Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘oli essenziali’ Category

15157617-ylang-ylang-flower-on-tree-for-the-manufacture-of-essential-oil-stock-photoL’olio essenziale di ylang ylang ha proprietà rilassanti e allo stesso tempo tonificanti: infonde energia e tranquillità senza eccitare il sistema nervoso.

Se di notte dormi male e al mattino ti svegli in preda alla stanchezza, l’ylang ylang fa per te. L’olio essenziale distillato dai fiori di ylang ylang , una pianta originaria del Madagascar e diffusa in tutto l’emisfero australe, ha proprietà sia tonificanti sia sedative, ed è indicato in tutti i casi di calo energetico. L’olio essenziale di Ylang Ylang agisce aumentando la vitalità ma senza stimolare troppo il sistema nervoso.  Del resto, i suoi benefici sono noti fin dall’antichità, tanto da venir utilizzato nelle culture tradizionali sia come antidepressivo che come afrodisiaco.

Ylang Ylang ti calma e lascia di buonumore

L’olio essenziale di ylang ylang ha un aroma sensuale, caldo e avvolgente, e spesso viene aggiunto alle creme e agli oli utilizzati per i trattamenti rilassanti. La sensazione che lascia è di calma senza torpore, di benessere e buonumore. Questa pianta combatte l’insonnia e stimola la circolazione, attivando le capacità intrinseche dell’organismo di rigenerarsi.

Fai un bagno o un massaggio serale con l’essenza di ylang ylang

Ci sono diversi modi per sfruttare tutte le risorse di questa pianta. Puoi preparare un bagno, versando 8-10 gocce di olio essenziale nell’acqua in cui rimanere immerso 15 minuti, preferibilmente la sera. Puoi anche versare qualche goccia di essenza in olio di mandorle o jojoba e utilizzare la miscela per un massaggio dopo la doccia, insistendo in particolar modo sulla zona renale. Subito ti sentirai più vitale ma nello stesso tempo calma.

In più, puoi usarlo sui capelli per un impacco anticaduta

Contro la caduta dei capelli, versa 5 gocce di olio essenziale di ylang ylang in un cucchiaio di olio di germe di grano e usalo come impacco prima dello shampoo. Lascialo agire per almeno 15 minuti o anche di più se il tempo te lo concede. Prosegui lavando i capelli normalmente. Oltre ad agire contro la caduta dei capelli, questo impacco sprigionerà un aroma che ti infonderà tranquillità e serenità.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The essential oil of ylang ylang is relaxing and invigorating at the same time: energizing and giving tranquility without exciting the nervous system.

If you sleep badly at night and in the morning you wake up in the throes of exhaustion, ylang ylang is for you. The essential oil distilled from ylang ylang, a plant native to Madagascar and spread throughout the southern hemisphere, has both invigorating both sedative, and is indicated in all cases to lack of energy. The essential oil of Ylang Ylang works by increasing the vitality, but without stimulating the nervous system too. Moreover, its benefits have been known since ancient times, so as to be used in traditional cultures is as an antidepressant and as an aphrodisiac.

Ylang ylang leaves you calm and in good spirits

The essential oil of ylang ylang has a sensual aroma, warm and enveloping, and is often added to creams and the treatments used for soothing oils. The impression it leaves is calm without drowsiness, well-being and good humor. This plant fights insomnia and stimulates circulation, activating the body’s intrinsic ability to regenerate.

Take a bath or an evening massage with the essence of ylang ylang

There are several ways to take advantage of all the resources of this plant. You can prepare a bath, pouring 8-10 drops of essential oil in the water they remain immersed 15 minutes, preferably in the evening. You can also pour a few drops of essence in almond or jojoba oil and use the mixture to a massage after a shower, with particular emphasis on the kidney area. Immediately you will feel more vital but at the same time calm.

In addition, you can use it on the hair for a fall arrest wrap

Against hair fall, pour 5 drops of essential oil of ylang ylang in a wheat germ oil spoon and use it as a compress before shampooing. Leave it on for at least 15 minutes or even longer if time allows I will. Continue washing your hair normally.

In addition to acting against hair loss, this pack will unleash an aroma that you instill tranquility and serenity.

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

lichene-islandicoGrazie alla presenza di zuccheri complessi e sostanze amare, il Lichene islandico agisce come disinfettante, espettorante, tonico e anti nausea contrastando tosse, muco e disturbi digestivi.

Il Lichene islandico, Cetraria islandica, chiamato anche Lichene d’Islanda o Lichene artico, e appartenente alla famiglia delle Parmeliaceae, è diffuso nelle regioni fredde boreali dell’Europa e dell’Asia e in particolare nelle distese laviche islandesi, da cui deriva probabilmente il nome. I licheni sono vegetali costituiti dalla simbiosi tra un fungo e un’alga da cui si genera un tallo che si sviluppa aderente al terreno. Il Lichene islandico è fogliaceo di colore verde chiaro nella sommità e biancastro alla base con una consistenza cartilaginea e un’altezza che raggiunge i 10-15 cm. Per l’alto valore nutritivo della lichenina, è utilizzato dalle popolazioni nordiche come alimento, sia per le renne, sia per l’uomo, dopo aver reso commestibili le sostanze amare attraverso la bollitura, o con l’infusione a freddo. Solo nel XVII secolo ne vengono scoperte le proprietà officinali che lo rendono un rimedio ideale come anti nausea, per combattere il catarro, la tosse e per stimolare la digestione.

Principi attivi

I principi attivi sono concentrati nel tallo che contiene polisaccaridi, lichenina e isolichenina, acidi lichenici amari, acido usnico, acido cetrarico, acido folico, e vitamine del gruppo B.

 

Proprietà del lichene islandico

Visto il ricco fitocomplesso del Lichene islandico, si può osservare come l’acido usnico svolga un’azione antisettica d’aiuto nelle affezioni renali, respiratorie e gastroenteriche; mentre la cetrarina possieda proprietà ottime per combattere nausea e il vomito, in quanto amaro-tonica, digestiva, antiemetica e regolativa sull’intestino.

Tosse, asma, e mal di gola

Migliorano grazie alla spiccata azione mucolitica, decongestionante e protettiva, della lichenina e delle mucillagini, per le mucose dell’apparato respiratorio. Il Lichene islandico è quindi usato come espettorante e fluidificante delle secrezioni bronchiali, liberando le vie aeree. Ottimo in infuso tintura madre e sciroppo.

Nausea, vomito e difficoltà digestive

Il Lichene islandico svolge un’azione anti-nausea ancien gravidanza e agisce sulle mucose del sistema gastroenterico e di quello urogenitale come disinfettante. Da assumere in infuso e decotto.

 

Acne, piaghe e ferite

Il Lichene islandico è indicato anche per uso esterno per l’attività lenitiva e antisettica, viene inserito come ingrediente di prodotti cosmetici per la pelle grassa in presenza di eruzioni cutanee e come detergente per l’igiene intima e come disinfettante su piaghe e ferite.

 

Formulazioni e uso

Le principali preparazioni erboristiche a base di tali essiccato del lichene islandico sono: estratto secco, infuso, decotto, sciroppo, tintura madre; inoltre è presente in vari detergenti, dentifrici e disinfettanti. Vediamo come prepararle:

  • Infuso: versare 250 ml d’acqua bollente su 2 cucchiaini di Lichene islandico, lasciando in infusione per 10-15 minuti, poi filtrare, e bere 3-4 tazze al giorno
  • Decotto: si prepara con 1 cucchiaio raso di Lichene islandico per ogni tazza d’acqua fredda. Dopo aver portato a ebollizione per qualche minuto, coprire e lasciare in infusione per 10 minuti. Filtrare l’infuso e berlo dopo i pasti
  • Estratto secco: disponibile in compresse, da assumere quotidianamente nella dosi di 500-1000 mg
  • Tintura madre: preparata dal tallo essiccato, di cui assumere 25 gocce per tre volte al giorno

 

Controindicazioni

Sebbene il Lichene islandico sia una pianta sicura, senza particolari controindicazioni, consultare il proprio medico di fiducia prima dell’assunzione. Usare particolare cautela in gravidanza. Si sconsiglia in caso di gastrite ed ulcera per la presenza di principi amari che possono peggiorare i sintomi.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Thanks to the presence of complex sugars and bitter substances, the Iceland moss acts as a disinfectant, expectorant, tonic and anti nausea countering cough, mucus and digestive disorders.

The Iceland moss, also called Lichen of Iceland or arctic lichen, and belonging to the family of Parmeliaceae, has spread in the cold northern regions of Europe and Asia, and particularly in the Icelandic lava fields, from which probably derives its name. The lichens are plant constituted by the symbiosis between a fungus and an alga from which you generate a thallus that grows close to the ground. The Iceland moss is foliaceous pale green in the top and whitish at the base with a cartilaginous texture and a height of up to 10-15 cm.

The high nutritional value of lichenina, is used by the Nordic peoples as food, both for the reindeer, both for the human when he had given edible bitter substances by boiling, or by cold infusion. Only in the seventeenth century it was discovered the medicinal properties that make it an ideal remedy as anti nausea, to fight the phlegm, cough and to stimulate digestion.

Active principles

The active ingredients are concentrated in the thallus which contains polysaccharides, lichenina and isolichenina, bitter lichen acids, usnic acid, cetrarico acid, folic acid, and vitamins of group B.

The Icelandic lichen properties

Tanks to the rich plant complex of Iceland moss, one can observe how the usnic acid plays an antiseptic help in renal diseases, respiratory and gastrointestinal; while cetrarina possess excellent properties to combat nausea and vomiting, as bitter tonic, digestive, anti-emetic and regulative on the intestine.

Cough, asthma, and sore throat

Improve thanks to strong mucolytic, decongestant and protective, the lichenina and mucilage, for respiratory mucous membranes. The Iceland moss is then used as an expectorant and fluidifying bronchial secretions, freeing the airway. Great infused mother tincture and syrup.

Nausea, vomiting and digestive problems

The Iceland moss has an anti-nausea action ancien pregnancy and affects the mucous membranes of the gastrointestinal system and urogenital as a disinfectant. To be taken in infusion and decoction.

Acne, sores and wounds

The Iceland moss is also suitable for outdoor use for soothing and antiseptic, is added as an ingredient in cosmetic products for oily skin in the presence of rashes and as a cleanser for personal hygiene and as a disinfectant of wounds and injuries.

Formulations and use

The main herbal preparations based thereon dried the Icelandic lichen are: dry extract, infusion, decoction, syrup, mother tincture; also is present in various detergents, toothpastes and disinfectants. Let’s see how to prepare them:

  • Infusion: pour 250 ml of boiling water over 2 teaspoons of Iceland moss, leaving to infuse for 10-15 minutes, then strain and drink 3-4 cups a day
  • Decoction: is made with 1 spoonful of Iceland moss per cup of cold water. After bringing to a boil for a few minutes, cover and leave to infuse for 10 minutes. Filter the infusion and drink it after meals
  • Extract: available in tablets, by take daily in doses of 500-1000 mg
  • Mother tincture: prepared from the dried thallus, of which take 25 drops three times a day

Contraindications

Although the Iceland moss is a safe plant, no specific contraindications, consult your trusted doctor before taking. Take special care when pregnant. It is not recommended in case of gastritis and ulcer due to the presence of bitter principles that may worsen the symptoms.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

olio-essenziale-di-sandalo-proprieta-e-usi_o3Dalla corteccia del sandalo si estrae un olio disinfettante, rilassante e purificante sulla pelle, anche in grado di contrastare cistite e infiammazioni dell’apparato respiratorio.

 

Il sandalo, Santalum album, è un albero tropicale indonesiano decisamente longevo, che può raggiungere anche i 100 anni di vita, e fa parte della famiglia delle Santalacee.

Noto per le sue qualità medicinali e per il suo potere deodorante e aromatico, è usato anche per il suo legno. Ha foglioline sottili e lucenti, di forma lanceolata e con margine intero, mentre i fiori sono di forma campanulata e di colore rosso intenso. Il sandalo è uno degli aromi più antichi al mondo, è conosciuto e usato nella medicina ayurvedica indiana da più di 4000 anni e come aroma nei paesi orientali del Mediterraneo, ma solo in epoca medievale conquista l’Occidente.

Ottimo da diffondere nell’ambiente con effetto rilassante ed afrodisiaco, si usa a scopo curativo per le sue proprietà purificanti e astringenti sulla pelle e la capacità di contrastare la cistite, le infiammazioni cutanee e per liberare le vie aeree.

 

Principi attivi

L’olio essenziale di sandalo contiene per il 90 % di santaloli, ovvero alcoli sesquiterpenici (santalolo, beta-santalolo,teresantalolo, santenolo).

 

Proprietà del sandalo

Il sandalo vanta proprietà astringenti, antinfiammatorie e diuretiche; svolge un’azione battericida, sedativa e antidepressiva. Si utilizza principalmente sotto forma di olio essenziale, estratto dalla corteccia. Vediamo come beneficiare delle sue proprietà:

  • Stress: per ottenere un effetto rilassante ed attenuare lo stress, si possono aggiungere alcune gocce di olio essenziale di sandalo all’acqua calda del bagno, oppure versarle in un flacone di olio di jojoba o di mandorle, per poi massaggiarlo direttamente sulla pelle. Indicato per i bambini troppo vivaci o adolescenti molto nervosi
  • Smagliature post gravidanza o dopo una variazione di peso: l’olio di sandalo va massaggiato localmente; ed è ideale per chi ha la pelle impura grazie alle sue proprietà antisettiche e antinfiammatorie
  • Pelle grassa: si usano 2-3 gocce di olio essenziale di sandalo da diluire in acqua tiepida per fare impacchi locali nei punti critici
  • Acne: con compresse di garza si possono preparare impacchi sulla zona affetta da acne con 200 ml di acqua distillata o e 10 gocce di olio essenziale di sandalo. Tamponare per un quarto d’ora, venti minuti. Ripetete quotidianamente finché necessario
  • Cistite: in caso di dolore ad urinare, si possono aggiungere all’acqua del bagno 5 gocce di olio essenziale di sandalo o utilizzarlo per fare lavaggi locali, dopo aver diluito in acqua. Ripetete quotidianamente, anche due volte al giorno, finché persiste la cistite
  • Bronchite: l’olio di sandalo è adatto per fare sulfumigi: basta versarne tre gocce in un litro d’acqua bollente e respirare quindi il vapore profumato con il naso e con la bocca tenendo un asciugamano sulla testa
  • Infiammazione alla gola: il sandalo è utile per fare dei gargarismi, mescolando insieme due gocce di olio essenziale e il succo di mezzo limone in 200 ml d’acqua e calda

Controindicazioni dell’olio essenziale di sandalo

L’olio essenziale di sandalo non è irritante né tossico. Controindicato in gravidanza, in allattamento e in caso di patologie renali gravi. Non usare per periodi superiori alle 6 settimane.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Sandalwood is extracted from the bark of a disinfectant oil, relaxing and purifying the skin, it also can counter cystitis and respiratory inflammation.

Sandalwood, Santalum album, is an Indonesian tropical tree remarkably durable, which can reach up to 100 years, and is part of the Santalacee family. Known for its medicinal qualities and for its deodorizing and aromatic, it is also used for its wood. It has thin and shiny leaves, lanceolate and entire margin, while the flowers are bell-shaped and deep red.

The sandal is one of the oldest spices in the world, is known and used in Indian Ayurvedic medicine for over 4000 years, and as a flavoring in the Eastern Mediterranean countries, but only in the Middle Ages conquered the West. Great to spread in the environment with relaxing and aphrodisiac effect, it is used for healing purposes for its purifying and astringent properties on the skin and the ability to combat cystitis, skin inflammations and to free the airways.

Active principles

The sandalwood essential oil contains 90% of santaloli or sesquiterpene alcohols (santalolo, beta-santalolo, teresantalolo, santenolo).

Sandal properties

The sandal has astringent, anti-inflammatory and diuretic properties.  It performs bactericidal action, sedative and antidepressant. It is mainly used in the form of essential oil, extracted from the bark. Let’s see how to benefit from its properties:

  • Stress: to obtain a relaxing effect and alleviate the stress, you can add a few drops of essential oil of sandalwood bath hot water, or pour into a bottle of jojoba or almond oil, then massage it directly on the skin. Suitable for kids too bright or very nervous teenagers
  • Stretch marks post pregnancy or after weight change: sandalwood oil is massaged locally; and it is ideal for those with blemished skin thanks to its antiseptic and anti-inflammatory
  • Oily skin: use 2-3 drops of sandalwood essential oil diluted in warm water to make local wraps at critical points
  • Acne: with gauze pads can be prepared compresses on the area affected by acne with 200 ml of distilled water or 10 drops of essential oil of sandalwood. Dab a quarter of an hour, twenty minutes. Repeat daily until needed
  • Cystitis: in case of painful urination, can be added to bath water 5 drops of sandalwood essential oil or use it to make local washes, after diluting in water. Repeat daily, twice a day, until persists cystitis
  • Bronchitis: sandalwood oil is suitable for making sulfumigi: just pour three drops in a quart of boiling water and then inhale the fragrant steam through the nose and mouth, holding a towel on his head
  • Sore throat: the sandal is useful for gargling, mixing together two drops of essential oil and the lemon juice in 200 ml of water and hot

 

Contraindications essential oil of sandalwood

The essential oil of sandalwood is not irritating or toxic. Contraindicated in pregnancy, breast-feeding and in case of severe kidney disease. Do not use for periods longer than 6 weeks.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

--

Con gli oli essenziali di limone, bergamotto, rosmarino e lavanda ritrovi l’energia e stimoli concentrazione e memoria, oltre ad alleviare stress ed emicranie.

 

Per migliorare memoria e funzioni cognitive

La ripresa è dura, si sa. Il nostro cervello è ancora in fase di relax con la mente impegnata nel ricordo delle vacanze. Ma uno studio condotto dalla Northumbria University ha mostrato come l’aroma un mix di lavanda e rosmarino possa aiutarci a migliorare la memoria, le funzioni cognitive e portare a termine i compiti da svolgere.

Per ottenere questo effetto, è sufficiente fare ciò che hanno fatto gli scienziati durante lo studio:

  • posizionare una lampada aromatica sulla scrivania con alcune gocce di oli essenziali di rosmarino e lavanda.

 

 

Menta piperita per stimolare la concentrazione e alleviare il mal di testa

Se lo stress da rientro ti provoca emicranie o cefalee e compromette la capacità di contrazione, puoi affidarti all’olio essenziale di menta piperita. Prepara una miscela in olio vegetale – meglio l’olio di cocco se hai anche mal di testa – con alcune gocce di essenza.

Esegui un piccolo massaggio sulle tempie e attendi i risultati che non tarderanno ad arrivare. Per potenziare l’effetto sul miglioramento della concentrazione puoi aggiungere l’olio essenziale di basilico.

 

Per ridurre lo stress limone e bergamotto

Uno studio del 2010 pubblicato sul Journal of Ethnopharmacology ha mostrato come l’ olio essenziale di limone possa essere un potente antistress e ansiolitico strettamente collegato con la via serotoninergica.

Inoltre, l’olio essenziale di bergamotto unito a quello di lavanda, ha evidenziato una

  • «diminuzione significativa della frequenza cardiaca e della pressione sanguigna sistolica e diastolica, che ha indicato una diminuzione di eccitazione del sistema nervoso autonomo»,

spiegano i ricercatori che hanno condotto la ricerca pubblicata su Natural Product Communications. Anche in questo caso gli oli essenziali possono essere diffusi nell’aria attraverso lampade aromatiche, a ultrasuoni o semplicemente inalandone i vapori da un fazzoletto di stoffa.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

With essential oils of lemon, bergamot, rosemary and lavender you can recover the energy and stimulus concentration and memory, as well as relieve stress and headaches.

To improve memory and cognitive function

The recovery is tough, you know. Our brain is still in the process of relaxation with our mind engaged in the memory of the holidays.

But a study by Northumbria University has shown how the aroma of lavender and rosemary mixed together can help to improve memory, cognitive function and carry out the tasks. To achieve this effect, you just do what the scientists did during the study:

  • place a perfume lamp on the desk with a few drops of essential oils of rosemary and lavender.

Peppermint to stimulate concentration and relieve headaches

If the reentry stress causes you headaches and impairs the ability of concentration, you can rely on essential oil of peppermint.

Prepare a mixture of vegetable oil – better coconut oil if you also have headaches – with a few drops of essence. Run a little massage on the temples and wait for the results that will start showing up. To enhance the effect on the improvement of the concentration you can add the essential oil of basil.

To reduce stress lemon and bergamot are the best

In 2010 a study published in the Journal of Ethnopharmacology showed that the essential oil of lemon can be a powerful anti-stress and anti-anxiety closely linked with the way serotonin.

In addition, the essential oil of bergamot combined with that of lavender, highlighted a

  • “significant decrease in heart rate and systolic and diastolic blood pressure, which indicated a decrease of arousal of the autonomic nervous system”,

explain the researchers who conducted research published in Natural Product Communications. Even in this case, the essential oils can be diffused in the air through aromatic lamps, ultrasonic or simply inhaling the vapors from a cloth handkerchief.

SOURCE: Riza

 

 

Read Full Post »

tea-tree-oilDurante l’estate il caldo, l’umidità e il sudore favoriscono la proliferazione di micosi nelle zone più a rischio, piedi, ascelle, pube: potenzia il sistema immunitario per prevenire i rischi e allontana le micosi con gli antifungini naturali

 

Non è raro nei mesi estivi vedere l’improvvisa comparsa di macchie bianco-rossastre sulla cute. Se alla base può esserci un indebolimento del sistema immunitario che non è stato in grado di contrastare l’attacco fungino, d’altra parte i veri complici sono il calore e l’umidità. Questi due fattori quando sono presenti contemporaneamente possono aumentare notevolmente il rischio di micosi.

Le zone più a rischio

Vi sono delle zone maggiormente a rischio, in cui l’attecchimento dei funghi è estremamente facilitato. Tra queste vi è l’ inguine, le ascelle o le pieghe cutanee che si possono presentare, per esempio, a livello addominale. In tali parti del corpo il sudore tende a stagnare e, favorito dal calore, agevola la proliferazione dei funghi. Tra le formazioni più comuni ci sono la tigna e il piede d’atleta che si forma generalmente nelle dita dei piedi.

 

Potenzia il sistema immunitario

Oltre a utilizzare antimicotici naturali è importante potenziare le difese dell’organismo per evitare attacchi in futuro. Tra i migliori rimedi ci sono

  • l’echinacea,
  • l’astragalo e
  • la schisandra.

La dose media di echinacea è di circa 200-500 mg di radice polverizzata – facilmente reperibile in farmacia – due o tre volte al giorno. Mentre l’astragalo e la schisandra andrebbero assunti nella dose di 20-50 gocce di tintura, miscelate con un po’ di acqua, due o tre volte al giorno.

 

Gli antifungini naturali

Tra gli antifungini più noti ci sono alcuni tipi di oli essenziali come quello di tea tree, lavanda e alloro. Una miscela di questi andrebbe unita a una soluzione di acqua e sale – liquido che aiuta a debellare la replicazione dei funghi. Per i funghi delle unghie un rimedio eccellente è una miscela a base di oleolito di calendula – anch’esso efficace contro le micosi – e olio essenziale di chiodi di garofano.

 

Se il problema è la Candida

I soggetti affetti da Candidosi potrebbero avere delle ricadute durante i mesi estivi, specie se abitano o soggiornano in zone caldo-umide. Per ovviare al problema una delle soluzioni migliori è la Pseudowintera colorata. Si tratta di una pianta proveniente dalla Nuova Zelanda chiamata dagli indigeni del posto “Horopito dei Maori”. Essa contiene un principio attivo denominato Polygodial, isolato per la prima volta intorno agli anni Sessanta, dall’Università di Canterbury. Debella efficacemente la Candida, specie se associata alle virtù antifungine dei semi di anice.

 

Alcuni accorgimenti da seguire

Relativamente all’uso di rimedi naturali devono essere seguiti alcune importanti pratiche. Tra questi vi è l’attenzione costante a non lasciare zone umide della pelle, per cui è imperativo scegliere abiti traspiranti e non sintetici.

Al termine di una doccia, di un bagno in piscina o di una nuotata al mare, è anche fondamentale asciugarsi molto bene all’aria aperta o con un phon. Curare l’alimentazione aggiungendo spesso

  • aglio fresco,
  • chiodi di garofano,
  • origano e
  • timo,

i quali sono in grado di contrastare l’attacco di funghi patogeni.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

During the summer the heat, humidity and sweat favor the proliferation of fungus in the most vulnerable areas, feet, armpits, groin: strengthens the immune system to prevent risks and fungus away with the natural antifungal

It is not uncommon in the summer months see the sudden appearance of white-reddish spots on the skin. If the base can be a weakening of the immune system that has not been able to counter the fungus attack, on the other hand the real accomplices are heat and moisture. These two factors when they are present at the same time can greatly increase the risk of fungal infections.

The areas most at risk

There are the areas most at risk, in which engraftment of fungus is extremely facilitated. Among these is the groin, armpits or parts of the skin that folds , for example, in the abdomen may occur. In these parts of the body sweat it tends to stagnate and, favored by heat, facilitates the spread of fungi. Among the most common formations there are ringworm and athlete’s foot that is formed generally in the toes.

Boost the immune system

In addition to using natural antifungals it is important to strengthen the body’s defenses to prevent attacks in the future. Among the best remedies are echinacea, astragalus and schisandra. The average dose of echinacea is about 200-500 mg of pulverized root – readily available in pharmacies – two or three times a day. While the talus and the schisandra should be taken in the dose of 20-50 drops of tincture, mixed with a little ‘of water, two or three times a day.

Natural antifungal

Among the best-known antifungal there are certain types of essential oils such as tea tree, lavender and bay leaf. A mixture of these should be combined with a solution of water and salt – liquid that helps to eliminate the proliferation of fungi. For nail fungus an excellent remedy is a mixture of oleolito marigold – also effective against fungus – and essential oil of cloves.

If the problem is Candida

Persons suffering from candidiasis may have relapse during the summer months, especially if you live or stay in hot, humid areas. To work around this problem one of the best solutions is the colored Pseudowintera. It is a plant from New Zealand called by the natives of the place “Horopito Maori”. It contains an active ingredient called Polygodial, isolated for the first time in the Sixties, the University of Canterbury. effectively eradicates Candida, especially if associated with antifungal virtues of aniseed.

Some steps to follow

Regarding the use of natural remedies should be followed some important practices. Among these is the constant care not to wet areas of the skin, so it is imperative to choose breathable and non synthetic clothes. After a shower, a bathroom in the pool or a swim in the sea, it is also essential to dry very well in the open air or with a hair dryer. Look to diet often adding fresh garlic, cloves, oregano and thyme, which are able to counter the attack of pathogenic fungi.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

ferite_cicatriciGeranio, elicriso e lavanda: i tre oli essenziali più efficaci per medicare le ferite e favorirne la cicatrizzazione

 

Non è necessario farsi molto male: a volte sono infatti proprio le ferite più piccole a causarci problemi e a prolungare la guarigione. Come (quasi) sempre accade però, la natura ci mette e disposizione dei piccoli e semplici rimedi che possiamo tenere in casa per essere utilizzati all’occorrenza. Erbe ed estratti vari, infatti, possono sostituire efficacemente disinfettanti e cicatrizzanti di sintesi. L’importante è utilizzarli nelle giuste dosi e modalità.

 

Ti sei appena ferito? Il geranio viene in tuo aiuto

Se l’escoriazione è fresca la prima cosa da fare è quella di scongiurare un’infezione. E in questo non esiste un rimedio più formidabile degli oli essenziali. Questi “concentrati di natura” si utilizzano in dosi infinitesimali per svolgere un’efficace azione antisettica nei confronti di molti germi patogeni. Uno dei più importanti è l’olio essenziale di Geranio rosa. La sua potente azione antibatterica è resa possibile grazie alla presenza di limonene.

 

Per farla rimarginare più velocemente prova con l’elicriso

L’elicriso non è solo un potente antinfiammatorio ma è anche un eccellente rimedio antiemorragico. L’olio essenziale estratto dalla pianta è uno dei migliori rimedi per frenare la fuoriuscita di sangue. Come per tutti gli oli essenziali, si devono pre-miscelare alcune gocce di essenza con un po’ di olio vegetale prima dell’applicazione sulla ferita. Gli oli essenziali utilizzati puri, infatti, potrebbero essere fortemente irritanti. Per scongiurare il rischio di attacco batterico e potenziare l’effetto antinfiammatorio si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale di tea tree e un pizzico di curcuma.

 

Per rigenerare la pelle usa l’estratto di lavanda

Sia il geranio che l’elicriso sono ottimi cicatrizzanti, ma la parte del leone la fa sicuramente la lavanda. Si può adoperare qualsiasi estratto ma l’olio essenziale è il più semplice da utilizzare.

Tra l’altro va detto che è uno dei pochi oli essenziale che può essere tranquillamente adoperato puro sulla pelle – salvo casi particolari o allergie. Se invece si ha la cute molto sensibile si può optare per la miscela in olio vegetale. L’essenza rigenera più velocemente la pelle e riduce il rischio di cicatrici.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Geranium, helichrysum and lavender: the three most effective essential oils to heal the wounds and promote healing

It is not necessary to be very bad wound: sometimes they are in fact just smaller wounds to cause us problems and prolong the healing. As (almost) always happens though, nature puts there an available remedy to small and simple wounds that we can keep at home to be used if necessary. Various herbs and extracts, in fact, can effectively replace disinfectants and  synthesis healers. The important thing is to use them in the right doses and mode.

You are just hurt? Geranium comes to your aid

If the bruise is cool the first thing to do is to ward off infection. And in this there is no more powerful remedy of essential oils. These “concentrated nature” are used in minute doses to carry out an effective antiseptic action against many pathogens. One of the most important is the essential oil of rose geranium. Its powerful antibacterial action is made possible thanks to the presence of limonene.

To make it heal faster test with helichrysum

The helicrisum plant is not only a powerful anti-inflammatory, but is also an excellent haemostatic remedy. The essential oil extracted from the plant is one of the best remedies to curb the bleeding. As with all essential oils, you must pre-mix some drops of essence with a bit of vegetable oil before application on the wound.

The essential oils used pure, in fact, may be highly irritating. To avert the risk of bacterial attack and enhance the anti-inflammatory effect can add a few drops of essential tea tree oil and a pinch of turmeric.

To regenerate the skin uses the extract of lavender

Both the geranium helichrysum are good healing, but the best share is definitely lavender. But you can use any extract you prefer but the essential oil is the easiest to use. Among other things to be said that is one of the few essential oils that can be safely used pure on the skin – except in special cases or allergies. If you have a very sensitive skin you can opt for the mixture in vegetable oil. The essence regenerates faster the skin and reduces the risk of scarring.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

18184Tra tutti gli oli essenziali comunemente usati, è indubbio che quello di carota sia tra i meno conosciuti: si tratta di un’essenza – estratta dai semi – ricchissima di virtù salutari. Inoltre, può essere considerato un ottimo rimedio di bellezza grazie alle sue proprietà depurative.

 

Un drenante naturale

L’olio essenziale – molto similmente alla radice fresca – è un eccellente drenante naturale. Se poi è utilizzato in primavera, può aiutare a rimuovere efficacemente le scorie accumulate durante i mesi invernali. I semi di carota, inoltre, sono degli ottimi purificanti del sangue.

 

 

Dei componenti di tutto rispetto

L’olio essenziale di semi di carota contiene elementi antisettici, purificanti, ringiovanenti, antiossidanti e v, tra cui: pinene, limonene, terpinene, carotol, geranil acetato e carotene.

 

Lo spazzino del fegato

L’olio essenziale di carota agisce soprattutto a livello epatico, ripulendo il fegato a fondo e permettendo un funzionamento ottimale anche degli organi correlati come, per esempio, l’intestino. Secondo alcune tesi aiuterebbe anche a eliminare i metalli pesanti e gli effetti avversi di alcuni farmaci utilizzati ripetutamente. Per aiutare il fegato, prova a eseguire un massaggio in senso circolare con l’olio essenziale di carota diluito in olio extravergine di oliva, su tutta la zona epatica.

 

Il matrimonio ottimale: con l’olio essenziale di limone

Carota e limone si sposano molto bene, sia per promuovere una pulizia a livello epatico che per migliorare la circolazione linfatica e ridurre la cellulite. A tale scopo di può adoperare anche per via esterna diluendoli entrambi in un poco di olio vegetale – meglio se di vinaccioli. Si esegue un massaggio agli arti inferiori dal basso verso l’alto, insistendo sulle zone colpite.

 

Migliora la diuresi e riduce il gas intestinale

L’olio essenziale di semi di carota sembra essere un buon rimedio per ridurre la fermentazione intestinale e aiutare il corpo a pulire al meglio i reni. Inoltre è d’aiuto in caso di infiammazione, parassitosi intestinale e mestruazioni irregolari.

 

Un possibile anticancro

Secondo recenti studi, l’olio essenziale di semi di carota potrebbe essere utile nella prevenzione e cura di alcune forme di cancro come quello della prostata, della gola e della bocca.

 

Insieme all’olio di karité rinforza i capelli

Miscelandone alcune gocce in un cucchiaio di olio di karité si ottiene un rimedio infallibile per rinforzare i capelli ed evitare l’antiestetico effetto crespo. Prima di applicarlo si fa sciogliere una noce di burro tra le mani e si applica direttamente sulle punte, a capello asciutto.

 

Riduce le infiammazioni cutanee

L’olio essenziale di carota, diluito in olio vegetale, riduce l’infiammazione cutanea, migliora eczemi, dermatiti, ulcere, psoriasi e piaghe. Andrebbe sempre adoperato diluito in olio vegetale.

 

Con l’olio di avocado e nocciola elimina le rughe

L’olio essenziale di carota aiuta a lenire la pelle secca, mantenendola giovane e vitale. Applicato quotidianamente dona un aspetto più luminoso e meno asfittico. Per ridurre le rughe si può adoperare in miscela con l’olio di avocado e nocciola, da applicare più volte al giorno.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

For all commonly used essential oils, it is undoubtedly that of carrot is one of the least known: it’s an essence  extracted from half-full of health benefits. Besides, it can be considered a great Beautifier due to its cleansing properties.

A natural drainage

The essential oil  very much like fresh root  is an excellent natural drainage. If then is used in the spring, can help effectively remove toxins accumulated during the winter months. The carrot seed, also make great blood purifying.

Respectable components

Carrot seed essential oil contains antiseptic, purifyingrejuvenating elements, antioxidants and, including pinene, limonene, terpinene, carotol, geranyl acetate, and carotene.

The street sweeper of the liver

Carrot essential oil acts mainly in the liver, clearing the liver thoroughly and allowing optimal operation also related organs such as the intestines. According to some thesis it would also help to eliminate heavy metals and side effects of certain drugs that are used repeatedly. To help the liver, try a massage in a circular motion with carrot oil diluted in olive oil, over the whole area of the liver.

Optimal marriage: with lemon essential oil

Carrot and lemon blend match very well, both to promote a thorough cleaning the liver to improve lymph circulation and reduce cellulite. To do this you can use also for outer lumen by diluting them both in a little vegetable oil  preferably pips. You run a massage the legs from the bottom up, insisting on the affected areas.

Enhances diuresis and reduces intestinal gas

Carrot seed essential oil seems to be a good remedy to reduce intestinal fermentation and help the body to better clean the kidneys. It is also helpful in cases of inflammation, intestinal parasitosis and irregular menstruation.

A possible anti-cancer

According to recent studies, the carrot seed essential oil may be beneficial in the prevention and treatment of certain forms of cancer such as prostate, throat and mouth.

Shea oil strengthens hair

It selects a few drops into a spoon of oil Shea butter you get an infallible remedy for hair and avoid the unsightly Frizz. Before applying you melt a knob of butter in your hands and apply directly on the tips of dry hair.

 

Reduces skin rashes

 

Carrot essential oil, diluted in vegetable oil, reduce skin inflammation, improve eczema, Dermatitis, ulcers, psoriasis and sores. Should always be used diluted in vegetable oil.

 

With avocado oil and hazelnut removes wrinkles

 

Carrot essential oil helps to soothe dry skin and keeps it young and vital. Applied daily gives a brighter look and less asphyxiated. To reduce wrinkles can be used when mixed with avocado oil and hazelnut, to be applied several times a day.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Older Posts »