Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘artrite reumatoide’

reumatismo-artrite-paramedicoLo sapevate che esiste una correlazione diretta tra l’incidenza di artrite e la presenza di tracce di boro minerali nel corpo? La ricerca per quanto riguarda il minerale boro in traccia e la sua connessione con l’artrite sta finalmente iniziando a vedere la luce del giorno!

In una scoperta sorprendente, la ricerca condotta dal Prof. Roger Wyburn-Mason (MD, PhD) ha identificato un amebe che parassita (infestante) nei giunti di quelle persone con artrite reumatoide. “Nel 1975, al IX Congresso Internazionale di Chemioterapia a Londra, Inghilterra, alla fine (1983) Roger Wybum-Mason (MD, MRCP, B. Chir., MA, Ph.D.) ha stupito il mondo medico, annunciando che aveva trovato un nuovo protozoo come la causa della malattia reumatoide. ”

Proseguendo con il lavoro del Prof. Wyburn-Mason è stato il dottor Rex E. Newnham (PhD, DO e ND), un medico osteopatico e naturopata, e autore di “Battere Artrite e osteoporosi Vincere”. Quello che ha trovato era incredibile …

Il boro uccide l’amebe che il Prof. Wyburn-Mason aveva individuato!

Dr. Newnham ha anche trovato un po’ di prove relative alla correlazione tra concentrazione di boro in determinate aree geografiche e lo sviluppo non solo di artrite reumatoide, ma anche l’artrite comune. Ha scoperto che in alcune zone dell’Australia, dove l’acqua potabile conteneva alti livelli di boro, non c’erano incidenza di artrite nell’uomo e negli animali!

L’incidenza di artrite dipendevano dal Boro

È interessante notare che la correlazione tra l’artrite e boro è stato trovato in altre aree.

Dr. Newnham trovato che in Israele, dove il boro è in alta concentrazione nel suolo, l’incidenza di artrite era di 1-7%.
Rispetto agli Stati Uniti, Nuova Zelanda e in altre parti dell’Australia, dove la concentrazione di boro è moderata, l’incidenza di artrite è più elevata; 20-40%.
Al contrario, aree quali Jamaica dove i livelli di boro sono estremamente piccole, l’incidenza di artrite è molto elevata, raggiungendo il 70%.
In conclusione, la prova nel mondo sta cominciando a collegare il basso apporto di boro con un aumento dei livelli di artrite – prova che l’artrite è un sintomo di carenze nutrizionali e non semplicemente un processo “normale” di invecchiamento, come l’industria medica vorrebbero farci credere.

Ora, non è interessante ?!

Con milioni di persone che soffrono di artrite nei soli Stati Uniti, forse è il momento di iniziare a dare il boro minerale in traccia con una certa attenzione, invece di soli farmaci-sintomo per sopprimere il fenomeno.

I cibi ricchi di boro includono: mandorle, noci, avocado, broccoli, patate, pere, prugne, miele, arance, cipolle, ceci, carote, fagioli, banane, uva rossa, mele rosse e uvetta.

Per maggiori informazioni su questa scoperta del  Dr. Wyburn-Mason e del Dr. Newnham:

Aggiornati in agosto 2014

Healthcare Freedom Revolution

Dall ‘  editore….

healthcare freedom revolution 200x300 Arthritis Cure Found in Nature?Nell’era della big-pharma, prendere la visione del dottor Michelle Kmiec sulla salute e l’assistenza sanitaria è come una boccata di aria fresca – per non dire altro. Il suo libro ‘Healthcare Revolution Libertà: Esponendo le bugie, inganni e l’avidità della professione medica  è una pubblicazione unica che mostra il fallimento di lunga data sui miti della salute in modo diretto, e rivela come è possibile riprendere il controllo della propria salute … a prescindere da cosa “loro” possono aver detto.

La rivoluzione per la libertà nella sanità 200×300 Arthritis Cure si trovano in natura? Nel raccontare la sua storia, il dottor Michelle non sferra pugni. E perché dovrebbe? Dieci anni fa era disperatamente malata di di una malattia autoimmune e sintomi neurologici, e la professione medica ha offerto il suo nulla, ma solo prescrizione di farmaci e oltraggiose parcelle “assistenza sanitaria”. Non disposta ad accettare che, come il suo futuro, il dottor Kmiec ha deciso che se voleva tornare di nuovo a essere sano, avrebbe dovuto trovare le risposte se stessa. Questo è quando il suo incredibile viaggio è iniziato …

Nonostante tutte le sue lotte e le paure, il dottor Michelle ha riacquistato la sua salute completamente – grazie di mezzi naturali e la pura perseveranza. E nel processo, la sua ricerca l’ha portata a scoprire quanto sia diventato corrotto il settore medico – un settore che descrive come un ‘monopolio della Big Pharma’.

Dr. Kmiec ha ora preso come sua missione personale nella vita di condividere la sua storia, e spera di aiutare le persone a trovare risposte concrete al bisogno della loro assistenza sanitaria, oltre ad offrire qualcosa di molto prezioso per quelle in salute … la speranza.

Per maggori informazioni, pick up a copy of Healthcare Freedom Revolution, controllare  Dr. Kmiec’s previous articles su Wake Up World, oppure connettevi con Online Holistic Health on the webFacebookTwitter and LinkedIn.

Previous articles by Dr. Michelle:

About the author:

dr michelle kmiec Arthritis Cure Found in Nature?Dr. Michelle Kmiec è diplomata chiropratica che ha ottenuto anche il Bachelor of Science degree in Human Biology. E’ anche un atleta dopo essersi curata in modo naturale al 100% dai sintomi neurologici autoimmuni e dall’ansia, ed è diventata attenta all’alimentazione salutista nutrition , autore di  Healthcare Freedom Revolution: Exposing the Lies, Deceit and Greed of the Medical Profession, e fondatrice del sito web Online Holistic Health.

Potete seguirla  Online Holistic Health Online, and on FacebookTwitterand LinkedIn.

Notare: questo articolo non vuole essere una cura in sostituzione a quella del vostro medico, alla vostra diagnosi, o trattamento.

FONTE: wakeup-world

 

(ENGLISH VERSION)

Did you know that there is a direct correlation between the incidence of arthritis and the presence of trace mineral boron in the body? Research regarding the trace mineral boron and its connection to arthritis is finally starting to see the light of day!

In a startling discovery, research conducted by Prof. Roger Wyburn-Mason (MD, PhD) identified an amoebae that parasitizes (infests) the joints of those people with rheumatoid arthritis. “In 1975, at the IXth International Chemotherapy Congress in London, England, the late (1983) Roger Wybum-Mason (M.D., M.R.C.P., B. Chir., M.A., Ph.D.) astounded the medical world, announcing that he had found a new protozoon as the cause of Rheumatoid Disease.”

Continuing with Prof. Wyburn-Mason’s work was Dr. Rex E. Newnham (PhD, DO and ND), an osteopathic doctor and naturopath, and author of “Beating Arthritis and Beating Osteoporosis”. What he found was amazing…

Boron killed the amoebae that Prof. Wyburn-Mason had identified!

Dr. Newnham also found quite a bit of evidence relating the correlation of boron concentration in certain geographical areas and the development of not just rheumatoid arthritis, but common arthritis as well. He found that in certain areas of Australia, where drinking water contained high levels of boron, there were no incidence of arthritis in humans and animals!

Incidence of Arthritis Depended Upon Boron

Interestingly, the correlation between arthritis and boron was found in other areas as well.

  • Dr. Newnham found that in Israel, where boron is in high concentration in the soil, the incidence of arthritis was as low as 1-7%.
  • Compared to the U.S., New Zealand and other parts of Australia where the concentration of boron is moderate, the incidence of arthritis is higher; 20-40%.
  • In contrast, areas such as Jamaica where boron levels are extremely small, the incidence of arthritis is very high, reaching upwards to 70%.

In conclusion, worldwide evidence is now starting to link low intake of boron with increased levels of arthritis — proof that arthritis is a symptom of nutritional deficiencies and not simply a “normal” process of aging, as the medical industry would have us believe.

Now isn’t that interesting?!

With millions of people suffering from arthritis in the United States alone, maybe it’s time to start giving the trace mineral boron some attention, instead of just symptom-suppressing pharmaceuticals.

Foods high in boron include: almonds, walnuts, avocados, broccoli, potatoes, pears, prunes, honey, oranges, onions, chick peas, carrots, beans, bananas, red grapes, red apples and raisins.

For more information on the ground-breaking discoveries of Dr. Wyburn-Mason and Dr. Newnham:

Updated August 2014

Healthcare Freedom Revolution

From the editor….

In the age of big-pharma, Dr. Michelle Kmiec’s take on health and healthcare is refreshing – to say the least. And her book ‘Healthcare Freedom Revolution: Exposing the Lies, Deceit and Greed of the Medical Profession’ is a unique publication that busts long-standing health myths in a straight forward way, and reveals how you can regain control of your health… regardless of what “they” may have told you.

healthcare freedom revolution 200x300 Arthritis Cure Found in Nature?In telling her story, Dr. Michelle doesn’t pull any punches. And why should she? Ten years ago she was desperately sick with autoimmune and neurological symptoms, and the medical profession offered her nothing but prescription drugs and outrageous “healthcare” bills. Not willing to accept that as her future, Dr. Kmiec decided that if she was going to be healthy again, she would have to find the answers herself. That’s when her amazing journey began…

Despite all her struggles and fears, Dr. Michelle regained her health completely – a result of natural means and sheer perseverance. And in the process, her research led her to discover just how corrupt the medical industry has become — an industry she describes as a ‘Big Pharma monopoly’.

Dr. Kmiec has now made it her personal mission in life to share her story, and hopes to help people find real answers to their healthcare needs as well as offering something very valuable to those in ill health… hope.

For more information, pick up a copy of Healthcare Freedom Revolution, check out Dr. Kmiec’s previous articles on Wake Up World, or connect with Online Holistic Health on the webFacebookTwitter and LinkedIn.

Previous articles by Dr. Michelle:

About the author:

dr michelle kmiec Arthritis Cure Found in Nature?Dr. Michelle Kmiec is a licensed chiropractor who also holds a Bachelor of Science degree in Human Biology. She is life-long athlete who after curing herself 100% naturally from autoimmune neurological symptoms and anxiety, became an avid nutrition health researcher/promoter, author of Healthcare Freedom Revolution: Exposing the Lies, Deceit and Greed of the Medical Profession, and Founder of the natural health website Online Holistic Health.

You can follow Online Holistic Health Online, and on FacebookTwitterand LinkedIn.

Please note: this article is not intended to give specific medical advice, diagnosis or treatment.

SOURCE: wakeup-world

 

Read Full Post »

artriteL’artrite è una malattia solitamente autoimmune che si manifesta con infiammazione e dolore a livello delle articolazioni.

Esistono decine di tipologie differenti di artrite. Tra i sintomi più comuni, oltre ai dolori articolari, troviamo rigidità e arrossamenti, uniti a difficoltà nei movimenti. Alcuni rimedi naturali possono essere d’aiuto per alleviare i dolori articolari in caso di artrite.

1) Corydalis

Si tratta di una pianta utilizzata da secoli dalla Medicina Tradizionale Cinese. I ricercatori hanno estratto dal Corydalis, che appartiene alla stessa famiglia del papavero, un principio attivo efficace contro i dolori infiammatori, come quelli provocati dall’artrite. La sostanza oggetto di studio presenta un’attività antagonista del recettore della dopamina. Lo studio in questione è stato pubblicato sulla rivista Current Biology.

2) Zenzero

Lo zenzero è un antidolorifico naturale, in alcuni casi addirittura migliore dei medicinali comuni, come l’ibuprofene e il cortisone. L’estratto di zenzero non provoca effetti collaterali e può agire in modo positivo per alleviare dolore e infiammazione. Si tratta di quanto emerso da uno studio condotto lo scorso anno dagli esperti dell’Università di Copenaghen.

3) Broccoli

Consumare adeguate quantità di broccoli può aiutare a prevenire l’artrite e l’artrosi e ad evitare, in alcuni casi fortunati, l’operazione. Si tratta di quanto emerso da una ricerca condotta dagli esperti dell’Università dell’East Anglia. Il sulforafano contenuto nei broccoli è un grado di rallentare la distruzione della cartilagini delle articolazioni, a seguito della quale può comparire l’osteoartrite.

4) Tisana alla curcuma e Golden Milk

golden-milk

La curcuma è un antinfiammatorio naturale utile in caso di artrite, in abbinamento allo zenzero. La curcuma contiene curcumina, un potente antiossidante, ed è in grado di abbassare i livelli degli enzimi in grado di causare infiammazione. Per preparare una tisana alla curcuma da bere ogni giorno vi serviranno, come indicato da Everyday Roots:

500 ml d’acqua
½ cucchiaino di zenzero in polvere
½ cucchiaino di curcuma in polvere

Portate ad ebollizione l’acqua e aggiungete le spezie. Abbassate la fiamma e lasciate sobbollire per 10-15 minuti. Scolate e bevete una tazza di tisana due volte al giorno. Le dosi indicate permettono di prepararne due tazze. Per i casi più gravi potete provare a preparare il cosiddetto “Golden Milk”. Qui il video con la ricetta.

5) Sali di Epsom

I sali di Epsom contengono magnesio solfato, una sostanza considerata utile come antidolorifico. A seconda delle zone in cui si avverte il dolore, i sali di Epson verranno utilizzati nella vasca da bagno, nella quantità di 2 tazze, o in un catino per il pediluvio (1/2 tazza). L’immersione deve avere una durata di almeno 15 minuti.

6) Magnesio

Il magnesio è considerato utile per mantenere le ossa forti ed è benefico per le articolazioni. Chi soffre di artrite potrebbe presentare una carenza di magnesio. Oltre che con gli integratori, è possibile assumere magnesio grazie ai cibi che ne sono ricchi, come spinaci, semi di zucca, legumi, banane, riso integrale, mandorle, semi di girasole e fichi secchi. Potrebbe inoltre essere utile applicare sulle zone doloranti uno speciale olio arricchito di magnesio, da massaggiare per alleviare i fastidi articolari. Chiedete maggiori informazioni al vostro erborista di fiducia.

7) Olio extravergine

L’olio extravergine contiene sostanze utili ad inibire gli enzimi responsabili dell’infiammazione, proprio come farebbero gli appositi farmaci. Per questo motivo viene consigliato di massaggiare le articolazioni con semplice olio extravergine d’oliva, meglio se spremuto a freddo. Massaggiate le articolazioni con 2 o 3 cucchiai d’olio extravergine due volte al giorno. Non dimenticate di utilizzarlo a crudo come condimento

8) Tarassaco

Le foglie di tarassaco presentano proprietà antinfiammatorie per via del loro contenuto di acido linoleico, utilizzato dall’organismo per produrre prostaglandine, che regolano la risposta immunitaria e alleviano l’infiammazione. E’ considerato utile soprattutto in caso di artrite reumatoide. Potrete gustare le foglie di tarassaco fresche in insalata, oppure utilizzarle per preparare una tisana.

1 tazza d’acqua bollente
3 cucchiaini di foglie fresche o 1 cucchiaino di foglie secche di tarassaco

Versate le foglie di tarassaco in acqua bollente, lasciate riposare per 10 minuti e filtrate. Bevete due volte al giorno. Il sapore può risultare amaro, dunque dolcificate la tisana a piacere.

9) Menta e eucalipto

Gli oli essenziali di menta e di eucalipto presentano proprietà analgesiche e antidolorifiche. La sensazione di freschezza creata dalla loro combinazione può dare sollievo in breve tempo ed aiutare ad attenuare i dolori.

5-10 gocce di olio essenziale di menta piperita
5-10 gocce di olio essenziale di eucalipto
1-2 cucchiai di olio extravergine

Versate gli oli essenziali in una bottiglietta di vetro e diluiteli con olio extravergine o con un altro olio vegetale a vostra disposizione. Conservate il preparato lontano dalla luce e massaggiatelo sulle giunture quando sentite dolore.

10) Pepe di cayenna

Il pepe di cayenna è considerato utile in caso di dolori articolari per via del suo contenuto di capsaicina. Si tratta di uno dei rimedi naturali più noti per quanto riguarda l’artrite e la preparazione di unguenti per alleviare i dolori articolari. E’ un antinfiammatorio e un antidolorifico naturale, consigliato per i dolori reumatici e muscolari acuti. Il pepe di cayenna, a tale scopo, viene utilizzato nella preparazione di pomate erboristiche specifiche. Chiedete ulteriori informazioni al vostro erborista di fiducia.

FONTE: Marta Albè (Greenme)

Read Full Post »

MEMORIAUn nuovo importante studio emette il verdetto: una dieta basata sui vegetali e gli alimenti ricchi di omega-3 protegge la memoria.

Lo studio è stato pubblicato sulla rivista Neurology, la bibbia dei neurologi di tutto il mondo. Sono state seguite per 4 anni 18mila persone con un’età media di 64 anni. Alla fine, il 7% delle persone esaminate aveva sviluppato un deficit cognitivo, che prevede anche un indebolimento della memoria.

Ma le persone che avevano seguito la dieta ricca di vegetali e omega 3 sono risultate meno colpite dai deficit mnemonici. Nessun farmaco è in grado di fare questo, in totale assenza di rischi.

Più nel dettaglio la dieta protettiva non era altro che una versione della dieta mediterranea. In breve, si tratta di tagliare carne e latticini e di scegliere frutta, verdura e cibi ricchi di omega 3.

Si prevede il consumo del pesce o dell’olio di pesce, che è ricco di omega 3, ma la dieta orienta anche verso cibi vegetali che apportano omega 3. Soprattutto le noci e ancor di più i semi di lino che sono molto generosi di questo nutriente. Anche i legumi (come soia e piselli), i semi di sesamo e alcuni vegetali a foglia verde (spinaci) contribuiscono con la loro quota di omega 3.

Altre fonti vegetali di omega 3.

– Sono molto ricchi di omega 3 i semi di Chia.
– Tra gli oli meglio l’olio di lino ma anche di soia
– Poi ci sono le alghe, in particolare la klamath, consigliata da qualcuno come integratore.

Ricordiamo infine che l’effetto sulla memoria non è l’unico beneficio attribuito agli
omega 3. Oltre alla ben nota protezione contro infarto e ictus, questi acidi grassi sono attualmente sottoposti a un’intensa ricerca per i loro possibili effetti contro il cancro, il Crohn, la colite ulcerosa, e altre malattie autoimmuni come l’artrite reumatoide e il lupus.

FONTE: SaporBio

Read Full Post »

zenzero2Lozenzero, una spezia dalla numerose proprietà benefiche, è stato posto al centro di uno studio che ne ha confrontato l’azione come antidolorifico con medicinali di uso comune, come l’ibuprofene ed il cortisone. L’azione di tali rimedi è stata valutata da parte degli esperti con particolare riferimento all’artrite, sia nel caso di artrite reumatoide che di osteoartrite.

 

Lo studio in questione è stato condotto da parte dei ricercatori dell’Università di Copenhagen ed ha ricevuto la propria pubblicazione da parte della rivista scientifica Arthritis. La risposta delle cellule, sane o affette da artrite, ad alcuni medicinali antinfiammatori, come ibuprofene e cortisone, è stata osservata in vitro, accanto all’azione in proposito relativa all’estratto di zenzero.

Dallo studio è emerso come l’ibuprofene, uno dei più comuni farmaci antidolorifici, non abbia alcun effetto sulla produzione di citochine, delle molecole proteiche che possono causare infiammazione nell’organismo e portare alla comparsa del dolore. Sono stati invece identificati come antinfiammatori efficaci sia il cortisone che l’estratto di zenzero.

A parità di effetti antinfiammatori, gli esperti hanno sottolineato un importante punto a favore dell’estratto di zenzero rispetto al cortisone. Mentre l’assunzione di estratto di zenzero non presenta effetti collaterali, la somministrazione di cortisone può condurre alla comparsa di conseguenze indesiderate per l’organismo già note, come gonfiore, debolezza muscolare, aritmia cardiaca, pressione alta, ansia e problemi di insonnia.

Non è la prima volta che l’estratto di zenzero viene preso in considerazione come possibile farmaco efficace in caso di artrite. Una ricerca condotta in precedenza da parte di Krishna C. Srivastava, tra i ricercatori della Odense Universitye tra gli esperi più rinomati al mondo nella ricerca scientifica riguardante gli effetti terapeutici delle spezie, ha portato ad evidenziare come lo zenzero rappresenti un efficace rimedio antidolorifico.

Ai pazienti affetti da artrite erano state somministrate per tre mesi piccole quantità di zenzero ogni giorno. La maggior parte dei pazienti evidenziò miglioramenti per quanto riguarda dolore, gonfiore e rigidità delle articolazioni. In uno studio successivoi pazienti affetti da osteoartrite hanno potuto riscontrare dei miglioramenti rispetto al dolore alle ginocchia a seguito della somministrazione di zenzero in dosi giornaliere da 50 a 300 milligrammi per un periodo massimo di 36 settimane.  Lo zenzero dovrebbe dunque essere tenuto in alta considerazione come rimedio naturale per un trattamento degli stati dolorosi privo di effetti collaterali.

FONTE: Marta Albè (greenme)

Read Full Post »