Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘Uncategorized’ Category

La prima cosa da fare in questo caso è evitare che il corpo si indebolisca: per sostenere l’attività di tutti gli organi, niente è meglio dei giusti rimedi verdi.

 

In linea generale, e salvo un’adeguata verifica attraverso l’apposito dosaggio ormonale da eseguire con un esame del sangue, la menopausa si dà per confermata quando il ciclo mestruale non si presenta per dodici mesi continuativi. In questa fase è frequente che la donna si senta fiacca, senza energia o avverta un brusco calo del desiderio sessuale, perché durante il periodo più intenso della transizione è possibile che l’aggiustamento ormonale abbia bisogno di un sostegno: se ti ritrovi in questa situazione, prova anzitutto a prendere una fialetta sublinguale al giorno di damiana, un potente tonico sudamericano ricco di alcaloidi e fitosteroli che ti danno l’energia giusta per affrontare i momenti di stress dovuto alla menopausa. Assumilo per almento due mesi.

Contro vampate e sbalzi pressori servono questi estratti

  • La liquirizia
    Dal climaterio e per tutta la durata della menopausa, è importante evitare i bruschi tracolli ormonali perché sono proprio loro che provocano vampate e sbalzi pressori. La tua risorsa è la liquirizia: come hanno dimostrato vari studi, 2 capsule di estratto secco di liquirizia deglicirizzata al dì aiuterebbero ad attivare i recettori dell’estrogeno, riducendo l’intensità delle vampate.
  • La dioscorea
    Mattina e sera prima di dormire applica sull’addome una noce di crema a base di estratto di Dioscorea villosa fino a completo assorbimento: la dioscorea è un’ottima fonte di diosgenina, un principio attivo in grado di imitare l’attività del progesterone; in questo modo, contrasta in modo dolce tutto lo spettro di possibili disturbi dovuti allo squilibrio ormonale.

Contro ansia e insonnia da menopausa, serve il luppolo

Se con l’arrivo della menopausa hai iniziato a soffrire di ansia e insonnia, il rimedio giusto è il luppolo: grazie al suo effetto sedativo, incide positivamente sull’equilibrio del sistema neurovegetativo e migliora la qualità del sonno. Bevi il suo infuso alla sera. Se soffri di vampate notturne che incidono sulla qualità del sonno prima di coricarti al posto dell’infuso assumi il luppolo in formulazione concentrata; diluisci 50 gocce di tintura madre di luppolo in poca acqua e assumi il preparato 30 minuti prima di andare a letto.

Depressione e calo del desiderio; ti aiuta il ginseng

Se il riassetto ormonale tipico della menopausa ti provoca una lieve depressione, accompagnata da un calo del desiderio, prova il ginseng: è una naturale sorgente di fitoestrogeni che giovano anche al sistema nervoso, stimolano la libido e, se serve, combattono la secchezza vaginale. Prendine 2 capsule al dì prima dei pasti con un bicchiere d’acqua. Per diminuire il dolore durante i rapporti e rafforzare i muscoli vaginali che con la menopausa s’indeboliscono, con la punta delle dita massaggia la parte con qualche goccia di olio di mandorle mescolati a 2 gocce di essenza di neroli.

Il picnogenolo fortifica la circolazione

Per salvaguardare cuore e circolo dallo stress ossidativo affidati all’estratto di corteccia di pino marittimo, il picnogenolo: è particolarmente indicato per le donne in menopausa, che sono più esposte al rischio di infarto e ictus. Assumi 2 compresse da 450 mg ai pasti con poca acqua per cicli di 2-3 mesi.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

In general, and unless an adequate verification is carried out using the appropriate hormone dosage to be performed with a blood test, menopause is confirmed when the menstrual cycle does not occur for twelve continuous months. At this stage it is common for the woman to feel sluggish, without energy or feel a sudden drop in sexual desire, because during the most intense period of the transition it is possible that the hormonal adjustment needs support: if you find yourself in this situation , try first to take a sublingual ampoule of damiana a day, a powerful South American tonic rich in alkaloids and phytosterols that give you the right energy to deal with moments of stress due to menopause. Take it for at least two months.

These extracts are necessary against hot flashes and sudden changes
Licorice
From the climacteric and for the whole duration of the menopause, it is important to avoid abrupt hormonal collapses because they are the ones that cause flushing and pressure fluctuations. Your resource is licorice: as various studies have shown, 2 capsules of dried licorice extract that are de-diluted to help activate estrogen receptors, reducing the intensity of hot flashes.
 
The dioscorea
In the morning and evening before bed, apply a knob of Dioscorea villosa extract on the abdomen until it is completely absorbed: the dioscorea is an excellent source of diosgenin, an active ingredient capable of imitating the activity of progesterone; in this way, it gently contrasts the full spectrum of possible disorders due to hormonal imbalance.
Against anxiety and menopause insomnia, you need hops
If with the onset of menopause you have begun to suffer from anxiety and insomnia, the right remedy is hops: thanks to its sedative effect, it positively affects the balance of the autonomic nervous system and improves the quality of sleep. Drink your infusion in the evening. If you suffer from night-time hot flashes that affect the quality of sleep before going to bed instead of the infusion, take hops in a concentrated form; dilute 50 drops of mother hop tincture in a little water and take the preparation 30 minutes before going to bed.

Depression and decreased desire; ginseng helps you
If the hormonal reorganization typical of menopause causes you a slight depression, accompanied by a decrease in desire, try ginseng: it is a natural source of phytoestrogens that also benefit the nervous system, stimulate libido and, if necessary, fight vaginal dryness. Take 2 capsules a day before meals with a glass of water. To reduce pain during intercourse and strengthen the vaginal muscles that weaken with menopause, rub the part with your fingertips with a few drops of almond oil mixed with 2 drops of neroli essence.

Pycnogenol strengthens the circulation
To safeguard the heart and circulation from oxidative stress entrusted to maritime pine bark extract, pycnogenol: it is particularly indicated for menopausal women, who are more exposed to the risk of heart attack and stroke. Take 2 tablets of 450 mg at meals with a little water for 2-3 month cycles.

 

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

I peperoni contengono una quantità impressionante di vitamina C con un massimo di sei volte le arance. I peperoni sono inoltre ricchi di vitamina A e beta carotene che possono aiutare a rafforzare il sistema immunitario, migliorare la vista e aiutare a proteggere gli occhi dalla cataratta.

 

Sono anche un’ottima fonte di potassio, fibra, tiamina, beta carotene, acido folico, zeaxantina e licopene e hanno dimostrato di aiutare a prevenire la formazione di coaguli di sangue e ridurre il rischio di infarti e ictus.

Sono eccellenti per aiutare ad abbassare i livelli di colesterolo e contengono composti anti-cancro che possono aiutare a ridurre il rischio di cancro alla prostata, al seno, ai polmoni e al colon.

I peperoni sono molto benefici per il cervello e possono aiutare a rafforzare la memoria e le capacità di concentrazione e ridurre l’offuscamento e la confusione cerebrale.

I peperoni sono un alimento ideale per la perdita di peso in quanto la loro fibra aiuta a frenare l’appetito e allo stesso tempo ti aiuta a mantenere la tua energia per tutto il giorno. I peperoni verdi sono tecnicamente un peperone “acerbo”. Anche se i peperoni verdi sono commestibili, i peperoni rossi, arancioni e gialli contengono livelli significativamente più elevati di vitamine, minerali e antiossidanti.

I peperoni sono così dolci, croccanti e succosi che sono uno spuntino perfetto da sgranocchiare e sono un’aggiunta fantastica alle insalate, involtini, involtini nori, hummus e salse. Sono anche fantastici, cotti al vapore, saltati e farciti.

Prova a fare una zuppa cruda mescolando peperoni rossi e pomodori con uno spicchio d’aglio, qualche foglia di basilico fresco e scalogno tritato e avocado in cima. (una variante del gazpacho)

È un pasto leggero, nutriente, rinvigorente che può nutrire il tuo corpo e mantenere il tuo sistema immunitario funzionante.

Sperimenta anche con il delizioso peperone dolce d’arancia, che è il preferito tra i bambini e gli adulti. I peperoni possono essere trovati presso il tuo negozio di alimentari e salute. Scegli quello biologico  per le sue proprietà che promuovono la salute quando possibile.

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Bell peppers contain an impressive amount of vitamin C with up to as much as six times as oranges. Bell peppers are also packed with vitamin A and beta carotene which can help boost the immune system, improve vision, and help protect the eyes against cataracts. They are also an excellent source of potassium, fiber, thiamine, beta carotene, folate, zeaxanthin, and lycopene and have been shown to help prevent blood clot formation and reduce the risk of heart attacks and strokes. 

They are excellent for helping to lower cholesterol levels and they contain anti-cancer compounds that can help lower the risk of prostate, breast, lung, and colon cancer. Bell peppers are highly beneficial for the brain and can help to strengthen memory and concentration skills as well as reduce brain fog and confusion. 

Bell peppers are an ideal weight loss food as their fiber helps to curb the appetite while helping to keep you energized throughout the day. Green bell peppers are technically an “unripe” pepper. Even though green peppers are edible, the red, orange, and yellow bell peppers contain significantly higher levels of vitamins, mineral, and antioxidants. 

Bell peppers are so sweet, crunchy, and juicy that they are a perfect snack to munch on and are a fantastic addition to salads, wraps, nori rolls, hummus, and dips. They are also great juiced, steamed, sauteed, and stuffed. Try making a raw soup by blending red bell peppers and tomatoes together with a clove of garlic, a few leaves of fresh basil, and chopped scallions and avocado on top. 

It is a refreshing, light, nutrient packed meal that can nourish your body and keep your immune system functioning strong. Also experiment with the deliciously sweet orange bell pepper which is a favorite among kids and adults alike. Bell peppers can be found at your local grocery and health food store. Choose organic for its health promoting properties whenever possible.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Le proprietà del miele di Manuka, un rimedio naturale efficace per ferite, piaghe, ustioni e dermatiti grazie alla sua azione antibatterica.

Il miele di Manuka è un miele dalle spiccate proprietà antibatteriche ed è un efficace rimedio naturale in caso di ferite, dermatiti e acne.

Scopriamo cos’è il miele di Manuka e come utilizzarlo per la pelle.

 

Miele di Manuka: cos’è e perché è efficace contro le ferite

Il miele di Manuka è un miele che viene prodotto da dalle api a partire dal nettare della Leptospermum scoparum, l’albero di Manuka, una pianta originaria della Nuova Zelanda.

Più scuro e dal sapore speziato rispetto ai tradizionali mieli che troviamo in commercio, quello di Manuka si differenzia dagli altri mieli anche per la spiccata azione antibatterica. Il miele di Manuka, infatti, contiene un composto chimico, il metilgliossale o MGO in grado di uccidere varie specie di microorganismi, tra cui anche batteri normalmente resistenti agli antibiotici tradizionali. Oltre al metilgliossale, nel miele di Manuka troviamo anche un enzima secreto dalle api che nel nostro organismo viene convertito in perossido di idrogeno, altra sostanza attiva contro i batteri.

Inoltre, il miele di Manuka applicato sulla pelle in caso di ferite o piaghe, stimolerebbe la formazione di nuovi vasi sanguigni, un processo indispensabile per la guarigione dei tessuti poiché attraverso il sangue, l’ossigeno e i nutrienti possono raggiungere la sede del danno cellulare. Infine, grazie alla viscosità e alla sua capacità di richiamare acqua, il miele di Manuka mantiene le ferite pulite, umide e idratate, favorendone ulteriormente la guarigione.

Miele di Manuka: benefici e uso per la pelle

Come abbiamo visto, il miele di Manuka è uno dei migliori rimedi naturali in caso di ferite, piaghe da decubito e ustioni ma può essere utilizzato con successo anche in caso di gengiviti, dermatiti, psoriasi, acne ed eczema: in tutti questi casi, il miele di Manuka favorirà e velocizzerà il processo di guarigione ed eviterà la formazione di cicatrici.

In caso di ferite, piaghe, ustioni e gengiviti, per trarre beneficio dal miele di Manuka è sufficiente applicare un sottile strato di prodotto sulla zona della pelle da trattare e lasciare agire per qualche ora. È possibile anche ricorrere a bendaggi quando necessario: i bendaggi andranno ovviamente sostituiti ogni giorno fino a completa guarigione.

Per altre problematiche della pelle come acne, psoriasi, eczema e dermatiti in genere, sebbene si possa applicare il miele di Manuka puro, può risultare più comodo ricorrere a prodotti formulati con questo ingrediente: in commercio si trovano infatti molti prodotti cosmetici, tra cui creme e lozioni, più pratiche da utilizzare rispetto al miele puro.

Spesso i prodotti cosmetici a base di miele di Manuka contengono anche altri principi attivi dall’azione antibatterica oppure con proprietà lenitive, rigeneranti o antiossidanti: è il caso ad esempio del tè verde, della vitamina C e dell’Aloe vera, utilizzati di frequente nelle formulazioni cosmetiche per lavorare in sinergia con il miele di Manuka.

Prezzo e reperibilità del Miele di Manuka

Il miele di Manuka si trova facilmente nelle erboristerie, farmacie e nei negozi di prodotti naturali alimentari, anche on-line.

Il prezzo del miele di Manuka dipende dal formato e dal contenuto in metilgiossale e, generalmente, è abbastanza alto: un barattolo da 250 grammi viene venduto a un prezzo che si aggira intorno ai 30 euro.

I prodotti cosmetici a base di miele di Manuka hanno prezzi inferiori: circa 20 euro per una crema viso da 50 millilitri.

 

FONTE: Cure naturali (Tania Maselli)

 

(ENGLISH VERSION)

The properties of Manuka honey, an effective natural remedy for wounds, sores, burns and dermatitis thanks to its antibacterial action

Manuka honey, benefits and use Manuka honey is a honey with strong antibacterial properties and is an effective natural remedy in case of wounds, dermatitis and acne. We find out what is Manuka honey and how to use it for the skin .

Manuka honey: what it is and why it is effective against wounds Manuka honey is a honey that is produced by bees from the nectar of the Leptospermum scoparum, the Manuka tree, a plant native to New Zealand. with a spicy flavor compared to the traditional honeys we find on the market, Manuka’s is also different from the other honeys due to its marked antibacterial action. Manuka honey, in fact, contains a chemical compound, methylglyoxal or MGO capable of killing various species of microorganisms, including bacteria normally resistant to traditional antibiotics. In addition to methylglyoxal, in Manuka honey we also find an enzyme secreted by bees that in our body is converted into hydrogen peroxide, another active substance against bacteria. In addition, Manuka honey applied to the skin in case of wounds or sores would stimulate the formation of new blood vessels, an indispensable process for tissue healing because through the blood, oxygen and nutrients can reach the site of cellular damage. Finally, thanks to its viscosity and its ability to attract water, Manuka honey keeps wounds clean, moist and hydrated, further promoting healing.

Manuka Honey: benefits and use for the skin

As we have seen, Manuka honey is one of the best natural remedies in case of wounds, bedsores and burns but it can also be used successfully in case of gingivitis, dermatitis, psoriasis , acne and eczema: in all these cases, Manuka honey will promote and speed up the healing process and prevent the formation of scars. In case of wounds, sores, burns and gingivitis, to benefit from Manuka honey it is sufficient to apply a thin layer of product on the area of ​​the skin to be treated and leave for a few hours. It is also possible to use bandages when necessary: ​​bandages will obviously need to be replaced every day until they are completely healed. For other skin problems such as acne, psoriasis, eczema and dermatitis in general, although pure Manuka honey can be applied, it may be more convenient to use products formulated with this ingredient: in fact there are many cosmetic products on the market, including creams and lotions, which are more practical to use than pure honey.

Often Manuka honey-based cosmetic products also contain other active ingredients from the antibacterial action or with soothing, regenerating or antioxidant properties: this is the case, for example, of green tea, vitamin C and aloe vera, frequently used in cosmetic formulations to work in synergy with Manuka honey.

Price and availability of Manuka Honey Manuka honey is easily found in health food stores, pharmacies and natural food stores, even on-line.

The price of Manuka honey depends on the size and the contained in metilgioxal and, generally, it is quite high: a 250 gram jar is sold at a price of around 30 euros. Manuka honey-based cosmetic products have lower prices: about 20 euros for a face cream from 50 ml.

SOURCE: Cure naturali (Tania Maselli)

 

Read Full Post »

Quali sono le proprietà della farina di banane? E come usarla?

È del tutto senza glutine, aiuta a combattere il diabete, tiene a bada il colesterolo e previene pure il rischio di sviluppare un tumore al colon: può essere considerata a tutti gli effetti un superfood, ma ancora in pochi conoscono la farina di banane, ricavata dagli scarti delle meno dolci banane verdi che vengono ridotte in polvere. Ma quali sono le proprietà della farina di banane? E come usarla?

Utilizzata moltissimo, perché più economica, in Giamaica e in alcune parti del continente africano, la farina di banane sta pian piano prendendo piede anche da noi soprattutto perché è un alimento gluten free.

Con una consistenza simile alle farine di grano più leggere, ha un sapore quasi aspro se mangiata cruda (è spesso utilizzata cruda, per esempio, come ingrediente di frullati o barrette nutrizionali, perché la cottura può ridurre il contenuto di amido resistente) e un sapore decisamente più dolce quando è cotta (richiede il 25% in meno di volume rispetto alle farine di grano).

Cos’è la farina di banane

Si tratta di un tipi di farina ottenuta dalla polverizzazione delle banane verdi considerate non adatte alla commercializzazione e che quindi verrebbero portate al macero, questo tipo di farina costituisce così anche un alimento la cui produzione tende a recuperare buona parte degli scarti che sarebbero destinati allo smaltimento come rifiuto organico. E per questo ha anche un costo inferiore rispetto alle farine tradizionali.

Ultimamente, il Cile ha sviluppato anche un metodo alternativo per la produzione di farina di banane utilizzando gli scarti di banane mature, seguendo un processo che utilizza bucce di banane eccessivamente mature in modo da aggiungere fibre alimentari.

Fu uno studio brasiliano del 2012 a mettere in luce proprio la concreta possibilità di utilizzare questo sottoprodotto dell’industria per creare un nuovo alimento completamente privo di glutine e con ottime qualità nutritive anche per i non celiaci.

Dalla stessa ricerca emerse infatti che la farina di banane possiede qualità migliori rispetto alle tradizionali paste usate per i celiaci: ha innanzitutto un bassissimo contenuto di grassi, fino al 98% in meno, e possiede un’alta quantità di sostanze antiossidanti e di fibre e amidi.

Proprietà e benefici della farina di banane

Come già detto, questo alimento non contiene glutine e ha un ridotto apporto di grassi, tale per cui la farina non risulterà mai collosa durante l’utilizzo.

In questa farina è inoltre presente un amido particolare che aiuterebbe il colesterolo e la glicemia a rimanere entro buoni limiti e l’intestino a migliorare la propria funzionalità.

Anche i soggetti affetti da diabete di tipo 2 potrebbero consumare senza rischi questo prodotto.

In buona sostanza, ecco i vantaggi della farina di banane:

1. Riduce la sensibilità all’insulina

Essendo fonte di amido resistente, la farina di banana verde può aiutare a ridurre la sensibilità all’insulina. L’amido resistente si riferisce infatti all’amido che resiste alla digestione, che non viene dunque scomposto nell’intestino tenue, ma raggiunge l’intestino crasso, dove funziona come una fibra alimentare fermentabile.

2. Può migliorare gli effetti negativi della sindrome metabolica

La sindrome metabolica non è tanto una malattia quanto un insieme di fattori di rischio che coinvolgono ipertensione, glicemia alta, obesità e alti livelli di colesterolo. Il problema è che, mentre uno qualsiasi di questi fattori è rischioso, averli tutti combinati peggiora la situazione, aumentando il rischio di diabete di circa cinque volte. E non solo: questi problemi possono causare anche malattie cardiache e ictus.

Secondo gli esperti, dal momento che l’indice glicemico della farina di banane è basso, questo alimento potrebbe anche migliorare il peso e la salute generale nei soggetti con sindrome metabolica.

3. Mantiene il colon sano e previene il tumore al colon-retto

Un colon sano richiede un intestino sano, motivo per cui probiotici e prebiotici sono così popolari oggi. Cosa c’entra questo con la farina di banana verde e l’amido resistente? Quando i batteri mangiano l’amido resistente, si produce un acido grasso a catena corta chiamato butirrato. Il butirrato è utile per le cellule che rivestono il colon perché le mantiene in salute, aiutando anche a combattere le cellule cancerose.

4. Può ridurre i livelli di colesterolo

Gli alimenti considerati una fonte di amido resistente possono aiutare a ridurre il colesterolo, il che significa che la stessa farina di banane verdi è un alimento che potrebbe aiutare a ridurre il livello di colesterolo cattivo.

5. Può aiutare a perdere peso

Mentre l’amido resistente aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, può anche aiutare con la perdita di peso. La farina di banane verdi ha un volume elevato, per offre facilmente un senso di sazietà.

farina banane 2

Farina di banane verdi valori nutrizionali (fonte)

La farina di banane è una buona fonte di potassio, ma non è tutto. Una tazza di circa 100 grammi contiene circa:

  • 346 calorie
  • 88,3 grammi di carboidrati
  • 3,9 grammi di proteine
  • 1,8 grammi di grassi
  • 9,9 grammi di fibre
  • 1,5 milligrammi di potassio
  • 0,6 milligrammi di manganese
  • 108 milligrammi di magnesio
  • 0,4 milligrammi di vitamina B6
  • 0,4 milligrammo di rame
  • 0,2 mg di riboflavina
  • 2,8 mg di niacina
  • 7 milligrammi di vitamina C
  • 0,2 milligrammi di tiamina
  • 74 milligrammi di fosforo
  • 1,2 milligrammi di ferro
  • 3,9 microgrammi di selenio

Inoltre, la farina di banana verde contiene anche vitamina E, vitamina K, acido folico, calcio e zinco.

Come usare la farina di banane e dove trovarla

La farina di banane verdi ha un sapore delicato e in realtà non sa per niente di banane. Tuttavia, c’è una caratteristica molto importante che è necessario conoscere: una volta riscaldato, l’amido resistente scompare. Quindi, se volete ottenere i benefici dell’amido resistente meglio mangiare la farina di banane verdi allo stato grezzo. In questi casi è ottima aggiunta cruda a frullati o ad altre bevande fredde.

Di contro, proprio per l’amido resistente, la farina è un ottimo addensante nelle zuppe e nelle salse e in aggiunta agli smoothies.

È abbastanza facile da trovare online o in molti negozi di alimentari o negozi di alimenti naturali. Cercate sempre e comunque il biologico, assicurandovi che nulla sia stato aggiunto al prodotto, e di prendere marchi provenienti dal commercio equo e solidale.

Se state cercando idee su come incorporare nelle vostre ricette la farina di banane verdi, sul web si trovano parecchi suggerimenti per utilizzarla o sostituire gli altri ingredienti con questo tipo di farina, dai pancakes ai biscotti fino alla pasta e al pane.

FONTE: Greenme (Germana Carillo)

 

(ENGLISH VERSION)

What are the properties of banana flour? And how to use it?

It is completely gluten-free, helps fight diabetes, keeps cholesterol at bay and also prevents the risk of developing colon cancer: it can be considered a superfood in all respects, but still few know banana flour, obtained from the scraps of the less sweet green bananas that are reduced to dust. But what are the properties of banana flour? And how to use it?

Used a lot, because it is cheaper, in Jamaica and in some parts of the African continent, banana flour is slowly catching on with us too mainly because it is a gluten free food.

With a consistency similar to lighter wheat flours, it has an almost sour taste when eaten raw (it is often used raw, for example, as an ingredient in smoothies or nutritional bars, because cooking can reduce the content of resistant starch) and a taste decidedly sweeter when cooked (requires 25% less volume than wheat flour).

What is banana flour

It is a type of flour obtained from the pulverization of green bananas, which are considered unsuitable for commercialization and which would therefore be taken to the pulp, this type of flour is thus also a food whose production tends to recover most of the waste that would be destined for disposal as organic waste. And for this it also has a lower cost than traditional flours.

Recently, Chile has also developed an alternative method for producing banana flour using ripe banana waste, following a process that uses over-ripe banana skins to add dietary fiber.

It was a Brazilian study of 2012 that highlighted the real possibility of using this industry by-product to create a new food completely free of gluten and with excellent nutritional qualities even for non-celiacs.

In fact, from the same research it emerged that banana flour possesses better qualities than the traditional pastes used for coeliacs: it has first of all a very low fat content, up to 98% less, and possesses a high quantity of antioxidant and fiber substances and starches.

Properties and benefits of banana flour

As already mentioned, this food does not contain gluten and has a reduced intake of fat, such that the flour will never be sticky during use.

In this flour there is also a particular starch that would help cholesterol and blood sugar to stay within good limits and the intestine to improve its functionality.

Even people with type 2 diabetes could safely consume this product.

Basically, here are the advantages of banana flour:

1. Reduces insulin sensitivity

Being a source of resistant starch, green banana flour can help reduce insulin sensitivity. Indeed, resistant starch refers to the starch that resists digestion, which is therefore not broken down into the small intestine, but reaches the large intestine, where it functions as a fermentable food fiber.

2. It can improve the negative effects of the metabolic syndrome

Metabolic syndrome is not so much a disease as a set of risk factors involving high blood pressure, high blood sugar, obesity and high cholesterol levels. The problem is that while any of these factors is risky, having them all combined worsens the situation, increasing the risk of diabetes by about five times. And not only: these problems can also cause heart disease and stroke.

According to experts, since the glycemic index of banana flour is low, this food could also improve overall weight and health in individuals with metabolic syndrome.

3. Maintains healthy colon and prevents colorectal cancer

A healthy colon requires a healthy bowel, which is why probiotics and prebiotics are so popular today. What does this have to do with green banana flour and resistant starch? When bacteria eat resistant starch, a short-chain fatty acid called butyrate is produced. Butyrate is useful for cells that coat the colon because it keeps them healthy, also helping to fight cancer cells.

4. It can reduce cholesterol levels

Foods considered a source of resistant starch can help reduce cholesterol, which means that green banana flour itself is a food that could help reduce bad cholesterol levels.

5. It can help you lose weight

While resistant starch helps keep blood sugar levels in check, it can also help with weight loss. Green banana flour has a high volume, for it easily offers a sense of satiety.

Green banana flour nutritional values ​​(source)

Banana flour is a good source of potassium, but that’s not all. A cup of about 100 grams contains about:

346 calories
88.3 grams of carbohydrates
3.9 grams of protein
1.8 grams of fat
9.9 grams of fiber
1.5 milligrams of potassium
0.6 milligrams of manganese
108 milligrams of magnesium
0.4 milligrams of vitamin B6
0.4 milligram of copper
0.2 mg of riboflavin
2.8 mg of niacin
7 milligrams of vitamin C
0.2 milligrams of thiamine
74 milligrams of phosphorus
1.2 milligrams of iron
3.9 micrograms of selenium
In addition, green banana flour also contains vitamin E, vitamin K, folic acid, calcium and zinc.

How to use banana flour and where to find it

Green banana flour has a delicate taste and actually does not know anything about bananas. However, there is a very important feature that you need to know: once heated, the resistant starch disappears. So, if you want to get the benefits of resistant starch, it’s better to eat raw green banana flour. In these cases it is an excellent raw addition to smoothies or other cold drinks.

On the other hand, because of the resistant starch, flour is an excellent thickener in soups and sauces and in addition to smoothies.

It is quite easy to find online or in many grocery stores or health food stores. Always look for organic, making sure that nothing has been added to the product, and to take brands from fair trade.

If you are looking for ideas on how to incorporate green banana flour into your recipes, there are several tips on the web for using it or replacing the other ingredients with this type of flour, from pancakes to biscuits to pasta and bread.

 

SOURCE: Greenme (Germana Carillo)

Read Full Post »

I succhi di frutta e verdura negli ultimi decenni sono diventati il punto chiave delle cliniche in tutto il mondo che trattano malattie definite incurabili dalla medicina allopatica. Possono davvero dei semplici succhi condurre alla guarigione?

Tutti sappiamo che frutta e verdura sono ricchi di vitamine, minerali ed enzimi vivi che altrimenti non troviamo nel cibo cotto e soprattutto nei cibi processati e raffinati che oggi sono diventati la base della dieta moderna.

Differenza tra bere i succhi e mangiare frutta/verdura

Nel preparare i succhi, con una centrifuga o estrattore, si eliminano le fibre e quindi rimane solo il succo ricco di tutti i principi attivi e nutrienti. I succhi hanno un effetto diverso rispetto alla frutta e verdura mangiate intere per diverse ragioni:

  1. In un bicchiere di succo sono contenute quantità largamente superiore della frutta e verdura che normalmente si mangerebbe. Quindi possiamo affermare con certezza che i succhi sono un modo per apportare un grande quantitativo di nutrienti che altrimenti non consumeremmo (ad esempio per fare un bicchiere di succo di carota che si beve in pochi secondi sono necessarie 5 carote grandi).
  2. I succhi vengono assimilati in pochissimo tempo e quindi sono altamente biodisponibili tanto che in pochi minuti sono assorbiti
  3. I succhi non affaticano la digestione e quindi non necessitano una dispersione di energia da parte dell’organismo. Questi processi di digestione delle verdure e della frutta integre consumano molta energia e tale energia viene ricavata proprio dal cibo. Infatti una porzione dell’energia del cibo “solido” che viene ingerito viene sottratta per essere utilizzata sotto forma di carburante per generare questa energia della digestione. Quando invece si bevono anche dei succhi di verdura, la situazione è completamente diversa, in quanto questi vengono digeriti e assimilati entro 10 o 15 minuti dopo averli bevuti e sono utilizzati quasi esclusivamente per il nutrimento e la rigenerazione delle cellule di tessuti, ghiandole e organi del corpo. In questo caso il risultato è evidente, dato che l’intero processo di digestione e assimilazione si completa con il massimo grado di velocità ed efficienza, e con minimo sforzo da parte del sistema digestivo.
  4. I succhi sono ricchi di “acqua biologica” che idrata le cellule e permette la rimozione dei residui incrostati nel colon e delle tossine presenti
  5. I succhi sono altamente alcalinizzanti dato che non producono residui acidi nella loro scomposizione.
  6. Gli enzimi presenti in grandi quantità nei succhi sono fondamentali per ogni reazione cellulare, la scomposizione dei nutrienti, la disintossicazione, la produzione di energia, il ricambio cellulare, l’assimilazione delle sostanze

I succhi sono una terapia utile per rigenerare il proprio organismo

“Tutte le malattie croniche sono causate da due, e solo due, principali problemi: tossine e carenze nutrizionali.
Charlotte Gerson, fondatrice dell’Istituto Gerson

Carenze nutrizionali. Oggi l’80% della popolazione soffre di carenze nutrizionali spesso senza saperlo. Le cause sono molteplici:

  1. Basare la propria dieta su farine raffinate e zuccheri che non contengono vitamine ed enzimi e anzi sottraggono enzimi e minerali (specialmente magnesio) per essere digeriti;
  2. Il colon diventa pieno di muco e residui di feci a causa di questi cibi raffinati e di quelli processati con la conseguenza di putrefazione e fermentazione delle sostanze che passano che quindi non vengono correttamente assorbite.
  3. I terreni sono altamente impoveriti rispetto a 100 anni fa a causa dello sfruttamento e mancanza di rotazione delle colture, piogge acide e uso indiscriminato di pesticidi ed erbicidi. Ad esempio ho pubblicato di come oggi uno stesso frutto contiene l’80% in meno di vitamine e minerali rispetto a soli 30 anni fa! E’ stato inoltre stimato che per ottenere il ferro contenuto in una mela del 1950 oggi dovremmo consumarne 36!! Ecco perché oggi spopolano gli integratori e perché consumare gli estratti di succhi è un modo per sopperire a tali carenze.

Quando si beve un succo fresco vivo è quasi come ricevere un’endovena di vitamine, minerali ed enzimi perché vanno direttamente nel tuo corpo senza bisogno di essere digeriti. Dal momento che è essenzialmente spremitura di nutrienti vivi ed altamente assimilati, non sorprende che possono produrre benefici rapidi e profondi sulla salute.

Tossine. Le tossine oggi sono onnipresenti, ad esempio nel cibo: pesticidi in frutta e verdura; ormoni, antibiotici e OGM in carne e latticini; metalli pesanti e plastica nel pesce; additivi, coloranti, esaltatori di sapidità, dolcificanti sintetici in tutti i cibi confezionati. Ma anche nei prodotti per l’igiene che applichiamo sulla pelle, senza contare lo stato dell’aria che si respira specialmente nelle città. Quando consumiamo i succhi stimoliamo l’evacuazione delle tossine dalle cellule e dal colon grazie ai fitonutrienti, agli enzimi e all’acqua presenti. Inoltre se pratichiamo una dieta a base esclusivamente di succhi per alcuni giorni allora si instaura l’autofagia e la rigenerazione cellulare che permette di curare i tessuti malati e far ritornare la vitalità a tutto l’organismo.

Innumerevoli casi di guarigioni “impossibili” con i succhi

I resoconti di guarigioni avvenute con una dieta a base esclusivamente di succhi sono davvero innumerevoli soprattutto se si considera che questa terapia viene praticata da quasi un centinaio di anni soprattutto in America grazie a Norman Walker che (nato a Genova) è stato il più grande pionere, ispirando la fondazione di cliniche, estrattori, libri e influenzando molti medici ancora oggi.

Nel suo libro “Succhi di Frutta e Verdura” spiega le proprietà di ogni tipo di succo e stila una tabella di corrispondenza tra le varie malattie e i succhi da associare.

Un’altra famosa terapia che sfrutta i succhi è il Metodo Gerson che insieme al clistere di caffè e una dieta appropriata, è attiva ancora oggi nel proporsi di trattare cancro, malattie “incurabili” e malattie che prevederebbero l’uso di farmaci a vita. In Europa ha aperto nel 2008 una clinica a Budapest.

Anche lo stesso Rudolf Breuss che afferma di aver curato più di 45.000 casi di cancro nel suo libro “The Breuss Cancer Cure” associava al digiuno un succo preparato con barbabietola rossa, patata, carota, ravenelli e sedano come spiegato nel mio precedente articolo

La digiunoterapia anticancro del naturopata austriaco Rudolf Breuss che ha curato 45.000 persone

Per chi volesse approfondire la guarigione con i succhi consiglio la lettura del libro “Detox Miracle” di Robert Morse. Possiamo anticipare che uno dei succhi più curativi è il succo di carota di cui abbiamo parlato in questo articolo

Ecco gli effetti curativi anticancro del succo di carota bevuto ogni giorno

Come fare i succhi

Per fare i succhi di frutta e verdura potete usare il minipimer o il frullatore, che sono strumenti che facilmente avete in casa. Tuttavia in questo modo non si tolgono le fibre e quindi si consuma meno “succo vivo”. Quindi l’ideale è acquistare una centrifuga (il cui prezzo è anche inferiore alle 50€) oppure ancor meglio un estrattore che lavora a bassi giri e quindi mantiene intatti gli enzimi (il prezzo si aggira dalle 100 alle 1000€).

I benefici di succhi di frutta e verdura non sono legati solo al cancro ma permettono il benessere generale di tutto il corpo e e lucidità alla mente. Ad esempio iniziare la giornata con un succo di mele carota zenzero sedano è un ottimo modo per depurarsi dalle scorie prodotte dalla digestione del giorno precedente, mantenere l’organismo in uno stato rigenerativo di digiuno e fornire nutrienti essenziali ed energia. 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Fruit and vegetable juices in recent decades have become the key point of clinics around the world that treat diseases defined as incurable by allopathic medicine. Can simple juices really lead to healing?

 
We all know that fruits and vegetables are rich in vitamins, minerals and live enzymes that otherwise we don’t find in cooked food and especially in processed and refined foods that today have become the basis of the modern diet.

Difference between drinking juice and eating fruit / vegetables
In preparing the juices, with a centrifuge or extractor, the fibers are eliminated and therefore only the juice rich in all the active and nourishing ingredients remains. The juices have a different effect than the whole eaten fruit and vegetables for several reasons:

How to trigger healing

The work of Riccardo Lautizi has finally come out.
• 4 years of work
• 300 scientific studies
• 2 audio techniques included
Release the healing energy within you
I want my copy
Dionidream book cover
A glass of juice contains a much larger quantity of fruit and vegetables than would normally be eaten. So we can say with certainty that juices are a way to supply a large quantity of nutrients that otherwise we would not consume (for example, to make a glass of carrot juice that is drunk in a few seconds, 5 large carrots are needed).
The juices are assimilated in a very short time and therefore they are highly bio-available so that in a few minutes they are absorbed
The juices do not strain digestion and therefore do not require a dispersion of energy from the body. These processes of digestion of vegetables and whole fruits consume a lot of energy and this energy is obtained precisely from food. In fact, a portion of the energy of the “solid” food that is ingested is subtracted to be used in the form of fuel to generate this digestion energy. When instead we also drink vegetable juices, the situation is completely different, as these are digested and assimilated within 10 or 15 minutes after drinking them and are used almost exclusively for the nourishment and regeneration of tissues, glands and organs cells. of the body. In this case the result is obvious, given that the entire process of digestion and assimilation is completed with the maximum degree of speed and efficiency, and with minimum effort on the part of the digestive system.
The juices are rich in “biological water” that hydrates the cells and allows the removal of residues encrusted in the colon and toxins present
The juices are highly alkalizing as they do not produce acid residues in their breakdown.
Enzymes present in large quantities in juices are essential for every cellular reaction, nutrient breakdown, detoxification, energy production, cell turnover, the assimilation of substances

Juices are a useful therapy to regenerate your body

“All chronic diseases are caused by two, and only two, major problems: toxins and nutritional deficiencies.”
Charlotte Gerson, founder of the Gerson Institute

 
Nutritional deficiencies. Today 80% of the population suffers from nutritional deficiencies often without knowing it. The causes are many:

Base your diet on refined flours and sugars that do not contain vitamins and enzymes and instead subtract enzymes and minerals (especially magnesium) to be digested;
The colon becomes full of mucus and faeces residues due to these refined foods and those processed with the consequence of putrefaction and fermentation of the substances that pass which are therefore not properly absorbed.

The lands are highly impoverished compared to 100 years ago due to exploitation and lack of crop rotation, acid rain and indiscriminate use of pesticides and herbicides. For example, I published how today the same fruit contains 80% less vitamins and minerals than just 30 years ago! It has also been estimated that to get the iron contained in a 1950 apple we should consume 36 !! This is why today supplements are very popular and because consuming juice extracts is a way to make up for these shortcomings.
When you drink a fresh live juice it is almost like receiving an endovena of vitamins, minerals and enzymes because they go directly into your body without needing to be digested. Since it is essentially squeezing live and highly assimilated nutrients, it is not surprising that they can produce rapid and profound health benefits

Toxins. Toxins are ubiquitous today, for example in food: pesticides in fruits and vegetables; hormones, antibiotics and GMOs in meat and dairy products; heavy metals and plastic in fish; additives, dyes, flavor enhancers, synthetic sweeteners in all packaged foods. But also in the hygiene products that we apply on the skin, without counting the state of the air that we breathe especially in the cities.

When we consume the juices we stimulate the evacuation of toxins from the cells and from the colon thanks to the phytonutrients, to the enzymes and to the water present. Furthermore, if we practice a diet based exclusively on juices for a few days, then autophagy and cellular regeneration are established which allows us to treat the diseased tissues and return vitality to the whole organism.

Countless cases of “impossible” healings with juices

The reports of healing that occurred with a diet based exclusively on juices are truly countless, especially if we consider that this therapy has been practiced for almost a hundred years, especially in America thanks to Norman Walker who (born in Genoa) was the greatest pioneer , inspiring the foundation of clinics, extractors, books and influencing many doctors even today.

In his book “Fruit juices and vegetables” explains the properties of each type of juice and draws up a table of correspondence between the various diseases and the juices to associate.

Another famous therapy that uses juices is the Gerson Method which, together with coffee enema and an appropriate diet, is still active today in proposing to treat cancer, “incurable” diseases and diseases that would foresee the use of drugs for life. In Europe, a clinic opened in Budapest in 2008.

Even the same Rudolf Breuss who claims to have treated more than 45,000 cases of cancer in his book “The Breuss Cancer Cure” associated fasting with a juice made with beetroot, potato, carrot, ravenelli and celery as explained in my previous article

Anti-cancer fasting by Austrian naturopathist Rudolf Breuss who treated 45,000 people
For those wishing to deepen their healing with juices, I recommend reading the book “Detox Miracle” by Robert Morse. We can anticipate that one of the most curative juices is the carrot juice that we talked about in this article

Here are the anticancer healing effects of carrot juice drunk every day

How to make juices
To make fruit and vegetable juices you can use the blender or mini-blender, which are tools you can easily have at home. However in this way the fibers are not removed and therefore less “living juice” is consumed. So the ideal is to buy a centrifuge (whose price is even less than 50 €) or even better an extractor that works at low revs and therefore keeps the enzymes intact (the price is between 100 and 1000 €).

The benefits of fruit and vegetable juices are not only linked to cancer but allow the general well-being of the whole body and lucidity to the mind. For example, starting the day with a carrot ginger celery apple juice is a great way to cleanse yourself of the waste produced by the digestion of the previous day, keep the body in a regenerative state of fasting and provide essential nutrients and energy.

SOURCE: Dionidream

Read Full Post »

Le foglie di lampone sono una ricca fonte di vitamina C, calcio, ferro, magnesio, bioflavonoidi e antiossidanti.

 

La foglia di lampone è eccellente per mal di gola, afte, afte, anemia, raffreddori e febbri, diarrea, crampi alle gambe, sintomi della menopausa, affaticamento surrenale, ulcere gastriche e come collutorio per gengivite.

 

Topicamente, è meraviglioso per aiutare a guarire le condizioni della pelle come ustioni, tagli, eruzioni cutanee, eczema e psoriasi. La foglia di lampone è stata usata per secoli come “tonico riproduttivo” per la sua capacità di sostenere la salute riproduttiva sia delle donne che degli uomini.

È stato dimostrato che fornisce sollievo alle donne che manifestano PMS (sindrome premestruale), crampi e sanguinamento mestruale pesante a causa di un composto che contiene acido ferulico.

Le ostetriche spesso raccomandano alle donne incinte di bere il tè alle foglie di lampone appena prima e durante il travaglio per aiutare a indurre e regolare i tempi delle contrazioni e per accelerare la nascita. È stato anche usato per alleviare i sintomi di nausea mattutina. Dopo la nascita, il tè alle foglie di lampone è spesso consigliato per aiutare a stimolare il flusso del latte per l’allattamento.

Il tè alle foglie di lampone ha un gusto gradevole, molto simile al tè nero, ma senza la caffeina.

Per preparare il tè, versare 1 tazza di acqua bollente su 1-2 cucchiaini di erba essiccata o fresca e lasciare in infusione per 10 minuti o più. Addolcire con miele crudo, se lo si desidera. La foglia di lampone può essere trovata online o presso il tuo negozio di alimenti naturali in capsule, tintura, estratto e sotto forma di tisana.

 

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Raspberry leaf herb is a rich source of vitamin C, calcium, iron, magnesium, bioflavonoids and antioxidants. Raspberry leaf is excellent for sore throats, canker sores, cold sores, anemia, colds and fevers, diarrhea, leg cramps, menopausal symptoms, adrenal fatigue, stomach ulcers, and as a mouthwash for gingivitis. 

 Topically, It is wonderful for helping to heal skin conditions such as burns, cuts, rashes, eczema, and psoriasis. Raspberry leaf has been used for centuries as a “reproductive tonic” due to its ability to support both women’s and men’s reproductive health. It has been found to provide relief for women experiencing PMS, cramps, and heavy menstrual bleeding due to a compound it contains called ferulic acid. 

Midwives often recommend pregnant women drink raspberry leaf tea just before and during labor to help induce and regulate timing of contractions and to help speed up delivery. It has also been used to help ease symptoms of morning sickness and nausea. Following birth, raspberry leaf tea is often recommended to help stimulate milk flow for breast feeding. 

 Raspberry leaf tea has a pleasing taste, much like black tea, but without the caffeine. To make the tea, pour 1 cup of boiling water over 1-2 teaspoons of dried or fresh herb and let steep for 10 minutes or more. Sweeten with raw honey if desired. Raspberry leaf can be found online or at your local health food store in capsule, tincture, extract, and tea form.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Il fungo Reishi è un alimento medicinale pregiato che è stato definito “la medicina dei re” e “l’elisir della vita eterna” grazie ai suoi incredibili e potenti benefici per la salute.

 

Reishi ha dimostrato di potenziare significativamente la funzione del sistema immunitario ed è un eccellente alimento per la prevenzione del cancro poiché contiene composti come la cantaxantina e il beta-1,3-D glucano che possono rallentare la crescita dei tumori e aiutare le cellule immunitarie a legarsi alle cellule tumorali e rimuoverli dal corpo.

È anche noto per aiutare a proteggere il corpo dai danni da radiazioni e ha dimostrato di alleviare i sintomi della chemioterapia come perdita di capelli, nausea, febbre, infezioni e mal di testa.

Reishi è sorprendente per la perdita di peso e può aiutare a disintossicare un fegato grasso e ridurre l’edema e il gonfiore in tutto il corpo.

Reishi è anche eccellente per la salute cardiovascolare ed è in grado di aiutare a dilatare l’arteria coronaria, migliorare la circolazione nei capillari muscolari cardiaci, aumentare il flusso di sangue al cuore e persino aiutare a correggere l’aritmia. Può anche ridurre i livelli di colesterolo e trigliceridi nel sangue e ridurre la placca sulle pareti delle arterie, che può aiutare a prevenire ictus e infarti.

Reishi è un integratore vitale per aiutare a

  • ridurre il colesterolo,
  • ridurre l’ipertensione e
  • prevenire la formazione di coaguli di sangue.

Reishi è ottimo per calmare il sistema nervoso e riportare equilibrio e stabilità nel corpo. Può aiutare con

  • ansia,
  • attacchi di panico e
  • disturbi del sonno come l’insonnia.

È anche noto per aiutare a migliorare le capacità cognitive come la memoria, la concentrazione e la focalizzazione.

Reishi contiene proprietà anti-infiammatorie che rendono essenziale per coloro che soffrono di disturbi autoimmuni come la colite, la malattia di Chron, la fibromialgia, la sindrome da stanchezza cronica, la bronchite cronica, l’artrite, la BPCO e il virus epstein-barr.

Reishi contiene anche potenti proprietà antivirali ed è altamente benefico per herpes, herpes labiale, herpes zoster, varicella, raffreddore e influenza.

Ha anche proprietà antistaminiche naturali che lo rendono prezioso per chi soffre di allergie, problemi di sinusite e dolori muscolari cronici. In uno studio, il reishi è risultato essere potente quanto cinque milligrammi di idrocortisone.

Reishi contiene polisaccaridi chiamati Gandoreans A, B, C che aiutano a mantenere stabile e bilanciato lo zucchero nel sangue che è molto buono per il diabete, ictus, ulcere e ipertensione.

L’estratto di polvere di Reishi è un ottimo modo per includerlo nella dieta. Può essere aggiunto ad acqua, succo di frutta, tè, frullati, frullati proteici, zuppe o pasti vegetariani.

 

FONTE: Medical Medium

(ENGLISH VERSION)

Reishi mushroom is a prized medicinal food that has been called the “medicine of kings” and the ”elixir of eternal life” due to its astounding and powerful health benefits. Reishi has been shown to significantly boost immune system function and is an excellent cancer preventative food as it contains compounds such as canthaxanthin and beta-1,3-D glucan which can slow down the growth of tumors and help immune cells bind to tumor cells and remove them from the body.

It also is well known for helping to protect the body from radiation damage and has been shown to ease symptoms of chemotherapy such as hair loss, nausea, fever, infection, and headaches. Reishi is amazing for weight loss and can help cleanse a fatty liver and reduce edema and bloating throughout the body.

Reishi is also excellent for cardiovascular health and is able to help dilate the coronary artery, improve circulation in cardiac muscle capillaries, increase blood flow to the heart, and even help correct arrhythmia. It can also reduce blood cholesterol and triglyceride levels as well as reduce plaque on the arterial walls which can help to prevent strokes and heart attacks.

Reishi is a vital supplement for helping to lower cholesterol, reduce high blood pressure, and to prevent blood clots. Reishi is very good for calming the nervous system and bringing balance and stability back to the body. It can help with anxiety, panic attacks, and sleep disorders such as insomnia. It is also known to help improve cognitive abilities such as memory, concentration, and focus.

Reishi contains anti-inflammatory properties making is essential for those who suffer with autoimmune disorders such as colitis, chron’s disease, fibromyalgia, chronic fatigue syndrome, chronic bronchitis, arthritis, COPD, and epstein-barr virus. Reishi also contains potent anti-viral properties and is highly beneficial for herpes, cold sores, shingles, chicken pox, and colds and flu.

It also has natural antihistamine properties which makes is valuable for those who suffer with allergies, sinus problems, and chronic muscle aches. In one study, reishi was found to be as powerful as five milligrams of hydrocortisone. Reishi contains polysaccharides called Gandoreans A, B, C that help to keep blood sugar stable and balanced which is very good for diabetes, strokes, ulcers, and hypertension. Reishi extract powder is an excellent way to include this into your diet. It can be added to water, juice, tea, smoothies, protein shakes, soups, or veggie meals.

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Older Posts »