Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘basilico’

basilico e trsitezzaErba aromatica regina dell’estate: il basilico! Sta bene con tutto (o quasi), è bello, buono, profumato. Curare la piantina sul balcone, terrazzo o giardino è semplicissimo e in questo modo si possono avere le foglie fresche sempre a disposizione.

 

Vi consiglio quando è di stagione di consumarlo spesso a crudo dopo aver lavato molto bene le foglie. I motivi sono diversi, innanzitutto questa pianta tanto cara alla nostra cucina mediterranea è ricchissima di proprietà dovute soprattutto alla presenza di flavonoidi e oli volatili. Il basilico contiene preziose vitamine e sali minerali ed è un potente antiossidante in grado di proteggere il corpo dall’invecchiamento aiutando le nostre cellule nella lotta contro i radicali liberi.

Le sue proprietà non finiscono qui, alcuni studi hanno messo in luce anche le doti antinifiammatorie e antibatteriche del basilico, addirittura contro alcuni batteri che nel corso di questi anni hanno sviluppato resistenza agli antibiotici. Questa pianta, inoltre,favorisce la digestione e aiuta lo stomaco nelle sue funzioni.

Dal basilico si estrae anche un ottimo olio essenziale

Ci sono poi le proprietà “nascoste” del basilico, legate alle tradizioni popolari e magiche che si tramandano dall’antichità. Gli alchimisti ad esempio consideravano questa pianta sacra e in grado di influenzare positivamente mente e spirito e portare la felicità. In effetti il colore e il profumo del basilico tendono a mettere di buon umore.

 

Non è un caso che anche in aromaterapia si utilizzi l’olio essenziale di basilico come tonico del sistema nervoso, per aiutare la mente a fare chiarezza e ritrovare l’equilibrio emotivo e psicologico.

Per tutti questi motivi può essere una buona idea regalare una piantina di basilico a qualcuno a cui si vuole bene per augurargli salute e felicità!

Alla prossima

FONTE: Francesca (Greenme)

 

Read Full Post »

basilico_01_COVERNon è la prima volta che mi capita di descrivere questa aromatica, così popolare  e sacra al tempo stesso e vorrei dedicare questa descrizione a chi ama cucinare, perché è nelle mani di chi con amore cucina, che ogni cibo, ingrediente, materia prima, diventa speciale ed acquista sacralità, la sacralità della cura, del saper fare per donare e per nutrire.

 

L’aroma del basilico è forse il più conosciuto tra le aromatiche e ne esistono diverse qualità e di diversa provenienza, quella a cui di solito siamo abituati è l’ocinum basilicum, ovvero , il basilico comune, ma anche di questo ve ne sono poi molte varianti, dal genovese al comune a quello arricciato.

 

Il basilico ha una tradizione esoterica da far invidia a tutte le sue colleghe e colleghi, potremmo dire che vince il “mortaio d’oro” da questo punto di vista perché la sua importanza a livello ritualistico sconfina da oriente ad occidente.

 

In India è venerato da millenni come pianta sacra a Krishna, la varietà di basilico indiana, il Tulsi ((dal sanscrito Tulasi), è usato non solo per cucinare, ma anche per le tisane che vengono utilizzate nella tradizione ayurvedica come ricostituenti e defaticanti, inoltre una bellissima tradizione fa del legno di questa piccola pianta uno degli oggetti più sacri agli hindu. Con il legno del Tulsi viene fatta una collana di piccolissime perle di legno, da  indossare in caso di difficoltà o disagi sia fisici che psichici o semplicemente per devozione a Krishna, ma chiunque la indossi non può né bere, né fumare, né mangiare carne, né mentire.

D’altro canto il nostro basilico è da sempre stato considerato un amuleto ed un augurio per i novelli sposi. 

 

Sull’uso del basilico in cucina, però, è importante fare delle precisazioni: 

  • Le foglie giovani contengono metileugenolo, un agente cancerogeno contenuto anche in altre piante, che con la maturazione delle foglie si trasforma poi in eugenolo, un agente assolutamente in innocuo.

 

Quindi, consigliabile non utilizzare foglie giovani per cucinare, ma aspettare che siano giunte a piena maturazione, quando avranno raggiunto i 10 cm di altezzaprima di raccoglierle ed usarle nei nostri condimenti.

Da usare preferibilmente fresco come il prezzemolo, può accompagnare mille piatti  ed essere ingrediente base di mille salse. Due ricette per gustarlo ed esaltarne l’aroma:

1)      salsa piccante al basilico

Ingredienti per 4 persone: 

  • 4 mazzetti di basilico,
  • 2 spicchi d’aglio,
  • 1 o 2 peperoncini verdi (dipende da quanto amate il piccante),
  • la parte verde di un cipollotto fresco,
  • sale quanto basta,
  • olio d’oliva extravergine,
  • pepe nero.

Preparazione:

  1. mettere basilico, aglio, cipollotto, 2 grani di pepe nero e peperoncino nel robot o, sarebbe meglio, nel mortaio.
  2. Sminuzzare al meglio e aggiungere sale e olio d’oliva, quanto basta per essere assorbito dal composto.

Il risultato finale deve essere morbido, verde e omogeneo!

2)      gazpacho di pomodoro con foglie di basilico

Ingredienti:

  • 200 gr di pomodori rossi;
  • 1 peperone rosso;
  • 1 cipollotto;
  • 1 piccolo cuore di sedano;
  • 2 o 3 cubetti di ghiaccio;
  • sale,
  • pepe,
  • basilico,
  • olio extravergine di oliva

Preparazione:

  1. Lavare e pulire le verdure e gli aromi.
  2. Tagliare il pomodoro a e il peperone a dadini, il sedano a pezzetti, il cipollotto a fettine.
  3. Versare il tutto nel frullatore,
  4. aggiungere il ghiaccio e frullare ancora sino a ottenere una crema omogenea
  5. . Guarnire con pepe, olio extravergine di oliva  e basilico

 

FONTE: Eticamente

Read Full Post »

basilico-erboristeriaPiante aromatiche, che passione! Dopo aver visto insieme i benefici dell’origano e del rosmarino, oggi vediamo di quali eccezionali proprietà è dotato il basilico.

1) Contro febbre e raffreddore

Le foglie di basilico sono specifiche per curare i malanni stagionali e i raffreddori. Basta utilizzarle per creare un decotto a cui aggiungere un po’ di cardamomo in polvere e del dolcificante naturale. Questo decotto può essere usato anche per ridurre la febbre. Per questo fine, deve essere somministrato ogni 2-3 ore.

2) Contro la tosse

Questa pianta è un ingrediente molto importante nella medicina ayurvedica per molti sciroppi contro la tosse e a funzione espettorante. Masticare le foglie, inoltre, aiuta a ridurre il raffreddore.

3) Contro il mal di gola

In caso di mal di gola, basta prendere delle foglie di basilico, farle bollire e utilizzarle come bevanda o per dei gargarismi.

4) Contro i disturbi del sistema respiratorio

In caso di bronchite, asma e raffreddore, basta preparare un decotto di foglie, a cui aggiungere miele e zenzero. In caso di influenza, alle foglie saranno aggiunti invece chiodi di garofano e sale marino. Fate bollire in mezzo litro d’acqua, fino a quando il volume del liquido non si sarà ridotto a metà. Solo allora potrete spegnere, lasciare raffreddare e berlo.

5) Per i calcoli renali

La pianta di basilico ha un forte effetto sui reni. In caso di calcoli, il succo di foglie addolcito con del miele dovrebbe essere assunto regolarmente per circa 6 mesi.

6) Contro il colesterolo

Questa pianta è una preziosa amica per il cuore e per contrastare le malattie cardiache. Serve infatti anche ad abbassare i livelli di colesterolo nel sangue.

7) Per i bambini

Molti consigliano il basilico per alcuni problemi pediatrici molto comuni, come raffreddore, tosse e diarrea. Sembra che il succo di foglie di basilico sia ottimo anche per accelerare il processo di guarigione delle bolle della varicella.

8) Contro lo stress

Il basilico è annoverato tra le piante “adattogene”, ovvero quelle piante utili a facilitare all’organismo di adattarsi a particolari condizioni, come lo stress. In quest’ultimo caso, si consiglia di masticare alcune foglie di basilico per prevenire e allentare lo stress. Inoltre, questa pianta purifica il sangue.

9) Contro le infezioni del cavo orale

Le foglie sono molto efficaci per curare l’ulcera e le infezioni della bocca. Anche in questo caso, le foglie vanno masticate.

10) Contro le punture di insetti

Il profumo del basilico funge da repellente contro gli insetti. Basta mettere delle piantine sul davanzale di casa. inoltre, il succo ricavato dalle foglie, se applicato con costanza, aiuta a ridurre i sintomi derivanti dai morsi di insetto. Il succo deve essere fresco.

11) Contro i disturbi della pelle

Se applicato localmente, il succo di basilico è utile nel trattamento della tigna e di altre malattie della pelle.

12) Per l’igiene dentale

Basta essiccare le foglie al sole, tritarle per ricavare una polvere e mescolarle con dell’olio per ricavare una pasta che funga da dentifricio. Questo rimedio è ottimo per l’igiene della bocca, ma anche per mantenere l’alito profumato e le gengive sane. È indicato anche in caso di piorrea.

 

13) Contro il mal di testa

Il basilico è uno dei rimedi più utilizzati per combattere il mal di testa. In questo caso, si crea un decotto utilizzando le foglie. Non solo, le foglie possono essere schiacciate e mescolate a una pasta di sandalo. Questo impasto viene applicato sulla fronte per avere sollievo dalla febbre o dal mal di testa.

Vediamo adesso alcuni passaggi per coltivare la nostra piccola pianta aromatica miracolosa.

La prima cosa da fare è trovare uno stelo che abbia non meno di 6 foglie.
Tagliate il gambo con delle forbici.
Tagliate le foglie superiori o i fiori se ci sono, nel punto in cui si uniscono al gambo.
Mette la pianta in un vaso con l’acqua.
Dopo circa una settimana, vedrete iniziare a spuntare le prime radici. Una volta che la piantina sarà pronta, travasatela in un vaso con del terriccio. Ecco pronta la vostra pianta aromatica medicinale. In alternativa, sono disponibili delle piantine già pronte, dotate di radici da piantare subito.

FONTE: Greenme

 

Read Full Post »

prugnolo baccheSono i rimedi verdi che combattono meglio i capogiri sempre possibili in questa stagione scongiurando anche l’eccesso di ristagni

Spesso il caldo estivo provoca un aumento della pressione nelle gambe, con conseguenti gonfiori e ristagni. Ma le temperature elevate possono indurre anche un brusco calo della pressione generale. I sintomi dell’ipotensione sono un’improvvisa debolezza e sensazione di svenimento. Si interviene abbassando la temperatura del corpo e cercando di riequilibrare gli effetti del calore e della perdita di liquidi e sali minerali.  È utile bere spremute e succhi freschi, soprattutto a base di frutti rossi, antiossidanti e rimineralizzanti.

I Rimedi naturali che scongiurano i mancamenti

Sono molti gli estratti naturali che hanno un effetto vasocostrittore e quindi aiutano a risollevare la pressione bassa. La medicina popolare ha indicato da tempo i rimedi più noti, tra i quali ad esempio la liquirizia (se ne deve masticare la radice) e il rosmarino (la tisana due volte al giorno). A tavola, bisogna abbondare con i vegetali ricchi di acqua e consumare ogni giorno un po’ di basilico: cura l’ipotensione.

Bevi l’infuso alla salvia

La salvia è tra i vegetali che combattono i cali di pressione. Prepara una miscela con 10 grammi di salvia, 10 di foglie di menta e 5 di radici di liquirizia. Prendi un cucchiaino di questo miscuglio e lascia in infusione 10 minuti in acqua bollente. Bevine una tazza al giorno, la sera, per 7 giorni.

Prendi ribes nero e prugnolo

Alcuni rimedi naturali sono molto efficaci  per ridare energia nei casi di spossatezza dovuta a cali di pressione. Prova i macerati glicerici di ribes nero (Ribes nigrum), che alza la pressione, di prugnolo (Prunus spinosa), che sostiene l’organismo debilitato, e di quercia (Quercus peduncolata), che contrasta situazioni di stanchezza.  Questi estratti fluidi, associati fra loro, rinforzano il corpo e stimolano la dinamica circolatoria.

Come si assumono: Si pongono 50 gocce di ciascun rimedio in un bicchiere d’acqua da bere al mattino a digiuno per uno o due mesi.

L’aiuto in più: la quercia

Il suo macerato, anche abbinato a quelli di ribes e prugnolo, ti rivitalizza perché ha un’azione stimolante a livello surrenalico.

FONTE: riza

Read Full Post »