Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘rimedi naturali’ Category

All’inizio della primavera, la depurazione coi rimedi naturali giusti libera il sangue da grassi, scorie e acidi urici, facilitando il lavoro di fegato e reni.

 

Il fegato e i reni sono le principali sedi dell’energia metabolica, “spazzini” del sangue e fondamentali filtri dei liquidi presenti nel corpo. In questo periodo dell’anno, questi organi hanno bisogno di un surplus di energia per funzionare a pieno regime. Come aiutarli? Con un lavoro di depurazione a 360 gradi: bisogna alleggerirli dai grassi, dagli accumuli di zuccheri, dagli acidi urici, ma anche dai residui delle tossine accumulate in inverno con i cibi in eccesso, i batteri, i virus e il carico eccessivo di farmaci, come gli antibiotici. Il loro accumulo impedisce alle cellule di fegato e reni di rigenerarsi e ne alterano la funzionalità. Ecco una giornata tipo dedicata al drenaggio e alla depurazione.

La depurazione inizia la mattina, con il goji

Dal Tibet e dalla Cina arrivano le bacche di goji, che in oriente si usano per tonificare fegato e reni. Sono ricche di germanio, di particolari antiossidanti, chiamati LBP, di vitamina C, che facilita l’assorbimento del ferro, e di vitamine del gruppo B, che aumentano la sintesi di serotonina e favoriscono un buon sonno. La mattina, a colazione, consuma un cucchiaino colmo di bacche di goji con uno yogurt naturale parzialmente scremato. Se preferisci, bevi un misurino di succo di goji puro o diluito in acqua naturale.

A metà mattina, una spremuta di pompelmo elimina le scorie

Il pompelmo ha un leggero retrogusto amarognolo, che stimola la produzione di bile e accelera lo smaltimento di grassi e tossine. In più, apporta la vitamina C, antiossidante, e il limonene, un olio essenziale che rende più alcalino il sangue e aiuta l’organismo a espellere gli acidi urici. A metà mattina, bevi una spremuta di pompelmo fresca (vanno bene sia i pompelmi rosa che quelli gialli), senza aggiungere zucchero.

Prima di pranzo, ci vuole la giusta depurazione del sangue

Fai preparare in farmacia una soluzione di tinture madri di tarassaco, fumaria e carciofo in parti uguali: assumi 30 gocce di questo mix diluite in un grande bicchiere di acqua naturale 10 minuti prima di pranzo. Più acqua bevi insieme alle erbe, e meglio è: l’acqua ha un’eccezionale azione “lavante” sul fegato ma anche su reni, sangue e intestino. Queste stesse erbe, da sole o insieme ad altre piante epatoprotettive e detossinanti come il boldo e il rafano, si trovano combinate in integratori in fiale (che trovi in farmacia ed erboristeria), da prendere con acqua prima di pranzo.

Fai un bagno all’elicriso per una depurazione profonda dei tessuti

Grazie ai suoi principi attivi (soprattutto flavonoidi), l’elicriso è un valido alleato nella disintossicazione del fegato e del sangue. L’azione depuratrice di questo fiore è anche sfruttata per trattare dermatiti, orticarie e psoriasi. L’elicriso svolge un’importante attività di drenaggio tissutale: oltre a purificare la bile, libera il fegato dalle tossine ed elimina gli ingorghi linfatici, spesso favoriti da uno stato di affaticamento del sistema renale. Con i fiori d’elicriso si prepara un olio essenziale (che trovi in erboristeria). Sciogline 10-15 gocce nell’acqua calda della vasca e resta in immersione 15 minuti prima di andare a letto. Al termine del bagno, diluisci altre 5 gocce di olio essenziale di elicriso in un cucchiaino di olio di mandorle dolci e fai un massaggio in corrispondenza del fegato e dei reni.

Prima di dormire, completa la depurazione con questo infuso

Fai predisporre in erboristeria una miscela con tutte le erbe indicate qui sotto in parti uguali e metti 3 pizzichi del mix in una tazza d’acqua da 250 ml; fai sobbollire per 5 minuti, filtra e bevi. La tisana esiste anche già pronta in pratici filtri.

  • Arancio amaro: demolisce l’eccesso di trigliceridi
  • Betulla: aumenta la diuresi e riduce i ristagni
  • Liquirizia: combatte aerofagia e acidità
  • Menta: regolarizza gli zuccheri nel sangue
  • Curcuma: regolarizza le secrezioni biliari

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

At the beginning of spring, purification with the right natural remedies frees the blood from fats, waste and uric acids, facilitating the work of the liver and kidneys.

The liver and kidneys are the main sites of metabolic energy, “scavengers” of the blood and fundamental filters of the liquids present in the body. At this time of year, these organs need a surplus of energy to run at full capacity. How to help them? With a 360-degree purification work: you need to lighten them from fats, sugar accumulations, uric acids, but also toxin residues accumulated in winter with excess foods, bacteria, viruses and excessive drug load like antibiotics. Their accumulation prevents the liver cells and kidneys from regenerating and altering their functionality. Here is a typical day dedicated to drainage and purification.

Purification begins in the morning, with goji

Goji berries come from Tibet and China, which are used in the East to tone the liver and kidneys. They are rich in germanium, particular antioxidants, called LBP, vitamin C, which facilitates the absorption of iron, and B vitamins, which increase the synthesis of serotonin and promote good sleep. In the morning, for breakfast, consume a heaping teaspoon of goji berries with a partially skimmed natural yogurt. If you prefer, drink a scoop of pure goji juice or diluted in plain water.

In mid-morning, a grapefruit juice eliminates the waste

Grapefruit has a slight bitter aftertaste, which stimulates the production of bile and accelerates the disposal of fats and toxins. In addition, it provides vitamin C, an antioxidant, and limonene, an essential oil that makes the blood more alkaline and helps the body excrete uric acids. In mid-morning, drink a fresh grapefruit juice (both pink and yellow grapefruits are fine), without adding sugar.

Before lunch, it takes the right blood purification

Make a solution of dandelion, smoke and artichoke mothers tinctures in a pharmacy: take 30 drops of this mix diluted in a large glass of natural water 10 minutes before lunch. The more water you drink together with the herbs, the better it is: the water has an exceptional “washing” action on the liver but also on the kidneys, blood and intestines. These same herbs, alone or together with other hepatoprotective and detoxifying plants such as boldo and horseradish, can be found combined in supplements in vials (found in pharmacies and herbal medicine), to be taken with water before lunch.

Take a helichrysum bath for deep tissue purification

Thanks to its active ingredients (especially flavonoids), helichrysum is a valid ally in detoxification of the liver and blood. The purifying action of this flower is also used to treat dermatitis, urticaria and psoriasis. Helichrysum has an important activity of tissue drainage: in addition to purifying bile, it frees the liver from toxins and eliminates lymphatic congestion, often favored by a state of fatigue in the renal system. With the helichrysum flowers an essential oil is prepared (which you find in herbal medicine). Splash 10-15 drops into the hot water of the tub and stay immersed for 15 minutes before going to bed. At the end of the bath, dilute 5 more drops of helichrysum essential oil in a teaspoon of sweet almond oil and massage into the liver and kidneys.

Before sleeping, complete the purification with this infusion

Make a mixture with all the herbs indicated below in equal parts and prepare 3 pinches of the mix in a 250 ml cup of water; simmer for 5 minutes, filter and drink. The herbal tea also exists ready in practical filters.

  • Bitter orange: demolishes the excess of triglycerides
  • Birch: increases diuresis and reduces stagnation
  • Licorice: fights aerophagia and acidity
  • Mint: regularizes blood sugar
  • Turmeric: regularizes bile secretions

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

La spirulina è spesso considerata la più nutrizionalmente completa di tutti gli alimenti e ha innumerevoli usi come integratore per mantenere una buona salute e prevenire le malattie.

 

Questo perché contiene una grande quantità di importanti nutrienti e antiossidanti, tra cui proteine, carboidrati complessi, ferro e vitamine A e K, oltre al complesso B.

È anche ricco di clorofilla, acidi grassi e nucleici e lipidi.

La spirulina è ricca di acido gamma-linolenico o GLA, un composto presente nel latte materno che aiuta a sviluppare bambini più sani.

La migliore fonte di beta-carotene

La spirulina fornisce una profusione di carotenoidi come il migliore carotene e le xantofille gialle. In effetti, la spirulina è l’alimento più ricco di beta-carotene. Il beta-carotene presente nella spirulina è dieci volte più concentrato delle carote.

Ricca in ferro

Il ferro è essenziale per costruire un forte sistema interno, ma è una delle carenze minerali più comuni (lo zinco è il più comune). La spirulina è ricca di ferro, magnesio e minerali in traccia ed è più facile da assorbire rispetto agli integratori di ferro. Dieci grammi di spirulina possono fornire fino al 70% del fabbisogno giornaliero minimo di ferro.

Ricco di proteine

Circa il 60% del peso secco della spirulina è costituito da proteine, che nella forma in cui si trova all’interno della spirulina, sono essenziali per la crescita e la rigenerazione cellulare. È un buon sostituto per carne grassa e latticini.

Costruttore di flora benefica

La spirulina sopprime i batteri cattivi come l’E. Coli e stimola la flora benefica come il lattobacillo e la bifidobactria nel tratto digestivo per promuovere una digestione sana e una corretta funzione intestinale.

La flora sana è una delle basi della buona salute. Aumenta la capacità del corpo di assorbire i nutrienti dagli alimenti che mangiamo e aiuta a proteggere dalle infezioni.

Disintossicante

La spirulina ha una composizione completamente unica di fitonutrienti, tra cui clorofilla, ficocianina e polisaccaridi, che possono aiutare a eliminare le tossine dal corpo. Nel 1994, è stato assegnato un brevetto russo per la spirulina, ritenendolo un alimento medico per ridurre le reazioni allergiche da malattie da radiazioni. Questo è stato il risultato di 270 bambini a Chernobyl che hanno consumato cinque grammi al giorno per 45 giorni. I radionucleidi sono stati ridotti del 50% e le sensibilità allergiche sono state normalizzate.

Critico per la rimozione di metalli pesanti tossici

La spirulina è essenziale per rimuovere metalli pesanti come mercurio, alluminio, piombo, cadmio e rame tossico dal fegato, dal sistema riproduttivo, dal tratto intestinale, dalla tiroide e dal cervello. Sbarazzarsi di questi metalli elimina alcuni dei cibi preferiti dai virus, che sono alla base di molte malattie e sintomi cronici, comprese le malattie autoimmuni.

Se consumati entro 24 ore l’uno dall’altro, il succo di erba d’orzo in polvere, spirulina, coriandolo, mirtilli selvatici e Atlantic Dulse rappresentano il metodo più efficace sul pianeta per rimuovere i metalli pesanti. Ciascuno di questi alimenti ha i suoi punti di forza singolari, svolgendo ruoli leggermente diversi nel processo di disintossicazione.

Durante il processo di rimozione, i metalli possono essere “lasciati cadere” o dispersi negli organi, a quel punto un altro membro del team entrerà in picchiata, afferrerà il metallo e continuerà il viaggio verso il traguardo. Lo chiamo “passa la palla”. Di per sé, ogni singolo giocatore non è efficace al 100%; come squadra, sono la tua arma segreta di metallo anti-pesante!

Importante per qualsiasi malattia cronica e sintomi

La spirulina è un integratore importante per chiunque abbia qualche malattia o sintomo cronico o per chiunque desideri aiutare a prevenire malattie o sintomi in futuro. Come condiviso ne libro “Medical Medium”, guarigione della tiroide e salvataggio del fegato, spirulina:

  • Aiuta a ripristinare il tessuto cerebrale e ricostruisce il sistema nervoso centrale
  • Aiuta a stabilizzare i livelli di glucosio nel sangue
  • Fornisce micronutrienti critici per la tiroide e per rafforzare il sistema endocrino
  • Rimuove non solo i metalli pesanti ma anche altre tossine dal fegato, dal tratto intestinale, dal cervello, dal sistema nervoso e dalla tiroide
  • Aiuta a far crescere nuovi neuroni e rafforzare i neurotrasmettitori
  • Contiene alti livelli di superossido dismutasi (SOD) e cromo, che rinforzano la forza surrenalica
  • Aiuta a rimuovere lo iodio radioattivo dalla tiroide nel tempo, riportando in vita in modo equilibrato ciò che è rimasto della ghiandola
  • Contiene iodio che è molto efficace nell’agire come antisettico contro le cellule del virus della tiroide (causa di problemi alla tiroide) nella tiroide
  • Può ridurre la crescita di noduli, tumori e cisti (sia cancerosi che benigni)
    Blocca la crescita virale e batterica all’interno del fegato
  • Rafforza il sistema immunitario del fegato e aiuta nelle sue oltre 2.000 funzioni chimiche
  • Aiuta la conservazione del glucosio nel fegato e le conversioni proteiche

Il migliore amico di un atleta

La spirulina aumenta i livelli di resistenza negli atleti e il suo ricco contenuto di nutrienti e il contenuto proteico biodisponibile aiuta a costruire la massa muscolare. Può contenere la fame che può svilupparsi durante le routine di allenamento impegnative, contribuendo a mantenere il peso corporeo ideale di un atleta.

Altri potenziali benefici: promuove gli occhi sani, ottimi per l’anti-invecchiamento, aiuta a proteggere dalle infezioni, ottimo per la salute dell’apparato digerente, aumenta l’assorbimento dei nutrienti dal cibo, elimina il mercurio e altre tossine mortali comunemente presenti nel corpo, aiuta a prevenire l’insorgenza di malattie cardiovascolari, e altro ancora

Consiglio di guarigione: la spirulina di alta qualità è la migliore polvere proteica che puoi usare nelle bevande e nei frullati del mattino. Prova ad averlo nel frullato disintossicante per metalli pesanti medi per uso quotidiano per enormi benefici. È il più facile da digerire e di gran lunga il più benefico tra tutte le polveri proteiche. Riempie profondamente il corpo con minerali e micronutrienti necessari. È un intero alimento vitaminico e minerale e polvere proteica confezionato in uno.

Suggerimento gustoso: cospargere con l’anguria o aggiungere all’acqua di cocco tailandese.

 

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Spirulina is often deemed the most nutritionally complete of all foods and has countless uses as a supplement for maintaining good health and preventing diseases. This is because it contains a plentiful supply of many important nutrients and antioxidants, including protein, complex carbohydrates, iron, and vitamins A and K, as well as B complex. It’s also rich in chlorophyll, fatty and nucleic acids, and lipids. Spirulina is rich in gamma-linolenic acid, or GLA, a compound found in breast milk that helps develop healthier babies.

Best Source of Beta-Carotene

Spirulina provides a profusion of carotenoids such as best-carotene and yellow xanthophylls. In fact, spirulina is the richest beta-carotene food. The beta-carotene found in spirulina is ten times more concentrated than carrots.

Iron-Rich

Iron is essential for building a strong internal system, yet it is one of the most common mineral deficiencies (zinc is the most common). Spirulina is rich in iron, magnesium and trace minerals and is easier to absorb than iron supplements. Ten grams of spirulina can supply up to 70% of the minimum daily requirements for iron.

Protein Packed

About 60% of spirulina’s dry weight is protein, which in the form it comes in within spirulina, is essential for growth and cell regeneration. It’s a good replacement for fatty meat and dairy products.

Builder of Beneficial Flora

Spirulina suppresses bad bacteria like E. coli and stimulates beneficial flora like lactobacillus and bifidobactria in the digestive tract to promote healthy digestion and proper bowel function.

Healthy flora is one of the foundations of good health. It increases the body’s ability to absorb nutrients from the foods we eat and helps protect against infection.

Detoxifier

Spirulina has a completely unique composition of phytonutrients, including chlorophyll, phycocyanin and polysaccharides, that can help to purge toxins from the body. In 1994, a Russian Patent was awarded for spirulina, deeming it a medical food for reducing allergic reactions from radiation sickness. This was a result of 270 children in Chernobyl consuming five grams a day for 45 days. Radionucleides were lowered by 50% and allergic sensitivities were normalized.

Critical For Removing Toxic Heavy Metals

Spirulina is essential for removing heavy metals such as mercury, aluminum, lead, cadmium, and toxic copper from the liver, reproductive system, intestinal tract, thyroid, and brain. Getting rid of these metals gets rid of some of the most favored food of viruses, which are behind many chronic illnesses and symptoms, including autoimmune diseases.

When consumed within 24 hours of each other, barley grass juice powder, spirulina, cilantro, wild blueberries, and Atlantic dulse provide the most effective method on the planet of removing heavy metals. These foods each have their singular strengths, performing slightly different roles in the detoxification process.

During the removal process, metals can get “dropped” or dispersed back into the organs, at which point another member of the team will swoop in, grab the metal, and continue the journey toward the finish line. I call this “pass the football.” On its own, each individual player isn’t 100 percent effective; as a team, they are your anti–heavy metal secret weapon!

Important For Any Chronic Illness & Symptom

Spirulina is an important supplement for anyone with any chronic illness or symptom, or for anyone who wishes to help prevent illness or symptoms in the future. As shared in Medical Medium, Thyroid Healing and Liver Rescue, spirulina:

Helps restore brain tissue and rebuilds the central nervous system

Helps stabilize glucose levels in the blood

Provides critical micronutrients for the thyroid and to bolster the endocrine system

Removes not only heavy metals but also other toxins from the liver, intestinal tract, brain, nervous system and thyroid

Helps grow fresh neurons and strengthen neurotransmitters

Contains high levels of superoxide dismutase (SOD) and chromium, which reinforce adrenal strength

Help to remove radioactive iodine from the thyroid over time, bringing what’s left of the gland back to life in a balanced manner

Contains iodine that’s very effective at acting as an antiseptic against Epstein-Barr virus (the cause of thyroid problems) cells in the thyroid

Can reduce the growth of nodules, tumors, and cysts (both cancerous and benign)
Stops viral and bacterial growth inside the liver

Strengthens the liver’s immune system, and helps in its over 2,000 chemical functions

Aids the liver’s glucose storage and protein conversions

An Athlete’s Best Friend

Spirulina increases stamina levels in athletes and its rich nutrient content and bioavailable protein content helps build muscle mass. It can curb hunger that may develop during demanding training routines, helping to maintain an athlete’s ideal body weight.

Other Potential Benefits: Promotes healthy eyes, great for anti-aging, helps protect against infection, great for digestive health, increases absorption of nutrients from food, eliminates mercury and other deadly toxins commonly inside the body, helps prevent the onset of cardiovascular diseases, and more.

Healing Tip: High-quality spirulina is the best protein powder you can use in morning drinks and smoothies. Try having it in the Medical Medium Heavy Metal Detox Smoothie daily for tremendous benefits. It is the easiest to digest and by far the most beneficial out of all the protein powders. It deeply replenishes the body with much needed mineral and micro-nutrients. It’s a whole food vitamin and mineral and protein powder packed into one.

Tasty Tip: Sprinkle over watermelon or add to Thai coconut water.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Non è solo un inestetismo fastidioso: la pancia gonfia è anche un problema di salute, da risolvere così.

 

Il gonfiore addominale è uno sgradevole disturbo causato da un anomalo accumulo di gas a livello di stomaco e intestino, con sensazione di tensione addominale che induce a slacciare la cintura. Quando è occasionale non ha significato clinico ed è in genere dovuto a un eccesso di cibo o all’abitudine di ingoiare i bocconi senza averli masticati a sufficienza, o anche a un momento di ansia o stress, soprattutto se lo stato di tensione nervosa induce ad ingerire molta aria deglutendo. Molto comune è anche il gonfiore addominale femminile legato a fenomeni fisiologici come le sindromi premestruali.

Quando invece il gonfiore addominale persiste a lungo può rivelare un disturbo gastroenterico, come una disbiosi intestinale, una sindrome del colon irritabile, un’intolleranza alimentare e numerosi altri disturbi, come le intolleranze alimentari.

La tisana che sgonfia la pancia

Un buon rimedio contro il gonfiore addominale occasionale è una tisana a base di semi di finocchio, menta e mirtillo. Il finocchio è un potente antifermentativo, la  menta promuove la digestione e il mirtillo ha un’azione antibatterica. Dopo i pasti, porre in una tazza d’acqua bollente un cucchiaino delle tre erbe miscelate, lasciar riposare 5 minuti e bere, dolcificando con un cucchiaino di miele di limone.

Prima di tutto correggere l’alimentazione

La prima cosa da fare per sbarazzarsi del gonfiore addominale è correggere la propria alimentazione eliminando i cibi infiammatori o fermentativi, come

  • l’eccesso di carni rosse,
  • le bevande gassate,
  • l’alcol,
  • gli eccitanti come il caffè,
  • gli zuccheri,
  • il fumo,
  • le caramelle,
  • le gomme da masticare,

ma anche l’eccesso di fibre che può infiammare le delicate pareti dell’intestino tenue, provocando meteorismo, crampi addominali e alterazioni della peristalsi, come stitichezza o diarrea.

Pancia gonfia e disbiosi

La disbiosi intestinale è uno stato di squilibrio della flora batterica, contrassegnata dalla proliferazione di microrganismi patogeni, come la candida o l’escherichia coli, molto spesso dovuta all’assunzione di farmaci (in particolare antibiotici, antinfiammatori, cortisonici, gastroprotettori, o anche anticoncezionali) o da stress. Per contrastare la disbiosi è bene assumere fermenti lattici specifici e probiotici capaci di ricostituire una flora batterica benefica, come il kefir e loyogurt greco.

Argilla verde per assorbire le tossine e tonificare l’intestino

Antisettica e rimineralizzante, l’argilla verde è particolarmente indicata quando la pancia gonfia deriva da un eccesso di fermentazione intestinale, specie se si accompagna a diarrea. Per un mese, alla sera,  sciogli una punta di cucchiaino da caffè di argilla verde ventilata in mezzo bicchiere d’acqua, mescola in senso orario con un bastoncino di legno, copri con una garza e lascia riposare tutta la notte. La mattina, a digiuno, bevi solo l’acqua senza mescolare, lasciando il deposito sul fondo del bicchiere. Il gel di argilla depura il sangue e tutto l’organismo, permette l’eliminazione delle tossine e apporta alle cellule elementi indispensabili alla loro difesa e vitalità.

Quando a gonfiare la pancia è un’intolleranza alimentare

Uno stato persistente di gonfiore addominale può indicare la presenza di un’intolleranza alimentare, specie se il gonfiore è accompagnato da nausea, dispepsia, coliti e ritenzione idrica. I fattori che possono dare origine a un’intolleranza sono molti: virus, batteri, traumi, sostanze chimiche, stress o alterazioni ormonali possono infiammare le mucose enteriche, rendendole permeabili, così  molecole “grezze” di cibo filtrano nel sangue, scatenando l’intolleranza. In questo caso è necessario sospendere temporaneamente l’assunzione degli alimenti che innescano lo stato infiammatorio e intervenire con i rimedi verdi capaci di riportare rapidamente in equilibrio il sistema.

Un buon rimedio riequilibrante e sfiammante sono le tisane a base di camomilla matricaria e la malva. Ricca di azulene, uno dei più potenti antinfiammatori naturali, e di un sedativo nervino, l’alfa – bisabolo, la camomilla è battericida, antispasmodica e antivirale, ed è indicata quando l’intolleranza si manifesta con gonfiori, nausea, crampi addominali, e spasmi gastrici.

Oltre a drenare l’intestino, ne favorisce la corretta motilità e contrasta l’infiammazione delle mucose, mentre le mucillagini della malva formano un gel protettivo che ne favorisce la riparazione. Modo d’uso: estratto idroalcolico di matricaria camomilla, 30 gocce diluite in una tisana di fiori e foglie di malva, tre volte al giorno.

A colazione scegli il latte vegetale

Per prevenire le intolleranze senza privarsi del piacere di iniziare la giornata con una colazione tradizionale si può ricorrere ai latti vegetali: privi di lattosio, grassi animali e glutine, ma ricchi di vitamine (soprattutto del gruppo B), grassi “buoni”, sali minerali e fibre “morbide” che non irritano l’intestino, sono l’ideale sia per chi non tollera il lattosio che per chi soffre di disbiosi o colon irritabile. Ecco i più facili da reperire.

  • Latte di mandorle:gustoso, rinfrescante e benefico sia per l’intestino che per il sangue e il cervello, per la sua ricchezza di sali minerali (in particolare magnesio, potassio, ferro) e vitamina E, è ottimo sia per gli adulti che per i bambini, in particolare quelli inappetenti, perché apporta più calorie degli altri.
  • Latte di avena: ricco di fibre, proteine e carboidrati, antiossidanti e vitamina E, il latte di avena contiene alte quantità di acidi grassi essenziali e betaglucani che abbassano i livelli di colesterolo nel sangue, con grande beneficio per il sistema cardiovascolare.
  • Latte di miglio: è il più digeribile latte vegetali. Ricco di proteine e vitamine, e privo di glutine oltre che di lattosio, il latte di miglio è tra i vari tipi di latte vegetale uno dei più poveri di grassi e di colesterolo. Inoltre risana e rinfoltisce i capelli.
  • Latte di riso: saturo di fibre, minerali e vitamine del gruppo A, B e D e privo di glutine, ha un sapore dolce gradito ai bambini ed è piacevole da bere.

Pancia gonfia e disturbi femminili

Il gonfiore addominale è un disturbo quasi endemico nel sesso femminile, perché le fluttuazioni ormonali che accompagnano le diverse fasi del ciclo influenzano i numerosi recettori nervosi del “cervello intestinale” e il microbiota locale, provocando crampi, infiammazioni e disbiosi. Il fenomeno si acuisce in poi in menopausa con la diminuzione del tasso estrogenico, che in molte donne determina stress e una caduta del tono dell’umore che si traduce in infiammazioni addominali.

Contro i gonfiori addominali femminili su base ormonale è efficace l’ angelica (Angelica archangelica) Erba antinfiammatoria, calmante e carminativa, l’angelica è indicata nelle acutizzazioni del colon irritabile di origine ormonale tipiche del ciclo, o in menopausa. Esercita un benefico effetto antidepressivo sul tono dell’umore e rilassa il campo viscerale, migliorando anche la digestione. Si assume in tintura madre, nella dose di 25 gocce in mezzo bicchiere di acqua due volte al giorno, per periodi non superiori a 20 giorni.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

It is not just an annoying problem: the swollen belly is also a health problem, to be solved in this way.

The abdominal swelling is an unpleasant disorder caused by an abnormal accumulation of gas in the stomach and intestines, with a sensation of abdominal tension which causes the belt to be unfastened. When it is occasional it has no clinical significance and is generally due to overeating or the habit of swallowing the bites without having chewed them enough, or even at a time of anxiety or stress, especially if the state of nervous tension leads to ingest a lot of swallowing air. The female abdominal swelling linked to physiological phenomena such as premenstrual syndromes is also very common.

When abdominal swelling persists for a long time it can reveal a gastrointestinal disorder, such as intestinal dysbiosis, irritable bowel syndrome, food intolerance and numerous other disorders, such as food intolerances.

The herbal tea that deflates the belly

A good remedy against occasional abdominal bloating is an herbal tea made from fennel seeds, mint and blueberry. Fennel is a powerful antifermentative, mint promotes digestion and blueberry has an antibacterial action. After meals, place a teaspoon of the three mixed herbs in a cup of boiling water, leave to rest for 5 minutes and drink, sweetening with a teaspoon of lemon honey.

First of all, correct the diet

The first thing to do to get rid of the abdominal swelling is to correct one’s nutrition by eliminating inflammatory or fermentative foods, such as excess red meat, carbonated drinks, alcohol, stimulants such as coffee, sugars, smoke, sweets, chewing gum, but also excess fiber that can ignite the delicate walls of the small intestine, causing meteorism, abdominal cramps and peristalsis alterations, such as constipation or diarrhea.

Swollen and dysbiotic belly

Intestinal dysbiosis is a state of imbalance in the bacterial flora, marked by the proliferation of pathogenic microorganisms, such as candida or escherichia coli, very often due to the use of drugs (in particular antibiotics, anti-inflammatories, cortisone drugs, gastroprotectors, or even contraceptives). ) or stress. To combat dysbiosis, it is advisable to take specific lactic acid bacteria and probiotics capable of reconstituting a beneficial bacterial flora, such as ilkefir and Greek yoghurt.

Green clay to absorb toxins and tone the intestine

Antiseptic and remineralizing, the green clay is particularly suitable when the swollen belly derives from an excess of intestinal fermentation, especially if it is accompanied by diarrhea. For one month, in the evening, melt a tip of a teaspoon of ventilated green clay in half a glass of water, mix clockwise with a wooden stick, cover with gauze and let it rest overnight. In the morning, on an empty stomach, drink only the water without stirring, leaving the deposit on the bottom of the glass. The clay gel purifies the blood and the whole body, allows the elimination of toxins and brings to the cells elements essential to their defense and vitality.

When a stomach is swollen it is a food intolerance

A persistent state of abdominal bloating can indicate the presence of a food intolerance, especially if the swelling is accompanied by nausea, dyspepsia, colitis and water retention. The factors that can give rise to an intolerance are many: viruses, bacteria, traumas, chemicals, stress or hormonal alterations can inflame the enteric mucous membranes, making them permeable, so “raw” molecules of food filter into the blood, triggering intolerance . In this case it is necessary to temporarily suspend the intake of foods that trigger the inflammatory state and intervene with the green remedies capable of quickly bringing the system back into balance.

A good balancing and flaming remedy is the dicamomillamatricaria and mallow teas. Rich in azulene, one of the most powerful natural anti-inflammatories, and a sedative nervine, alpha-bisabol, chamomile is bactericidal, antispasmodic and antiviral, and is indicated when intolerance manifests itself with swelling, nausea, abdominal cramps, and gastric spasms. In addition to draining the intestine, it promotes proper motility and fights inflammation of the mucous membranes, while the mucilage of the mallow form a protective gel that favors repair. How to use: hydroalcoholic extract of matricaria camomilla, 30 drops diluted in a tea of ​​flowers and leaves of mallow, three times a day.

At breakfast choose vegetable milk

To prevent intolerances without depriving yourself of the pleasure of starting your day with a traditional breakfast, you can use plant milks: lactose-free, animal fats and gluten, but rich in vitamins (especially in group B), “good” fats, mineral salts and “soft” fibers that do not irritate the intestine, are ideal for those who do not tolerate lactose or those who suffer from dysbiosis or irritable bowel. Here are the easiest to find.

  • Almond milk: tasty, refreshing and beneficial for both the intestine and the blood and the brain, for its richness in mineral salts (in particular magnesium, potassium, iron) and vitamin E, it is excellent both for adults and for children, especially inappetent ones, because it brings more calories than others.
  • Oat milk: rich in fiber, proteins and carbohydrates, antioxidants and vitamin E, oat milk contains high amounts of essential fatty acids and beta-glucans that lower cholesterol levels in the blood, with great benefit for the cardiovascular system.
  • Millet milk: it is the most digestible vegetable milk. Rich in proteins and vitamins, and free of gluten as well as lactose, millet milk is among the various types of vegetable milk one of the poorest in fats and cholesterol. He also heals and thickens his hair.
  • Rice milk: saturated with fiber, minerals and vitamins of group A, B and D and gluten-free, it has a sweet taste pleasing to children and is pleasant to drink.

Swollen belly and female disorders

Abdominal swelling is an almost endemic disorder in the female sex, because the hormonal fluctuations that accompany the different phases of the cycle influence the numerous nerve receptors of the “intestinal brain” and the local microbiota, causing cramping, inflammation and dysbiosis. The phenomenon then becomes acute in menopause with a decrease in the oestrogenic rate, which in many women determines stress and a fall in mood that results in abdominal inflammation.

The female angelica (Angelica archangelica) is effective against female abdominal swellings on a hormonal basis. It is an anti-inflammatory and soothing herb, the angelica is indicated in the exacerbations of the irritable colon of hormonal origin typical of the cycle, or in menopause. It exerts a beneficial antidepressant effect on mood and relaxes the visceral field, also improving digestion. It is taken in mother tincture, in the dose of 25 drops in half a glass of water twice a day, for periods not exceeding 20 days.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

L’infiammazione cronica dei tessuti toglie energia, abbassa le difese e fa invecchiare prima del tempo: ecco come spegnere subito i focolai di infiammazione.

 

Da un po’ di tempo ti svegli al mattino con qualche dolorino alle giunture? Hai spesso una fastidiosa cistite, un vago senso di acidità dopo i pasti e l’intestino è in disordine? Anche la stanchezza, ultimamente, si presenta con maggiore frequenza, dormi poco e se ti ammali fatichi a guarire? Se è così, devi sapere che questi sintomi possono avere un denominatore comune, che gli esperti chiamano “infiammazione cronica sistemica di basso grado”. Detto con parole semplici, è uno stato di infiammazione latente, che non si risolve mai fino in fondo e mantiene il sistema immunitario in costante stato d’allerta.

Se l’infiammazione è in corso il malessere non se ne va

L’infiammazione, in quanto tale, non è una malattia: è una naturale e necessaria reazione delle nostre difese rispetto ai nemici – germi, batteri, virus, anche sostanze alimentari, agenti chimici e farmaci – che possono in qualche modo aggredire l’organismo. Tuttavia, la nostra quotidianità (intesa come stile di vita, compreso lo stress cronico) e le conseguenti alterazioni metaboliche che ne derivano sollecitano di continuo il sistema immunitario che, restando in una situazione di allarme, spingerà l’infiammazione a diventare un processo cronico. È evidente che, in casi come questi, le difese chiamate costantemente in prima linea tenderanno a indebolirsi. E quando si tratterà di scendere in campo per qualcosa di più importante, risulteranno meno efficienti. Ecco perché oggi la medicina ritiene che l’infiammazione cronica di basso grado sia l’anticamera di malattie più complesse, dall’artrite all’osteoporosi, dal diabete fino ai tumori. Ed ecco perché eliminarla subito, sul nascere, è fondamentale per la nostra salute.

Ecco il tuo programma anti infiammazione

In caso di infiammazione cronica, il corpo produce sempre grosse quantità di tossine acide. Ecco perché per 2 settimane al mese è utile integrare la dieta con cinque cibi deacidificanti e un frullato che ricreino nel corpo un ambiente basico. In più, occorre bere spesso: così diluisci le scorie e le espelli più in fretta.

  • L’olio extravergine d’oliva
    È una fonte privilegiata di grassi buoni della serie Omega e ha un’ottima azione protettiva sui tessuti. Consumane fino a 3-4 cucchiaini al giorno, a crudo: aggiungilo a insalate, contorni, sughi e minestre.
  • La cannella
    Grazie al suo sapore vagamente dolce, è perfetta da sostituire allo zucchero. È una spezia antiossidante che ti aiuta a demolire il grasso molle e la cellulite che “tengono accesa” l’infiammazione.
  • Il riso integrale
    Sostituiscilo o alternalo alla pasta: contiene fibre ed ecosanoidi, sostanze che spengono l’infiammazione. Provalo per il risotto: ne bastano 80 g al dì.
  • I mirtilli
    Mangiane a volontà, in macedonia, frullati o centrifugati: apportano antiossidanti e potassio, ringiovaniscono le cellule e favoriscono i processi di autodepurazione dell’organismo.
  • Il tè verde
    È una vera “bomba” di polifenoli, vitamine e tannini: sostiene l’azione del sistema immunitario e protegge il Dna delle cellule. Bevilo al posto del caffè e usalo come “base” dei frullati. Non più di 3 tazze al giorno, e mai alla sera.

Scopri il frullato detox da bere una volta al giorno a digiuno

In più, una volta al giorno e sempre lontano dai pasti, bevi questo frullato basificante: riduce il carico di tossine acide e blocca la propagazione dei focolai di infiammazione. per prepararlo, metti gli ingredienti che ti elenchiamo tutti nel frullatore e frulla finché non si saranno perfettamente sminuzzati, fino a formare un composto cremoso. Bevi subito: se i vegetali stanno all’aria più di 5 minuti, si ossidano.

  • Tè verde (infuso, una tazza) deacidificante e antiage
  • Avocado (metà frutto) fonte di grassi buoni
  • Cavolo nero (2 foglie) antinfiammatorio
  • Cetriolo (una metà) depurativo e idratante
  • Prezzemolo (alcune foglie) antiossidante
  • Ananas (una fetta) ricco di enzimi digestivi

FONTE: Riza

 

 

(ENGLISH VERSION)

The chronic inflammation of the tissues removes energy, lowers the defenses and causes aging before time: this is how to immediately stop the outbreaks of inflammation.

Have you been waking up in the morning with some pain in the joints for a while? Do you often have an annoying cystitis, a vague sense of acidity after meals and the intestine is in disarray? Even fatigue, lately, occurs more frequently, you sleep little and if you get sick do you struggle to heal? If so, you should know that these symptoms may have a common denominator, which experts call “low-grade systemic electronic inflammation”. Said in simple words, it is a state of latent inflammation, which is never completely resolved and keeps the immune system in a constant state of alert.

If the inflammation is ongoing the discomfort does not go away

Inflammation, as such, is not a disease: it is a natural and necessary reaction of our defenses compared to enemies – germs, bacteria, viruses, even food substances, chemical agents and drugs – that can somehow attack the organism . However, our daily life (understood as a lifestyle, including chronic stress) and the consequent metabolic alterations that follow from it continually solicit the immune system which, remaining in an alarm situation, will push the inflammation to become a chronic process. It is evident that, in cases like these, the defenses constantly called on the front line will tend to weaken. And when it comes to taking the field for something more important, they will be less efficient. This is why medicine today believes that chronic low-grade inflammation is the antechamber to more complex diseases, from arthritis to osteoporosis, from diabetes to tumors. And that’s why eliminating it immediately, in the bud, is fundamental for our health.

Here is your anti-inflammation program

In the case of chronic inflammation, the body always produces large amounts of acid toxins. That’s why for 2 weeks a month it is useful to supplement the diet with five deacidifying foods and a smoothie that recreate a basic environment in the body. In addition, it is necessary to drink often: in this way dilute the waste and expel it more quickly.

  • Extra virgin olive oil
    It is a privileged source of good fats from the Omega series and has an excellent protective action on the tissues. Consume up to 3-4 teaspoons a day, raw: add it to salads, side dishes, sauces and soups.
  • Cinnamon
    Thanks to its vaguely sweet taste, it is perfect to replace sugar. It is an antioxidant spice that helps you break down the soft fat and cellulite that “keeps the inflammation burning”.
  • Brown rice
    Replace it or alternate it with pasta: it contains fibers and ecosanoids, substances that extinguish inflammation. Try it for risotto: 80 g per day is enough.
  • Blueberries
    Eat them at will, in fruit salads, smoothies or centrifuged: they provide antioxidants and potassium, rejuvenate cells and promote the body’s self-purification processes.
  • Green tea
    It is a real “bomb” of polyphenols, vitamins and tannins: it supports the action of the immune system and protects cell DNA. Drink it instead of coffee and use it as a “base” for smoothies. No more than 3 cups a day, and never in the evening.

Discover the detox smoothie to drink once a day on an empty stomach

In addition, once a day and always away from meals, drink this basifying smoothie: it reduces the load of acid toxins and blocks the spread of outbreaks of inflammation. to prepare it, put the ingredients that we all list in the blender and blend until they are perfectly minced, until they form a creamy mixture. Drink immediately: if the vegetables are in the air more than 5 minutes, they oxidize.

  • Green tea (infusion, a cup) deacidifying and anti-aging
  • Avocado (half fruit) source of good fats
  • Anti-inflammatory black cabbage (2 leaves)
  • Cucumber (one half) purifying and moisturizing
  • Parsley (some leaves) antioxidant
  • Pineapple (one slice) rich in digestive enzymes

 

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

Klamath, l’alga d’acqua dolce è un ottimo rimedio in caso di dermatiti e di fibromialgia e come integratore naturale in tutti i casi di stanchezza cronica.

 

L’alga Klamath è una microalga che cresce solo nel lago Upper Klamath, uno specchio d’acqua d’origine vulcanica incastonato fra le montagne dell’Oregon, negli Stati Uniti. Diverse ricerche sull’Aphanizomenon Flos-Aquae (questo il suo nome scientifico) hanno rivelato la presenza in essa di un’elevata concentrazione di micronutrienti (ben 115!), oligoelementi, acidi grassi, luteina e astaxantina, che proteggono retina e neuroni. La ficocianina, che insieme alla clorofilla dà alla Klamath il tipico colore verde-azzurro, svolge un’azione antinfiammatoria e immunostimolante.

Klamath, un grande antinfiammatorio

La Klamath favorisce i processi di ricambio dell’organismo: proprio quello che ci serve alla fine dell’estate! In particolare, incentiva la moltiplicazione delle staminali, le cellule indistinte che si tipicizzano quando c’è bisogno di riparare dei tessuti danneggiati; la Klamath è quindi preziosa nella prevenzione delle patologie degenerative e per rallentare l’invecchiamento; in vari studi l’alga è stata testata con ottimi risultati sui pazienti affetti da psoriasi e da fibromialgia.

Integratore di Klamath: la scelta più semplice

Il modo più semplice di assumere la Klamath è quello di ricorrere all’integratore, in compresse o tavolette che contengono l’estratto di alga essiccata secondo un metodo che conserva intatti tutti i nutrienti. L’ideale è iniziare prendendone una al giorno (la mattina a colazione) per una settimana per poi passare a 2, e proseguire con questo dosaggio per un mese. l cicli si possono ripetere 3-4 volte all’anno.

Potenzia la sua azione curativa con le combinazioni su misura

Un ciclo periodico di cura con l’alga Klamath ti garantisce un netto aumento dell’energia psicofisica e una maggiore resistenza alle infezioni. Oltre che “pura”, puoi assumerla in abbinamento con i cibi e gli estratti naturali capaci di potenziarne alcune particolari proprietà. Ecco quali sono.

Nella spremuta d’arancia: eviti virus e allergie

A settembre, oltre ai pollini tardivi, sono già in circolazione i primi virus: per non ammalarti, per tutto il mese la mattina accompagna la tua tavoletta di Klamath con una spremuta fresca di arancia rossa, ricca di vitamina C. Anche la pelle ringrazierà!

Assieme al baobab aiuta a mangiare meno

A tavola mangi tanto? 15 minuti prima dei pasti assumi una compressa di Klamath e una bustina di polvere di baobab, ricco di fibre: la sinergia con le proteine dell’alga riduce l’appetito.

Abbinala all’ananas e bruci i chili accumulati in vacanza

Dopo le ferie ti vedi gonfia e appesantita? Abbina la Klamath al succo di ananas fresco, potente digestivo e bruciagrassi. L’ananas ti rifornisce di fibre, enzimi e vitamine dimagranti, mentre le proteine della Klamath aumentano la massa muscolare e svegliano il metabolismo.

Con il succo di carota regala tanta vitamina b12

Polverizza una tavoletta di Klamath e aggiungila a del succo di carota: grazie alla sinergia di Omega 3, vitamina B12, clorofilla e betacarotene, questo drink (da bere soprattutto quando ti esponi al sole) combatte i radicali liberi.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Klamath, freshwater algae is an excellent remedy for dermatitis and fibromyalgia and as a natural supplement in all cases of chronic fatigue.

Klamath seaweed is a microalga that grows only in the Upper Klamath lake, a mirror of water of volcanic origin nestled between the mountains of Oregon, in the United States. Several studies on Aphanizomenon Flos-Aquae (this is its scientific name) have revealed the presence in it of a high concentration of micronutrients (115!), Trace elements, fatty acids, lutein and astaxanthin, which protect the retina and neurons. The phycocyanin, which together with chlorophyll gives the Klamath the typical blue-green color, performs an anti-inflammatory and immunostimulant action.

Klamath, a great anti-inflammatory

Klamath favors the body’s replacement processes: precisely what we need at the end of the summer! In particular, it stimulates the multiplication of stem cells, the indistinct cells that are typical when there is a need to repair damaged tissues; Klamath is therefore valuable in preventing degenerative diseases and slowing aging; in various studies the alga has been tested with excellent results on patients suffering from psoriasis and fibromyalgia.

Klamath supplement: the simplest choice

The easiest way to take Klamath is to use the supplement, in tablets or tablets that contain dried seaweed extract according to a method that preserves all the nutrients intact. The ideal is to start by taking one a day (in the morning at breakfast) for a week and then move on to 2, and continue with this dosage for a month. The cycles can be repeated 3-4 times a year.

Enhances its curative action with custom-made combinations

A periodic cycle of care with Klamath seaweed guarantees you a net increase in psychophysical energy and greater resistance to infections. In addition to being “pure”, you can take it in combination with natural foods and extracts capable of enhancing some particular properties. Here is what they are.

In the orange juice: avoid viruses and allergies

In September, in addition to the late pollens, the first viruses are already in circulation: in order not to get sick, for the whole month in the morning, accompany your Klamath tablet with a fresh red orange juice, rich in vitamin C. Even the skin will thank you!

Together with the baobab it helps to eat less

Do you eat a lot at the table? 15 minutes before meals, take one tablet of Klamath and a sachet of baobab powder, rich in fiber: the synergy with algae proteins reduces appetite.

Match it with the pineapple and burn the pounds accumulated on vacation

Do you see yourself swollen and heavy after the holidays? Combine Klamath with fresh pineapple juice, a powerful digestive and fat burner. Pineapple provides you with fiber, enzymes and slimming vitamins, while Klamath proteins increase muscle mass and awake metabolism.

Give yourself plenty of vitamin B12 with carrot juice

Pulverize a Klamath tablet and add it to carrot juice: thanks to the synergy of Omega 3, vitamin B12, chlorophyll and beta-carotene, this drink (to drink especially when you expose yourself to the sun) fights free radicals.

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

Avete mai sentito parlare del glucomannano? Si tratta di una radice che si rivela un interessante rimedio naturale per chi soffre di colesterolo alto.

 

Avere i livelli di colesterolo troppo alti è ormai risaputo essere possibile causa di problemi cardiocircolatori. Si rischia di incorrere maggiormente in un infarto o ictus. Ecco perché il colesterolo va monitorato e in caso tenuto a bada con l’aiuto di una alimentazione sana e alcuni rimedi naturali (sempre dopo aver consultato il proprio medico).

L’alimentazione dovrebbe essere ricca di fibre, sostanze anti-nutrienti che sono particolarmente importanti in quanto, tra le altre cose, aiutano a contrastare il colesterolo cattivo. Queste possono però essere assunte anche sotto forma di integratori. Tra i più interessanti vi sono quelli a base di glucomannano.

Cos’è il glucomannano

Si tratta di una fibra vegetale che si estrae dall’Amorphophallus Koniac, un tubero particolarmente caro alla cucina giapponese e interessante per le sue proprietà: ha dimostrato di riuscire a tenere a bada colesterolo e grasso corporeo.

Il glucomannano lo troviamo spesso nei cibi industriali come caramelle ma anche prodotti da forno, sughi, minestre, ecc. dove viene usato come addensante, emulsionante, stabilizzatore, gelificatore o semplicemente come fonte di fibra.

L’estratto di glucomannano risulta essere una polvere granulosa in grado di gonfiarsi assorbendo acqua fino a 60 volte il suo peso.

glucomannano-powder

Glucomannano, proprietà e benefici

Il glucomannano vanta diverse proprietà, le più importanti confermate da alcuni studi scientifici:

  • Tiene a bada il colesterolo: un primo studio ha notato gli effetti benefici sui livelli di colesterolo mentre un’altra ricerca è andata a valutare quale fosse la dose migliore da assumere per godere dei benefici di questa radice (ne parliamo più in basso).
  • Aiuta la gestione del peso: le fibre aiutano a tenere a bada il peso. Nello stomaco il glucomannano tende a trasformarsi in una sorta di gelatina con l’aiuto dell’acqua e per questo è in grado di promuovere il senso di sazietà.
  • Anti-stipsi: come è noto, le fibre aiutano la peristalsi intestinale. Chi assume glucomannano, dunque, potrebbe veder migliorare un eventuale problema di stipsi.
  • Utile in caso di diabete e obesità: dato che contrasta l’assorbimento del colesterolo e dei grassi, ma anche vista la capacità di rallentare l’assorbimento degli zuccheri, questo rimedio può essere utile in caso di diabete o obesità.

Glucomannano, come e quanto assumerne

Dato che si tratta di una fibra idrosolubile si consiglia generalmente di assumere il glucomannano insieme ad abbondante acqua. I liquidi, infatti, permettono alle fibre di gonfiarsi e svolgere meglio il proprio compito, tra cui anche favorire il transito intestinale.

Secondo quanto stabilito dagli esperti, affinché possa essere realmente efficace nel mantenere il colesterolo nei giusti livelli, il glucomannano va assunto nella dose di 4 grammi al giorno. Un quantitativo confermato anche dall’Efsa, Autorità europea per la sicurezza alimentare, che ha autorizzato l’uso di questa fibra e i relativi claim che la sponsorizzano in quanto utile a controllare il peso e il colesterolo.

Questo rimedio naturale andrebbe assunto circa un’ora prima dei pasti e sempre da solo.

Glucomannano, controindicazioni

Il glucomannano va evitato se si soffre di ulcera peptica o ernia iatale ma bisogna fare particolare attenzione anche se si assumono dei farmaci dato che rischia di assorbirli annullandone l’effetto. Chiedete sempre consiglio al vostro medico prima di utilizzarlo ed evitate il fai da te.

L’assunzione di glucomannano è sconsigliata in allattamento e gravidanza.

Per quanto riguarda i possibili effetti collaterali, questi possono comportare diarrea, mal di stomaco, meteorismo e stitichezza. Generalmente però compaiono solo nel caso si sia esagerato un po’ con le dosi.

FONTE: Greenme (Francesca Biagioli)

 

(ENGLISH VERSION)

Have you ever heard of glucomannan? It is a root that turns out to be an interesting natural remedy for those suffering from high cholesterol.

Having cholesterol levels that are too high is now known to be a possible cause of cardiovascular problems. You risk incurring greater heart attacks or strokes. This is why cholesterol should be monitored and in case kept at bay with the help of a healthy diet and some natural remedies (always after consulting your doctor).

Nutrition should be rich in fiber, anti-nutrient substances that are particularly important as, among other things, they help counter bad cholesterol. However, these can also be taken in the form of supplements. Among the most interesting are those based on glucomannan.

What is glucomannan

It is a vegetable fiber that is extracted from Amorphophallus Koniac, a tuber particularly dear to Japanese cuisine and interesting for its properties: it has been shown to be able to keep cholesterol and body fat at bay.

We often find glucomannan in industrial foods such as candies but also baked goods, sauces, soups, etc. where it is used as a thickener, emulsifier, stabilizer, gel maker or simply as a source of fiber.

Glucomannan extract is a granular powder able to swell up to 60 times its weight.

Glucomannan, properties and benefits

Glucomannan has several properties, the most important confirmed by some scientific studies:

  • It keeps cholesterol at bay: a first study has noted the beneficial effects on cholesterol levels while another research has gone on to evaluate which was the best dose to take to enjoy the benefits of this root (we will talk about it below).
  • It helps weight management: the fibers help keep weight at bay. In the stomach the glucomannan tends to turn into a sort of gelatin with the help of water and for this reason it is able to promote the sense of satiety.
  • Anti-constipation: as is known, fibers help intestinal peristalsis. Those who take glucomannan, therefore, could see a possible problem of constipation improve.
  • Useful in the case of diabetes and obesity: since it counteracts the absorption of cholesterol and fats, but also given the ability to slow the absorption of sugars, this remedy can be useful in case of diabetes or obesity.

Glucomannano, how and how much to assume

Since it is a water-soluble fiber it is generally recommended to take glucomannan together with plenty of water. The liquids, in fact, allow the fibers to swell and perform their task better, including also favoring intestinal transit.

According to the experts, glucomannan is taken in a dose of 4 grams per day so that it can be really effective in keeping cholesterol in the right levels. A quantity also confirmed by EFSA, the European Food Safety Authority, which authorized the use of this fiber and the related claims that sponsor it as useful for controlling weight and cholesterol.

This natural remedy should be taken about an hour before meals and always alone.

Glucomannan, contraindications

Glucomannan should be avoided if you suffer from peptic ulcer or hiatal hernia but special care should be taken even if you are taking medications since it risks absorbing them and eliminating their effect. Always ask your doctor for advice before using it and avoid doing it yourself.

Glucomannan intake is not recommended in breast-feeding and pregnancy.

As for the possible side effects, these can lead to diarrhea, stomach pain, meteorism and constipation. Generally, however, they only appear if you have exaggerated a little with the doses.

 

SOURCE: Greenme (Francesca Biagioli)

Read Full Post »

Autunno e salute, la stagione della trasformazione: nella medicina cinese questa stagione è associata ai polmoni e all’intestino crasso.

 

Si passa da una natura espansiva ed esteriore, legata all’estate, ad una natura più contratta e interiore, legata per l’appunto all’autunno.

 

L’energia che viene associata al polmone è quella del lasciar andare dando spazio a nuove esperienze che ci permettono di crescere, evitando e allontanando le situazioni in sospeso che ci tengono imprigionati.

Quando abbiamo problemi di equilibrio con i polmoni ci troviamo a provare provare spesso angoscia, tristezza e afflizione, difficoltà a lasciar andare il passato, lasciar andare le persone. La Medicina Cinese ci aiuta a vivere pienamente queste emozioni, in modo sano, per poi lasciarle andare e rinforzarci, aumentando e tenendo viva l’energia.

Mentre da una parte abbiamo il polmone che si prepara ad accogliere ciò che è nuovo, l’intestino crasso invece si occupa di lasciar andare i rifiuti, trattenendo solo quello che è utile e funzionale per il nostro organismo. Spesso le persone che soffrono di stitichezza hanno anche difficoltà a lasciare andare cose, situazioni e persone nella vita.

Un buon esercizio da fare in autunno e legato alla pulizia interna ed esterna, svuotare le credenze e ordinarle, sistemare gli armadi, fare pulizia di scartoffie varie, ripulire il Pc dai file che non usiamo e tant’altro.

Autunno e salute: come ottenere il meglio da Polmoni e Intestino Crasso

Uno dei migliori suggerimenti che possiamo darvi per rafforzare i polmoni è quello di respirare profondamente, fermarsi e osservare e sentire la nostra respirazione.

Fare una passeggiata, nell’aria frizzante dell’autunno, inspirando ed espirando profondamente aiuta a ricariche di ossigeno e di energia i nostri polmoni.

Potete anche dedicarvi 5/10 minuti al giorno per rilassarvi all’aria aperta e fare questo esercizio di inspirazione profonda, trattenendo anche il fiato qualche secondo in più per permettere all’aria di entrare in circolo, e poi espirare lentamente.

Il Polmone detiene anche il dominio su pelle e pori: l’idratazione e il riscaldamento della pelle dipendono dall’azione diffusiva dei liquidi, pertanto se questa è efficiente, la pelle si presenterà vitale, elastica e tonica; la dinamicità con cui i pori si aprono e si chiudono contribuiscono alla regolazione della sudorazione e della traspirazione, processi che influenzano l’attività respiratoria.

Possiamo favorire il processo di interiorizzazione anche dal punto di vista della nostra alimentazione, cominciando ad utilizzare cotture più Yang (forno, pressione) e cibi Yin più umidi. Del resto, il freddo esterno ci spinge a portare caldo dentro di noi, per ripristinare l’equilibrio.

Durante l’estate abbiamo favorito una cucina più Yin con cibi rinfrescanti, ora il nostro organismo richiede di eliminarli e di introdurre calore, per creare un equilibrio tra esterno freddo e interno caldo.

Gli alimenti Yin umidi adatti sono:

aglio, cipolla, peperoncino, cannella, zenzero, miso, riso, broccoli, ravanelli, pepe nero, curcuma, cardamomo, porro, mandorle, banane, cavolo, sedano, limone, pompelmo, mele, prugne, uva, castagne,

 

FONTE: Ambientebio (Gino Favola)

 

(ENGLISH VERSION)

Autumn and health, the season of transformation: in Chinese medicine this season is associated with the lungs and the large intestine.

We move from an expansive and external nature, linked to the summer, to a more contracted and inner nature, linked precisely to autumn.

The energy that is associated with the lung is that of letting go, giving space to new experiences that allow us to grow, avoiding and removing the outstanding situations that keep us imprisoned.

When we have problems with the balance of the lungs, we find ourselves experiencing anguish, sadness and grief, difficulties in letting go of the past, letting people go. Chinese medicine helps us to live these emotions fully, in a healthy way, and then let them go and reinforce ourselves, increasing and keeping the energy alive.

While on the one hand we have the lung that is preparing to welcome what is new, the large intestine instead deals with letting go of the waste, retaining only what is useful and functional for our body. Often people who suffer from constipation also have difficulty letting go of things, situations and people in life.

A good exercise to do in the fall and linked to internal and external cleaning, empty the cupboards and order them, fix the cabinets, clean out various paperwork, clean the PC from the files we don’t use and much more.

Autumn and health: how to get the best from Lungs and Large Intestine

One of the best suggestions we can give you to strengthen your lungs is to breathe deeply, stop and observe and feel our breathing.

Taking a walk in the brisk autumn air, inhaling and exhaling deeply helps our lungs to refill oxygen and energy.

You can also spend 5/10 minutes a day relaxing in the open air and doing this deep inhalation exercise, also holding your breath a few more seconds to allow air to circulate, and then exhale slowly.

 

The Lung also holds the dominion over skin and pores: the hydration and heating of the skin depend on the diffusive action of the liquids, therefore if this is efficient, the skin will appear vital, elastic and tonic; the dynamism with which the pores open and close contribute to the regulation of sweating and transpiration, processes that influence respiratory activity.

We can favor the process of internalization also from the point of view of our diet, starting to use more Yang cooking (oven, pressure) and more moist Yin foods. After all, the cold outside drives us to bring warmth within us, to restore balance.

During the summer we have favored a more Yin kitchen with refreshing foods, now our body requires eliminating them and introducing heat, to create a balance between the cold exterior and warm interior.

Suitable wet Yin foods are:

garlic, onion, chilli, cinnamon, ginger, miso, rice, broccoli, radishes, black pepper, turmeric, cardamom, leek, almonds, bananas, cabbage, celery, lemon, grapefruit, apples, prunes, grapes, chestnuts,

SOURCE: Ambientebio (Gino Favola)

Read Full Post »

Older Posts »