Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘cioccolato fondente’

chocolate flowIl cioccolato fondente è un incredibile alleato della nostra salute e ci aiuta soprattutto nella prevenzione.

Lo ha dimostrato una ricerca condotta dagli esperti dell’Università di Melbourne, i cui risultati sono stati pubblicati su “British Medical Journal”. Lo studio ha messo in particolare in evidenza che il cioccolato fondente si rivela molto importante per prevenire l’ictus e l’infarto. Ecco perché una certa quantità di cioccolato fondente non dovrebbe mai mancare nella nostra dieta, perché non fa altro che andare a vantaggio del nostro benessere.

Nello specifico si è visto che è importante consumare una quantità di cioccolato pari ad un totale compreso fra i 10 e i 30 grammi al giorno. Per essere efficace, in ogni caso il cioccolato deve contenere almeno il 60% di cacao. In questo caso mangiare cioccolato fa bene. Il tutto è dovuto al fatto che il cioccolato contiene in grande quantità flavonoidi e polifenoli.

Queste sostanze funzionano come vasodilatatori nel ridurre la pressione del sangue. Il cioccolato infatti è ottimo contro l’ipertensione. Inoltre non dobbiamo dimenticare che flavonoidi e polifenoli agiscono anche come antibattericiantinfiammatori e antiossidanti.

Gli studiosi sono perfino riusciti ad elaborare uno specifico modello matematico, che intende spiegare gli effetti a lungo termine del cioccolato. I ricercatori hanno preso in considerazione più di 2.000 pazienti, che presentavano problemi di ipertensione e che erano affetti dalla sindrome metabolica.

I soggetti sono stati monitorati nel corso di 10 anni e alla fine si è scoperto che il cioccolato fondente, consumato regolarmente, è in grado di prevenire i disturbi cardiovascolari e il rischio di incorrere nell’infarto e nell’ictus. I risultati potrebbero essere più efficaci nelle persone sane.

Gli studiosi hanno spiegato che gli stessi risultati non vengono conseguiti con il cioccolato al latte, il quale ha comunque meno flavonoidi rispetto al cioccolato fondente.

Naturalmente non bisogna esagerare, perché non dobbiamo dimenticare che il cioccolato è piuttosto calorico, ma è proprio il caso di dire che un cioccolatino al giorno leva il medico di torno.

FONTE: Tantasalute

Read Full Post »

cioccolato passioneSgranocchiare un quadratino di cioccolato fondente regala momenti di puro piacere. Meglio concederseli, allora, anche quando si è a stecchetto, per gratificarsi e perdere peso con serenità.
Il cioccolato?

E’ inutile negarlo: è il cibo degli dei, ma anche un peccato di gola al quale è più difficile resistere. Una vera e propria passione, che di solito è proibita quando si segue una dieta snellente. Ed è allora che il desiderio di addentare la classica tavoletta diventa irrefrenabile.

Che cosa fare?

Una cosa è certa: concedersi qualche quadretto dell’ambita tavoletta è il modo migliore per mettere d’accordo linea e buonumore. 

Per migliaia di persone, il cioccolato è molto di più di una golosità, è una passione che gratifica i sensi e risolleva l’umore, è quasi una dipendenza.

Il cioccolato è un alimento energetico, poiché ricco di zuccheri, ma anche un prodotto a basso indice glicemico e in grado di fornire energia immediatamente disponibile.

Il migliore è quello fondente, con cacao amaro superiore al 75%, senza farciture o frutta secca.

Si, poi, al cacao amaro in polvere, che gratifica il palato, mantiene tutti i benefici e, oltretutto, è molto meno energetico: un cucchiaino (5 g) aggiunge appena sedici calorie a ogni preparazione.

Il segreto per trasformarlo in un alleato della linea?

Non superare la dose prevista. Se la tavoletta, rigorosamente nera, ha quadratini di circa 7,5 g, basta non superare i quattro quadratini, ovvero 30 g in tutto, pari a 152 calorie.

Leggere le etichette nutrizionali, confrontando le varie marche, è il modo migliore per acquistare un cioccolato di qualità, ovvero con un’alta percentuale di cacao amaro e un basso apporto di zuccheri aggiunti.

Sul mercato sono presenti numerosi prodotti con differenti caratteristiche nutrizionali.

Di solito, i grassi variano dal 30 al 40% mentre i carboidrati dal 35 al 50%.

Prima di mettere la tavoletta nel carrello della spesa, però, occorre controllare che tra i grassi ci sia solo il burro di cacao.

Meglio tralasciare, invece, i prodotti che contengono grassi di sostituzione, come il burro di karité, di mango, do kokum, o olio di palma, tutti poco benefici per la salute.

FONTE: Il vero benessere

Read Full Post »