effective, in this case it can be boosted by keeping it in the freezer after pouring it into the container for ice cubes: use a single cube, passing it over the eyes after wrapping it in a handkerchief.

Tea bags, coffins or camomiles are also effective: prepare the infusion as usual, then put the filter on a saucer and keep it in the fridge for at least an hour. Use it as a decongestant wrap.

Those who appreciate the texture of vegetable oils, also choose the one of wheat germ: it is very rich in vitamin E. Apply two drops under your eyes the night before going to sleep, with a light massage, and in a couple for weeks you will see the first benefits.

Finally, ad hoc cosmetics: based on hyaluronic acid to hydrate the skin, with caffeine to stimulate microcirculation, and antioxidant and brightening vegetable extracts, are valid allies. To name a few, Lavera’s Illuminating Eye Cream, with pearl powder with lightening effect, and Nature’s Outline Eyebrows, with bio-unicellular bio water of kiwi.

 

SOURCE: Lifegate (Annalisa Betti)

Read Full Post »

Questi due rimedi naturali sono perfetti da usare per avere un viso sempre giovane perchè vantano una spiccata azione antiage.

 

Per avere sempre un viso giovane, bisogna limitare l’azione deleteria dei radicali liberi, che danneggiano la pelle. Tra i rimedi naturali antiage, le sostanze più nuove che oggi vengono usate in campo cosmetico ci sono l’esperidina e la propoli. L’esperidina è un flavonoide caratteristico degli agrumi: si concentra soprattutto nella buccia e nell’albedo, la parte biancastra interna alla scorza. I frutti dell’arancio dolce ne sono particolarmente ricchi. L’esperidina (nota anche come vitamina P) è conosciuta per gli effetti benefici sulla circolazione: riduce la permeabilità e la fragilità della parete dei vasi e ne aumenta l’elasticità. Ma la caratteristica più interessante è la capacità antiage perchè limita i danni legati all’invecchiamento, agendo in sinergia con la vitamina C. Queste due vitamine sono fondamentali per stimolare il rinnovamento cellulare e la produzione di collagene, elastina e acido jaluronico, migliorando idratazione e trofismo della cute.

La propoli, segreto di un viso giovane

La conosciamo tutti come sostanza antibatterica, antinfiammatoria e cicatrizzante: meno conosciuta è l’efficacia antiage della propoli. È proprio la sua azione cicatrizzante ed emolliente che si dimostra utile per la bellezza e l’integrità della cute, specialmente per avere un viso giovane: ecco perché la propoli viene usata in creme riparatrici per le pelli che hanno perso tono e consistenza. Solitamente il nome propoli viene associato ai prodotti delle api ma non è del tutto esatto, perché si tratta di una sostanza resinosa che si trova nella corteccia di vari alberi (pino, abete, pioppo, frassino, quercia) che le api raccolgono e rielaborano per costruire pareti di difesa sia fisica sia batteriologica all’interno dell’alveare.

La propoli migliora la tonicità

Si può utilizzare la tintura madre di propoli per rinforzare il sistema immunitario ma anche per migliorare la tonicità della pelle e rendere quindi il viso giovane: bevine 30 gocce in 2 dita d’acqua ogni mattina a colazione, da adesso fino a primavera.

Prepara la maschera per il viso

In una ciotola non di metallo metti

  • 2 cucchiai di miele liquido,
  • un cucchiaio di argilla bianca,
  • aggiungi il contenuto di una capsula di esperidina (la trovi in farmacia) sciolto nel succo di mezzo arancio.

Mescola bene fino a ottenere un’emulsione morbida e spalmabile, eventualmente aggiungi qualche goccia d’acqua. Stendi su viso e collo evitando il contorno occhi e tieni in posa 10-15 minuti, quindi sciacqua con acqua tiepida e tonifica con acqua di rose. Applica la maschera 2 volte a settimana per un mese quindi prosegui applicandola una sola volta a settimana.

Se la tua pelle del viso non è particolarmente sensibile e arrossabile, alterna la capsula di esperidina con una capsula di propoli con gli stessi ingredienti e modalità.

La crema per un viso giovane

In un vasetto di vetro metti

  • un cucchiaio di burro di karité,
  • un cucchiaio di olio di avocado,
  • 3 gocce di olio essenziale di neroli,
  • 3 gocce di olio essenziale di sandalo,
  • 3 gocce di olio essenziale di arancio dolce,
  • 3 gocce di tintura madre di propoli e amalgama bene.

Massaggia ogni sera questa crema sulla pelle del viso perfettamente detersa e tonificata insistendo sulle zone più “danneggiate” come le guance, il contorno occhi, il collo, l’arco sopraccigliare e le rughe più marcate come le naso-labiali, il contorno labbra, la fronte. Conserva il vasetto di crema in frigorifero per non più di 3 settimane.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

These two natural remedies are perfect for having an always young face because they have a strong anti-aging effect.

 

To always have a young face, you must limit the harmful effect of free radicals that damage the skin. Among the antiaging natural remedies, the newest substances that are used today in the cosmetic field are the hesperidia and the propolis. Hesperidia is a characteristic flavonoid of citrus fruits: it focuses mainly on the peel and the albedo, the whitish part inside the rind. The sweet orange fruit is particularly rich in it. Hesperidia (also known as Vitamin P) is known for beneficial effects on circulation: it reduces the permeability and fragility of the vascular wall and increases its elasticity. But the most interesting feature is antiage capacity because it limits the damage caused by aging, acting in synergy with vitamin C. These two vitamins are essential to stimulate cell renewal and collagen production, elastin and jaluronic acid, improving hydration and skin trophies.

The propolis, secret of a young face

We all know it as an antibacterial, anti-inflammatory and cicatrizant substance: less known is the antifouling efficacy of propolis. It’s just its healing and emollient action that is useful for the beauty and integrity of the skin, especially to have a young face. That’s why propolis is used in repair creams for skins that have lost tone and consistency. Usually the name propolis is associated with bee products but is not entirely accurate because it is a resinous substance found in the bark of various trees (pine, fir, poplar, ash, oak) that bees collect and rework for build defense walls both physic and bacteriological within the beehive.

Propolis improves tonicity

Propolis mother tincture can be used to strengthen the immune system but also to improve the skin’s tonicity and make the younger face soaked in 30 drops of water every morning at breakfast, from now on to spring.

Prepare your face mask

In a non-metal bowl add 2 tablespoons of liquid honey, a spoonful of white clay, add the contents of a capsule of hesperidine (found in a pharmacy) dissolved in orange juice. Mix well to get a soft, spreadable emulsion, add a few drops of water. Stretch on face and neck avoiding eye contour and keep in position for 10-15 minutes, then rinse with lukewarm water and tone with rose water. Apply the mask twice a week for a month then continue applying it once a week.

If your face skin is not particularly sensitive and flush, alternate the capsule of esperidine with a propolis capsule with the same ingredients and modes.

The cream for a young face

In a jar of glass,

  • add a spoonful of shea butter,
  • a tablespoon of avocado oil,
  • 3 drops of essential oil of neroli,
  • 3 drops of essential sandal oil,
  • 3 drops of sweet orange essential oil,
  • 3 drops of mother dye of propolis and amalgamate well.

Massages every night this cream on the skin of the face perfectly clean and tonic insisting on the most “damaged” areas like cheeks, eye contour, neck, bow bend and wrinkles more marked like nose-labial, lip contour, the forehead. Keep the jar in the fridge for no more than 3 weeks.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

In questo periodo il tema depilazione è caldo. Una pelle meravigliosamente liscia è una delle maggiori necessità per una donna, specie in estate. Gambe, braccia e ascelle sono sempre in primo piano e anche la semplice peluria diventa un elemento fastidioso.

Occorre trovare un buon sistema di depilazione naturale per i fastidiosi peli superflui. Non sempre abbiamo sottomano un’estetista per interventi dell’ultimo minuto e il ricorso al rasoio lo si paga con l’andare del tempo, perché favorisce la crescita di peli induriti e ispidi. Sul mercato si trovano alcune apparecchiature elettriche che se ben utilizzate possono aiutarci per le depilazioni casalinghe, ma, se vengono maneggiate in maniera sbagliata, sono causa di peli incarniti o di iperpigmentazione. Esistono però dei metodi di depilazione naturale, usati da secoli in Africa e Medioriente, che tolgono i peli dalla radice con un’azione delicata e lasciano la pelle morbida e idratata.

Gli ingredienti giusti per una depilazione naturale

Le paste dolci di zucchero, miele e limone per la depilazione erano usate soprattutto negli harem, dove il tempo abbondava ed esisteva fra le donne una speciale complicità, che le portava ad aiutarsi vicendevolmente anche nei rituali di bellezza. La depilazione naturale era uno di questi momenti, e diventava una sorta di “cerimonia” da condividere con le amiche. Gli ingredienti per una depilazione sono:

  • zucchero di canna (un bicchiere),
  • mezzo bicchiere di succo di limone filtrato,
  • un cucchiaio abbondante di miele.

Procedi con la preparazione dell’impasto

Mescola con un cucchiaio di legno gli ingredienti in un pentolino antiaderente, facendoli scaldare a fuoco lento; quando si sono sciolti aggiungi il cucchiaio di miele liquido e chiaro. Quando inizia sobbollire, mescola il composto per 15 minuti finché non diventa di color caramello. Versa alcune gocce del composto in una tazzina di acqua fredda: se le gocce si sciolgono, prosegui la cottura, se si creano delle palline la pasta è stata troppo cotta e purtroppo non si può utilizzare, se si formano dei dischetti sottili, allora è perfetta. Togli dal fuoco e fai raffreddare a bagnomaria. Quando la pasta è addensata e tiepida, prelevane una noce e comincia a lavorarla con le dita inumidite di acqua fredda.

Devi impastare per qualche minuto fino a quando la pasta prende un colore miele chiaro e si stacca bene dalle dita. A quel punto comincia a stenderla sulla zona da depilare nel senso del pelo e strappa in contropelo con movimento deciso. Continua con la stessa pasta fino a quando senti che non “prende” più, allora buttala e prendi una nuova pallina di prodotto. Può essere necessario di tanto in tanto inumidire le dita con acqua fredda.

Dopo ogni “strappo” metti l’olio di calendula

Se preferisci usare le strisce di carta per la tua depilazione naturale, scalda a bagnomaria la pasta di zucchero finché non diventa abbastanza liquida (provala sul polso per non scottarti); poi, con un bastoncino di legno, fai una stesura sottile nel senso del pelo, appoggiaci sopra l a striscia, fai aderire bene e strappa in contropelo. Passa una spugna con acqua tiepida e la pelle risulterà liscia e morbida; infine applica qualche goccia di olio alla calendula, rinfrescante e calmante, soprattutto nelle zone delicate come inguine e ascelle.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

During this period the hair removal theme is hot. A wonderfully smooth skin is one of the major needs for a woman, especially in the summer. Legs, arms and armpits are always in the foreground, and even plain hair becomes an annoying element. You need to find a good natural depilation system for the annoying superfluous hair.

You do not always have an aesthetist for late last minute depilation and shaving is paid with time, because it promotes the growth of hardened and stiff hairs. There are some electrical appliances on the market that, if well used, can help us with homemade depilation, but if they are handled incorrectly, they are caused by hairy or hyperpigmentation. However, there are natural depilation methods, used for centuries in Africa and the Middle East, which remove hair from the root with gentle action and leave the skin soft and hydrated.

The right ingredients for natural hair removal

A mix of sugar, honey and lemon for hair removal were used mainly in harem, where time abounded and there was a special complicity among women, which led them to help each other also in beauty rituals. Depilation was one of these moments, and became a sort of “ceremony” to share with friends. The ingredients for a hair removal are

  • cane sugar (a glass),
  • half a glass of lemon juice,
  • a spoonful of honey.

Proceed with the preparation of the dough

Mix with a wooden spoon the ingredients in a non-stick pan, making them warm on a slow fire; when you are loose add the spoon of liquid and clear honey. When it starts to simmer, mix the mixture for 15 minutes until it becomes caramel-colored. Pour some drops of the mixture into a cup of cold water: if the drops melt, continue cooking, if you create balls the pasta has been overcooked and unfortunately can not be used, if you make thin flutes, then it is perfect . Remove from the heat and let cool in a bain-marie.

When the dough is thick and lukewarm, take a nut and begin to work with cold moisturized fingers. You have to knead for a few minutes until the pasta takes a light honey color and comes off your fingers. At that point start to stretch it on the area to be cleansed in the direction of the hair and rips in the opposite direction with firm motion. Continue with the same pasta until you feel it does not “take” more, then bounce it and take a new product ball. It may be necessary to moisten your fingers occasionally with cold water.

After each “tear” put the calendula oil

If you prefer to use paper strips for your natural hair removal, heat up the sugar paste until you get too liquid (try it on your wrist to avoid scalding); Then, with a wooden stick, make a thin sheet in the direction of the hair, lean over the stripe, stick well and tear it in the counter. Pass a sponge with lukewarm water and the skin will be smooth and soft; Apply a few drops of calendula oil, refreshing and soothing, especially in delicate areas such as groin and armpits.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

I cibi tipici della cucina mediterranea diventano preziosi elementi di cosmesi da utilizzare per avere un grande effetto antiage naturale

 

La dieta mediterranea fa bene alla salute, ma è anche il segreto di cosmesi antiage. Nel sud della Penisola le donne pugliesi da secoli usano come come trattamenti di bellezza alcuni degli alimenti che appartengono alla tradizione mediterranea. La cosmesi mediterranea è in grado di arginare i danni cutanei legati all’avanzare dell’età, e quindi costituisce davvero un efficace antiage.

Via i segni d’invecchiamento con l’olio d’oliva

L’olio d’oliva è uno dei simboli della Puglia, tuttora la maggiore regione olivicola d’Italia. Per la tua cura antiage, scegli un extravergine d’oliva spremuto a freddo, prodotto con metodi biologici a breve distanza dal raccolto per evitarne il deterioramento. Dedicati questo piccolo rituale di bellezza alla sera prima di coricarti, così rallenterai la comparsa delle rughe grazie ai carotenoidi e polifenoli di cui è ricchissimo l’olio d’oliva: mescola un cucchiaio di olio d’oliva e qualche goccia di succo di limone bio, applica l’emulsione sul viso con la punta delle dita effettuando un massaggio circolare che parte dal mento e sale verso la fronte, passando per l’angolo esterno degli occhi, che è una zona delicata e soggetta a disidratazione. Massaggia a lungo anche la fronte dove compaiono spesso le rughe d’espressione. Lascia agire per 10 minuti e poi risciacqua con acqua tiepida.

Il succo di pomodoro cura la cute infiammata

Sfrutta una combinazione di prodotti tipici del mediterraneo per prevenire “dall’interno” l’invecchiamento dell’organismo: frulla due pomodori ben maturi e aggiungi al succo due cucchiaini di olio d’oliva extravergine. Il licopene contenuto nella buccia del pomodoro e gli antiossidanti hanno un’azione antinfiammtoria. Inoltre le vitamina A e C favoriscono il rassodamento della pelle.  Bevi il tuo succo di pomodoro fresco a stomaco vuoto ogni giorno. E se hai preso molto sole, ricorda che una fetta di pomodoro sfregata sulla pelle del viso, attenua arrossamenti ed eritemi.

L’origano elimina le impurità

Per condire il tuo succo di pomodoro ma anche le tue insalate, aggiungi qualche fogliolina fresca di origano, una fragrante erba aromatica che prospera nella campagna salentine, aride e assolate, ed ha una straordinaria efficacia antibatterica e antiage. Se vuoi sfoggiare una pelle più luminosa aggiungi una sola goccia di olio d’origano all’olio d’oliva (o alla crema da notte) che applichi sul viso prima di coricarti.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The typical Mediterranean food products become precious elements of cosmetics to be used to have a great natural anti-aging effect

 

The Mediterranean diet is good for health, but it is also the secret of anti-aging cosmetics. In the south of the Peninsula, the Apulian women have been using some of the foods belonging to the Mediterranean tradition as beauty treatments for centuries. The Mediterranean cosmetique is able to stem the skin damage caused by the aging of the skin, and therefore is really an effective anti-aging.

Stop the signs of aging with olive oil

Olive oil is one of the symbols of Puglia, still the largest olive-growing region in Italy. For your antiage treatment, choose a cold squeezed olive extra-virgin, produced with organic methods at a short distance from the crop to avoid deterioration. Dedicate this little beauty ritual in the evening before bedtime, so you will slow down the appearance of the wrinkles thanks to the carotenoids and polyphenols of which olive oil is rich: mix a tablespoon of olive oil and a few drops of organic lemon juice , apply the emulsion on the face with the tip of the fingers by performing a circular massage that starts from the chin and ascends to the forehead, passing through the outside of the eye, which is a delicate and dehydrated zone. It also lasts long for the forehead, where expression wrinkles often appear. Leave for 10 minutes and rinse with lukewarm water.

Tomato juice cures the inflamed skin

Take advantage of a combination of typical Mediterranean products to prevent “aging”  of the body: stir up two ripe tomatoes and add two teaspoons of extra virgin olive oil to the juice. The lycopene contained in the tomato peel and the antioxidants have anti-inflammatory action. Vitamins A and C also help to smooth the skin. Drink your fresh tomato juice on an empty stomach every day. And if you’ve got a lot of sunbath, remember that a slice of tomato rubbed on your skin’s skin, attenuates redness and erythema.

The oregan eliminates impurities

To season your tomato juice, but also your salads, add some fresh oregano leaves, a fragrant aromatic herb that thrives in the saline, arid and sunny countryside, and has an extraordinary antibacterial and anti-aging effect. If you want to show a brighter skin, add one drop of oregano oil to olive oil (or night cream) that will apply on your face before bedtime.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Older Posts »