Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘FITOTERAPIA’

Il lampone è un frutto ricco di principi attivi tra cui fragarina, tannini, flavonoidi, antociani, mucillagini e acidi organici complessi che, lavorando in perfetta sinergia, donano al lampone proprietà eccellenti.

Del lampone (o rubus idaeus), in erboristeria, si utilizzano foglie, frutto fresco e gemme. Dai semi del frutto invece si ricava un olio ricco di proprietà antiossidanti e antinfiammatorie. Dismenorrea, Sinrome pre-mestruale, Menopausa, Antiossidante, Infiammazioni della pelle, Diuretico, Infiammazione bocca e gola, Diarrea.

Lampone o rubus idaeus: proprietà per il benessere della donna

Il lampone è ritenuto uno dei migliori rimedi naturali per curare le problematiche legate al ciclo mestruale. In particolare, il lampone svolge un’azione riequilibrante sulla produzione di ormoni femminili. Se ne deduce quindi che il lampone, ed in particolare il gemmoderivato di lampone, è il rimedio ideale per numerose problematiche femminili tra cui ricordiamo:

  • dismenorrea (mestruazioni dolorose),
  • tensione mammaria,
  • cistiti ovariche,
  • ritenzione idrica premestruale.

L’unione dei gemmoderivati di lampone e mirtillo rosso offrono inoltre beneficio per alleviare i disturbi della menopausa. Per lo stesso principio il lampone viene utilizzato per regolare o far venire il ciclo mestruale. La tradizione popolare utilizza le tisane di foglie di lampone (rilassanti e tonificanti dell’utero) per preparare la donna al parto.

Benefici sulla pelle

Impacchi di infuso di foglie di lampone alleviano rossori e infiammazioni della pelle, mentre il frutto trova numerosi impieghi in cosmesi come tonificante e nutriente della pelle. Allo stesso scopo possiamo trovare in commercio l’olio vegetale di semi di lampone, con proprietà emollienti e antinfiammatorie: usato sulla pelle allevia irritazioni e infiammazioni.

Infine, in commercio vi sono integratori a base di quest’olio, con proprietà antiage e antiossidanti. Altri benefici del lampone Il frutto fresco di lampone e soprattutto l’infuso delle foglie, hanno buoni effetti diuretici, utile per combattere la ritenzione idrica. L’infuso delle foglie può essere usato per fare gargarismi in caso di infiammazioni alla bocca e alla gola, mentre il succo di lampone ha proprietà vitaminizzanti. Sempre l’infuso è un buon rimedio contro diarrea e disturbi intestinali.

Come si usa il lampone in erboristeria

Prodotti a base di lampone possiamo trovarli nelle erboristerie, nelle farmacie, nei bioshop e nei negozi online specializzati. L’infuso, preparato con un cucchiaio di foglie per una tazza di acqua e lasciato in infusione per 10 minuti, è un buon rimedio contro disturbi intestinali e mestruazioni dolorose. Per i diversi tipi di problematiche femminili si può optare per il gemmoderivato.

In tal caso assumere circa 40 gocce prima o lontano dai pasti, 1 o 2 volte al giorno. Se volete fare sciacqui della bocca preparare un decotto di lampone unendo 2 cucchiai da minestra di foglie in 10 cl di acqua. Lasciate bollire per qualche minuto, filtrate e lasciate raffreddare prima di usarlo.

Informazioni botaniche

Il lampone, o Rubus Idaeus, è una delle numerosissime specie di rovi che cresce spontaneo sui bordi di sentieri e radure. In Italia lo troviamo sui pendii delle alpi e sugli appennini. Appartiene alla famiglia delle rosacee e si presenta come un arbusto cespuglioso perenne, alto dai 40 ai 100 cm circa. Predilige luoghi freschi e posizione esposta ma non troppo soleggiata. I fiori, formati da 5 petali bianchi, sbocciano in primavera per lasciare il posto ai piccoli frutti rossi, dal sapore dolce e molto gradevole, che raggiungono la piena maturazione in agosto. Le foglie possono essere raccolte in estate e fatte seccare all’ombra, in un posto ventilato. Successivamente è possibile conservarle per diversi mesi in sacchetti o barattoli di vetro posti al riparo da fonti di calore.

Controindicazioni ed effetti collaterali del lampone

I lamponi contengono acido ossalico. Pertanto se ne sconsiglia l’uso in chi soffre di gotta e patologie a livello renale. Il lampone può ridurre l’assorbimento di alcuni farmaci a base di ferro e tiamina orale, se preso a distanza ravvicinata.

Sono noti anche casi di interazione con farmaci ipoglicemizzanti. Se si segue una cura farmacologica è sempre necessario consultare il proprio medico prima di assumere fitoterapici. Assumere lampone in gravidanza è ben tollerato e compatibile anche con l’allattamento al seno. Tuttavia si consiglia di consultare il ginecologo qualora si vogliano assumere preparati fitoterapici.

FONTE: viversano.

 

(ENGLISH VERSION)

Raspberry is a fruit rich in active ingredients including fragrances, tannins, flavonoids, anthocyanins, mucilages and complex organic acids that, working in perfect synergy, give the raspberry excellent properties.

Raspberry (or rubus idaeus), in herbalistry, we uses leaves, fresh fruit and gems. Instead, fruit seeds are derived from an oil rich in antioxidant and anti-inflammatory properties. Dysmenorrhea ,Premenstrual Sinrome, Menopause,Antioxidant, Skin Inflammation,Diuretic, Inflammation of the mouth and throat,Diarrhea.

Raspberry or rubus idaeus: property for the well-being of the woman

Raspberry is considered to be one of the best natural remedies for curing the problems associated with the menstrual cycle. In particular, raspberry performs a balancing action on the production of female hormones. It is therefore concluded that raspberry, and in particular the raspberry gemmoderma, is the ideal remedy for many female problems including:

  • dysmenorrhea (painful menstrual periods),
  • breast tension,
  • ovarian cysts,
  • premenstrual water retention.

The combination of gemoderms of raspberry and red cranberry also offer benefit to alleviate menopausal disorders. For the same principle, raspberry is used to regulate or make the menstrual cycle. The folk tradition uses raspberry leaves (soothing and toning of the uterus) to prepare the woman at birth delivery.

Benefits on the skin

Raspberry leaf infusions relieve redness and skin inflammation, while the fruit has many uses in cosmetics as a tonic and nourishing skin. For the same purpose we can find vegetable oil of raspberry seeds on the market, with emollient and anti-inflammatory properties: used on the skin relieves irritation and inflammation.

Finally, on the market, there are supplements based on this oil, with anti-aging and antioxidant properties. Other Raspberry Benefits Fresh raspberry fruit and especially leaf infusions have good diuretic effects, useful in fighting water retention. Leaf infusion can be used to make gargarism in case of inflammation of the mouth and throat, while raspberry juice has vitriolic properties. Always the infusion is a good remedy against diarrhea and intestinal disorders.

How to use raspberry in herbalist

Raspberry products can be found in herbalists, pharmacies, organic shop and specialized online stores. The infusion, prepared with a spoonful of leaves for a cup of water and left in infusion for 10 minutes, is a good remedy against intestinal disorders and painful menstruation.

For the different types of female problems one can opt for the gemmoderivato. In that case take about 40 drops before or away from meals, 1 or 2 times a day. If you want to rinse your mouth prepare a raspberry raspberry by combining 2 tablespoons of leaf soup in 10 cl of water. Let boil for a few minutes, filter and allow to cool before using it.

Botanical information

Raspberry, or Rubus Idaeus, is one of the many species of rows that grow spontaneously on the edges of trails and clearings. In Italy we find it on the slopes of the Alps and Apennines. It belongs to the rosacea family and looks like a perennial bush shrub, about 40 to about 100 cm high. It prefers fresh places and exposed but not too sunny position. The flowers, formed by 5 white petals, bloom in the spring to leave the place for the small red fruits, sweet and very pleasant, which reach full ripeness in August. Leaves can be harvested in summer and dried in the shade, in a ventilated place. You can then store them for several months in glass bags or jars sheltered from heat sources.

Contraindications and side effects of raspberry

Raspberries contain oxalic acid. Therefore, it is not recommended for use in gout sufferers and kidney disease. Raspberry can reduce the absorption of some iron-based and oral thiamines if taken close-up.

There are also known cases of interaction with hypoglycemic drugs. If you are undergoing a pharmacological treatment you should always consult your doctor before taking phytotherapy. Taking pregnant raspberry is well tolerated and also compatible with breastfeeding. However, it is advisable to consult your gynecologist if you want to take herbal remedies.

SOURCE: viversano

Read Full Post »

Contro gli sbalzi d’umore, l’ansia e la depressione c’è il gelsomino, una pianta che riattiva la secrezione degli ormoni ipofisari e rilassa il sistema nervoso.

 

Se soffri di sbalzi d’umore, sai bene quanto questi siano compromettenti nelle relazioni. Ma siccome ogni periodo dell’anno ha una sua “pianta-guida” (un fiore o un’erba da tenere sempre accanto a noi, per riportare il corpo e la mente in sintonia con l’energia della stagione), questo mese puoi ritrovare l’armonia e contrastare gli sbalzi d’umore con il gelsomino, un arbusto perenne dai piccoli fiori bianchi o appena rosati che riempiono le serate con il loro aroma intenso e sensuali. Grazie ai suoi lunghi tralci flessibili che si arrampicano su grate e balconi, il gelsomino ben rappresenta l’energia avvolgente del mese centrale dell’estate. Originario del Medio ed Estremo Oriente, arriva in Europa con la dominazione araba: le specie coltivate all’aperto sono il Jasminum officinalis e il Jasminum sambac, dalla fioritura abbondante e inebriante; il Jasminum grandiflorum, invece, va riparato in casa d’inverno.

Il gelsomino riequilibra il sistema nervoso

Quando sbalzi d’umore, ansia, calo libidico e disturbi del ciclo ci segnalano che abbiamo “scaricato le batterie” del sistema neuroendocrino, possiamo ricorrere all’olio essenziale di gelsomino che, secondo studi recenti, è in grado di riattivare la secrezione degli ormoni ipofisari. Oltre a essere antidepressivo e afrodisiaco, il gelsomino esercita un effetto allo stesso tempo tonico e rilassante sul sistema nervoso, attenua lo stress e previene gli sbalzi d’umore

L’alboterapia curava ansia e depressione

Le medicine tradizionali usano da sempre le corolle del gelsomino per le loro virtù curative, sia sotto forma di infuso che distillandone l’olio essenziale. Un tempo in Occidente la pianta veniva usata per l’alboterapia, che consisteva nel circondarsi dei suoi fiori bianchi per aspirarne l’aroma e curare le fragilità della psiche. D’estate, portane con te un rametto fiorito o mettine un mazzetto in vaso sulla scrivania. In Cina i fiori del Jasminum sambac vengono essiccati per produrre un tè che attenua l’emicrania.

Prendilo così contro gli sbalzi d’umore

  • L’infuso di gelsomino, che puoi preparare anche con i fiori freschi, è ottimo per pasteggiare perché migliora la digestione dei grassi: basta un pizzico di fiori per ogni tazza d’acqua, da far bollire per 10 minuti.
  • L’olio essenziale di gelsomino dev’essere sempre di tipo biologico. È sufficiente massaggiarne una goccia sui polsi e sulle tempie la mattina dopo la doccia.  Applicato sulla fascia lombare e addominale, prima e durante il ciclo, allevia nervosismo, gonfiore e dolori.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Against mood swings, anxiety and depression, there is jasmine, a plant that re-activates the secretion of hypoxia hormones and relaxes the nervous system.

 

If you suffer from mood swings, you know how much these are compromising in relationships. But since every period of the year has its “guiding plant” (a flower or a grass to keep alongside us, to bring the body and mind back to the energy of the season), this month you can find harmony and contrast the mood swings with jasmine, a perennial shrub from small whitish or just rose quinces filling the evenings with their intense and sensual aroma. Thanks to its long, flowing limbs climbing on grilles and balconies, jasmine is well represented by the enveloping energy of the central month of summer. Originating from the Middle and Far East, it arrives in Europe with Arab domination: the species grown outdoors are the Jasminum of fiinalis and the Jasminum sambac, with abundant and inebriating endowments; The large Jasminum florum, however, should be repaired in the winter house.

 

Jasmine re-equilibrates the nervous system

When mood swings, anxiety, libido disorder, and cycle disorders indicate that we have “discharged the batteries” of the neuroendocrine system, we can use the essential oil of jasmine which, according to recent studies, is able to reactivate hormone secretion of the pituitary gland. In addition to being antidepressant and aphrodisiac, jasmine has a tonic and relaxing effect on the nervous system, attenuates stress and prevents mood swings

Alopecia cures anxiety and depression

Traditional medicines have always used jasmine corolla for their healing powers, both as infusion and distillation of essential oil. Once in the West, the plant was used for albotherapy, which consisted of surrounding its white shoots to aspirate its aroma and cure the fragility of the psyche. In the summer, bring with you a sprig or put a potted bunch on the desk. In China, the Jasminum sambac flakes are dried to produce a tea that suppresses migraine.

Take it against the mood swings

The jasmine infusion, which you can also prepare with fresh spices, is great for pasting because it improves digestion of fat: just pour a pinch of spices for each cup of water to boil for 10 minutes.
The essential oil of jasmine must always be organic. It is enough to massage a drop on the wrists and temples in the morning after the shower. Applied to the lumbar and abdominal band, before and during the cycle, relieves nervousness, bloating and pain.

 

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

I reni filtrano il sangue, mantenendone l’equilibrio chimico ed espellendo le tossine attraverso le urine: per garantire una corretta funzione renale si consiglia di depurare i reni con i rimedi giusti.

 

I reni sono i Signori delle acque del corpo: depurano il sangue e mantengono l’equilibrio della pressione ematica nei vasi sanguigni. Se la funzione renale non si svolge in maniera corretta andiamo incontro a problemi di vario tipo: ci mancano le energie perchè il corpo è sovraccarico di tossine, la pelle si rovina e aumenta il rischio di contrarre patologie, anche gravi, legate a uno sforzo eccessivo dei reni.

Innanzitutto per depurare i reni e assicurarne la buona funzionalità bisogna bere molta acqua. Inoltre i medici consigliano sempre di limitare i cibi ricchi di grassi animali e di proteine, il sale, lo zucchero e il consumo di alcuni tipi di farmaci. Il motivo è semplice, sono tutti fattori che aumentano l’acidità del sangue e rendono il compito dei reni più difficile, affaticandoli ed intossicandoli.

 

Bere tanta acqua e sudare

Naturalmente la depurazione più efficace ce la regala sempre l’acqua. Oltre a consumare regolarmente tanta acqua nel corso della giornata, per depurare i reni è utile assumere un bicchiere di acqua tiepida la mattina a digiuno per attivare la funzione renale.

Ma introdurre acqua non basta, per depurare i reni in profondità è necessario sudare regolarmente, per esempio attraverso un’attività fisica leggera quotidiana o facendo qualche sauna. Infatti attraverso il sudore espelliamo dal corpo i liquidi e le tossine alleggerendo il carico renale. Insomma bere tanto e sudare è utile per depurare i reni e tutto il corpo: espelliamo l’ “acqua stagnante” e regaliamo al corpo l’ “acqua nuova”.

 

Frutta, verdura e succhi

Per depurare i reni e facilitarne il compito non c’è niente di meglio degli ortaggi, in particolare quelli ricchi di antiossidanti e d’acqua. Infatti l’azione degli antiossidanti aiuta il corpo a smaltire le tossine, e la ricchezza di acqua riequilibra e depura i liquidi del corpo. Sarebbe meglio consumarli crudi. A seconda del periodo, gli alimenti più indicati sono cetrioli, asparagi, anguria, uva, lattuga, zucchine, carota, barbabietola, sedano.

 

Tisana all’ortica

L’ortica ha grandi proprietà depurative per l’organismo. E’ ricca di flavonoidi e vitamine. Elimina gli acidi e le scorie dall’organismo. E’ un potente diuretico naturale e previene la formazione della renella, un’aggregazione cristallina di scorie nei reni che può ostacolare la funzione renale, oltre a provocare coliche dolorose e difficoltà della minzione. Per preparare una tisana all’ortica si versano in una tazza due cucchiai di foglie essiccate, facilmente reperibili in erboristeria, quindi si versa dell’acqua calda, ma non bollente, e si lasciano le foglie in infusione per 10 minuti circa. Filtrare e bere.

 

Infuso di bardana

La bardana permette una depurazione profonda dei reni e di tutto l’organismo. Stimola la funzione renale, l’espulsione dei liquidi in eccesso ed ha un importante effetto diuretico. Per preparare il decotto si versano due cucchiai di radice essicata e sminuzzata di bardana in mezzo litro d’acqua fredda da portare a ebollizione. Una volta che l’acqua bolle aspettare 4 minuti, quindi spegnere il fuoco. Filtrare e bere 3 volte al giorno lontano dai pasti.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The kidneys filter the blood, maintaining its chemical balance and expelling the toxins through the urine: to ensure proper renal function, it is advisable to purify the kidneys with the correct remedies.

 

The kidneys are the body water lords: they purify the blood and maintain the balance of blood pressure in the blood vessels. If the renal function does not work properly, we come across various types of problems: the energy is lacking because the body is overloaded with toxins, skin ruins and increases the risk of contracting serious illnesses linked to excessive stress of the kidneys.

First, to clean the kidneys and ensure their good function, you must drink plenty of water. In addition, doctors always recommend limiting foods rich in animal and protein fats, salt, sugar, and the consumption of certain types of medication. The reason is simple, they are all factors that increase blood acidity and make the task of the kidneys more difficult, fatigued and intoxicated.

 

Drink so much water and sweat

Of course, the most effective purification will always give you water. In addition to regularly consuming so much water during the day, it is helpful to take a glass of lukewarm water on the morning to activate kidney function to purify your kidneys.

But introducing water is not enough, to purge your kidneys deeply you need to sweat regularly, for example through daily light physical activity or doing some saunas. In fact, through sweat, we expel liquids and toxins from the body by relieving the kidney. So drink so much and sweat is useful to purify the kidneys and the whole body: we expel the “stagnant water” and give the body the “new water”.

 

Fruits, vegetables and juices

To clean the kidneys and facilitate their task there is nothing better than vegetables, especially those rich in antioxidants and water. In fact, the action of antioxidants helps the body dispose of toxins, and the richness of water rebalances and cleanses the body’s fluids. It would be better to consume them raw. Depending on the season, the most popular foods are cucumber, asparagus, watermelon, grape, lettuce, zucchini, carrot, beetroot, celery.

 

Herbal tea

The nettle has large purifying properties for the body. It is rich in flavonoids and vitamins. Eliminates acids and slag from the body. It is a powerful natural diuretic and prevents the formation of renell, a crystalline aggregate of slag in the kidneys that can obstruct renal function, as well as causing painful colic and difficulty urinating. To prepare a herbal tea, pour two tablespoons of dried leaves, which are easily found in herbal teas, then pour hot, but not boiling water and let the leaves infuse for about 10 minutes. Filter and drink.

 

Infused with bardana

Bardana allows a deep purification of the kidneys and the entire body. It stimulates kidney function, expelling excess fluid and has a major diuretic effect. To prepare the decoction, pour two tablespoons of dried root and bardana chopped in half a liter of cold water to bring to a boil. Once the water bubbles wait for 4 minutes, then turn off the fire. Filter and drink 3 times a day away from meals.

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

La rodiola stimola la capacità naturale dell’organismo di adattarsi allo stress delle situazioni difficili e contrasta l’azione dei radicali liberi.

 

Siamo tutti sotto stress per via dei mille impegni quotidiani. E lo stress, ormai si sa, fa invecchiare. La Rodiola rosea, una pianta originaria della steppe della Russia asiatica, conosciuta anche come radice d’oro, aiuta a contrastare la produzione dei radicali liberi e gli effetti dello stress. La rodiola stimola la capacità dell’organismo ad adattarsi alle situazioni difficili, quelle che richiedono un maggior dispendio di energia e quindi un maggior stress ossidativo.

Protegge dallo stress gli organi più a rischio

La radice della rodiola ha un potere tonico e adattogeno ed è efficace contro stress di vario tipo, fisico e mentale. Le sue virtù antiossidanti agiscono in sinergia con altre sue proprietà, utili per tenere sotto controllo gli effetti “invecchianti” della vita moderna, come calo delle difese immunitarie, variazioni dell’umore e fame nervosa. La rodiola è capace di ripulire l’organismo dalle tossine e dall’affaticamento. La sua azione protettiva si esplica anche nei confronti del cuore, tra gli organi più a rischio in caso di stress eccessivo.

Come assumere la rodiola

La rodiola contiene composti polifenolici come tannini e catechine che hanno potere antiossidante. Inoltre diminuisce la quantità dei radicali liberi in circolazione perchè aumenta l’attività di un particolare enzima, il superossido dismutasi. La rodiola si può assumere come estratto secco in compresse da 200-300 mg, da prendere due volte al giorno, oppure come decotto: metti un cucchiaio di radice di rodiola in 200 ml di acqua, porta a ebollizione per 5 minuti e lascia riposare per 10. Filtra e bevi.

Associala al succo di ciliegie

Per aumentare gli effetti della rodiola, assumila in sinergia con del succo di ciliegia: questi frutti rossi sono in grado di rallentare l’invecchiamento cellulare e riequilibrare il ritmo sonno-veglia, spesso disturbato se si conduce una vita senza orari. Le ciliegie contengono anche antociani, antidolorifici naturali.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The rodiol stimulates the body’s natural ability to adapt to stressful situations and counteract the action of free radicals.

 

We are all under stress because of the thousands of daily commitments. And the stress, now known, is aging. Rhododendron Rosea, a plant originally from the steppe of Asian Russia, also known as a gold root, helps to counteract the production of free radicals and the effects of stress. Rodiol stimulates the body’s ability to adapt to difficult situations, those that require greater energy expenditure and therefore greater oxidative stress.

It protects the most dangerous organs from stress

The rodiola root has a tonic and adaptogenic power and is effective against stress of various types, both physical and mental. Its antioxidant properties act in synergy with other properties, useful to keep under control the “aging” effects of modern life such as decreased immune defenses, mood swings and nervous hunger. The rodiola is capable of cleansing the body from toxins and fatigue. Its protective action also applies to the heart, among the most endangering organs in case of excessive stress.

How to take the rodiola

The rodiol contains polyphenolic compounds such as tannins and catechins that have antioxidant power. Also decreases the amount of free radicals circulating because it increases the activity of a particular enzyme, superoxide dismutase. The rodiol can be taken as a dry extract in 200-300 mg tablets twice a day, or as a decoction: put a spoon of rodiol root in 200 ml of water, boil for 5 minutes and let it rest for 10. Filter and drink.

Associate with cherry juice

To increase the effects of rodiola, take it in synergy with cherry juice: these red fruits are able to slow down cellular aging and rebalance the sleep-wake rhythm, often disturbed if you lead a life without hours. Cherries also contain anthocyanins, natural painkillers.

 

SOURCE: Riza

 

 

Read Full Post »

La maca è un ricostituente generale e ormonale che ti fa sentire subito super energico diminuendo anche la sensazione di fame.

 

La maca è un vegetale che in natura cresce nella Puna, il deserto ghiacciato situato a 4000 metri di altitudine sulla cordigliera delle Ande, in Sud America. La parte della maca che si usa per preparare l’integratore è il suo piccolo tubero, ricco di principi adattogeni, che trasmette al corpo la medesima energia che sviluppa per sopravvivere in un luogo così inospitale: non a caso i popoli andini, che masticano regolarmente questa radice, riescono a sopportare grandi carichi di lavoro in condizioni proibitive.

La maca regola la secrezione ormonale

La maca è nota per la sua azione di ricostituente generale e ormonale, poiché agisce come coadiuvante in caso di amenorrea e dismenorrea, ed è anche un aiuto all’inizio della menopausa. Ma la maca contiene anche vitamine del gruppo B, preziose per conservare in salute sistema nervoso e pelle, ferro, zinco, iodio, calcio e potassio, oltre a magnesio, saponine e aminoacidi essenziali, indispensabili per lo sviluppo e la tonicità della massa muscolare.

I tre punti di forza della maca

  1. Combatte la fame nervosa: questa radice accende il buonumore e fa dimenticare la voglia di cibo.
  2. Aumenta la fertilità: migliora la secrezione ormonale nella donna e il volume spermatico nell’uomo.
  3. Migliora la resistenza fisica: la maca tonifica i muscoli e fa aumentare la massa magra.

Usala come bevanda o in compresse

Aggiungi un cucchiaino di polvere di maca a un bicchiere di latte di soia o mandorle e bevilo al mattino a colazione. Oppure, prendi la maca in compresse: ne bastano 2, la mattina al risveglio, con un bicchiere d’acqua. La cura può durare un mese o, se soffri il caldo, anche per tutta l’estate, con una pausa di 10 giorni tra un ciclo e l’altro. La maca si trova in farmacia, in erboristeria e nei negozi di alimentazione naturale.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The Maca is a generic and hormonal supplement that makes you feel super-energetic now and also diminishes the feeling of hunger.

 

Maca is a vegetable that grows naturally in Puna, the frozen desert located at 4000 meters of altitude on the Cordillera of the Andes, South America. The part of the maca used to prepare the supplement is its small tuber, rich in adaptant principles, which transmits to the body the same energy that it develops to survive in such an inhospitable place: not by chance the Andean people who chew regularly this root, they can withstand large workloads under prohibitive conditions.

The pectoris regulates hormonal secretion

The maca is known for its general and hormonal regenerative action, as it acts as an adjuvant in the case of amenorrhea and dysmenorrhoea, and is also an aid at the beginning of menopause. But the macaque also contains Group B vitamins, which are valuable in preserving nervous system and skin, iron, zinc, iodine, calcium and potassium, in addition to essential magnesium, saponins and essential amino acids essential to the development and tonicity of muscle mass.

The three strengths of the maca

  1. It fights nervous hunger: this root lights up good humor and forgets the desire for food.
  2. Increases fertility: improves hormonal secretion in woman and sperm volume in humans.
  3. Improves fibric resistance: the pussy tones the muscles and increases the lean mass.

Use it as a drink or in a tablet

Add a teaspoon of maca powder to a glass of soy milk or almonds and drink in the morning for breakfast. Or, take the maca in tablets: it’s enough 2, in the morning on waking, with a glass of water. Care can last a month or, if you are suffering from heat, even during the summer, with a 10 day break between one cycle and another. The maca is found in pharmacy, herbalist and in natural food stores.

 

SOURCE: Riza

 

 

Read Full Post »

Il tè nero ha proprietà fantastiche. Il fatto di bere alcune tazze di tè nero al giorno, può contribuire a mantenere una buona salute corporea generale, tanto che il suo consumo si alterna quotidianamente a quello dell’acqua già in molti paesi del mondo. In particolar modo, un suo consumo regolare fa bene alle ossa, ai denti, favoriscono una corretta dilatazione dei grossi vasi sanguigni, migliorando notevolmente le condizioni di salute del cuore.

Il Tè nero per dimagrire e non solo grazie alle sue le proprietà terapeutiche e i benefici

Il più conosciuto e amato tra gli infusi è senza dubbio il tè nero: un tipo di tè composto dalle foglie della pianta Camelia Sinensis (o Thea sinensis), la stessa pianta del tè verde. Il tè nero differisce dal tè verde solo per il processo di lavorazione delle foglie. Le foglie del tè nero, dopo essere state raccolte e fatte macerare, vengono essiccate, arrotolate e tritate, in questi processi liberano enzimi e polifenoli. Segue una fase di fermentazione a temperature elevate, di durata breve e infine le foglie vengono di nuovo essiccate.
Questo complesso insieme di passaggi porta all’ossidazione del tè, reazione che invece non avviene nel processo di lavorazione del tè verde, ad esempio, e fa sì che il tè vada incontro ad ossidazione ed abbia il caratteristico colore più scuro, il sapore più intenso e il contenuto più alto di caffeina (una tazza di tè nero ne contiene da 40 a 100 mg, mentre un caffè espresso ne contiene circa 80 mg).
E’ infatti il tè con il contenuto maggiore di caffeina tra tutti i vari tipi di tè, è importante lasciarne in infusione le foglie per un massimo di 5 minuti, per raggiungere il corretto aroma dell’infuso, per solubilizzare adeguatamente la caffeina e stabilizzare i tannini.

Le varietà di tè nero: come conoscerle e scegliere quella più adatta a noi

Esistono numerose varianti del tè nero, a seconda della zona dove viene raccolto e di come viene effettuata la sua lavorazione. Il più pregiato è il tè pecko o pekoe, di produzione cinese, poichè viene composto utilizzando solo le foglioline più giovani ed i germogli, altri tè neri cinesi sono il keemun, il lapsang souchong, il zhenghe, il bailin etc.. in Cina ne vengono prodotte circa una decina di varietà diverse, molte delle quali sconosciute all’Occidente.
Una varietà molto interessante, che viene dal Taiwan, è il Sun Moon Lake, dal colore ambrato e dall’aroma speziato alla cannella e alla menta.
Ma la produzione più interessante e che ritrova più consensi in Occidente è quella indiana, dove vengono prodotti il tè Darjeeling, il cui aroma ricorda l’uva moscata, cosa che gli ha conferito il soprannome di “champagne dei tè”, e il tè Ceylon, un altro dei più rinomati tè neri, dal sapore molto deciso. Gli altri tè neri indiani sono il nilgiri, il munnar e l’assam.

Tè verde e tè nero: quali sono le differenze?

Al pari del tè verde, la versione nera possiede un alto numero di proprietà benefiche naturali, contiene un buon numero di polifenoli e tannini, utili soprattutto in caso di diarrea.
I polifenoli contribuiscono come antiossidanti, a combattere l’invecchiamento e a prevenire le malattie cardiovascolari. A tenere in salute il cuore contribuisce poi la presenza di teobromina, sostanza cardiotonica con modeste proprietà diuretiche. La presenza di teofillina aiuta inoltre a combattere asma e bronchite agendo da broncodilatatore e favorendo l’azione dei muscoli polmonari e del diaframma.
È tuttavia opportuno ricordate che i livelli di caffeina presenti ne sconsigliano l’utilizzo in caso di insonnia o nelle ore serali o comunque prima di prendere sonno o agli ipertesi. Il tè nero agisce come stimolante e quindi essere più indicato durante la colazione o nel pomeriggio, magari in una delle sue numerose aromatizzazioni, da evitare nelle ore serali e notturne.

Quali sono le proprietà del tè nero

Le proprietà del tè nero sono da collegarsi anzitutto ai flavonoidi, sostanze notoriamente antiossidanti. Queste sostanze impediscono l’ossidazione delle lipoproteine di bassa densità, il cosiddetto colesterolo cattivo, che porta alla formazione di placche sulle pareti delle arterie.
I flavonoidi migliorano le funzioni dell’endotelio vascolare, che forma lo strato più interno di cellule di tutti i vasi sanguigni e produce sostanze che ne regolano il diametro.
Il fluoro presente nel tè nero proteggerebbe anche contro la placca e la carie dei denti. Infine, altre preziose proprietà del tè nero, sarebbero in grado di favorire la densità minerale delle ossa, soprattutto nelle donne, per cui è utilissimo il suo consumo nella delicata fase della menopausa. Il tè nero sembrerebbe contribuire a rallentare la progressione del morbo di Alzheimer e a combattere il raffreddore, innalzando le difese immunitarie.
Oltre al contenuto di caffeina bisogna prestare attenzione all’assorbimento del ferro, poiché il tè nero lo rallenta. Per chi soffre di anemia o per i vegetariani o vegani è maggiormente consigliato il consumo del tè nero lontano dai pasti.

Tè nero per stare meglio e restare in forma

Non è solo il più studiato e pubblicizzato tè verde a poter sortire effetti sul peso corporeo e sul controllo dei grassi ma, secondo un recente studio anche il tè nero limiterebbe l’aumento di peso, della massa di tessuto adiposo e favorirebbe una riduzione dei lipidi contenuti nel fegato.
Chi ha problemi cardiaci farebbe bene a consumare tè nero perché i suoi benefici dimostrati limitano il colesterolo cattivo, causa principale di malattie cardio-vascolari.
L’alto contenuto di flavonoidi presenti nel tè nero, infatti, insieme all’alta concentrazione di potenti antiossidanti, impedirebbe l’ossidazione delle lipoproteine di bassa densità, andando a contrastare efficacemente il fenomeno delle placche sulle arterie.
Il tè nero migliora la contrazione e l’espansione di queste ultime e impedisce che si creino coaguli e infiammazioni. Gli antiossidanti, come i polifenoli, agiscono in modo deciso sui radicali liberi e quindi sull’invecchiamento cellulare.
Il tè nero, e in generale ogni varietà di questa pianta, reca benefici alla salute e al benessere dato che aiuta a combattere anche vizi come il fumo e problemi alimentari come l’obesità. E’ inoltre una bevanda povera di calorie e dunque indicata per chi tiene alla linea.
Ma il tè nero tra i suoi benefici ha anche quello di migliorare la concentrazione e stimola il cervello perché contiene più teina rispetto ad altre varietà.
I benefici del tè nero arrivano fino alla cosmesi perché contrasta i danni provocati dai raggi uv oltre a prevenire il melanoma.

Davvero un infuso eccezionale!

FONTE: Naturopataonline

 

(ENGLISH VERSION)

Black tea has fantastic properties. Drinking some black tea cups a day can help maintain good overall body health so that its consumption alternates daily with that of water already in many countries around the world. Specifically, its regular consumption is good for bones, teeth, favoring proper dilation of large blood vessels, greatly improving heart health conditions.

 

Black tea is good to lose weight and not just because of its therapeutic properties and benefits

The best-known and loved among infusions is undoubtedly black tea: a type of tea made from the leaves of the plant Camelia Sinensis (or Thea sinensis), the same green tea plant. Black tea differs from green tea only for the leaf processing process. The leaves of black tea, after being collected and made to be macerated, are dried, rolled and chopped, in these processes it releases enzymes and polyphenols. It follows a fermentation phase at high temperatures, of short duration and finally the leaves are again dried.
This complex set of steps leads to the oxidation of tea, a reaction that does not occur in the process of making green tea, for example, and causes the tea to meet oxidation and have the characteristic darker color, the most intense flavor and the highest content of caffeine (a cup of black tea contains 40 to 100 mg, while an espresso coffee contains about 80 mg).
It is in fact the tea with the highest content of caffeine among all kinds of tea, it is important to let the leaves infuse up to 5 minutes to reach the correct aroma of the infusion, to adequately solubilize caffeine and stabilize the tannins .

The Black Tea Varieties: How To Know It And Choose The One That Is Right For Us

There are many qualities of black tea, depending on the area where it is harvested and how it is processed. The most prized is Pecko or pekoe, Chinese production, as it is made up using only the youngest leaflets and sprouts, other Chinese black teas are the keemun, the sangkang souchong, zhenghe, bailin etc. in China Around a dozen different varieties are produced, many of which are unknown to the West.
A very interesting variety, coming from Taiwan, is Sun Moon Lake, amber color and spicy flavor of cinnamon and mint.
But the most interesting and most rewarding production in the West is the Indian one, where Darjeeling tea is produced, whose aroma reminiscent of the grape brandy, which has given it the nickname of “tea champagne”, and Ceylon tea , One of the most renowned black teas, with a very decisive flavor. The other Indian black tea are nilgiri, munnar and assam.

 

Green tea and black tea: what are the differences?

Like green tea, the black version has a high number of natural beneficial properties, it contains a good number of polyphenols and tannins, especially useful in case of diarrhea.
Polyphenols contribute to antioxidants, to combat aging and to prevent cardiovascular disease. Keeping the heart healthy then contributes to the theobromine, cardiotonic substance with modest diuretic properties. Theophylline also helps to combat asthma and bronchitis by acting as a bronchodilator and promoting the action of lung and diaphragm muscles.
However, it is important to remember that the levels of caffeine are not recommended for use in the event of insomnia or in the evening hours or in any case before sleep or hypertension. Black tea acts as a stimulant and therefore is more suitable for breakfast or afternoon, perhaps in one of its many flavors, to be avoided at night and night.

What are the properties of black tea

The properties of black tea are to be linked primarily to flavonoids, known to be antioxidants. These substances prevent oxidation of low-density lipoproteins, the so-called bad cholesterol, which leads to plaque formation on the artery walls.
Flavonoids improve the functions of the vascular endothelium, which forms the innermost layer of cells of all blood vessels and produces substances that regulate its diameter.
Fluoride in black tea also protects against plaque and tooth decay. Finally, other precious black tea properties would be able to favor bone mineral density, especially in women, so its consumption in the delicate phase of menopause is very useful. Black tea seems to help slow down the progression of Alzheimer’s disease and fight the cold, raising immune defenses.
In addition to the caffeine content, attention must be paid to iron absorption, as black tea slows down. For those suffering from anemia or for vegetarians or vegans, the consumption of black tea is far better than meals.

 

Black tea to get better and stay fit

It is not only the most studied and advertised green tea that can exert effects on body weight and fat control but, according to a recent study, black tea would also limit the weight gain, the mass of adipose tissue, and favor a reduction in lipids contained in the liver.
Those with heart problems would do well to consume black tea because its proven benefits limit bad cholesterol, the main cause of cardiovascular disease.
The high content of flavonoids in black tea, in fact, together with the high concentration of powerful antioxidants, would prevent the oxidation of low-density lipoproteins by effectively counteracting the phenomenon of plaque on the arteries.
Black tea improves the contraction and expansion of the latter and prevents clots and inflammation. Antioxidants, such as polyphenols, act decisively on free radicals and hence on cellular aging.
Black tea, and generally all varieties of this plant, has beneficial effects on health and well-being since it also helps combat defects such as smoking and eating disorders such as obesity. It is also a low calorie drink and therefore indicated for those who are on shape.
But black tea among its benefits also has the effect of improving concentration and stimulating the brain because it contains more theine than other varieties.
The benefits of black tea reach up to the cosmos because it counteract damage caused by UV rays as well as prevent melanoma. Really an outstanding infusion!

SOURCE: Naturopataonline

 

Read Full Post »

Anche nella stagione calda puoi preparare delle tisane di erbe scegliendo tra quelle adatte al tuo disturbo e sorseggiarle tiepide o anche fredde nel corso della giornata

 

Le tisane di erbe officinali sono un toccasana per alcuni disturbi comuni, ma è facile associarle ai rigori dell’inverno, mentre naturalmente non perdono di efficacia quando le temperature si alzano. In realtà, puoi preparare e bere le tue tisane tiepide o addirittura o fredde, e sorseggiarle durante la giornata al posto dell’acqua. In questo modo ti idrati e, grazie ai principi attivi vegetali, aiuti a contrastare disturbi e malesseri. Fin dall’antichità le piante sono state utilizzate come rimedio curativo in molte malattie. Oggi anche la comunità medico-scientifica e l’Organizzazione mondiale della sanità hanno riconosciuto che radici, infiorescenze, foglie (da cui si ricavano le tisane), possono essere molto utili. Puoi acquistare la miscela di erbe che desideri in erboristeria o in alcune farmacie. Ecco alcuni consigli per curarti con le tisane di erbe.

 

Tisana di ginepro e tiglio se mangi troppi dolci

Nel corso della giornata può capitare  di “pasticciare”, troppo spesso con cibi dolci e zuccherini. È un finto appetito a cui proprio non si riesce resistere, ma che lascia con lo stomaco sottosopra. Per contrastare questa cattiva abitudine, ma anche per rimediare ai suoi effetti dannosi, prepara una tisana con eguali quantità di bacche di ginepro e fiori di tiglio (1-2 cucchiaini ciascuno in 250-300 cc d’acqua), che hanno effetto calmante, antistress, anti-fame nervosa e blandamente digestivo. Se vuoi, puoi aggiungere alla tisana una stecca di cannella, che è un bruciagrassi naturale e dà alla bevanda un sapore naturalmente dolce.

Agrimonia e salvia contro il mal di gola

In caso di mal di gola, tracheiti o infiammazioni del cavo orale, assumere una buona quantità di liquidi è una garanzia contro il bruciore e il fastidio. Per un effetto potenziato aggiungi all’acqua ingredienti antinfiammatori, come agrimonia e salvia (lasciale in infusione in parti uguali: 1-2 cucchiaini ciascuno in 250-300 cc d’acqua).

  • La prima ha azione disinfettante e lenitiva sulle mucose, mentre
  • la seconda ha proprietà antisettiche e antibatteriche.

Se all’inizio il dolore è tale da rendere impossibile deglutire, sappi che puoi usare questa tisana anche per fare dei semplici gargarismi lenitivi.

Olivo e biancospino per la tachicardia

Le foglie di olivo e i fiori di biancospino sono gli ingredienti principali di questa tisana fredda che contrasta le forme blande e iniziali di ipertensione arteriosa e tachicardia. Le due piante hanno naturalmente la capacità di regolarizzare il ritmo cardiaco e la pressione arteriosa, proteggendo le arterie. Fatti preparare una miscela con cinque parti di olivo, tre di biancospino e due di valeriana e procedi come indicato per le miscele precedenti: così la tisana avrà anche effetto rilassante.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Even in the warm season, you can prepare herbal teas by choosing from those that are suitable for your disorder and sipping them warm or even cold during the day

Herbal teas are a hint of some common disturbances, but it’s easy to associate them with winter sores, while of course they do not lose their effectiveness when temperatures rise. In fact, you can prepare and drink your herbal tea or even warm or cold, and sip them during the day instead of the water. This way you hydrate your body and, thanks to the active ingredients of the plant, it helps to counteract disturbances and maladies. Since ancient times plants have been used as a healing remedy in many diseases. Today, the medical sciences community and the World Health Organization have also recognized that roots, leaves and flowers (from which herbal tea can be obtained) can be very useful. You can buy the herbal mixture you want in herbalist or some pharmacies. Here are some tips for treating you with herbal teas.

Juniper and lime juice if you eat too much sweet

During the day it may happen to “mess”, too often with sweet and sugary foods. It’s a fake appetite that you just can not resist, but it leaves your stomach upside down. To counteract this bad habit, but also to remedy its harmful effects, prepare a herbal tea with equal amounts of juniper berries and lime flowers (1-2 teaspoons each in 250-300 cc of water), which have a soothing effect, antistress, anti-hungry and nervously digestive hunger. If you want, you can add a cinnamon stick to the herbal tea, which is a natural fat burner and gives the drink a naturally sweet flavor.

Agrimony and sage against sore throat

In the case of sore throat, tracheitis or inflammation of the oral cavity, taking a good amount of fluid is a guarantee against burning and discomfort. For an enhanced effect, add anti-inflammatory ingredients such as agrimony and sage (water in infusion equal parts: 1-2 teaspoons each in 250-300 cc of water). The first has disinfectant and soothing action on mucous membranes, while the second has antiseptic and antibacterial properties. If at first the pain is such as to make it impossible to swallow, know that you can use this herbal tea also to make simple gargarism soothing.

Olive and hawthorn for tachycardia

Olive leaves and hawthorn blossoms are the main ingredients of this herbal tea that contrasts the bland and initial forms of arterial hypertension and tachycardia. The two plants naturally have the ability to regularize the heart rhythm and blood pressure, protecting the arteries. Make a mixture with five pieces of olive, three of hawthorn and two of valerian and proceed as indicated for the previous mixtures: so the herbal tea will also have a relaxing effect.

SOURCE: Riza

 

Read Full Post »

Older Posts »