Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Floriterapia’ Category

Wild Oat è un Fiore di Bach che aiuta tutti coloro che sentono di non sapere qual è la loro strada nella vita, sono indecisi tra molte direzioni che sembrano tutte valide. Wild Oat ci permette di fare chiarezza e trovare la nostra strada facendoci entrare in contatto con le nostre capacità e con il nostro intuito. Scopriamo di più con la nostra esperta Angela Trevisan

Spesso quando faccio le preparazioni con i Fiori di Bach alle persone amiche che me lo chiedono, mi sento dire: “mettici qualche goccia in più dentro, così l’effetto sarà più potente e funzioneranno meglio!”.
Ed ogni volta mi trovo a ripetere che non è quello il PUNTO.
L’essenza di un fiore è frequenza. E la frequenza non ha niente a che vedere con la quantità nello stesso modo in cui la sostanza non ha niente a che vedere con la forma, anche se è vero che insieme creano Bellezza, nel senso cosmico del termine. Bellezza intesa come giusta proporzione.

Certamente che in un flacone da 100 ml non metterò solo una goccia di essenza, come in un flacone da 10 ml non ne metterò 100 gocce! Tutto ha una sua giusta forma e proporzione perché vi sia armonia e mi vengono in mente i frattali in natura, veri concentrati di equilibrio e grazia.

Wild oatOggi, partendo dunque dal principio dell’essenza del Fiore come vibrazione pura, trasparente, sonora e non sonora, visibile e invisibile, profumata e inodore eccetera eccetera eccetera ed eccetera…………, dedico a tutti la vibrazione di Wild Oat, l’avena selvatica. Pronuncialo quando senti che è il momento e vedi cosa succede.

Questo articolo porta in sé la sua frequenza la quale si muoverà con la sua innata saggezza per andarsi a sintonizzare laddove ci sarà lo spazio aperto ad accoglierla. Andrà ad accordarsi ad altri suoni, seguendo la naturale spinta del suo cuore. Il verbo “accordare” ha la radice del termine latino Cor, cordis che significa proprio CUORE.

La forza e l’incisività della frequenza di un fiore, inteso come essenza, è racchiusa nel suo “essere sottile”, nella sua capacità di “passare sotto l’ordito”. Non ha bisogno di gridare, né di pesare, né di brillare, né di durare. Semplicemente è.
Oggi, per restare sul tema della vibrazione, ci tengo a trasmettere  le parole di Bach che descrivono questo rimedio non solo nella traduzione italiana, ma anche e soprattutto nella sua propria lingua madre:

  • “Those who have ambitions to do something of prominence in life, who wish to have much experience, and to enjoy all that which is possible for them, to take life to the full. Their difficulty is to determine what occupation to follow; as although their ambitions are strong, they have no calling which appeals to them above all others. This may cause delay and dissatisfaction.”
  • “Coloro che hanno l’ambizione di fare qualcosa di significativo nella vita, che desiderano fare molte esperienze e gioire di tutto ciò che è possibile, di vivere pienamente la vita. La loro difficoltà sta nel determinare quale occupazione seguire poiché sebbene abbiano grandi ambizioni, non hanno alcuna particolare vocazione che li attragga più di tutte le altre. Questo può causare indugio e insoddisfazione”.

Notavo che il termine “ambizione” mi suonava male, come se racchiudesse in sé una connotazione negativa (che sicuramente è stata aggiunta nel tempo), e mi sembrava strano che un uomo spirituale come Bach la utilizzasse serenamente. Ma, dopo aver fatto una ricerca sull’etimologia di questa parola, ho scoperto che la sua radice viene dal latino ambitio, composto da “ambi” inteso come “tutte le direzioni” e “itum” participio passato del verbo “eo” che vuol dire andare. Dunque non poteva usare parola più appropriata: andare in tutte le direzioni. Senza connotazioni e giudizi.

wild oat direzione vita bach

Ed ecco Wild Oat, rimedio universale chepotrebbe essere necessario a chiunque”, dice lo stesso Bach.

 

La bussola tra i fiori, con l’ago che oscilla soavemente, come soavemente oscillano i suoi fiori sulla pianta di avena, che, a causa del loro stesso peso, vengono mossi con facilità da una brezza leggera che li spinge un po’ dappertutto e in tutte le direzioni. Intorno a Wild Oat si aprono infiniti cammini e nessuno è più illuminato degli altri. Quale seguire dunque? Tutti e nessuno. Questo è il PUNTO, per ritornare all’inizio, alle prime righe che ho scritto.

  • “Ad un livello psicologico convenzionale potremmo dire che Wild Oat aiuta ad incontrare la vocazione, il senso della nostra vita presente, la connessione con il nostro Sè Superiore che ci guida lungo il nostro cammino della vita. 
  • “Wild Oat è il finale del ciclo della personalità. E’ lo stato a cui tutti vogliamo arrivare e mantenendo chiara la nostra vocazione, dice Bach, saremo felici e staremo a distanza dalla malattia, conservando la nostra connessione con l’Io Superiore.”

Utilizzo volentieri questi due ultimi paragrafi tra virgolette che sono tratti dal libro Las Flores de Bach + espiritualizadas” di uno dei miei grandi insegnanti in materia di Fiori di Bach, Jordi Cañellas e di cui ho avuto anche l’onore di visitare il suo Giardino delle Essenze a Igualada, poco a nord di Barcellona.

“E non ho altro da dire su questa faccenda.”(da Forrest Gump)

Mille fiori a te!

AUTORE

Angela Trevisan

Ha studiato i Fiori di Bach con il Dott. Riccardo Orozco presso l’Institut Anthemon a Barcellona, con Jordi Canellas a Igualada e la Dott.ssa Loredana Leonforte in Italia. La sua passione per il benessere olistico l’ha portata ad approfondire anche l’Eudinamica, il Chi Gung, i Cinque Tibetani e la costruzione del tamburo sciamanico con Rachana Anna Leone . Nella sua attività sfrutta anche la Medicina Vibrazionale, la Radionica e la Radiestesia apprese grazie al Dott. Demetrio Iero. Angela ha inoltre fatto numerose e varie esperienze nei campi di Chinesiologia, Yoga, Sciamanesimo ed altre ancora in campo umanistico/spirituale frequentando ritiri di meditazione e condivisione di maestri risvegliati.

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Wild Oat is a Bach Flower that helps all those who feel they do not know what is their vocation in life, and are lost between many directions that seem all valid. Wild Oat allows us to clarify and find our way by getting in touch with our abilities and our intuition. Let’s find out more with our expert Angela Trevisan

Often when I make preparations with Bach Flowers to the people who ask me, I can hear them say, “Put some more drops in, so the effect will be more powerful and will work better!”
And every time I’m going to repeat that it’s NOT the POINT.
The essence of a flower is frequency. And frequency has nothing to do with quantity in the same way that the substance has nothing to do with form, although it is true that together they create Beauty in the cosmic sense of the term. Beauty meant as the right proportion.

Of course, in a 100 ml bottle I will not only drop only one drop of essence, as in a 10 ml bottle I will not put 100 drops! Everything has its own right shape and proportion in order to be in harmony with the fractals in nature, true balance of beauty and grace.

Today, starting with the essence of the Flower as a pure, transparent, sonorous and non – sounding, visible and invisible, fragrant and odorless vibration, etc etc and so on ………… I dedicate to everyone the vibration of Wild Oat. Pronounce it when you hear it’s the time and see what’s happening.

 

This article carries on its own frequency which will move with its innate wisdom to get tuned where there is open space to welcome it. It will agree to other sounds, following the natural thrust of its heart. The verb “accord” has the root of the Latin term Cor, cordis which means HEART.

The strength and incisiveness of the frequency of a flower, understood as essence, is enclosed in its “being subtle” in its ability to “go under the warp”. It does not need to shout, neither weigh, nor shine, nor endure. It just is.
Today, to remain on the subject of vibration, I want to convey Bach’s words that describe this remedy not only in Italian translation, but also and above all in its own mother tongue:

  • “Those who have ambitions to do something of prominence in life, who want to have much experience, and to enjoy all that is possible for them, to take life to the full. Their difficulty is to determine what occupation to follow; as though their ambitions are strong, they have no calling which appeals to them above all others. This may cause delay and dissatisfaction. “

I noticed that the term “ambition” sounded badly, as if it contained a negative connotation (which surely was added over time), and it seemed odd to me that a spiritual man like Bach used it serenely. But after researching the etymology of this word, I found that its root comes from the Latin ambitious, composed of “ambi” understood as “all directions” and “itum” past participle of the verb “eo” that wants to say go. So he could not use a most appropriate word: go in all directions. Without connotations and judgments.

And here’s Wild Oat, universal remedy that “may be needed to anyone”, says Bach himself.

  • The compass between the flowers, with the fluffy needle, as they smoothly swing their flowers on the oat plant, which, because of their own weight, are easily moved by a light breeze that pushes them a little everywhere and in all directions. Around Wild Oat open endless paths and nobody is more enlightened than others. What to follow then? All and none. This is the POINT, to return to the beginning, to the first lines I wrote.

 

  • “At a conventional psychological level, we could say that Wild Oat helps to meet the vocation, the meaning of our present life, the connection with our superior self that guides us along our path of life.”

 

  • “Wild Oat is the end of the personality cycle. It is the state we all want to reach and keep our vocation clear, says Bach, we will be happy and we will be away from the disease, maintaining our connection with the higher ego. “

I am happy to use these two last paragraphs in quotation marks that are drawn from the book “Las Flores de Bach + espiritualizadas” by one of my great Bach Flower Teachers, Jordi Cañellas, of whom I also had the honor of visiting her Garden of Essences in Igualada, just north of Barcelona.

  • “And I have nothing else to say about this.” (By Forrest Gump)

Thousands of flowers to you!

AUTHOR

Angela Trevisan

She studied Bach Flowers with Dr. Riccardo Orozco at the Instituto Anthemon in Barcelona, with Jordi Canellas in Igualada and Dr. Loredana Leonforte in Italy. Her passion for holistic well-being has led her to deepen Eudinamica, Chi Gung, the Five Tibetans and the construction of the shamanic drum with Rachana Anna Leone. She also uses Vibratory Medicine, Radionics and Radiesthesia in her activity thanks to Dr. Demetrio Iero. Angela also has numerous and varied experiences in the fields of Chinesiology, Yoga, Shamanism, and others in the humanistic / spiritual field, attending meditation retreats and sharing of resurrected masters.

SOURCE: Dionidream

 

Annunci

Read Full Post »

Se il solo pensiero del ritorno alla quotidianità ti fa cadere in uno stato di depressione, prendi Gorse, il fiore di Bach dell’ottimismo e della fiducia.

 

Può capitare che, al rientro o nei giorni precedenti si cada nello stato di tristezza di fine ferie, se non di depressione vera e propria. Mentre in estate, al mare o in montagna, stare all’aria aperta, trascorrere molte ore alla luce del sole e nel completo relax può farci tornare la gioia di vivere, il rientro può essere faticoso farci andare l’umore sotto i tacchi. Cosa fare? Uno dei fiori di Bach più adatti contro la tristezza di fine ferie è Gorse, rimedio ricavato dalle corolle del ginestrone selvatico.

Gorse, il rimedio della forza energetica

Con i suoi boccioli di un bel giallo squillante, dal delizioso profumo di cocco e vaniglia, questa robusta pianta sempreverde sembra inondare il paesaggio di luce e di allegria: Gorse è un rimedio di Bach di particolare forza energetica, indicato per trasmettere ottimismo, speranza e fiducia nella vita a chiunque attraversi momenti di tristezza, sconforto e abbattimento. L’essenza è utile alle persone che hanno vissuto eventi difficili e dolorosi, dispiaceri, problemi familiari, lavorativi o di salute e si sentono prive di risorse per cambiare le cose, in preda alla rassegnazione e senza più la forza di combattere. Ma naturalmente, è indicato anche per problemi più affrontabili come la tristezza di fine ferie.

Gorse scaccia la tristezza di fine ferie

Un simile stato d’animo può essere accompagnato da sintomi fisici come diminuzione dell’energia fisica e dell’appetito, debilitazione, astenia, “peso” e dolore alle spalle e alla schiena, digestione lenta e disturbi intestinali, e una certa facilità alle infezioni respiratorie, spesso associate a un “calo” del sistema immunitario. L’azione rasserenante di Gorse aiuta a stimolare la reattività dell’intero organismo e risveglia ottimismo, fiducia, voglia di lottare e di tornare a sorridere. La tristezza di fine estate finirà…

Usalo così

Diluisci 4 gocce di Gorse in una boccetta con contagocce da 30 ml, riempita con acqua minerale naturale e 2 cucchiaini di brandy. Assumi 4 gocce 4 volte al giorno per almeno 3 settimane. Se il corpo è appesantito da mesi di sedentarietà e i muscoli appaiono poco tonici, prepara una crema rassodante a base di Gorse, da massaggiare sul corpo mattina e sera per tutto il mese. Versa 10 gocce di essenza in 30 ml di crema base e spalma sulle zone interessate.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

If the only thought of returning to everyday life makes you fall into a state of depression, take Gorse, Bach’s flower of optimism and confidence.

 

It may happen that, when you come back home or in the past few days, you fall into the state of sadness of ending holidays, if not of actual depression. While in the summer, in the sea or in the mountains, being in the open air, spending many hours in the sunshine and in complete relaxation can make you return the joy of living, the coming back home can be tiring makes you feel down. What to do then? One of Bach’s best-suited flowers against the end of sadness is Gorse, a remedy made by the wild gonestones corolla.

Gorse, the remedy of energy

With its bright yellow buds, the delicious scent of coconut and vanilla, this rugged evergreen plant seems to flood the landscape of light and glee: Gorse is a Bach remedy of particular energy strength, designed to deliver

  • optimism,
  • hope

and in the life of anyone who passes through moments of sadness, despair and killing. This essence is useful to people who have experienced difficult and painful events, sorrows, family sadness, work problems, or health problems and feel resource-free to change things, resigning and without the strength to fight. But of course, it is also indicated for more troublesome issues such as deep sadness.

Gorse pulls away the sadness of late breaks

Such a state of mind can be accompanied by symptoms such as decreased energy and appetite, debilitation, asthenia, weight problems and shoulder and back pain, slow digestion and intestinal disorders, and some ease in infections respiratory, often associated with a “decline” in the immune system.

Gorse’s reassuring action helps to stimulate the whole body’s responsiveness and awakens optimism, confidence, and struggle and brings you to smile again. The late summer sadness will end …

Use it like this

Dilute 4 drops of Gorse in a flask with 30 ml dropper filled with natural mineral water and 2 teaspoons of brandy. Take 4 drops 4 times a day for at least 3 weeks. If the body is heavily weighted for months of sitting and the muscles appear a little tonic, it prepares a firming cream based on Gorse, to be massaged on the body morning and evening throughout the month. Pour 10 drops of essence into 30 ml of base cream and spread over the affected areas.

 

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

18853La clematide, nota alla tradizione come diuretico e lassativo, va assunta con estrema attenzione per la sua tossicità: come rimedio floreale è del tutto sicuro, stimola la concentrazione e la concretezza.

 

La Clematide, Clematis vitalba, o Vitalba, è un arbusto rampicante appartenente alla famiglia delle Ranunculaceae. Originaria dell’area europea e caucasica, la Clematide è presente anche in Italia, principalmente nelle zone boschive.

È una pianta perenne con fusto legnoso e liane che raggiunge notevoli altezze, ha foglie lanceolate e caratteristici acheni piumosi come frutti. I fiori, dal delicato profumo simile al gelsomino, sono bianchi e riuniti in grappolo, da cui il nome Vitalba, dal Latino vitis alba, ovvero Vite bianca. Il nome Clematis proviene invece dal Greco klematos, ovvero flessibile, in riferimento al portamento rampicante della pianta.

Tradizionalmente, le foglie fresche di Clematis erano utilizzate per realizzare cataplasmi contro artriti, sciatiche e gotta che provocavano però vesciche e ulcere dolorose. Dalle foglie macerate, invece, si estraeva un olio per curare la scabbia. Oggi il suo uso terapeutico è limitato per la presenza di alcaloidi e saponine che si accumulano nelle parti mature della pianta, rendendola tossica. È compresa tra i fiori di Bach con il nome di Clematis ed è un rimedio particolarmente indicato per chi sogna ad occhi aperti e tende a fuggire dalla realtà.

 

Principi attivi

I costituenti principali della Clematide sono alcaloidi, saponine, specie protoanemonina, anemonina, materie resinose, pectine, fitosterolo.

 

Proprietà della clematide

La Clematide è una pianta dall’azione diuretica, purgativa, antinevralgica e rubefacente, utile per prevenire e curare

  • stipsi dolorose,
  • reumatismi e
  • gotta,

facendo sempre attenzione alle dosi e sotto prescrizione medica.

 

Formulazioni e uso

La clematide viene usata raramente per scopi terapeutici, proprio perché può essere irritante e caustica. Naturalmente la formulazione dei fiori di Bach non è in nessun modo pericolosa. Si chiama Clematis ed è l’ideale per le persone sognatrici, sbadate e poco pratiche, che tendono a sfuggire alla vita di tutti i giorni per perdersi nei propri pensieri e nei progetti futuri.

In questi casi Clematis, caratterizzata dai rami rampicanti ma dalle profonde e possenti radici, aiuta la concentrazione e il coinvolgimento attivo nel presente, per rendere capace la persona di realizzare i propri sogni. Per preparare il rimedio, versa 4 gocce di Clematis in una boccetta con contagocce da 30 ml. Aggiungi 2 cucchiaini di brandy, riempi con acqua minerale naturale e assumi il composto nel dosaggio di 4 gocce 4 volte al giorno, non vicino ai pasti

 

Controindicazioni

La clematide si assume solo sotto prescrizione e controllo medico. La protoanemonina e gli altri alcaloidi contenuti nella Clematide rendono la pianta velenosa. Se usata internamente, oltre le dosi consentite, può essere mortale mentre per uso esterno e sulla pelle causa irritazioni, ulcere, pustole e vesciche.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Clematis, known to be traditionally  a  good diuretic and laxative, should be taken with extreme care because of its toxicity: as flower remedy is completely safe, it stimulates concentration and concreteness.

The Clematis, Clematis vitalba, or Vitalba, is a climbing shrub belonging to the Ranunculaceae family. Of the original European and Caucasian, clematis is also present in Italy, mainly in wooded areas. It is a perennial plant with woody stems and vines that reach considerable heights, has lance-shaped leaves and characteristic feathery achenes as fruits.

The flowers, the delicate scent similar to jasmine, are white, and gathered in clusters, hence the name Vitalba, from the Latin vitis alba, or white screw. Clematis The name comes from the Greek klematos instead, or flexible, in reference to the climbing plant habit. Traditionally, the fresh leaves of Clematis were used to make poultices against arthritis, sciatica and gout, however, that caused blisters and painful ulcers. From macerated leaves, however, it was extracted an oil to treat scabies. Today its therapeutic use is limited by the presence of alkaloids and saponins that accumulate in mature parts of the plant, making it toxic. It is between the Bach flowers as Clematis and it is a particularly suitable remedy for those who dream with open eyes and tends to escape from reality.

Active principles

The main constituents of Clematis are alkaloids, saponins, especially protoanemonina, anemonina, resinous materials, pectin, phytosterol.

Clematis properties

The Clematis is a plant with diuretic , purgative, and antineuralgic rubefacente action useful to prevent and treat

  • constipation pain,
  • rheumatism and
  • gout,

always paying attention to the doses and under medical prescription.

Formulations and use

The clematis is seldom used for therapeutic purposes, precisely because it can be irritating and caustic. Of course the formulation of Bach Flowers is in no way dangerous. Clematis is ideal for dreamy people, careless and impractical, which tend to escape the life of every day to let your dreams and future projects.

Clematis in these cases, characterized by climbing branches but by the deep and powerful roots, helps concentration and active involvement in this, to make the person able to realize their dreams. To prepare the remedy, pour 4 drops of Clematis in a flask with 30 ml dropper. Add 2 teaspoons of brandy, filled with natural mineral water, and hire the compound in the dosage of 4 drops 4 times a day, not close to mealtime

Contraindications

Clematis should be assumed only under prescription and medical supervision. The protoanemonina and other alkaloids contained in Clematis make the plant poisonous. If used internally, over the permitted doses, it can be fatal while for external use on the skin and cause irritation, ulcers, boils and blisters.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

combattere-linsicurezzaQuando la vita mette alla prova, l’autostima può vacillare; non serve indossare corazze e fingere di essere superdonne, ma sapere che esiste qualcosa capace di ridarci lo slancio che serve.

 

L’esistenza di chiunque è scandita da tappe, momenti di passaggio, accadimenti che segnano dentro, a volte in modo indelebile.

Questo è particolarmente vero per le donne, che vivono esperienze emotivamente intense anche attraverso le trasformazioni del loro corpo nei vari momenti della vita.

Si tratta di tappe o situazioni non sempre facili da gestire: a volte ci si sente proprio “messe alla prova”. Per comprenderlo basta pensare al senso di smarrimento e di inadeguatezza che ogni ragazzina prova quando entra in adolescenza o alla sensazione di incertezza di una donna che deve affrontare il primo parto o i segnali dell’arrivo della menopausa.

senza-titolo-1 Le formule specifiche di fiori di Bach per evocare le proprie innate risorse: Armonia Femminile (sbalzi di umore,gravidanza,menopausa) – Autostima e Fiducia

 

Tanti momenti diversi, tante piccoli e grandi disagi

 

Ma anche la vita al di fuori di noi puntualmente ci mette in difficoltà:

  • la relazione con il partner,
  • l’ingresso nel mondo del lavoro,
  • l’organizzazione della vita familiare sono tutte situazioni stressanti,

anche quando le si vive col massimo della serenità possibile. Proprio così: per quanto a volte non lo ammettiamo nemmeno a noi stesse, alcune esperienze sono ardue da vivere in sé , ci si sente impreparate, inadeguate.

E la nostra autostima ne risente fortemente. Che altro ci resta da fare se non accettare il fatto che le asperità non sono tutte eliminabili dal cammino della vita, come non esiste una strada senza curve…

 

I Fiori di Bach, gli angeli custodi delle prove di vita

 

Se questo è vero, non c’è proprio niente da mettere in campo? Cominciamo con l’aiutarci ascoltando i saggi che ci dicono che le donne, per loro natura, hanno dentro di sé tutte le risorse per andare oltre queste difficoltà, queste prove “iniziatiche” che rafforzano.

Possiamo però fare qualcosa di più: affidarci alla natura. I Fiori di Bach sono lo strumento d’elezione quando stiamo vivendo situazioni a forte impatto emotivo o quando la nostra autostima vacilla nei momenti di passaggio più delicati della nostra esistenza.

Per aumentare il raggio della loro azione, è possibile anche sfruttare le combinazioni di questi rimedi floreali, come per esempio Resource Confidence che agisce sull’ autostima e la fiducia, evocando le nostre risorse interiori grazie alla presenza fra gli altri dei fiori

  • Gentian,
  • Larch,
  • Centaury.

La combinazione Resource Harmony, invece con

  • Scleranthus,
  • Cherry Plum e
  • Impatiens,

interviene sull’accettazione di sé, sull’ equilibrio dei ritmi femminili e sulla pazienza permettendo di vivere appieno la propria femminilità.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

When life tests, self-esteem can vacillate ; you do not need to wear armor and pretend to be a superwomen, but knowing that there is something that can give you the momentum you need.

The existence of any person is punctuated by stages, passage of time, events that mark inside, sometimes in indelible way.

This is especially true for women, who live emotionally intense experiences through the transformations of their body at different times of life. These are stages or situations not always easy to manage: sometimes it just feels “put to the test”. It’s enough to think of the sense of loss and inadequacy that each  girl goes trough when  she enters in adolescence or to the feeling of uncertainty of a woman facing the first birth or the arrival of menopause signals.

senza-titolo-1

The specific equations Bach flower to summon their innate resources: Female Harmony (mood swings, pregnancy, menopause) – Self-Esteem and Confidence

 

Many different times, many small and big inconvenience

But also life outside of us punctually puts us in difficulty:

  • the relationship with the partner,
  • the entry into the world of work,
  • the organization of family life are all stressful situations,

even when you live with the greatest serenity possible.

That’s right: as sometimes you  do not admit it even to ourselves, some experiences are difficult to live in itself, you feel unprepared, inadequate. And your self-esteem suffers greatly.

What else is there to do but accept the fact that all the bumps are not eliminated from the path of life, as there is a road without curves …

The Bach Flowers, the guardian angels of the living evidence

If this is true, is there nothing to be deployed? Let’s start with the help listening to the wise men who tell us that women, by their nature, have within them all the resources to go beyond these difficulties, these “initiation” tests that reinforce.

But we can do more: to rely on nature. The Bach Flowers are the best instrument when we are living situations with a high emotional impact or when our self-esteem falters at times of the most delicate stage of our existence.

To increase the radius of their action, you can also take advantage of the combinations of these flower remedies, such as Resource Confidence acting on the self-esteem and confidence, evoking our inner resources thanks to the presence among others of

  • Gentian flowers,
  • Larch,
  • centaury.

The Resource Harmony combination instead with

  • Scleranthus,
  • Cherry Plum,
  • Impatiens,

intervenes on the acceptance of self, on ‘balance of women’s rhythms and patiently allowing to fully enjoy their femininity.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

uid_153a2e5e83d.650.340Star of Bethlehem è un fiore di Bach efficace contro il dolore di un abbandono ma anche quello fisico di una ferita, che aiuta le naturali capacità di auto riparazione

 

Si aprono al sole per poche ore al mattino, ma se il cielo è coperto restano ben chiusi.

I fiori dell’ornitogallo spiccano luminosi in mezzo all’erba scura, trasmettendo una sensazione di perfetta armonia. Con queste bianche corolle a sei petali si prepara l’essenza floreale di Star of Bethlehem, un fiore di Bach che dona lucidità mentale e capacità reattiva a chi è turbato da traumi improvvisi, eventi dolorosi o brutte notizie.

Può trattarsi di

  • un incidente,
  • uno choc,
  • un abbandono traumatico,
  • un lutto,
  • un licenziamento,

o qualunque altra situazione di forte impatto emotivo che ha provocato sofferenza, angoscia e prostrazione.

Un fiore di Bach che aiuta a “rialzarsi”

A livello fisico, il rimedio aiuta a riprendersi più velocemente da qualunque tipo di trauma fisico, come

  • contusioni,
  • distorsioni,
  • cadute o
  • botte dolorose;

è inoltre coadiuvante dei trattamenti specifici in caso di

  • fratture,
  • ferite,
  • lesioni conseguenti a incidenti e infortuni sportivi o lavorativi.

Star of Bethlehem è utile anche dopo

  • un’estrazione dentaria o
  • un intervento chirurgico,

per attenuarne gli effetti traumatici e facilitare la ripresa dopo l’anestesia. E a fine marzo, quando le giornate più tiepide invitano allo sport e al movimento fisico dopo mesi di inattività, il rimedio può rivelarsi un prezioso alleato per alleviare il dolore da sforzo di muscoli e articolazioni “arrugginiti”.

Utilizza così Star of Betlhelem

Versa 4 gocce di Star of Bethlehem in una boccetta con contagocce da 30 ml, aggiungi 2 cucchiaini di brandy e riempi con acqua minerale naturale. Assumi 4 gocce del composto 4 volte al giorno, non vicino ai pasti.

Per un “pronto intervento” di emergenza dopo una brutta notizia o una situazione difficile e impegnativa, strofina tempestivamente 2 gocce di essenza pura sulla zona del cuore.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Star of Bethlehem is a flower of Bach effective against the pain of abandonment, but also the physique of a wound, which helps the natural capacity for self repair

Open to the sun for a few hours in the morning, but if the sky is overcast remain tightly closed. The bright flowers stand out in the middle of dark grass, transmitting a feeling of perfect harmony.

With these white corolla with six petals prepares the flower essence of Star of Bethlehem, a flower of Bach that gives mental lucidity and reactive skills to those who are troubled by sudden trauma, painful events or bad news.

It may be an accident, a shock, a traumatic abandonment, bereavement, redundancy, or any other situation of great emotional impact that has caused suffering, distress and prostration.

A flower of Bach which helps to “get up”

On the physical level, the remedy helps to recover faster from any kind of physical trauma, such as bruises, sprains, falls or painful blows; it is also an adjunct of specific treatment in case of fractures, wounds, injuries resulting from accidents and sports injuries or working.

Star of Bethlehem is also useful after a dental extraction or surgery, to mitigate the traumatic effects and aid recovery after anesthesia.

And in late March, when the most warm days invite to sports and physical movement after months of inactivity, the remedy may prove a valuable ally to relieve pain from muscle and joint effort “rusty.”

Uses so Star of Betlhelem

Pour 4 drops of Star of Bethlehem in a flask with 30 ml dropper, add 2 teaspoons of brandy and filled with natural mineral water. Take 4 drops of the compound 4 times a day, not close to mealtime.

For an “emergency” after bad news or difficult and challenging situation, promptly rubs 2 drops of pure essence on the heart area.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

rodiola-stress-lavoro-1024x768Si chiama Lotus, ed è un fiore californiano utilissimo quando il sovraccarico di impegni intacca le riserve di energia vitale: ecco come usarlo

 

Fra le varie corolle, il fior di loto è uno degli spettacoli più belli della natura. Le sue radici affondano nel fondo fangoso di stagni, laghi e paludi, ma il lungo stelo si fa strada nell’acqua risalendo fino alla superficie, dove i boccioli si schiudono lentamente al sole, un petalo alla volta, in una meravigliosa fioritura rosata.

Con questi fiori si prepara Lotus, un rimedio californiano dalle preziose proprietà riarmonizzanti sull’intero organismo. Questo fiore agisce su tutti gli stati di grande emotività, accumulo di tensione, ansia e di confusione interiore, spesso somatizzati nel corpo sotto forma di dolori, accumulo di tossine o senso di malessere generale.

Questa essenza

  • favorisce un processo di depurazione fisica e psichica;
  • aiuta a liberare la mente da pensieri negativi o preoccupanti ed emozioni angosciose,
  • migliora la concentrazione,
  • la lucidità mentale e
  • la capacità di focalizzare l’attenzione su un obiettivo.

 

Lotus, il fiore della rigenerazione

Lotus promuove inoltre la disintossicazione dalle tossine accumulate dall’organismo per effetto

  • dell’inquinamento,
  • dell’assunzione di farmaci chimici o
  • della cattiva alimentazione,

facilitando così la purificazione generale.

In molti casi può anche accelerare il recupero da malattie e disturbi fisici, e per questo motivo Lotus si rivela utile in questo mese di febbraio, per riprendersi da influenze e disturbi respiratori da freddo.

Il rimedio viene considerato un ottimo alleato nel trattamento di qualunque disturbo psicosomatico, favorendo una dolce liberazione dalle emozioni che ci rendono

  • tristi,
  • oppressi,
  • tesi,
  • nervosi o
  • stressati.

 

Come usare il fiore californiano Lotus

Quando ci sentiamo sovraccarichi e oppressi da un accumulo di impegni familiari o professionali, regaliamoci un bel massaggio a base di Lotus per ritrovare serenità e pace interiore.

Versa 7 gocce di essenza in una tazzina di crema base, emulsiona con cura e spalma sul corpo con un delicato massaggio circolare.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

It is called Lotus, and is a very useful Californian flower when overload of commitments affect the reserves of life energy here is how to use it.

Among the various blooms, the lotus flower is one of the most beautiful spectacles of nature. Its roots lie in the muddy bottom of ponds, lakes and swamps, but the long stem makes its way into the water going up to the surface, where the buds will slowly open up to the sun, one petal at a time, in a beautiful pink flowering.

With these flowers prepare Lotus, a California remedy from precious harmonizing properties on the entire organism. This flower works across all been very emotional, build up of tension, anxiety and inner confusion, often somatized in the body in the form of pain, accumulation of toxins or general malaise.

This essence promotes a physical and mental purification process; It helps to free the mind of negative thoughts or disturbing and distressing emotions, improves concentration, mental clarity and ability to focus on a goal.

Lotus, the flower of regeneration

Lotus also promotes detoxification of toxins accumulated by the body from pollution effects, the intake of chemical drugs or poor diet, thus facilitating the overall purification.

In many cases it can also speed up recovery from diseases and physical disorders, and for this reason Lotus is useful in this month of February, to recover from influences and cold respiratory ailments.

The remedy is considered a good ally in the treatment of any psychosomatic disorder, favoring a sweet release from the emotions that make us sad, oppressed, tense, nervous or stressed.

How to use the Californian flower Lotus

When we feel overloaded and burdened by an accumulation of family or professional commitments’s present with a nice massage with Lotus to regain serenity and inner peace.

Poor 7 drops of essence in a basic cream cup, emulsifies with care and rubb on the body with a gentle circular massage.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

depressione4C’è un rimedio californiano chiamato Yarrow che ti aiuta ad alzare una barriera insuperabile verso chi, a casa o in ufficio ti spinge a mangiare in continuazione.

 

Fateci caso: capita spesso che amici, parenti o colleghi di lavoro insistano per farci mangiare più del necessario, sottovalutando o ridicolizzando le nostre intenzioni di dimagrire.

Ci vuole una grande forza d’animo per mantenersi decisi a non cedere! Un ottimo aiuto per proteggersi dalle influenze esterne è offerto da Yarrow, un fiore californiano dalle proprietà rinforzanti rispetto alle ingerenze, alle intromissioni o all’invadenza degli altri nella propria vita.

Il rimedio si rivela utilissimo, in particolare, a tante persone ipersensibili alle atmosfere ambientali e ai condizionamenti altrui e che, se sollecitate a mangiare, non hanno la forza e l’energia interiore sufficienti per decidere di testa propria, finendo per assumere più cibo e calorie del previsto.

Un rimedio che regala determinazione

Un trattamento a base di Yarrow è inoltre indicato prima o durante una dieta, per rimanere determinati nella decisione di nutrirsi con più equilibrio. Per la sua capacità di agire come una sorta di “scudo” protettivo del campo energetico umano, Yarrow si dimostra un ottimo coadiuvante anche in presenza di intolleranze alimentari; in caso di ipersensibilità a cibi o allergeni può contribuire a diminuire la reattività dell’organismo, rafforzandone le naturali difese.

Chi si sente spesso stanco e “svuotato” quando si trova in mezzo alla gente e tende a mangiare troppo per ricaricarsi di energia, può assumere Yarrow non solo per schermarsi ma anche come fortificante generale. Molte persone utilizzano inoltre il rimedio per creare un “campo” di protezione energetica contro le radiazioni di computer e telefoni cellulari.

Quando questo fiore è particolarmente utile

– Per proteggersi dall’ingerenza degli altri, anche e soprattutto a tavola.

– Prima e durante una dieta, per mantenere la determinazione ad arrivare fino in fondo.

– Per chi viene influenzato su cosa e quanto mangiare.

– In caso di intolleranze alimentari.

– Come coadiuvante se sei spesso vittima di attacchi di fame fuori pasto.

Se queste sono le tue frasi tipiche, ti serve proprio Yarrow!

– Vorrei mangiare meno, ma loro insistono tanto!

– Come faccio a dire di no se in casa mi riempiono il piatto?

– In mezzo alla gente mi sento stanco e svuotato, e mi tiro su col cibo.

– Non posso andare al ristorante o in pizzeria e rifiutare sempre tutto…

– Vorrei cambiare il mio modo di mangiare ma non ci riesco proprio!

 

Se invece devi dimagrire ma ti abbuffi, ti serve Mustard

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

There is a remedy called Yarrow California that helps to raise an insurmountable barrier to those who, at home or in the office makes you eat all the time.
Think about it: often  friends, relatives or co-workers insist to make us eat more than necessary, downplaying or ridiculing our intentions to lose weight.

It needs great resolution to remain determined and not to give up! A great help to protect against external influences is offered by Yarrow, a Californian flower with reinforcing properties to protect against the interference, the intrusion or intrusiveness of others in one’s life.

The remedy is very useful, in particular, to the many people who are hypersensitive to the ambient atmosphere and the conditioning of others and that, if urged to eat, do not have the inner strength and  sufficient energy to decide for himself, to eat more food and calories than expected.

A remedy that gives determination

A treatment based on Yarrow is also indicated before or during a diet, to stay determined in the decision to feed themselves with more balanced food.

For its ability to act as a sort of “shield” for the human energy field, Yarrow is proving an excellent coadjuvant in the presence of food intolerance; if you are hypersensitive to foods or allergens it can help to decrease the reactivity of the organism, strengthening its natural defenses.

Who often feels tired and “empty” when he is in the midst of people and tend to overeat to recharge energy, can take Yarrow not only to shield but also as a general fortifying.

Many people also use the remedy to create a “field” of power protection against radiation from computers and mobile phones.

When this flower is particularly useful

  • To protect yourself from the interference of others, not least during meals.
  • Before and during a diet, to maintain the determination to go through with it.
  • Coming influence on what and how much to eat.
  • In the case of food intolerances.
  • As an aid if you are often the victim of hunger pangs between meals.

If these are your typical phrases, you just need  Yarrow!

  • I would eat less, but my entourage insist so much!
  •  How do I say no if at home I fill the pot?
  • In the midst of people I feel tired and drained, and I pull up with food.
  • I can not go to the restaurant or pizzeria and always reject everything …
  • I want to change the way I eat but I just can not!

If you lose weight but you binge, you need Mustard

SOURCE: Riza 

Read Full Post »

Older Posts »