Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘rimedi naturali’ Category

Acufene: di cosa si tratta?

Gli acufeni sono rumori fastidiosi, talvolta intensi, che si possono percepire localizzati in uno o entrambi gli orecchi, oppure più genericamente all’interno della testa. L’acufene per chi ne soffre è un vero supplizio e può addirittura diventare un dramma in grado di influire sulla qualità della vita in modo negativo, poiché potrebbe anche arrivare ad impedire lo svolgimento delle attività quotidiane.

Chi soffre di questo disturbo riferisce di vivere un consistente disagio e lamenta l’incapacità di abituarsi a tale ronzio, che purtroppo, a tutt’oggi non si sa ancora come risolvere completamente.

Come si manifesta

E’ una patologia che colpisce una buona parte della popolazione, soprattutto in età avanzata e colpisce più maschi che femmine. Gli acufeni possono manifestarsi come fischi sottili di acuta frequenza, come ronzii con frequenze più gravi, come un suono variabile e diffuso su tutte le frequenze dell’udibile, in modo pulsante come il cuore o intermittenti come uno scatto meccanico.

Non viene definita malattia, ma sintomo. Pertanto il trattamento mirato va ad identificare ciò che ne è alla base per agire su di esso.

Cause che favoriscono l’insorgere di acufeni

Pare innanzitutto che, secondo studi fatti, dietro ad un acufene ci sia sempre un danno all’orecchio interno, seppur modestissimo. Un abbassamento uditivo potrebbe favorire acufene, così come il fumo di sigaretta, patologie sistemiche come l’ipertensione, cardiopatie e problemi circolatori. Anche disturbi come ansia, stress, depressione possono essere concause di tale disturbo. Inoltre, le patologie a carico dell’apparato muscolo scheletrico, a livello testa e collo, a livello dell’ATM (articolazione temporo- mandibolare) e del distretto cranio-cervicale sono quasi sempre cause di acufene. Anche un malfunzionamento di una ristretta zona di cellule ciliate può generare uno scompenso che si trasforma in acufene. La coclea, cioè la chiocciola è la zona da cui parte tale sintomo. Qui, una sofferenza, anche se transitoria, può dare luogo ad una piccola lesione che induce uno sbilanciamento dei nuclei nervosi, causa poi di acufene.

Il sistema uditivo è un organo molto sofisticato, ma altrettanto sensibile, in grado di captare i minimi scompensi di funzionamento. Infezioni virali o batteriche, otite, otosclerosi, timpanosclerosi, possono favorire l’insorgere di acufene.

L’origine dell’acufene

E’ importante riconoscere l’origine multifattoriale di tale disturbo; non è solo l’orecchio responsabile, ma l’intero organismo. Inoltre le cause di acufene sono spesso sfumate e diverse da paziente a paziente. Se il suono- ronzio è generato da uno sbilanciamento delle vie uditive, il suo proseguimento è “sponsorizzato” dal cervello che ha la capacità di adattarsi e modificarsi. In questo caso specifico i centri nervosi superiori sviluppano un’attenzione selettiva a questo suono e sembra che siano in grado di autogenerarlo facendolo udire anche se la causa originaria viene rimossa. Considerata, altresì, la neuroplasticità del cervello è possibile riprogrammare le vie uditive e riequilibrare gli scompensi.

 

Tipologie di acufene

Le tipologie in questione sono tre:

  1. Acufeni adiogeni supportati da patologie dell’apparato uditivo da trattare, a seconda dei casi, farmacologicamente, chirurgicamente o con impianto di protesi acustica,
  2. Acufeni somatosensoriali alterazioni o disfunzioni dell’apparato muscolo-scheletrico che richiedono una valutazione ed un eventuale trattamento di tutte le strutture a livello cervicale e mandibolare, come denti, mascelle, muscoli, ATM, nervi.
  3. Acufeni psicogeni strettamente correlati con alterazioni di carattere psicologico in cui si consiglia l’ausilio di un consulente psichiatra o neurologo.

 

Significato psicosomatico

In caso di acufene è bene identificare il tipo di rumore che si sente, ciò che esso rappresenta per noi e capire se ci stiamo mettendo sotto pressione per non ascoltare i propri bisogni o le emozioni legate a questo rumore.

C’è chi sente il canto delle cicale: rappresenta il periodo di vacanze! Il corpo mi sta dicendo che occorre rallentare, fermarsi, concedersi un po’ di ozio.

C’è chi sente strida di uccelli: possono essere paragonate a grida di dolore che si sono sentite in passato e che sono state rimosse dallo stato cosciente.

C’è chi ha la sensazione di orecchie tappate: il tappo rappresenta la chiusura, la paura di perdere la propria autonomia.

C’è chi sente le campane di una chiesa: riporta ad un ricordo poco piacevole, come ad esempio le campane ad un funerale di una persona cara.

In generale posso chiedermi: “ Qual è la pressione di cui mi carico per non ascoltare le mie vere necessità o i sentimenti che provo? Rifiuto forse di ascoltare i miei dubbi perché temo di aver preso una strada sbagliata? Che cosa non voglio sentire nella parte più profonda del mio intimo?  E’ forse il bisogno di fermarmi, di mettere un termine al mio lavoro e di godermi un po’ la vita?”

 

Come si può gestire l’acufene?

A livello farmacologico la terapia è secondaria poiché i farmaci si basano su azione antiossidante e integratori generici che aiutano a mantenere l’omeostasi dell’orecchio interno, ma difficilmente portano a miglioramenti significativi. Ci sono poi terapie a carattere riabilitativo come la Terapia del suono che sembra dare efficacia a lungo termine; essa consiste nel somministrare suoni terapeuticamente adeguati con diminuzione progressiva del fastidio.

La tendenza di tale sintomo a perdurare nel tempo, anche quando la causa viene eliminata o fortemente ridotta, dipende dai tempi necessari al rimodellamento neuroplastico sia anatomico che funzionale dei neuroni coinvolti. L’esperienza percettiva di un acufene produce nuove reti sinaptiche collegate a memoria ed emozioni; quindi i tempi necessari al resetting e alla cancellazione di queste nuove sinapsi non sono brevissimi.

 

Curiosità… acufene = nuova malattia

Molti pazienti che soffrono di tale disturbo lo considerano un sintomo grave, indice di danno permanente all’udito che porterà a sordità, tumore cerebrale, problemi vascolari, malattie mentali. Quasi tutte le persone temono che possa diventare sempre più forte e invadente, incurabile. Viene vissuto come un’invasione al proprio territorio, un qualcosa che disturba la pace e la tranquillità di sempre.

Molte persone lamentano la perdita del silenzio come qualcosa di cui si gratificavano e che custodivano preziosamente. Sfortunatamente le paure possono essere aggravate da racconti di esperienze di amici che dicono di essersi rovinati la vita a causa di tale disarmonia; questo è counseling negativo. Viene enfatizzato troppo come male inaffrontabile e devastante, cosa che di fatto non è. La paura, la rabbia, il senso di colpa, sono emozioni molto forti correlate al nostro istinto di sopravvivenza e aumentano, di conseguenza, l’attenzione della persona nei confronti dell’acufene.

Occorre pertanto cercare di mantenere un atteggiamento positivo e pensieri positivi, lasciando da parte paure e non lasciandosi condizionare dal vociferare di chi ci sta intorno.

 

FONTE: BenessereCorpoMente

 

(ENGLISH VERSION)

Tinnitus: what is it about?

Tinnitus is an annoying, sometimes intense noise that can be perceived locally in one or both ears, or more generically within the head. Tinnitus for those who suffer of it, is a real punishment and can even become a drama that can affect the quality of life in an negative way, as it may also prevent the daily activities from being carried out.

Those who suffer from this disturbance report that they experience a great deal of discomfort and complain about the inability to get used to this hum, which unfortunately still does not yet know how to solve it completely.

How it manifests itself

It is a disease that affects a good part of the population, especially in older age and affects more males than females. Tinnitus can manifest itself as subtle acute frequency whistles, such as humming at more severe frequencies, such as a variable sound and diffuse on all audible frequencies, pulsating like heart or intermittent as a mechanical shake.

It is not defined as illness but symptom. Therefore, targeted treatment goes to identify what is at its disposal to act on it.

Causes that promote tinnitus

First of all, according to studies carried out, there is always a damage to the inner ear behind a tinnitus, albeit modest. An auditory lowering could favor tinnitus, as well as cigarette smoking, systemic pathologies such as hypertension, heart disease and circulatory problems. Even disorders such as anxiety, stress, depression can be caused by this disorder. In addition, the skeletal muscles, head and neck disorders at the ATM level (temporomandibular joint) and the skull-cervical area are almost always causes of tinnitus. Also a malfunction of a narrow area of ​​ciliary cells can cause a loss that becomes tinnitus. The auger, that is, the spiral is the area from which this symptom is part. Here, a suffering, though transient, can result in a small injury that causes an imbalance of the nerve cells, resulting in tinnitus.

The auditory system is a very sophisticated, but equally sensitive organ, able to capture the minimal operating mismatches. Viral or bacterial infections, otitis, otosclerosis, tympanosclerosis, may favor the onset of tinnitus.

The origin of tinnitus

It is important to recognize the multifactorial origin of this disorder; It’s not just the ear responsible, but the whole organism. Also the causes of tinnitus are often blurred and different from patient to patient. If the sound is generated by an unbalanced auditory way, its continuation is “sponsored” by the brain that has the ability to adapt it and modify it. In this particular case, the upper nerve centers develop a selective attention to this sound and it seems that they are capable of self-generating it by hearing it even if the original cause is removed. Also considered, neuroplasticity of the brain can reprogram the auditory pathways and rebalance the imbalances.

Types of tinnitus

The types in question are three:

  1. Adjuvant tinnitus supported by auditory illnesses to treat, as appropriate, pharmacologically, surgically or with an acoustic prosthesis implant,
  2. Somatosensory tinnitus alterations or dysfunction of the musculoskeletal system that require evaluation and treatment of all cervical and mandibular structures such as teeth, jaws, muscles, ATM, nerves.
  3. Psychogenic tinnitus closely related to psychiatric alterations where it is advisable to use a psychiatrist or neurologist.

Meaning of psychosomatic

In the case of tinnitus it is good to identify the type of noise you hear, what it represents for us and understand if we are under pressure to not listen to your own needs or emotions related to this noise.

There are those who hear the chanting of cicadas: it represents the holiday period! My body is telling me that it is necessary to slow down, to stop, to indulge in a bit of idleness.

There are those who feel flaky with birds: they can be compared to screams of pain that have felt in the past and have been removed from the conscious state.

Some people have the feeling of dead ears: the cap is the closure, the fear of losing their autonomy.

There are those who hear the bells of a church: it brings to a little unforgettable memory, such as bells at a funeral of a dear person.

In general, I can ask myself, “What is the pressure I am charged for not listening to my true needs or the feelings I feel? Do I refuse to listen to my doubts because I’m afraid I’ve taken a wrong path? What do I want to feel in the deepest part of my underwear? Is that the need to stop, to put an end to my work and to enjoy life a bit? “

 

How can tinnitus be treated?

At a drug level, therapy is secondary because drugs are based on antioxidant action and generic supplements that help maintain internal ear homeostasis, but hardly lead to significant improvements. There are then therapeutic therapies such as Therapy of sound that seems to give long-term efficacy; It consists in administering therapeutically adequate sounds with a progressive decrease in the discomfort.

The tendency for this symptom to persist over time, even when the cause is eliminated or greatly reduced, depends on the time required for both the anatomical and functional neuroplastic remodeling of the neurons involved. The perceptual experience of tinnitus produces new synaptic networks connected to memory and emotions; So the time needed to reset and erase these new synapses is not short.

Curiosity … tinnitus = new illness

Many patients suffering from such a disorder consider it a serious symptom, indicative of persistent damage to hearing which will lead to deafness, brain tumor, vascular problems, mental illnesses. Almost all people are afraid they can become increasingly strong and intrusive, incurable. It is experienced as an invasion of its territory, something that disturbs the peace and tranquility of ever.

Many people complain of the loss of silence as something they are gratifying and keeping precious. Unfortunately, fears can be aggravated by stories of friends who say they have ruined their lives because of such disharmony; This is negative counseling. It is emphasized too much as being unmanageable and devastating, which in fact is not. Fear, anger, guilt, are very strong emotions related to our instinct of survival and thus increase the person’s attention to tinnitus.

So try to maintain a positive attitude and positive thoughts, leaving aside fears and not letting yourself be influenced by the rumors of who’s around us.

SOURCE: BenessereCorpoMente

Read Full Post »

In tutte le antiche tradizioni veniva affermato che nel corpo umano scorrono dei canali di energia (detti meridiani) e la malattia non è altro che il disequilibrio di questo flusso energetico. La scoperta dei biofotoni ha potuto dimostrare che questa energia è presente nel corpo, ma nessuno scienziato era riuscito a comprenderne il percorso. Oggi diversi studi scientifici dimostrano che i meridiani energetici esistono davvero.

Oltre 2000 anni fa, le antiche culture erano a conoscenza di questi canali di energia, anche se venivano definiti in modo diverso:

  • sen in Thailandia,
  • nadi in India,
  • meridiani in Cina e Giappone e
  • canali in Tibet.

La stessa medicina tradizionale cinese e diverse terapie come

  • agopuntura,
  • shiatsu,
  • cromopuntura,
  • digitopressione 

e tante altre si sono basate sul sistema dei meridiani con enorme successo, ma la scienza non era riuscita a spiegarne il motivo.

Se sei sensibile all’energia e hai avuto trattamenti energetici, come l’agopuntura ad esempio, puoi aver sentito flussi di energia lungo il corpo, scariche elettriche, o sensazione di caldo o freddo intensi, per esempio, le gambe o le braccia. Questa è una liberazione di energia nei meridiani e il flusso di energia che viene rilasciata quando un blocco viene rimosso.

Meridiani

Utilizzando una nuova tecnica di cattura delle immagini e di tomografia computerizzata, infatti, i ricercatori hanno osservato dei punti concentrati dentro a strutture microvascolari, che corrispondono chiaramente ai punti su cui lavorano gli esperti di medicina energetica da quasi 2000 anni.

Nello studio, pubblicato dal Journal of Electron Spectroscopy and Related Phenomena, i ricercatori hanno usato una tecnica di immagine di contrasto sia sui punti dell’agopuntura che altrove sul corpo. Questa scansione ha rivelato una chiara distinzione tra i punti comuni e le strutture anatomiche costituite dai punti di agopuntura.

La tomografia computerizzata è una tecnica che ricorre ai raggi X per creare immagini in sezione trasversale. In questo studio, i ricercatori hanno usato una tecnica speciale, grazie alla quale si è osservata una densità maggiore di microvasi corrispondenti ai punti dell’agopuntura oltre che una grande quantità di strutture microvascolari involute. I punti non appartenenti ai meridiani non mostrano queste caratteristiche.

Secondo la Medicina Cinese, l’energia vitale scorre all’interno del corpo in un complesso sistema di vasi noti come Meridiani. Nel farlo, questa seguirebbe il libero fluire del sangue nell’organismo. Se la circolazione del sangue è limitata, allora lo sarà di conseguenza anche il movimento dell’energia vitale. Questo causerà disarmonia nell’altrimenti simbiotico funzionamento degli organi.

Ma non è l’unico studio. Gli scienziati della Seoul National University hanno confermato l’esistenza dei meridiani, che hanno definito come il nostro sistema vascolare primario nella ricerca pubblicata su Evidence Based Complementary and Alternative Medicine.

In precedenza, lo scienziato nord-coreano Kim Bong-Han aveva affermato di avere visualizzato i meridiani, già nei primi anni ’60. Professore di Fisiologia alla Seoul National University e direttore dell’Istituto per la Ricerca sui Meridiani di Agopuntura in Pyongyang, era riuscito a dimostrarne l’esistenza, ma la sua morte improvvisa bloccò la diffusione del suo lavoro che solo ora sta cominciando ad uscire fuori dalla Korea. Infatti Bong-Han aveva dimostrato che esistono delle strutture tubolari fuori e dentro i vasi sanguigni e linfatici, oltre che sulla superficie degli organi e sotto il derma. Egli riteneva che si trattasse dei meridiani tradizionali. Per questo, all’epoca, i meridiani furono chiamati anche condotti o canali Bonghan, dopo la sua ricerca. Ora l’esistenza di questo sistema è stata confermata da ulteriori ricerche.

I ricercatori coreani ritengono oggi che il primario sistema vascolare del nostro organismo non sia altro che la componente fisica del sistema dei meridiani dell’agopuntura. E’ stato anche ipotizzato che questo sistema sia coinvolto nel convogliare il flusso dell’energia e le informazioni trasmesse dai biofotoni (delle onde elettromagnetiche di luce) che partono dall’antenna del DNA.

Le arti fisiche ed esoteriche del Tai Chi e del Qi Gong lavorano allo scopo di migliorare il flusso vascolare del sangue, affinché anche l’energia vitale fluisca più libera. L’effetto è quello di una salute migliorata e di un sistema immunitario più forte. Di conseguenza, si ha molta più energia e migliora anche l’armonia mentale, oltre che quella emotiva.

Come è noto, la Medicina Tradizionale Cinese ha i suoi fondamenti sul concetto di Qi (soffio, energia vitale) circolante lungo una rete di canali chiamati Meridiani. L’Agopuntura tratta le patologie e gli squilibri dell’organismo mediante l’infissione di aghi metallici in punti ben definiti, detti agopunti, disseminati lungo tali canali. Un misterioso fenomeno che ha attirato per generazioni l’attenzione della comunità scientifica internazionale è rappresentato dal fatto che, malgrado l’agopuntura annoveri migliaia di anni di successi, nessuna solida spiegazione scientifica è mai stata proposta per giustificare, dal punto di vista anatomico e fisiologico, l’esistenza dei Meridiani.

Tutto questo sembra ora finalmente convalidato scientificamente, grazie a questa ricerca che conclude che i punti dell’agopuntura hanno delle concentrazioni elevate di microvasi vicino alla superficie della pelle. I punti sembrano inoltre connessi strettamente ad alcune aree del corpo dove può concentrarsi più sangue.

Questo studio identifica anche i principali meridiani del corpo, scoperti più di 2000 anni fa durante il regno dell’Imperatore Giallo, Huang Di, considerato come il fondatore della Medicina Cinese e dell’Agopuntura.

Gli studi correlatati con microsensori amperometrici di ossigeno hanno rivelato una variazione parziale della pressione dell’ossigeno che, ancora una volta, corrisponde alle mappe energetiche del corpo umano sviluppate dai cinesi. Ecco le immagini:

Tutte queste nuove ricerche vanno a supportare la nuova medicina quantistica, che offre  guarigione e sollievo a moltissime persone in cui i farmaci non hanno avuto successo, ma viene allo stesso tempo derisa e sottovalutata dagli scettici e dai medici non aggiornati. Queste nuove sono un altro passo verso all’affermazione e alla diffusione di quelle che oggi vengono considerate “cure alternative”.

 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

In all ancient traditions it was said that in the human body flow of energy channels (called meridians) and the illness is simply the imbalance of this energy flow. The discovery of bio photons could demonstrate that this energy is present in the body, but no scientist had been able to understand the path. Today, several scientific studies show that the meridians energy really exist.

Over 2,000 years ago, ancient cultures were aware of these energy channels, even if they were called differently:

  • sen to Thailand,
  • nadi in India,
  • China and Japan in the meridians and
  • channels in Tibet.

The same traditional Chinese medicine and various therapies such as

  • acupuncture,
  • shiatsu,
  • cromopuntura,
  • acupressure

and many others were based on the meridian system with great success, but science had failed to explain why.

If you are sensitive to energy and you had energy treatments, like acupuncture for example, you may have heard of energy flows through the body, electric shock, or feeling of intense heat or cold, for example, the legs or arms. This is a release of energy in the meridians and the flow of energy which is released when a block is removed.

Meridiani

Using a new technique captures images and computed tomography, in fact, the researchers observed the points focused on in microvascular structures that clearly correspond to the points on which the work of energy medicine experts from almost 2000 years.

In the study, published in the Journal of Electron Spectroscopy and Related Phenomena, the researchers used a contrast image technique is on acupuncture points than elsewhere on the body. This scan revealed a clear distinction between the common points and the anatomical structures made from the acupuncture points.

Computed tomography is a technique that uses X-rays to create cross-sectional images. In this study, the researchers used a special technique, thanks to which there was a greater density of microvessels corresponding to acupuncture points as well as a large quantity of microvascular convoluted structures. The points outside the meridians do not exhibit these characteristics.

According to the Chinese medicine, the vital energy flowing within the body in a complex system of vessels known as meridians. In doing so, this would follow the free flow of blood around the body. If the blood circulation is limited, then so it is thus the vital energy movement. This will cause disharmony in the otherwise symbiotic organ function.

But it is not the only study. Scientists at Seoul National University have confirmed the existence of the meridians, which are defined as our primary vascular system in research published in Evidence-Based Complementary and Alternative Medicine.

Previously, the North Korean scientist Kim Bong-Han said he had displayed the meridians, in the early 60s. Professor of Physiology at the Seoul National University and director of the Institute for Research on Acupuncture Meridians in Pyongyang, had been able to prove its existence, but its sudden death stopped the spread of his work is only now beginning to get out of the Korea. In fact Bong-Han had shown that there are tubular structures in and out of the blood and lymph vessels, as well as on the surface of the organs and under the dermis. He believed that it was the traditional meridians. Therefore, at the time, the meridians were also called conduits or channels Bonghan, after his research. Now the existence of this system was confirmed by further research.

The Korean researchers now believe that the primary vascular system of the body is nothing but the physical component of the acupuncture meridian system. And he has also been hypothesized that this system is involved in channeling the flow of energy and the information transmitted by biophoton (electromagnetic waves of light) that depart from the antenna of DNA.

The physical and esoteric arts of Tai Chi and Qi Gong are working to improve the vascular blood flow, so that also the life energy to flow more freely. The effect is that of an improved health and a stronger immune system. As a result, it has much more energy and also improves mental harmony, as well as the emotional.

As is known, traditional Chinese medicine has its foundations on the concept of Qi (breath, life energy) flowing along a network of channels called meridians. Acupuncture treats diseases and imbalances of the organism by means of the driving of metallic needles in well-defined points, called acupoints, scattered along those channels. A mysterious phenomenon that has attracted generations for the attention of the international scientific community is the fact that despite the annoveri acupuncture thousands of years of success, no solid scientific explanation has ever been offered to justify, by the anatomically and physiologically , the existence of the meridians.

This all seems now finally validated scientifically, thanks to this research concludes that acupuncture points have high concentrations of microvessels near the skin’s surface. The points also seem closely related to some areas of the body where it can focus more blood.

This study also identifies the main meridians of the body, discovered more than 2000 years ago during the reign of the Yellow Emperor, Huang Di, considered the founder of Chinese Medicine and Acupuncture.

The correlated studies with amperometric oxygen microsensors have revealed a partial variation of the oxygen pressure that, once again, corresponds to the energy of the human body maps developed by the Chinese. Here are the images:

All this new research are to support the new quantum medicine, offering healing and relief to many people when the drugs have not been successful, but is at the same time mocked and underestimated by skeptics and doctors out of date. These new are another step towards the affirmation and dissemination of what today are considered “alternative therapies.”

 

SOURCE: Dionidream

Read Full Post »

Al cambio di stagione è bene depurarsi: per questo ti proponiamo sei ricette di succhi detox che donano al tuo corpo il benessere e l’energia di cui ha bisogno.

 

Depurarsi è il primo passo per “entrare” in primavera col piede giusto: puoi farlo con i succhi detox, ricchi di vitamine e sostanze che regalano benessere a tutto l’organismo.

Bevi una volta al giorno uno dei succhi che ti consigliamo fra poche righe. Sono succhi detox verdi ricchi di potassio, cellulosa e soprattutto di clorofilla, una sostanza indispensabile per rigenerare la mucosa irritata da un eccesso di scarti alimentari. Puoi berli a digiuno ma anche decidere di utilizzarli per sostituire un pasto. Così pulisci il tuo intestino e regoli la sua funzionalità.

 

1. Mela verde, kiwi e ortica per combattere il meteorismo

Ecco un succo detox gradevole da gustare anche al mattino, prima di colazione; è molto indicato soprattutto se ti capita di svegliarti con la pancia tesa e gonfia. Illumina la pelle e rinforza anche le ossa. Spremi o centriifuga una mela verde bio (con buccia e semi), 2 kiwi e una manciata di foglie d’ortica (oppure aggiungi 40 gocce d’ortica in tintura madre). Bevi subito.

2. Cetriolo, spinaci e curcuma contro i crampi addominali

Con questo succo detox idrati e rivitalizzi la flora batterica, regoli la secrezione di succhi digestivi ed elimini le scorie mal assimilate, prima causa di disbiosi e mal di pancia. Ti servono 2 cetrioli pelati, 2 manciate di spinaci freschi lavati e asciugati, e 2-3 cm di radici di curcuma (o aggiungi un pizzico di spezia in polvere: è antiossidante). Servilo come aperitivo.

3. Pompelmo, prezzemolo e zenzero per smaltire i ristagni di scorie

Hai esagerato con carne, grassi e fritti? Affidati a questo succo detox che aiuta il corpo a liberarsi dalle scorie dei cibi animali, responsabili di infezioni e putrefazioni intestinali. È ideale a fine pasto. Procurati un pompelmo rosa sbucciato (senza parte bianca, è amara), un pugno di prezzemolo (fonte di ferro e vitamina C) e 2-3 cm di radice di zenzero (sgonfiante e digestivo).

4. Disinfetti e curi la dissenteria con pera, banana, limone e tarassaco

Se l’intestino è iperattivo, placane la motilità con uno smoothie, cioè un succo denso adatto anche a sostituire un pasto. È astringente e ricco di potassio, minerale che viene disperso con le scariche. Gli ingredienti sono una pera bio, un limone a spicchi e una manciata di tarassaco (tonico epatico). Frulla il succo ottenuto con una banana acerba (se troppo matura, peggiora la colite).

5. Per regolarizzare la peristalsi servono crescione, erbette e broccoli

Se ai cambi di stagione soffri di stipsi, prima di pranzo e cena bevi un bicchierino di questo succo detox ricco di fibre e magnesio. E se aggiungi un kiwi e lo allunghi con succo di mela, è meglio di un lassativo! Lava e asciuga una manciata di crescione, 3 manciate di erbette e un broccolo (usa anche il gambo, fonte di fibre e cellulosa), ponili nell’estrattore o nella centrifuga; bevi a digiuno.

6. Per ridurre alitosi e cellulite, usa barbabietole, ravanelli e ananas

Le verdure ricche di zolfo e la frutta con elevato contenuto di enzimi sono l’ideale per placare nausea e alitosi ed eliminare le infiammazioni dei tessuti, che sono all’origine della cellulite. Lava, asciuga e tagliuzza un pugno di foglie di barbabietole, lava e affetta 5-6 ravanelli e taglia 2 fette di ananas. Spremi il succo. Se soffri di anemia, aggiungi una barbabietola intera.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

At the change of season it’s good to detox: this is why we offer six of detox juice recipes that give your body the well-being and the energy it needs.

Detox is the first step to “enter” in the spring the right way: you can do it with detox juices, rich in vitamins and substances that give welfare to the whole organism. Drink once a day one of the juices you’ll want in a few lines. They are rich in potassium green detox juices, cellulose and especially chlorophyll, a substance indispensable to regenerate the mucosa irritated by an excess of food waste. You can drink it on an empty stomach but also decide to use them to replace a meal. So clean your intestines and regulates its function.

1. Green apple, kiwi and nettle to combat flatulence

That’s a nice detox juice can be enjoyed in the morning, before breakfast; It is very suitable especially if you happen to wake up with the  tense and bloated belly. It brightens the skin and also strengthens bones. Take a juicer put a green organic apple (with peel and seeds), 2 kiwi and a handful of nettle leaves (or add 40 drops of nettle tincture). Drink immediately.

2. Cucumber, spinach and turmeric against abdominal cramps

This detox juice hydrates and revitalizes the gut bacterial, regulates the secretion of digestive juices and eliminate waste poorly assimilated, one cause of dysbiosis and stomach ache. You need 2 peeled cucumber, 2 handfuls of fresh spinach, washed and dried, and 2-3 cm turmeric root (or add a pinch of powdered spice is an antioxidant). Serve as an aperitif.

3. Grapefruit, parsley and ginger to dispose of waste stagnation

You have overdone meat, fatty and fried? Take this detox juice that helps the body to get rid of waste from animal foods, responsible for infections and intestinal putrefaction. It is ideal to end the meal. Get a pink grapefruit, peeled (without the white part that is bitter), a handful of parsley (a source of iron and vitamin C) and 2-3 cm of ginger root (reduces swelling and is digestive).

4. Disinfect and cure dysentery with pear, banana, lemon and dandelion

If the gut is hyperactive, calm its motility with a smoothie, which is a thick juice also suitable to replace a meal. It is astringent and rich in potassium, a mineral that is dispersed with discharges. The ingredients are a bio pear, lemon wedges and a handful of dandelion (liver tonic). Whisk the juice with an unripe banana (if overripe, it worsens colitis).

5. To regulate peristalsis serve watercress, chard and broccoli

If you suffer from constipation to seasonal changes, before lunch and dinner, drink a glass of this juice detox rich in fibers and magnesium. And if you add a kiwi and stretch with apple juice, it is better than a laxative! Wash and dry a handful of watercress, 3 handfuls of herbs and a broccoli (also uses the stem, source of fiber and cellulose), ponili extractor or in the centrifuge; drink on an empty stomach.

6. To reduce bad breath and cellulite, use beets, radishes and pineapple

The sulfur-rich vegetables and fruits with high content of enzymes are ideal for quench nausea and halitosis and eliminate inflammation of the tissues, which are at the origin of cellulite. Wash, dry and shred a handful of beet leaves, washed and affected 5-6 radishes and cut two slices of pineapple. Squeeze the juice. If you suffer from anemia, add a whole beets.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

L’inositolo è una sostanza naturale che si trova in alte concentrazioni nel cervello dove si facilita la comunicazione tra i miliardi di cellule cerebrali e assunto come integratore può risolvere molti disturbi del sistema nervoso e della psiche

Tutti i principali neurotrasmettitori come la dopamina, noradrenalina, serotonina, acetilcolina, GABA si basano sull’inositolo per trasmettere i messaggi. Così come non si può parlare al telefono quando non c’è nessun segnale, i neurotrasmettitori non possono fare il loro lavoro quando non c’è inositolo. E i neurotrasmettitori svolgono un ruolo importante in molti aspetti della vostra vita:

  • stato d’animo,
  • la produttività,
  • la capacità di gestire lo stress,
  • capacità di apprendere e ricordare,
  • il sonno,
  • l’appetito,
  • le dipendenze, e
  • altro ancora.

L’inositolo è un componente del complesso B (chiamato vitamina B8) e in condizioni di salute è sintetizzato dal corpo umano. Esiste in 9 possibili forme ed è contenuto anche in alcuni alimenti sotto forma di myo-inositolo (la forma naturale più diffusa):

  • frutta fresca (specialmente nel melone e nelle arance)
  • frutta secca
  • legumi
  • cereali integrali non trattati
  • carne (fegato)

L’inositolo assunto come integratore ha mostrato risultati eccezionali nella cura di molte malattie che altrimenti dovrebbero essere trattate con psicofarmaci. Poiché l’inositolo è una parte fondamentale di tanti sistemi chimici del cervello, può aiutare una vasta gamma di condizioni di salute mentale. Qui ci sono 6 modi in cui inositolo può migliorare la nostra salute mentale e il benessere.

1. L’inositolo è un rimedio naturale prezioso per l’ansia e attacchi di panico

I farmaci per l’ansia non funzionano per tutti e molti non possono tollerarne gli effetti collaterali. L’inositolo è un rimedio naturale anti-ansia che si è dimostrato utile per tutti i tipi di ansia, tra cui disturbo di panico, disturbo ossessivo-compulsivo e agorafobia. (1) Uno studio ha scoperto che l’inositolo riduce il panico tanto quanto i farmaci e senza effetti collaterali. (2) Per approfondire sull’alimentazione e la comprensione psicosomatica di questi disturbi puoi leggere Attacchi di Panico e Ansia sono una carenza nutrizionale e un blocco emozionale.

 

2. L’inositolo è utile per trattare la depressione e disturbi dell’umore

La depressione è la malattia mentale moderna più comune e colpisce le donne due volte più spesso degli uomini. (3) I livelli di inositolo sono più bassi della media nelle persone con depressione. Così, mentre il trattamento della depressione con inositolo sembra logico, l’evidenza di inositolo come rimedio naturale depressione è misto. In uno studio, vi era un significativo miglioramento dei sintomi di depressione, anche quando i pazienti cessavano i loro antidepressivi. (4)

È interessante notare che questo effetto è stato più pronunciato nelle donne poi gli uomini. (5) Tuttavia una meta-analisi di studi ha concluso che, mentre non vi sono stati effetti collaterali negativi, le prove per l’utilizzo di inositolo per la depressione erano insufficiente. (6) I disturbi dell’umore che rispondono positivamente ai farmaci allora generalmente rispondono alla supplementazione inositolo. (7)

3. L’inositolo diminuisce i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo

Inositolo sembra essere molto promettente per il trattamento del disturbo ossessivo-compulsivo, un tipo di disturbo d’ansia caratterizzato da pensieri e comportamenti ossessivi e indesiderati. Uno studio ha scoperto che l’inositolo ha ridotto i sintomi del disturbo ossessivo compulsivo, tanto quanto il farmaco di solito prescritto con meno effetti collaterali. (8) Se misurato con la scala di misurazione per i sintomi del disturbo ossessivo-compulsivo, l’inositolo riduce i sintomi di un sostanziale 50%. (9)

4. L’inositolo riduce significativamente i sintomi della bulimia

L’inositolo è un ottimo integratore naturale per la bulimia nervosa, un grave disturbo alimentare caratterizzato da alternanza di abbuffate fuori controllo e restrizione alimentare. Alte dosi di inositolo (18 grammi) hanno ridotto la depressione, l’ansia, e le abbuffate associate con la bulimia. (10) Come per la depressione, gli effetti dell’inositolo sulla bulimia è più forte nelle donne che negli uomini.

5. L’inositolo mitiga l’effetto collaterale del farmaco per il disturbo bipolare

Non ci sono molti studi sull’argomento ma ci sono alcune prove che può essere utile appositamente per i sintomi depressivi del disturbo bipolare. Sicuramente è stato trovato essere estremamente utile per un comune effetto collaterale della terapia farmacologica per il disturbo bipolare, ovvero la psoriasi litio-indotta. Il litio infatti svuota le riserve di inositolo portando alla psoriasi. (11) L’inositolo migliora notevolmente questa malattia della pelle senza negare gli effetti calmanti del farmaco.

6. L’inositolo riduce i sintomi psicologici della sindrome premestruale

L’inositolo può essere considerato il migliore amico di una donna per quanto riguarda non solo la regolarizzazione del ciclo mestruale (dolori, amenorrea, irregolarità) ma anche i sintomi psicologici. Diminuisce infatti gli sbalzi d’umore, la depressione e l’ ansia della sindrome premestruale (PMS) e del più grave disturbo disforico premestruale (PMDD). (12)

Come abbiamo già visto l’inositolo è anche particolarmente utile per il trattamento della sindrome dell’ovaio policistico. Questo disturbo causato da squilibri ormonali e colpisce il 10% delle donne, ed è caratterizzato da irregolarità mestruale, infertilità, e la tendenza ad aumentare di peso.

La carenza di inositolo è legata anche ad:

  • insonnia,
  • schizofrenia,
  • tensione nervosa e
  • vertigini.

Nota. L’uso neurologico dell’inositolo richiede dosi notevoli, di solito tra 6-18 grammi al giorno. (13) Poiché la maggior parte dell’inositolo in commercio è in capsule da 500 mg, questo significa ingoiare un sacco di pillole, ma è possibile acquistare inositolo in polvere che si mescola con l’acqua.

 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Inositol is a natural substance found in high concentrations in the brain where it facilitates communication among the billions of brain cells and taken as a supplement can solve many disorders of the nervous system and psyche

 
All major neurotransmitters such as dopamine, norepinephrine, serotonin, acetylcholine, GABA are based on the inositol to send messages. Just as you can not talk on the phone when there is no signal, the neurotransmitters can not do their job when there is no  inositol. And neurotransmitters play an important role in many aspects of your life,

  • mood,
  • productivity,
  • ability to handle stress,
  • ability to learn and memory,
  • sleep,
  • appetite,
  • dependencies, and more.

Inositol is a member of the B complex (called vitamin B8) and health is synthesized by the human body. It exists in 9 possible forms and is also contained in some foods in the form of myo-inositol (the most common natural form):

  •  fresh fruit (especially in melon and oranges)
  • dried fruit
  • legumes
  • untreated whole grains
  • meat (liver)

Inositol taken as a supplement has shown outstanding results in the treatment of many diseases that would otherwise be treated with drugs. Since inositol is a key part of many chemical systems of the brain, it can help a wide range of mental health conditions. Here are 6 ways that inositol can improve our mental health and wellbeing.

1. Inositol is a valuable natural remedy for anxiety and panic attacks

Medications for anxiety do not work for everyone and many can not tolerate the side effects. Inositol is an anti-anxiety natural remedy that has proven to be useful for all types of anxiety, including

  • panic disorder,
  • obsessive-compulsive disorder and
  • agoraphobia. (1)

One study found that inositol reduces the panic as much as the drugs and without side effects. (2) For further information on Food and psychosomatic understanding of these disorders you can read Panic and Anxiety Attacks are a nutritional deficiency and an emotional block.

 

2. Inositol is useful for treating depression and mood disorders

Depression is the  more common modern mental illness and affects women twice as often as men. (3) The levels of inositol are lower than average in people with depression. So while depression treatment with inositol seems logical, evidence of inositol as a natural remedy for depression. In one study, there was a significant improvement in symptoms of depression, even when patients discontinued their antidepressant. (4) Interestingly, this effect was more pronounced in women than in men. (5) However, a meta-analysis of studies concluded that while there were no adverse side effects, the evidence for the use of inositol for depression were insufficient. (6) The mood disorders which respond positively to the drug then generally respond to inositol supplementation. (7)

 
3. The inositol decreases the symptoms of obsessive-compulsive disorder

Inositol looks promising for the treatment of obsessive-compulsive disorder, a type of anxiety disorder characterized by obsessive thoughts and unwanted behaviors . One study found that inositol has reduced the symptoms of OCD, such as the drug usually prescribed with fewer side effects. (8) If measured by the measurement scale for the symptoms of obsessive-compulsive disorder, inositol reduces the symptoms of a substantial 50%. (9)

4. The inositol significantly reduces the symptoms of bulimia

Inositol is a great natural supplement for nervous bulimia, a serious eating disorder characterized by alternating binges out of control and food restriction. High doses of inositol (18 grams) reduced depression, anxiety, and binge eating associated with bulimia. (10) As with depression, the effects of inositol on bulimia is stronger in women than in men.

5. Inositol mitigates the side effects of medication for bipolar disorder

There are not many studies on the subject but there is some evidence that it may be useful specifically for the depressive symptoms of bipolar disorder. Surely it has been found to be extremely useful for a common side effect of drug therapy for bipolar disorder, or the lithium-induced psoriasis. Lithium fact emptied the reserves of inositol leading to psoriasis. (11) Inositol greatly improves this skin disease without denying the calming effects of the drug.

6. Inositol reduces psychological symptoms of PMS

Inositol can be considered the best friend of a woman regarding not only the regularization of the menstrual cycle (pain, amenorrhea, irregular) but also psychological symptoms. in fact it decreases mood swings, depression and the anxiety of premenstrual syndrome (PMS) and the more severe premenstrual dysphoric disorder (PMDD). (12)

As we have seen inositol is also particularly useful for the treatment of polycystic ovary syndrome. This disorder caused by hormonal imbalances and affects 10% of women, and is characterized by menstrual irregularities, infertility, and the tendency to gain weight.

The inositol deficiency is also related to:

  • insomnia,
  • schizophrenia,
  • nervous tension and
  • dizziness.

Note. The inositol for neurological use requires substantial doses, usually between 6-18 grams per day. (13) Since most commercially inositol is in capsules of 500 mg, this means swallowing a lot of pills, but it is possible to buy powder inositol that you can mix with the water.

SOURCE: Dionidream

 

 

Read Full Post »

I cibi alcalini, come il succo di melograno, limitano le secrezioni e gli stati infiammatori che sono alla base delle allergie tipiche del cambio di stagione.

 

Si parla molto di cibi alcalini. La dieta alcalina, che predilige alimenti che contrastano l’acidità, dannosa per l’organismo, previene molte malattie e agisce anche sui fenomeni infiammatori che mettono “in allerta” il sistema immunitario, provocando disturbi fastidiosi lievi soprattutto alle vie respiratorie, di cui si soffre molto in primavera.

Innanzitutto è fondamentale evitare gli alimenti che stimolano la secrezione di muco e la liberazione di molecole pro-infiammatorie e di istamina, un mediatore che è alla base della risposta allergica.

Possono causare questa reazione i pomodori, il cioccolato e la frutta secca, i molluschi e i crostacei, gli insaccati, il latte e i latticini di mucca, da sostituire con latti vegetali o latte d’asina e scegliere invece cibi  ricchi di solforati, vitamina C, antiossidanti e magnesio, che riducono la risposta infiammatoria.

 

Cibi alcalini: ecco quelli da preferire

Tra i cibi alcalini che non dovrebbero mai mancare in tavola durante questo mese ci sono yogurt di soia, avocado, crusca di riso, banane, ribes nero, tofu, cereali come avena, miglio, orzo, zucchine, piselli, tacchino, bietole, cipolle, maggiorana e liquirizia.

Puoi ad esempio comporre un’ottima colazione ricca di cibi alcalini con uno yogurt di soia bio, due cucchiai di crusca di riso, metà avocado e un cucchiaino di miele di girasole.

Al bando latte vaccino e zucchero

Tra gli alimenti che possono causare più problemi alle vie respiratorie ci sono latte e latticini di mucca che, oltre ad aumentare la secrezione di muco, stimolano la produzione di istamina. Anche lo zucchero può peggiorare i sintomi allergici. Meglio quindi evitare latticini vaccini, a cui preferire le alternative vegetali, e lo zucchero, da sostituire con miele, sciroppo d’acero, stevia.

Fra i cibi alcalini, vince il succo di melograno

Per fare il pieno di sostanze antinfiammatorie, scegli il succo di melagrana, dalle proprietà diuretiche. Preparalo così: in una caraffa mescola mezzo di litro disucco bio di mela trasparente senza zucchero e 4 misurini di succo di melagrana; riponi in frigorifero almeno un’ora prima di servire. Bevilo a metà mattina o pomeriggio, sostituendolo se vuoi anche al bicchiere di vino per l’aperitivo.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The alkaline foods, such as pomegranate juice, can limit secretions and inflammatory conditions which are the basis of the typical allergic reaction due to the change of season.

There is much talk about alkaline foods. The alkaline diet, which favors foods that counteract the acidity, that is harmful to the body, prevents many diseases and also acts on the inflammatory phenomena that put “on alert” the immune system, causing annoying problems especially mild respiratory tract, which many persons suffer a lot in spring.

First, it is important to avoid foods that stimulate the secretion of mucus and the release of pro-inflammatory and molecules of histamine, a mediator that is the basis of the allergic response. Can cause this reaction tomatoes, chocolate and nuts, and shellfish, sausages, milk and cow’s milk, that need to be replaced with vegetable milks or donkey milk, and choose instead to sulfur-rich foods, vitamin C, antioxidants and magnesium, which reduces the response fi ammatoria.

Here are the preferred alkaline foods 

Among the alkaline foods that should always be present on the table during this month there are soy yogurt, avocado,  bran rice, banana, black currant, tofu, grains such as oats, millet, barley, zucchini, peas, turkey, beets, onions , marjoram and liquorice.

You can for example make a good breakfast rich in alkaline foods with organic soy yogurt, two tablespoons of bran rice, avocado and half a teaspoon of sunflower honey.

Banning cow milk and sugar

Among the foods that can cause more problems to the respiratory tract there are cow’s milk and dairy products that, in addition to increasing the secretion of mucus, stimulate the production of histamine. Even sugar can worsen allergy symptoms. Better to avoid dairy vaccines, who prefer herbal alternatives, and sugar, to be replaced with honey, maple syrup, stevia.

Among the alkaline foods, wins the pomegranate juice

To fill up with anti-inflammatory substances, choose the pomegranate juice, for the diuretic properties. Prepare it this way: in a jug mix half liter of organic transparent apple juice without sugar and 4 scoops of pomegranate juice; stow in the refrigerator at least one hour before serving. Drink it in mid-morning or afternoon, if you want to replace it by the glass of wine for an aperitif.

SOURCE: Riza

Read Full Post »

La pelle sottoposta a pollini ed altri allergeni manifesta rossori, eczemi e irritazioni che possono essere superati con il gel e il succo di aloe vera.

 

L’ aole vera ha mille proprietà, e una di queste è quella di contrastare herpes, eczemi e psoriasi e accelerare la guarigione dalle ferite. In questo periodo dell’anno spesso compaiono rossori, pruriti ed eritemi soprattutto sulle zone più esposte all’aria come viso, braccia e mani. L’ambiente si riempie di pollini, erbe irritanti ed altri allergeni dispersi nell’atmosfera, che rendono più vulnerabili a infiammazioni cutanee. L’ aloe vera è il prodotto naturale migliore per contrastare i nemici della nostra pelle.

 

Aloe vera, uno scrigno di sostanze antinfiammatorie

Il gel di aloe vera è molto ricco di acqua, mentre la polpa trasparente ricavata dalle foglie di questa pianta contiene zuccheri complessi come l’acemannano, che crea un sottile strato idratante sulla pelle e ne ricostituisce il film idrolipidico, prevenendo le screpolature e stimolando la produzione di collagene, con effetto protettivo. Gli antrachinoni, altri elementi presenti nel gel di aloe vera, hanno un’azione depurativa, mentre l’acido salicilico di cui la pianta è ricca è un ottimo antisettico e antinfiammatorio. Infine, il lupeolo è un’eccellente antinfiammatorio naturale.

In caso di infiammazioni è utile il succo di aloe vera

Il gel di aloe vera va applicato quando la pelle è irritata e il suo effetto emolliente e idratante è immediato. La consistenza della pelle migliora, il prurito si calma e le piccole lezioni e abrasioni si cicatrizzano, guarendo più velocemente. Oltre alle applicazioni cutanee, in caso di infiammazioni il succo di aloe vera si può anche bere. La ricchezza di mucillagini di questo succo stimola il transito intestinale e accelera lo smaltimento delle tossine, con un effetto depurativo e calmante dei tessuti della pelle.

Usa l’aloe vera più volte al giorno 

Applica il gel di aloe vera esternamente, dopo aver accuratamente deterso la parte irritata: versa una piccola quantità di prodotto e massaggia fino adassorbimento, più volte al giorno.

Il succo, invece, va bevuto 2-3 volte al giorno a cominciare dalla mattina a digiuno, insieme a un generoso bicchiere di acqua.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Skin is subjected to pollens and other allergens that manifests redness, eczema and irritation that can be overcome with the aloe vera gel and  juice.

It has a thousand of good properties, and one of these is to combat herpes, eczema and psoriasis and speed healing from the wounds. This time of year often appear redness, itching and rashes mainly on the areas most exposed to the air as the face, arms and hands. The atmosphere is filled with pollen, grasses and other irritating allergens dispersed in the atmosphere, which make them more vulnerable to skin infections. The aloe vera is the best natural product to fight the enemies of our skin.

Aloe vera, a treasure trove of anti-inflammatory substances

The aloe vera gel is very rich in water, while the transparent pulp derived from the leaves of this plant that contain complex sugars such as acemannan, which creates a thin layer of moisturizer on the skin and restores the hydrolipidic film, preventing cracking and stimulating production of collagen, with protective effect. Anthraquinones, other elements present in the aloe vera gel, have purifying action, while salicylic acid, of which the plant is rich is an excellent antiseptic and anti-inflammatory. Finally, the lupeol is an excellent natural anti-inflammatory.

If you have inflammation, aloe vera juice is useful

The aloe vera gel is applied when the skin is irritated and its softening and moisturizing effect is immediate. Skin texture improves, the itching subsides and small classes and abrasions are healing, healing faster. In addition to skin application, in cases of inflammation you can drink the aloe vera juice. The wealth of mucilage of this juice stimulates the intestinal transit and accelerates the disposal of toxins, with a purifying and soothing effect of skin tissues.

Use aloe vera several times a day

Apply aloe vera gel externally, after carefully cleansing the irritated part: pour a small amount of product and massage until it get absorbed, several times a day.

The juice, however, should be drunk 2-3 times a day starting from the morning before breakfast, together with a generous glass of water.

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

osteoporosi-2L’osteoporosi non è carenza di calcio, ma scorbuto delle ossa. Ecco perché serve la Vitamina C!

Mi rattrista vedere donne anziane a cui è stata diagnosticata l’osteoporosi seguire terapie che prescrivono l’uso di supplementi di calcio e farmaci alquanto problematici, denominati: bifosfonati. Questi metodi sono irrazionali, dogmatici e dannosi per quanto riguarda la degradazione delle ossa con l’avanzare dell’età. A suo tempo praticando nefrologia e medicina interna, ho visto numerosi pazienti affetti da malattie vascolari durante il trattamento con dosi raccomandate di calcio. Le radiografie hanno rivelato vasi sanguigni e valvole cardiache che si erano calcificate.

arteria seno calcificata

Arteria del seno calcificata

 

Nella foto qui a fianco potete vedere un’arteria del seno calcificata, condizione comune nelle donne in cura per l’ipertensione. Il farmaco principale utilizzato per la pressione alta è in grado di indurre il corpo a trattenere il calcio e disperdere magnesio e potassio. Ritroviamo questo tipo di calcificazioni nelle grandi arterie di tutto il corpo, non solo nei seni. Credo che questi problemi possano essere evitati.

Inutile dire che l’esercizio sia essenziale per uno scheletro sano. Non abbiate paura di fare esercizio con uno zaino carico in spalla… Sempre che non abbiate patologie come lombalgia, ernia del disco…

Bisogna vedere cosa si può fare dal punto di vista nutrizionale e nelle relazioni interpersonali per aiutare il vostro corpo a guarire se stesso. Gli integratori non sono sostituti di una buona alimentazione. Dopo tutto, gli scienziati stanno continuamente scoprendo nuove cose sul cibo e sulla sua interazione con il corpo.

La prima cosa da fare è fare ricerche nel web o leggere libri sull’argomento per trovare i cibi ricchi di vitamina CK2magnesio e minerali minori come il boro e la silice. Quest’ultima è molto importante per le ossa. Ricordate anche che la depressione ha molte cause. A volte la causa possono essere delle carenze nutrizionali e, a volte, la depressione può derivare da “intrappolamento” in dinamiche familiari malsane. Potrà sembrare discutibile, ma vorrei aggiungere, che la depressione può avere origini spirituali.

In casi di reali insufficienze, l’uso di un integratore potrebbe essere plausibile. Mentre gli integratori usati abitualmente in medicina, come il fosomax, sono unicamente integratori di calcio, a mio parere sarebbe più costruttivo un regime di supplementazione che includesse vitamine C, vitamina K2, vitamina D3 (nei mesi invernali, sole in estate) e di boro, silicio e magnesio. Questi sono elementi molto più importanti nella prevenzione di fratture e mantengono stabile la quantità di calcio.

In ultima analisi, il calcio introdotto tramite integratori si depositerà nei muscoli del cuore, nelle valvole cardiache e nei vasi sanguigni. Condizione favorevole alle malattie cardiovascolari. Tuttavia, se assumiamo vitamina C, D3 e K2 il corpo sarà in grado di regolare il livello di calcio ingerito attraverso il cibo.

La vitamina C rafforza le ossa!

  1. Mineralizza il tessuto osseo e ne stimola le cellule alla crescita.
  2. Previene il degrado del tessuto osseo inibendone l’assorbimento cellulare.
  3. Contrasta gli stress ossidativi, prevenendo l’invecchiamento.
  4. E’ di vitale importanza nella sintesi del collagene.

Quando si hanno carenze di vitamina C, accade esattamente l’opposto. Proliferano alcune cellule chiamate “osteoclasti” che hanno la funzione di riassorbire l’osso erodendolo.

Alcuni studi hanno dimostrato che nei pazienti anziani che hanno subito fratture i livelli di vitamina C nel sangue sono significativamente più bassi rispetto a coloro che non hanno subito fratture.

  • La densimetria ossea ha rivelato livelli maggiori nei pazienti che abitualmente assumevano vitamina C. Assumere la vitamina C è molto importante perché il corpo umano non può produrla a differenza di altri mammiferi e deve introdurla dall’esterno. Una persona adulta dovrebbe prendere 2-5 grammi al giorno di ascorbato di sodio come supplemento generale.
  • La vitamina K2 è ben nota tra gli operatori olistici per essere importante per la salute cardiovascolare e delle ossa. Integrarla potrebbe essere una buona idea per chi ha problemi ossei o di cuore.
  • Per quanto riguarda la vitamina D3, un livello intorno a 50-70 mg/ml contribuirà a mantenere il sistema immunitario sano e ad avere delle ossa forti.

Potranno sembrare molti integratori, ma per me, è un piccolo sforzo che ritornerà molto utile. Con le moderne alimentazioni, è difficile avere il giusto apporto di vitamina C.  Bisogna prestare particola attenzione a questo tipo di integratori se si hanno patologie renali, meglio consultare il proprio medico prima.

Gli esseri umani, le scimmie e i porcellini d’India non sono in grado di produrre vitamina C. I gatti che pesano solo circa 10-15 chili, sintetizzano più di 15 volte la RDA (razione giornaliera consigliata) di vitamina C indicata per gli esseri umani. Le capre hanno circa le dimensioni di una adulto umano, e senza stress sintetizzano fino a 13 grammi al giorno. Sotto stress si possono verificare soglie fino a 100gr. Non temere gli integratori di vitamina C, sono tra gli integratori più atossici e sicuri conosciuti. Se preferisci una fonte vegetale naturale, cerca la rosa canina che possiede un contenuto molto alto di vitamina C.

Dott.ssa Suzanne Humphries

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Osteoporosis is not a calcium deficiency, but a scurvy of the bones. That’s why you need Vitamin C!

It saddens me to see older women who have been diagnosed with osteoporosis follow therapies which requires the use of calcium supplements and somewhat problematic drugs, called: bisphosphonates.

These methods are irrational, dogmatic and harmful as regards the degradation of bone with age. In his time practicing nephrology and internal medicine, I have seen many patients who suffer from vascular disease during treatment with the recommended doses of calcium. Radiographs revealed blood vessels and heart valves that had calcified.

arteria seno calcificata
Breast artery calcified

In the picture above you can see the artery calcified breast a common condition in women being treated for hypertension. The main drug used for the high pressure is able to induce the body to retain and disperse the calcium magnesium and potassium. We find this type of calcification in large arteries of the whole body, not just in the breasts. I believe that these problems can be avoided.

Needless to say that the exercise is essential for a healthy skeleton. Do not be afraid to exercise with a load backpacker … Always you have medical conditions such as low back pain, herniated disc …

You have to see what can be done from a nutritional point of view and in interpersonal relationships to help your body to heal itself. Supplements are not a substitute for good nutrition. After all, scientists are constantly discovering new things about food and its interaction with the body.

The first thing to do is to search the web or read books on the subject to find the vitamin C-rich foods, K2, magnesium and minor minerals like boron and silica. The latter is very important for the bones.

Also remember that depression has many causes. Sometimes the cause may be of nutritional deficiencies and, sometimes, depression can result from “entanglement” in unhealthy family dynamics. It may seem controversial, but I would add, that depression can have spiritual origins.

 
In cases of real shortcomings, the use of an integrator could be plausible. While supplements used routinely in medicine, such as fosomax are only calcium supplements, in my opinion it would be more constructive a supplementation regimen that included

  • vitamin C,
  • vitamin K2,
  • vitamin D3 (in the winter months, the sun in summer) and
  • boron , silicon and magnesium.

These are very important elements in the prevention of fractures and keep stable the amount of calcium.

Ultimately, calcium introduced through supplements will settle in the heart muscles, heart valves and blood vessels. Conditions conducive to cardiovascular disease. However, if we assume vitamin C, D3 and K2 the body will be able to regulate the level of calcium ingested through food.

Vitamin C strengthens the bones!

  • It mineralizes bone tissue and stimulates the growth cells.
  • It prevents the degradation of bone tissue inhibiting its cellular absorption.
  • It combats oxidative stress, preventing aging.
  • It is vital in collagen synthesis.

When you have a vitamin C deficiency, exactly the opposite happens. Proliferate some cells called “osteoclasts” who have to absorb the erodendolo bone function.

Some studies have shown that elderly patients who have suffered fractures of vitamin C blood levels are significantly lower than those who have not suffered fractures.

  • Bone densitometry revealed higher levels in patients who regularly took vitamin C. Taking vitamin C is very important because the human body can not produce it, unlike other mammals, and should introduce it from the outside. An adult person should take 2-5 grams per day of sodium ascorbate as a general supplement.
  • Vitamin K2 is well known among holistic practitioners to be important for cardiovascular health and bone. Integrate it might be a good idea for those who have bone problems or heart.
  • With regard to the vitamin D3, a level around 50-70 mg / ml will help maintain the healthy immune system and to have strong bones.

 

It may seem like many supplements, but for me, it is a small effort that will return very useful. With modern power supplies, it is difficult to have the right amount of vitamin C. particle We must pay attention to this kind of supplements if you have kidney disease, better to consult your doctor first.

Humans, monkeys and guinea pigs are unable to produce vitamin C. The cats weighing only about 10-15 kilos, summarizing more than 15 times the RDA (recommended daily allowance) of vitamin C indicated for beings human. The goats have about the size of an adult human, and without stress synthesize up to 13 grams per day. Under stress may occur thresholds up to 100gr.

Do not be afraid of vitamin C supplements, they are among the most non toxic and safe supplements known.

If you prefer a natural plant source, look for the wild rose that has a very high content of vitamin C.

Dr. Suzanne Humphries

 

 

Read Full Post »

Older Posts »