Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘FITOTERAPIA’

L’integratore a base di mastiha, è un validissimo rimedio naturale contro le infiammazioni a carico dello stomaco e del duodeno: come assumerlo, a cosa abbinarlo

 

Con il cambio di stagione imminente fra primavera e estate, capita più spesso di consumare cibi crudi e magari non perfettamente conservati, e di esagerare con bibite gassate o qualche aperitivo in più, che a volte possono mandare in crisi lo stomaco e l’intestino. Per prevenire le infiammazioni a carico dell’apparato digerente, come acidità, colite, reflusso e dispepsia, uno degli estratti naturali più efficaci è la mastiha, che arriva dalla Grecia.

Un rimedio anti infiammazioni noto fin dai tempi più antichi

Consigliata anche da Ippocrate, la mastiha è una gommoresina aromatica ottenuta dalla linfa della varietà Chia del Pistacia lentiscus, un alberello che cresce da secoli solo nella splendida isola di Chios, dove viene tuttora coltivato da una cooperativa di produttori certificati. Il mastice viene estratto incidendo il tronco e i rami del lentisco, dai quali fuoriesce sotto forma di gocce che si solidificano a contatto con l’aria.

Ne basta un grammo al giorno

Numerose ricerche scientifiche oggi confermano che anche a bassi dosaggi (un grammo al giorno per cicli di 2 settimane) la mastiha di Chios è in grado di ridurre le infiammazioni della gastrite e di ridurre l’aggressività del batterio Helicobacter pylori, uno dei primi responsabili delle ulcere: merito dei suoi derivati triterpenici, ad azione antibatterica e disinfettante.

Come utilizzare la mastiha anti infiammazioni

Assumi un grammo di resina di mastice di Chios in dosi separate, da distribuire nell’arco della giornata: ne basta una capsula (350 mg) 3 volte al giorno al di fuori dei pasti per 2 settimane, con un abbondante bicchiere d’acqua. Sospendi per 3 settimane e poi eventualmente ripeti la cura, che ti consigliamo di fare di nuovo in autunno, altro periodo delicato per le infiammazioni. In farmacia e in erboristeria devi sempre richiedere il mastice originale di Chios di provenienza biologica certificata.

Ecco gli abbinamenti giusti per introdurla nella tua cucina

All’inizio il sapore della mastiha è amarognolo, poi si trasforma in un aroma rinfrescante, che ricorda i sentori di anice e cedro. Trovi in commercio il mastice anche sotto forma di cristalli (le “lacrime di Chios”): puoi polverizzarli e usarli in cucina per insaporire pane, crostate, sorbetti, cous cous e carpacci di pesce.

Con fichi e latte di mandorle tampona il bruciore post prandiale

Hai la digestione lenta e difficile? Ti brucia lo stomaco? Hai la nausea? Mezz’ora prima dei pasti bevi un frullato preparato con un bicchiere di latte di mandorle, un fico fresco e 2 granelli di mastiha ridotti in polvere: tampona l’eccesso di secrezione acida e favorisce la sazietà.

Insieme alle pesche aiuta a reintegrare enzimi, acqua e minerali

Se fai sport e sudi tanto, abbina la mastiha con le pesche, frutti rimineralizzanti: dopo l’attività fisica, frulla 2 pesche, il succo di un limone, 3 lacrime di mastiha polverizzate e acqua fredda. Bevi subito.

Per assimilare meno calorie a tavola, abbinalo alle spezie in polvere

Pesta nel mortaio 2-3 granelli di mastiha, 2 pizzichi di pepe nero e 2 pizzichi di curcuma in polvere e utilizza questo mix per condire un carpaccio di spada o di salmone: lo rendi più digeribile e migliori l’assimilazione dei grassi buoni della serie Omega 3, che riducono i grassi nel sangue.

Con il tea tree cicatrizza le gengive e sbianca anche i denti

La mastiha ha un forte potere sbiancante e cicatrizzante, ed è utile per trattare le affezioni del cavo orale come gengiviti e parodontiti. Alla sera, diluisci in un bicchiere di acqua tiepida 2 lacrime di resina di mastiha ridotte in polvere e una goccia di olio di tea tree (antisettico) e usalo come collutorio.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

With the change of the upcoming season between spring and summer, it is more common to consume raw food and perhaps not perfectly preserved, and to overdo it with fizzy drinks or a few more aperitifs, which can sometimes put the stomach and intestines in crisis. To prevent inflammation of the digestive tract, such as acidity, colitis, reflux and dyspepsia, one of the most effective natural extracts is mastiha, which comes from Greece.

An anti-inflammatory remedy known since ancient times
Also recommended by Hippocrates, mastiha is an aromatic gum resin obtained from the sap of the Chia variety of the Pistacia lentiscus, a sapling that has grown for centuries only on the beautiful island of Chios, where it is still cultivated by a cooperative of certified producers. The mastic is extracted by incising the trunk and the branches of the lentisk, from which it comes out in the form of drops that solidify in contact with the air.

One gram per day is enough
Numerous scientific researches today confirm that even at low doses (one gram per day for 2 week cycles) the Chios mastiha is able to reduce inflammation of the gastritis and reduce the aggressiveness of the bacterium Helicobacter pylori, one of the first responsible for ulcers: merit of its triterpene derivatives, with antibacterial and disinfectant action.

How to use anti-inflammation mastiha
Take one gram of Chios mastic resin in separate doses, spread throughout the day: one capsule (350 mg) 3 times a day for 2 weeks, with a large glass of water is sufficient. Suspend for 3 weeks and then eventually repeat the treatment, which we advise you to do again in autumn, another delicate period for inflammation. In pharmacies and herbalists, you must always request the original Chios mastic of certified organic origin.

Here are the right combinations to introduce it to your kitchen
At the beginning the taste of the mastiha is bitter, then it turns into a refreshing aroma, reminiscent of hints of anise and cedar. You can also find mastic in the form of crystals (the “tears of Chios”): you can pulverize them and use them in the kitchen to flavor bread, tarts, sorbets, couscous and fish carpaccio.

With figs and almond milk dab the post prandial burning
Do you have slow and difficult digestion? Does it burn your stomach? Do you have nausea? Half an hour before meals drink a smoothie prepared with a glass of almond milk, a fresh fig and 2 grains of mastiha reduced to dust: dab the excess acid secretion and promote satiety.

Together with peaches it helps reintegrate enzymes, water and minerals
If you do sports and sweat a lot, combine mastiha with peaches, remineralizing fruits: after physical activity, blend 2 peaches, the juice of a lemon, 3 tears of powdered mastiha and cold water. Drink right away.

To absorb less calories at the table, combine it with powdered spices
Pound 2-3 grains of mastiha in the mortar, 2 pinches of black pepper and 2 pinches of turmeric powder and use this mix to dress a sword or salmon carpaccio: make it more digestible and improve the assimilation of good fats from the series Omega 3, which reduce fats in the blood.

With the tea tree it heals the gums and also whitens the teeth
Mastiha has a strong whitening and healing power, and is useful for treating oral cavity disorders such as gingivitis and periodontitis. In the evening, dilute 2 tears of powdered mastiha resin and a drop of tea tree oil (antiseptic) in a glass of warm water and use it as a mouthwash.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Il corniolo, detto anticamente “pianta dei maghi” contiene grandi sostanze purificanti e antietà non solo nelle bacche ma anche nelle foglie e nella corteccia.

 

Lo si incontra spesso in campagna e nei vecchi giardini e lo si riconosce dai profumati fiori dorati simili a piccoli ombrelli, che compaiono prima delle foglie e dai quali maturano grappoli di frutti scarlatti e carnosi a forma di oliva dal gradevole sapore acidulo, ricchissimi di proprietà salutari e ottimi da gustare maturi al naturale o per farne gustose conserve. Il corniolo è un bell’arbusto che “ama” vivere in compagnia, e per questo in natura è raro vederlo da solo. In Italia è abbastanza facile trovarne piccoli gruppi di piante di corniolo nei boschi di latifoglie, in collina e bassa montagna ma anche in pianura, là dove il terreno è calcareo e ben ventilato. Del corniolo si usa tutto, a scopo curativo e non solo: anche il legno, duro, compatto e resistente, una volta lavorato da esperti artigiani fornisce manufatti lisci e setosi, mentre un tempo i suoi rametti venivano legati fra loro per costruire le scope.

Con la corteccia di corniolo contrasti la febbre e aiuti l’intestino

La corteccia di corniolo, che si trova pronta in molte erboristeria, si usa per contrastare gli stati febbrili e le infiammazioni intestinali, specie se accompagnate da episodi di dissenteria. Per preparare un decotto di corteccia di corniolo, basta versare 2 grammi di corteccia essiccata e sminuzzata in una tazza d’acqua, poi si pone sul fuoco e si porta a ebollizione; si lascia sobbollire a fuoco basso per10 minuti, poi si spegne e si fa riposare il liquido finché si raffredda. Se ne bevono 3 tazze al giorno fino a miglioramento.

I frutti di corniolo, una miniera di sostanze benefiche

Ricchissimi di vitamine (in particolare la vitamina C, presente in quantità doppia rispetto agli agrumi), carotenoidi, pectine, tannini, mucillagini, fruttosio e acidi organici, i frutti rossi del corniolo possiedono proprietà disintossicanti e astringenti. I piccoli frutti del corniolo si gustano al naturale oppure possono essere usati per preparare succhi freschi, marmellate, salse o gelatine, o vengono fatti essiccare per preparare infusi o decotti rinfrescanti, da usare anche per allungare spremute e centrifugati. Per preparare il decotto di bacche di corniolo, è sufficiente porre in una tazza d’acqua bollente 5 grammi di bacche secche, far sobbollire il tutto per 10 minuti, filtrare e dolcificare con miele d’acacia oppure di tiglio.

Il decotto di foglie e corteccia di corniolo elimina acne e punti neri

Con foglie e corteccia possiamo preparare un decotto ottimo per ringiovanire la pelle: usato come un tonico, libera la cute dalle impurità, riduce le rughe e rende il viso più tonico e luminoso; ma può essere usato anche come base per impacchi e maschere all’argilla. In 250 ml di acqua fai sobbollire per 10 minuti a fuoco basso 2 cucchiai di foglie e corteccia di corniolo; lascia che il liquido si intiepidisca, filtralo e usalo per detergere viso, collo e décolleté.

Fai così la tua confettura di corniolo

Per preparare una deliziosa marmellata di corniolo utilizza frutti giunti a maturazione, lavali accuratamente e dopo averli ben scolati e asciugati mettili in una casseruola; ricoprili appena di acqua e porta il tutto a ebollizione finché non si aprono. Ritirali dal fuoco e passali a un setaccio medio per separare la polpa dai noccioli. Una volta eliminati i noccioli, rimetti sul fuoco la polpa schiacciata, aggiungi del vino bianco (dolce o secco), zucchero (da 300 a 500 g per chilo di polpa) e la scorza grattugiata di un limone biologico. Continua la cottura rimescolando con un cucchiaio di legno finché la confettura non diventa gelatinosa. Versa il tutto in barattoli di vetro da conserve, chiudili e lasciali bollire a bagnomaria per almeno mezz’ora, così da sterilizzarli.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The cornelian tree, formerly known as the “magic plant” contains great purifying and anti-aging substances not only in the berries but also in the leaves and bark

It is often found in the countryside and in the old gardens and can be recognized by the fragrant golden flowers similar to small umbrellas, which appear before the leaves and from which ripen bunches of scarlet and fleshy olive-shaped fruits with a pleasant sour taste, very rich in properties healthy and excellent to be eaten ripe or to make tasty preserves. The cornel tree is a beautiful shrub that “loves” to live in company, and for this reason it is rare in nature to see it alone. In Italy it is quite easy to find small groups of dogwood plants in broad-leaved forests, in the hills and low mountains but also in the plains, where the soil is calcareous and well ventilated. Everything is used to make the dogwood, for curative purposes and more: wood, hard, compact and resistant, once worked by expert craftsmen, provides smooth and silky artifacts, while once its twigs were tied together to build brooms.

With dogwood bark contrasts fever and aids the intestine
Dogwood bark, which is found in many herbal medicines, is used to counteract fever and intestinal inflammation, especially if accompanied by episodes of dysentery. To prepare a decoction of cornel bark, just pour 2 grams of dried and chopped bark into a cup of water, then place on the fire and bring to a boil; let it simmer on low heat for 10 minutes, then turn off and let the liquid rest until it cools down. If you drink 3 cups a day until improvement.

The fruits of dogwood, a mine of beneficial substances
Rich in vitamins (in particular vitamin C, present in twice the quantity of citrus fruits), carotenoids, pectins, tannins, mucilage, fructose and organic acids, the red fruits of the cornel have detoxifying and astringent properties. The small fruits of the cornel tree can be tasted naturally or they can be used to prepare fresh juices, jams, sauces or jellies, or they are dried to prepare infusions or refreshing decoctions, to be used also to lengthen juices and centrifuged. To prepare the decoction of cornel berries, simply place 5 grams of dried berries in a cup of boiling water, simmer for 10 minutes, strain and sweeten with acacia or lime honey.

The decoction of leaves and cornel bark eliminates acne and blackheads
With leaves and bark we can prepare a decoction that is excellent for rejuvenating the skin: used as a tonic, it frees the skin from impurities, reduces wrinkles and makes the face more toned and radiant; but it can also be used as a base for clay packs and masks. In 250 ml of water simmer 2 spoonfuls of leaves and cornel bark for 10 minutes on low heat; let the liquid cool, filter it and use it to cleanse the face, neck and décolleté.

Do so your cornel jam
To prepare a delicious cornel jam, use ripe fruits, wash them carefully and, after having drained and dried them, put them in a saucepan; just cover them with water and bring them to a boil until they open. Remove them from the heat and pass them through a medium sieve to separate the pulp from the stones. Once the pits have been removed, return the flattened pulp to the heat, add white wine (sweet or dry), sugar (300 to 500 g per kilo of pulp) and the grated rind of an organic lemon. Continue cooking stirring with a wooden spoon until the jam becomes gelatinous. Pour everything into glass jars from cans, close them and let them boil in a bain-marie for at least half an hour, so as to sterilize them.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Il tarassaco (Taraxacum officinale) è un’erba commestibile che viene utilizzata come pianta medicinale per affrontare una serie di problemi di salute.

 

Ogni parte della pianta del dente di leone ha benefici per la salute. La radice di tarassaco, i tarassaco e i fiori di tarassaco possono essere utilizzati per preparare una tisana al dente di leone che migliora la salute. È possibile utilizzare la tisana alla radice di tarassaco per ridurre l’ipertensione, trattare il diabete, per stimolare la diuresi, migliorare la funzionalità epatica e come tonico del sangue.

Esistono diversi tipi di bevande a base di tarassaco che hanno benefici per la salute. La radice di tarassaco arrosto è trasformata in una deliziosa alternativa al caffè senza caffeina o può essere utilizzata per preparare la tisana al dente di leone. Puoi anche usare le foglie di dente di leone per creare una tisana al dente di leone per migliorare la salute dell’apparato digerente, abbassare il colesterolo e persino perdere peso.

Puoi anche usare le foglie di tarassaco (foglie) in gustose insalate.

Lungi dall’essere un’erba fastidiosa che rovina l’aspetto del tuo prato, il dente di leone ha molti benefici per la salute.

In questo articolo, imparerai i molti motivi per usare le radici e le foglie del dente di leone. Otterrete anche delle ottime ricette per preparare la vostra tisana di tarassaco a casa.

Cos’è la radice di dente di leone?

Tarassaco (Taraxacum officinale) è un’erba perenne che cresce nella maggior parte delle regioni del mondo. La pianta del dente di leone consiste in una lunga radice fibrosa, un gambo, fiori e foglie. Tutte le parti del dente di leone sono commestibili e hanno molti benefici per la salute. (1)

La ricerca scientifica sostiene molti degli usi medicinali tradizionali per la radice del dente di leone. Ad esempio, le radici del dente di leone contengono grandi quantità di inulina che promuovono una buona salute digestiva e aiutano a prevenire l’obesità. Anche la radice di tarassaco è buona da prendere se si ha l’osteoporosi e ha anche proprietà antitumorali. (2)

Tostare la radice di tarassaco e macinarla in polvere crea “il caffè al dente di leone”, una buona alternativa al caffè senza nessuno dei suoi effetti collaterali.

Gli studi hanno anche dimostrato che molti dei benefici per la salute della radice di tarassaco provengono dai suoi alti livelli di antiossidanti. Estratti da entrambe le foglie di dente di leone e la radice hanno attività di neutralizzazione dei radicali liberi che aiuta a prevenire il danno delle cellule del DNA. (2)

Benefici della radice di tarassaco

Diamo un’occhiata più in dettaglio ai molti benefici della radice di tarassaco.

Le radici di tarassaco hanno attività antiossidanti

Le radici di tarassaco contengono un numero di composti con attività antiossidante.

Secondo una ricerca scientifica, gli antiossidanti estratti dalle radici del dente di leone hanno molti potenziali benefici per la salute. Gli antiossidanti nella radice del dente di leone possono aiutare a

  • migliorare la salute del fegato,
  • ridurre il rischio di malattie cardiache,
  • abbassare il colesterolo e
  • aiutare a prevenire l’ictus.

La ricerca ha concluso che gli antiossidanti negli estratti di radice di dente di leone aiutano a ridurre i fattori di rischio associati alla malattia coronarica. (3)

Scopri di più sul ruolo che svolgono gli antiossidanti nell’aiutare a mantenerti sano.

La radice di tarassaco è un diuretico naturale

Uno degli usi tradizionali del tarassaco (Taraxacum officinale) sta contribuendo a prevenire la ritenzione idrica e farti fare pipì di più.

Uno studio ha scoperto che l’assunzione di 8 ml di estratto di foglie di tarassaco tre volte al giorno può aiutare ad aumentare la frequenza urinaria. (4)

Mentre la tisana del dente di leone è comunemente usato come diuretico, la radice di tarassaco può anche aiutare ad aumentare la produzione urinaria. La ricerca ha dimostrato che sia la radice di dente di leone che la foglia contengono quantità simili di potassio. In generale, si pensa che gli alti livelli di potassio stimolino la minzione. (5)

Scopri altri rimedi naturali per la ritenzione idrica e come puoi liberarti dell’acqua in eccesso in modo naturale.

Radice di tarassaco può abbassare la pressione sanguigna

Uno dei modi in cui gli estratti di tarassaco possono aiutare la salute del cuore è aiutando a gestire l’ipertensione.

I diuretici sono a volte utilizzati nel trattamento della pressione alta. La Mayo Clinic dice che i diuretici aiutano a lavare il sodio e l’acqua in eccesso dal tuo corpo. (6) L’effetto diuretico della radice di tarassaco può avere un effetto positivo sulla pressione sanguigna.

Altri studi hanno scoperto che le radici del dente di leone possono aiutare a ridurre i livelli di colesterolo che possono quindi avere un effetto positivo nel ridurre l’ipertensione. (7)

Se soffri di ipertensione, scopri quali altri rimedi naturali sono disponibili per gestire la pressione alta.

Radice di tarassaco può proteggere la pelle dai danni

Sebbene la ricerca sia limitata, gli estratti di radice di dente di leone possono aiutare a proteggere la pelle dai danni causati dai raggi UV.

Uno studio del 2015 ha scoperto che gli estratti di tarassaco possono proteggere i fibroblasti dermici umani dai danni. Nello studio, gli estratti di foglie e fiori di dente di leone offrivano una protezione della pelle migliore degli estratti di radice di tarassaco. (8)

Esperimenti di laboratorio hanno scoperto che gli estratti di radici di dente di leone possono essere utili nel trattamento del cancro della pelle senza danneggiare le cellule sane. (9)

Prima di utilizzare qualsiasi tipo di estratto di tarassaco sulla pelle, è importante eseguire un piccolo patch test cutaneo, poiché il tarassaco può causare reazioni cutanee allergiche in alcune persone. (10)

Per aiutare a mantenere la pelle giovane e luminosa, scopri come utilizzare la vitamina E per migliorare l’aspetto della tua pelle.

Il tarassaco è buono per aiutare a gestire il diabete di tipo 2

Tutte le parti della pianta del dente di leone sono utili per aiutare a controllare i sintomi del diabete di tipo 2.

In effetti, il dente di leone è così buono per la gestione del diabete che i ricercatori l’hanno definito un’erba anti-diabetica chiave. (2)

Cosa rende il dente di leone un rimedio efficace per alcuni sintomi diabetici? La radice di tarassaco contiene proprietà anti-infiammatorie e antiossidanti, alcuni dei quali sono forti agenti anti-diabetici. Anche gli estratti di tarassaco vanno a beneficio dei diabetici perché aiutano a regolare la glicemia, l’insulina e il colesterolo. (2)

Scopri i migliori alimenti da includere in una dieta compatibile con il diabete per aiutare a prevenire picchi di glucosio nel sangue dopo aver mangiato.

Estratti di radice di tarassaco promuovono una buona salute del fegato

La tisana di radice di tarassaco è una buona bevanda terapeutica perché aiuta a mantenere il fegato sano.

Il motivo per cui la radice di tarassaco protegge il fegato è che contiene composti che beneficiano della funzionalità epatica. Uno studio sui topi ha scoperto che i polisaccaridi nella radice del dente di leone aiutano a purificare e proteggere il fegato. La radice di tarassaco ha un potenziale come alimento funzionale per prevenire danni al fegato. (11)

Altri esperimenti di laboratorio hanno dimostrato che i composti nella radice del dente di leone aiutano a prevenire la cicatrizzazione del fegato e possono persino aiutare a rigenerare le cellule del fegato. (12)

Ulteriori letture: i migliori alimenti scientificamente provati per pulire il fegato.

La radice di tarassaco può aiutare a migliorare i marcatori del sangue

Il dente di leone è stato tradizionalmente usato come tonico del sangue per aiutare a migliorare la salute del sangue.

La rivista Advances in Hematology riportava che la somministrazione di estratti di tarassaco ai topi contribuiva a migliorare i marcatori del sangue. I ricercatori hanno notato un aumento dei globuli rossi, dei globuli bianchi e dell’emoglobina. (13)

Ulteriori informazioni su come mantenere i livelli di emoglobina nel loro intervallo normale e cosa si può fare se si ha una carenza di ferro.

Radice di tarassaco per una migliore digestione

Bere ila tisana alla radice di tarassaco può aiutare a migliorare la salute dell’apparato digerente perché agisce come un prebiotico nell’intestino.

La rivista Fitoterapia ha riportato che la radice del dente di leone favorisce la digestione perché stimola la crescita dei probiotici. Gli zuccheri presenti in natura nella radice di tarassaco agiscono come “cibo” per i bifidobatteri che sono necessari per un sano sistema digestivo. (14)

Scopri perché i probiotici possono dare una spinta alla tua digestione e anche aiutare a ripristinare l’equilibrio del tuo microbiota intestinale.

La radice del dente di leone ha proprietà anticancro

Uno degli usi promettenti della radice di tarassaco come erba medicinale è il suo potenziale utilizzo nel trattamento del cancro.

La ricerca sugli estratti di radice dal dente di leone ha dimostrato che contengono composti che possono uccidere le cellule tumorali. Uno studio ha scoperto che l’estratto di radice di tarassaco può aiutare a prevenire la diffusione delle cellule tumorali, specialmente nei casi di cancro del fegato. (15)

Uno studio del 2016 ha scoperto che i composti della radice di tarassaco hanno un effetto antitumorale sulle cellule tumorali del colon maligno. (16)

Altri studi di laboratorio hanno scoperto che gli estratti di tarassaco hanno attività antinfiammatoria in alcune cellule tumorali. (17)

Cos’è la tisana di tarassaco o la tisana alla radice di tarassaco?

Il tè di tarassaco è un’infusione di acqua calda a base di erbe con radice di dente di leone, foglie o fiori. Puoi fare la tisana di tarassaco dalle foglie fresche immerse nell’acqua calda.

Alcune persone producono anche la tisana alla radice di tarassaco tagliando le radici e lasciandolo infondere nell’acqua bollente per 20 minuti.

Un’altra bevanda di radice di tarassaco è il caffè di tarassaco. Questa bevanda salutare viene prodotta essiccando, arrostendo e macinando la radice di tarassaco in polvere. Questo tipo di “tè” di radice di tarassaco ha un sapore simile al caffè, ma non contiene caffeina.

Benefici del tè alla tarassaco o del tè alla radice di tarassaco

A cosa serve la tisana di tarassaco? Esaminiamo brevemente i numerosi benefici del consumo regolare di tè ottenuto da foglie o radici di dente di leone.

1. Aiuta a ridurre il colesterolo. Il tè di tarassaco è un buon rimedio per abbassare il colesterolo. Sia il tè di foglie di tarassaco che il tè di radice di tarassaco aiutano a ridurre il colesterolo e ad aumentare gli antiossidanti nel corpo. 3)

2. Può proteggere la salute del fegato. Come già accennato, il tè di radice di dente di leone è stato usato per secoli come un tonico del fegato per aumentare la salute e la funzione del fegato. La radice di tarassaco aiuta anche a prevenire danni al fegato causati dall’alcol. (18)

3. Abbassare i marcatori infiammatori. Il tè di tarassaco ha un effetto antinfiammatorio e può aiutare a proteggere da alcune malattie infiammatorie croniche. (19)

4. Può aiutarti a perdere peso. Bere il tè al dente di leone può aiutarti a perdere più chili in più quando sei a dieta. Uno studio di laboratorio ha scoperto che i composti del dente di leone hanno un effetto simile a un farmaco per la perdita di peso popolare. Ingerire il dente di leone aiuta ad abbattere il grasso. (20)

5. Benefici per la digestione. Avere una tazza quotidiana di tè alla radice di tarassaco può aumentare la digestione in quanto favorisce la crescita di batteri intestinali sani. Altri studi hanno dimostrato che il tè al dente di leone ha un effetto positivo sui processi digestivi. (21)

6. Potenziamento del sistema immunitario. Il dente di leone contiene vitamine A, C, D, E e B. Alcuni studi hanno anche dimostrato che il dente di leone ha un’attività antivirale e può ridurre la gravità delle infezioni influenzali. (2, 22)

7. Promuove una buona salute cardiovascolare. Il tè di tarassaco può essere buono per il tuo cuore in quanto contiene antiossidanti, aiuta a ridurre il colesterolo e può aiutare a prevenire l’obesità.(23)

8. Aiuta a proteggere la tua pelle. L’uso del tè di tarassaco come tonico per la pelle potrebbe aiutare a migliorare la salute della pelle. (24)

9. Tisana di radice di tarassaco per diabetici di tipo 2 Uno studio medico ha rilevato che 5 mg di dente di leone sono stati usati per ridurre i livelli di glucosio nei pazienti diabetici. (28)

10. Il tè alla radice di tarassaco è un ottimo sostituto del caffè. Un ottimo motivo per bere il tè alla radice di tarassaco è una buona alternativa al caffè senza caffeina. Molte persone dicono che il sapore del dente di leone è simile al caffè.

Come Preparare il Tè al Tarassaco

È molto facile fare la propria tisana di tarassaco che migliora la salute dalle foglie o dai fiori freschi e dorati.

Ecco alcune idee su come preparare il tuo tè al dente di leone:

  • Tisana di foglie fresche di tarassaco. Tagliare 6 foglie di tarassaco fresche in piccoli pezzi, metterle in una tazza, riempire con acqua bollente, coprire con un coperchio e lasciare in infusione per 10 minuti.
  • Tisana alla radice di tarassaco. Metti un cucchiaio di radice di tarassaco tritato in una tazza di acqua bollente, copri e lascia macerare per 20 minuti. Filtrate e godetevi il vostro sano tè alla radice di tarassaco.
  • Tisana di tarassaco dalle foglie secche. In una padella, mettere 2 cucchiaini di foglie di tarassaco essiccate e 2 tazze di acqua. Portare a ebollizione, coprire e far sobbollire per 10 minuti. Permetti il ​​tè al dente di leone. Filtrare in una tazza e consumare.

Dosaggio Tarassaco

Quanto dovresti consumare ogni giorno se usi l’erba per scopi medicinali?

Secondo la British Herbal Pharmacopoeia, le dosi raccomandate da usare terapeuticamente (2)

  • 2 – 8 g di radici fresche ogni giorno
  • Foglie fresche o secche 4 – 10 g al giorno
  • Pillole di polvere di dente di leone essiccate 250 – 1.000 mg al giorno
  • Tintura di tarassaco 2 – 5 ml 3 volte al giorno
  • Estratto fluido di tarassaco 1 – 2 cucchiaini ogni giorno
  • Tarassaco Verdi (foglie di tarassaco)

Mangiare il verde del  tarassaco è un ottimo modo per ottenere ancora più benefici da Taraxacum officinale (dente di leone).

Le foglie di tarassaco sono estremamente salutari poiché contengono molte vitamine, minerali, sostanze nutritive e fibre.

Il Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti riferisce che una tazza di foglie di tarassaco tritate (55 g) contiene quasi 2 g di fibre, ovvero l’8% della dose giornaliera raccomandata (RDI). Quindi, a parte i modi già menzionati, i tarassaco verdi aiutano la digestione perché sono ricchi di fibre. (25)

Il consumo di foglie di tarassaco aiuta anche a rafforzare le ossa, a proteggere la funzione cognitiva e a mantenere il sangue sano. Una porzione di foglie di tarassaco da 55 g contiene 428 mcg di vitamina K, ovvero il 535% della tua RDI. (26)

Le alte vitamine sono buone per la vista e la pelle. Infatti, grammo per grammo, foglie di tarassaco contengono la stessa quantità di beta-carotene (il precursore della vitamina A) come carote. (2)

Antiossidanti come luteina e zeaxantina che si trovano nel dente di leone aiutano a proteggere la vista da degenerazione maculare senile. (27)

I tarassaco sono buoni per rinforzare il sistema immunitario perché contengono vitamina C, E e vitamine del gruppo B. I tarassaco contengono anche calcio, ferro, potassio, magnesio e manganese.

FONTE: healthyandnaturalworld

 

(ENGLISH VERSION)

The dandelion (Taraxacum officinale) is an edible herb that is used as a medicinal plant to address a number of health issues. Every part of the dandelion plant has health benefits. Dandelion root, dandelion greens, and dandelion flowers can all be used to make health-enhancing dandelion tea. You can use dandelion root tea for reducing high blood pressure, treat diabetes, to pass more urine, improve liver function, and as a blood tonic.

There are several types of dandelion drinks that have health benefits. Roasted dandelion root is made into a delicious caffeine-free coffee alternative or can be used to make dandelion tea. You can also use dandelion leaves to create dandelion tea to improve your digestive health, lower cholesterol, and even lose weight.

You can also use dandelion greens (leaves) in tasty salads.

Far from being a pesky weed that ruins the look of your lawn, dandelion has many health benefits.

In this article, you will learn about the many reasons to use the roots and leaves of dandelion. You will also get some great recipes to make your own health-boosting dandelion tea at home.

What is Dandelion Root?

Dandelion (Taraxacum officinale) is a perennial herb that grows in most regions of the world. The dandelion plant consists of a long fibrous root, a stem, flowers, and leaves. All parts of the dandelion are edible and have many health benefits. (1)

Scientific research backs up many of the traditional medicinal uses for dandelion root. For example, the roots of dandelion contain large amounts of inulin that promote good digestive health and help prevent obesity. Dandelion root is also good to take if you have osteoporosis and it also has anticancer properties. (2)

Roasting dandelion root and grinding it into a powder creates “dandelion coffee” – a good coffee alternative without any of its side effects.

Studies have also shown that many of the health benefits of dandelion root come from its high levels of antioxidants. Extracts from both dandelion leaf and the root have free radical scavenging activity that helps prevent DNA cell damage. (2)

Benefits of Dandelion Root

Let’s look in more detail at the many benefits of  dandelion root.

Dandelion Roots have Antioxidative Activities

The roots of dandelions contain a number of compounds with antioxidant activity.

According to a scientific research, antioxidants extracted from dandelion roots have many potential health benefits. The antioxidants in dandelion root may help to improve liver health, reduce the risk of heart disease, lower cholesterol, and help prevent stroke. The research concluded that antioxidants in dandelion root extracts help lower risk factors associated with coronary heart disease. (3)

Dandelion Root is a Natural Diuretic

One of the traditional uses of dandelion (Taraxacum officinale) is helping to prevent water retention and making you pee more.

One study found that taking 8 mL of dandelion leaf extract three times a day can help to increase urinary frequency. (4)

While the dandelion leaf tea is commonly used as a diuretic, dandelion root may also help to increase urinary output. Research has shown that both dandelion root and leaf contain similar amounts of potassium. In general, the high levels of potassium are thought to stimulate urination. (5)

Dandelion Root May Lower Blood Pressure

One of the ways that dandelion extracts can benefit your heart health is by helping to manage hypertension.

Diuretics are sometimes used in the treatment of high blood pressure. The Mayo Clinic says that diuretics help to flush sodium and excess water from your body. (6) The diuretic effect of the dandelion root may have a positive effect on your blood pressure.

Other studies have found that dandelion roots can help to lower cholesterol levels which can then have a positive effect in reducing high blood pressure. (7)

Dandelion Root May Protect Your Skin from Damage

Although research is limited, dandelion root extracts may help protect your skin from damage caused by UV sun damage.

A 2015 study found that dandelion extracts can protect human dermal fibroblasts from damage. In the study, dandelion leaf and flower extracts offered better skin protection than dandelion root extracts. (8)

Lab experiments have found that extracts from dandelion roots may be useful in treating skin cancer without damaging healthy cells. (9)

Before using any kind of dandelion extract on your skin, it’s important to do a small skin patch test, as dandelion can cause allergic skin reactions in some people. (10)

Dandelion Root is Good to Help Manage Type 2 Diabetes

All parts of the dandelion plant are beneficial for helping to control the symptoms of type 2 diabetes.

In fact, dandelion is so good for managing diabetes that researchers have called it a key anti-diabetic herb. (2)

What makes dandelion root an effective remedy for some diabetic symptoms? Dandelion root contains anti-inflammatory properties and antioxidants, some of which are strong anti-diabetic agents. Dandelion extracts also benefit diabetics because they help regulate blood glucose, insulin, and lower cholesterol. (2)

Dandelion Root Extracts Promote Good Liver Health

Dandelion root tea is a good therapeutic drink because it helps keep the liver healthy.

The reason why dandelion root protects your liver is that it contains compounds that benefit liver function. One study involving mice found that polysaccharides in dandelion root help to purify and protect the liver. Dandelion root has potential as a functional food to prevent liver injury. (11)

Other lab experiments have shown that compounds in dandelion root helped to prevent liver scarring and may even help regenerate liver cells. (12)

Dandelion Root Can Help Improve Blood Markers

Dandelion has traditionally been used as a blood tonic to help improve blood health.

The journal Advances in Hematology reported that administering dandelion extracts to mice helped to improve blood markers. Researchers noted an increase in red blood cells, white blood cells, and hemoglobin. (13)

Dandelion Root for Better Digestion

Drinking dandelion root tea may help to improve your digestive health because it acts as a prebiotic in the gut.

The journal Fitoterapia reported that dandelion root benefits digestion because it stimulates probiotic growth. Naturally-occurring sugars in dandelion root act as “food” for bifidobacteria which are needed for a healthy digestive system. (14)

Find out why probiotics can give your digestion a boost and also help restore healthy gut microbiota balance.

Dandelion Root has Anticancer Properties

One of the promising uses of dandelion root as a medicinal herb is its potential use in treating cancer.

Research into root extracts from dandelion has shown that they contain compounds that can kill off cancer cells. One study found that dandelion root extract can help prevent cancer cells from spreading, especially in cases of liver cancer. (15)

A 2016 study found that dandelion root compounds have an anticancer effect on malignant colon cancer cells. (16)

Other laboratory studies have found that dandelion extracts have anti-inflammatory activity in certain cancer cells. (17)

What is Dandelion Tea or Dandelion Root Tea?

Dandelion tea is a hot water herbal infusion using the dandelion root, leaves or flowers. You can make dandelion tea from fresh leaves steeped in hot water.

Some people also make dandelion root tea by chopping up the roots and letting it infuse in simmering water for 20 minutes.

Another dandelion root drink is dandelion coffee. This healthy beverage is made by drying, roasting, and grinding the dandelion root into a powder. This type of dandelion root “tea” has a similar taste to coffee, but contains no caffeine.

Benefits of Dandelion Leaf Tea or Dandelion Root Tea

What is dandelion tea good for? Let’s look briefly at the many benefits of regularly consuming tea made from dandelion leaves or roots.

1. Helps to lower cholesterol. Dandelion tea is a good cholesterol-lowering remedy. Both dandelion leaf tea and dandelion root tea help lower cholesterol and increase antioxidants in the body. (3)

2. Can protect your liver health. As already mentioned, dandelion root tea has been used for centuries as a liver tonic to boost liver health and function. Dandelion root also helps to prevent damage to the liver caused by alcohol. (18)

3. Lower inflammatory markers. Dandelion tea has an anti-inflammatory effect and may help protect against certain chronic inflammatory diseases. (19)

4. May help you lose weight. Drinking dandelion tea may help you shed extra pounds quicker when you are on a diet. One lab study found that dandelion compounds have a similar effect to a popular weight-loss drug. Ingesting dandelion helps to break down fat. (20)

5. Benefits to your digestion. Having a daily cup of dandelion root tea can boost your digestion as it encourages the growth of healthy gut bacteria. Other studies have shown that dandelion tea has a positive effect on your digestive processes. (21)

6. Immune system booster. Regular consumption of dandelion tea may help to strengthen your immunity because dandelion contains vitamins A, C, D, E, and B. Some studies have also shown that dandelion extracts have antiviral activity and may reduce the severity of influenza infections. (2, 22)

7. Promotes good cardiovascular health. Dandelion tea can be good for your heart as it contains antioxidants, helps lower cholesterol, and can help prevent obesity. (23)

8. Helps protect your skin. Using dandelion tea as a skin tonic could help improve your skin’s health and prevent damage by UV rays. (24)

9. Dandelion root tea for type 2 diabetics. One medical study found that consumption of 5 g of dandelion leaf and root powder for nine days significantly reduced the fasting blood glucose levels of of type two diabetic patients. (28)

10. Dandelion root tea is a great coffee substitute. One great reason to drink dandelion root tea is that it is a good caffeine-free coffee alternative. Many people say that the taste of dandelion root tea is similar to coffee.

How to Make Dandelion Tea

It is very easy to make your own health-enhancing dandelion tea from the fresh or dried leaves or blossoms.

Here are some ideas on how to prepare your own dandelion tea:

Fresh dandelion leaf tea. Cut 6 fresh dandelion leaves into small pieces, put them in a cup, fill with boiling water, cover with a lid and allow to infuse for 10 minutes.

Dandelion root tea. Put a tablespoon of chopped dandelion root in a cup of boiling water, cover, and let to steep for 20 minutes. Strain and enjoy your healthy dandelion root tea.

Dandelion tea from dried leaves. In a pan, put 2 teaspoons of dried dandelion leaves and 2 cups of water. Bring to the boil, cover, and then simmer for 10 minutes. Allow the dandelion tea remedy to cool slightly. Strain into a cup and consume.

Dandelion dosage

How much dandelion should you consume daily if you use the herb for medicinal purposes?

According to the British Herbal Pharmacopoeia, the recommended doses to use dandelion therapeutically are as follows: (2)

  • 2 – 8 g of fresh roots daily
  • Fresh or dried leaves 4 – 10 g daily
  • Dried dandelion powder pills 250 – 1,000 mg daily
  • Dandelion tincture 2 – 5 ml 3 times a day
  • Dandelion fluid extract 1 – 2 teaspoons every day

Dandelion Greens (Dandelion Leaves)

Eating dandelion greens is a great way to get even more benefits from Taraxacum officinale (dandelion).

Dandelion leaves are extremely healthy as they are packed with vitamins, minerals, nutrients, and fiber.

The United States Department of Agriculture reports that one cup of chopped dandelion greens (55 g) contains nearly 2 g of fiber which is 8% of your recommended daily intake (RDI). So, apart from the ways already mentioned, dandelion greens help your digestion because they are high in fiber. (25)

Consuming dandelion greens also helps to strengthen your bones, protect your cognitive function, and keep your blood healthy. A 55-g serving of dandelion leaves contains 428 mcg of vitamin K which is 535% of your RDI. (26)

The high vitamin A content also means that dandelion greens are good for your visionand skin. In fact, gram for gram, dandelion leaves contain the same amount of beta-carotene (the precursor to vitamin A) as carrots. (2)

Antioxidants such as lutein and zeaxanthin that are found in dandelion greens help protect your eyesight from age-related macular degeneration. (27)

Dandelion greens are good for strengthening your immune system because they also contain good amounts of vitamin C, E, and B-group vitamins. Dandelion greens also have calcium, iron, potassium, magnesium, and manganese.

SOURCE: healthyandnaturalworld

Read Full Post »

L’acetosa, nota anche come erba brusca, è ricca di vitamina C, fibre e ossalati, sostanze indispensabili alla salute e al buon funzionamento degli organi filtro.

 

L’acetosa (Rumex acetosa), chiamata anche acetosella francese, erba brusca oppure ossalida, è una pianta rustica che appartiene alla famiglia delle Poligonacee. È molto diffusa nelle campagne, nei luoghi erbosi, rocciosi e si trova fino a 2500 metri di altitudine.

 

Le sue foglie sono caratteristiche, sia per lo spessore e la consistenza che per il sapore acidulo. In realtà tutte le diverse componenti dell’acetosa (foglie, gambo e radici) hanno un sapore acre e acidulo, dovuto fondamentalmente al loro contenuto di vitamina C e di ossalati, il che fa sì che l’acetosa venga utilizzata da sempre, oltre che a scopo alimentare anche con finalità medicamentose.

Insalata di acetosa, ottimo depurante primaverile

L’acetosa era già conosciuta nell’antichità come pianta officinale; l’imperatore Carlo Magno ne intensificò la coltivazione nei giardini dei chiostri monastici: i medici medievali la utilizzavano per lenire peste e colera e, grazie all’alto contenuto di vitamina C, per contrastare lo scorbuto. Oggi le foglie fresche di acetosa vengono usate, in primavera, per preparare gustose insalate depurative, ma le sue notevoli proprietà diuretiche la rendono efficace anche nel trattamento dei disturbi renali ed epatici. L’acetosa ha una valida azione anche come digestivo, antisettico e antinfiammatorio, soprattutto delle mucose delle vie respiratorie in caso di infezioni e irritazioni.

Ecco tutte le virtù fitoterapiche dell’acetosa

  • Favorisce i processi di autodepurazione
    Le foglie di acetosa svolgono un’azione disintossicante e stimolante sul fegato e sullo stomaco; aggiungete le foglie fresche all’insalata e alle zuppe, o servitele come contorno.
  • È diuretica, drenante e disinfetta l’intestino
    Gli antrachinoni presenti nelle parti verdi dell’acetosa stimolano la peristalsi intestinale, combattono la stipsi e accelerano l’eliminazione delle scorie metaboliche.
  • Decongestiona le vene e tonifica la circolazione
    L’acetosa fluidifica la circolazione sanguigna di piedi e gambe e sostiene il microcircolo. Con il decotto si prepara un pediluvio utile in caso di stasi linfatica e crampi.
  • Potenzia le difese immunitarie
    L’alto contenuto di vitamina C rende l’acetosa assai utile per aumentare l’immunità e per migliorare la risposta dell’organismo allo stress.
  • È antinfiammatoria
    Sotto forma di decotto o di tisana, l’acetosa diventa un ottimo collutorio da usare per gli sciacqui in caso di stomatiti, mal di gola e gengiviti.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The sorrel (Rumex acetosa), also called French sorrel, brusca or oxalid, is a rustic plant that belongs to the family of the Polygonaceae. It is widespread in the countryside, in grassy and rocky places and is up to 2500 meters above sea level. Its leaves are characteristic, both for the thickness and consistency and for the sour taste. In reality all the different components of the sorrel (leaves, stem and roots) have an acrid and sour taste, due basically to their content of vitamin C and oxalates, which means that the sorrel has always been used, as well as for food purposes also with medical purposes.

Sorrel salad, excellent spring purifier
Sorrel was already known in antiquity as a medicinal plant; the emperor Charlemagne intensified its cultivation in the gardens of the monastic cloisters: the medieval doctors used it to soothe plague and cholera and, thanks to the high content of vitamin C, to counter scurvy. Today the fresh leaves of sorrel are used, in the spring, to prepare tasty purifying salads, but its remarkable diuretic properties make it effective also in the treatment of kidney and liver disorders. The sorrel has a valid action also as a digestive, antiseptic and anti-inflammatory, especially of the mucous membranes of the respiratory tract in case of infections and irritations.

Here are all the phytotherapeutic virtues of sorrel
Promotes self-purification processes
The leaves of sorrel play a detoxifying and stimulating action on the liver and stomach; add the fresh leaves to the salad and soups, or serve as a side dish.
 
It is diuretic, drains and disinfects the intestine
The anthraquinones present in the green parts of the sorrel stimulate the intestinal peristalsis, fight constipation and accelerate the elimination of metabolic waste.
 
It relieves the veins and tones the circulation
The sorrel fluidizes the blood circulation of feet and legs and supports the microcirculation. The decoction prepares a foot bath useful in the case of lymphatic stasis and cramps.
 
Enhances immune defenses
The high content of vitamin C makes the sorrel very useful to increase immunity and to improve the body’s response to stress.
 
It is anti-inflammatory
In the form of decoction or herbal tea, the sorrel becomes an excellent mouthwash to be used for rinses in case of stomatitis, sore throat and gingivitis.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

La mammola è un fiore medicinale ed un’erba che è stata usata per migliaia di anni per le sue proprietà curative.

 

È ricca di vitamine A e C ed è ricco di bioflavonoidi e composti anti-cancro che si sono dimostrati efficaci contro il cancro al polmone, alla pelle, allo stomaco e al seno.

È anche noto che la mammola aiuta a alleviare il mal di testa, l’insonnia, il nervosismo, l’ansia, le vertigini, l’artrite, le malattie gengivali, le ghiandole gonfie, i mal di stomaco, le ulcere, le afte e l’indigestione.

 

È anche eccellente per tutti i disturbi respiratori come la bronchite, la tosse cronica, la congestione, l’asma o le infezioni del seno e per aiutare ad abbassare la pressione sanguigna.

La mammola contiene quantità significative di rutina e acido salicilico che agiscono in modo simile all’aspirina e sono utili nell’alleviare il dolore, i dolori muscolari e l’infiammazione e aiutano a prevenire i coaguli di sangue e inibiscono l’aggregazione piastrinica.

La mammola ha anche dimostrato di essere utile nella protezione e nel trattamento dell’HIV. Fiori e foglie della mammola possono essere aggiunti a un bagno o utilizzati in un impiastro o crema come un rimedio efficace per il trattamento di acne, psoriasi, eczema, eruzioni cutanee, piaghe e persino il cancro della pelle.

la mammola è anche un ottimo purificatore del sangue e può disintossicare e purificare l’intero corpo.

La tisana di mammola è un ottimo modo per raccogliere i benefici di questa erba medicinale.

Utilizzare 2 cucchiaini di fiori freschi o secchi e / o foglie in 1 tazza di acqua bollente.

Lasciare macerare per almeno 10 minuti e addolcire con miele crudo se lo si desidera.

I freschi fiori e foglie di mammola sono anche una meravigliosa aggiunta alle insalate di frutta e verdura, frullati e marmellate.

La mammola può essere trovata online o presso il tuo negozio di alimenti naturali in forma di tè, capsule, sciroppi, tintura, estratto, pomata e crema.

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Sweet violet is a medicinal flower and herb that has been used for thousands of years for its healing properties. It is rich in vitamins A & C and is packed with bioflavonoids and anti-cancer compounds that have been shown to be effective against lung, skin, stomach, and breast cancer. Sweet violet is also known to help ease headaches, insomnia, nervousness, anxiety, dizziness, arthritis, gum disease, swollen glands, stomachaches, ulcers, canker sores, and indigestion. 

It is also excellent for any respiratory ailments such as bronchitis, chronic cough, congestion, asthma, or sinus infections and for helping to lower blood pressure. Sweet violet contains significant amounts of rutin and salicylic acid which act similarly to aspirin and are useful in alleviating pain, body aches, and inflammation as well as helping to prevent blood clots and inhibit platelet aggregation. 

Sweet violet has also been shown to be beneficial in protecting against and treating HIV. Sweet violet flowers and leaves can be added to a bath or used in a poultice or cream as an effective remedy for treating acne, psoriasis, eczema, rashes, sores, and even skin cancer. Sweet violet is also a great blood purifier and can detox and cleanse the entire body. Sweet violet tea is an excellent way to reap the benefits of this medicinal herb. 

Use 2 tsp of fresh or dried flowers and/or leaves to 1 cup of boiling water. Allow to steep for at least 10 minutes and sweeten with raw honey if desired. Fresh sweet violet flowers and leaves are also a wonderful addition to fruit and vegetable salads, smoothies, and jams. Sweet violet can be found online or at your local health food store in tea, capsule, syrup, tincture, extract, salve, and cream form.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Milioni di persone soffrono di dolore alle anche e alle ginocchia, che è spesso il risultato di predisposizioni genetiche, lesioni o il normale strappo delle articolazioni.

 

Il CDC riporta che circa la metà di tutti gli americani sviluppano l’artrite del ginocchio all’età di 85 anni e un quarto può sviluppare l‘artrite dell’anca. Anche in età più giovane, sono comuni anche le lesioni a queste articolazioni.

La maggior parte delle persone soffre di dolore al ginocchio o all’anca poiché queste articolazioni grandi sopportano tutto il peso del corpo e allo stesso tempo consentono un’ampia gamma di movimenti. Supportano l’intero peso del corpo e lavorano in stretto coordinamento per fornire la giusta mobilità, fino a quando una ferita, un’artrite o altri problemi interferiscono.

Tuttavia, questo dolore può essere debilitante e troppo intenso, e le persone si rivolgono agli antidolorifici per alleviarlo. Tuttavia, esiste un modo naturale efficace per rigenerare le cartilagini delle anche e delle ginocchia e alleviare il dolore in un breve periodo di tempo.

Ecco come prepararlo:

Ingredienti:

  • 1 cucchiaio di menta
  • 1 cucchiaio da tavola di Salvia
  • 1 cucchiaio di rosmarino
  • 1 cucchiaio di timo
  • 1 litro di acqua

Istruzioni:

Riscaldare l’acqua, e quando inizia a bollire, aggiungere le erbe e farle bollire per 5 minuti. Quindi, spegnere il fuoco e lasciare raffreddare la miscela per 15 minuti. Colare il tè, addolcire con il miele e metterlo in frigo.

Bevi una tazza due volte al giorno, una volta al mattino a stomaco vuoto e ancora una volta prima di andare a letto. L’intensità del dolore sarà ridotta entro una settimana e tutti i sintomi scompariranno gradualmente.

Fonte: thehealthyfoodlife.com

 

FONTE: Healthy Food House

 

(ENGLISH VERSION)

Millions of people suffer from pain in the hips and knees, which is often a result of genetic predispositions, injuries, or the normal tear-and-wear of the joints.

The CDC reports that about half of all Americans develop knee arthritis by age 85, and a quarter may develop hip arthritis. Even at younger ages, injuries to these joints are also common.

Most people suffer from knee or hip pain since these large joints bear the full weight of your body while at the same time allowing for a wide range of motion. They support the entire weight of the body and work in close coordination to provide the proper mobility, until an injury, arthritis, or other problems interfere.

Yet, this pain can be debilitating and too intense, and people turn to painkillers to relieve it.  However, there is an effective natural way to regenerate the cartilages of the hips and knees and relieve the pain in a short period of time.

Here is how to prepare it:

Ingredients:

  • 1 tablespoon of mint
  • 1 tablespoon of Salvia
  • 1 tablespoon of rosemary
  • 1 tablespoon of Thyme
  • 1 liter of water

Instructions:

Heat the water, and when it starts to boil, add the herbs and boil them for 5 minutes. Then, turn off the heat, and leave the mixture to cool down for 15 minutes. Strain the tea, sweeten with honey, and put it in the fridge.

Drink a cup of it twice daily, once in the morning on an empty stomach, and once more before going to bed. The intensity of the pain will be reduced within a week, and all symptoms will gradually disappear.

Source: thehealthyfoodlife.com

SOURCE: Healthy Food House

Read Full Post »

Usato nella prevenzione dell’emicrania, il partenio vanta comunque altre notevoli proprietà che vale la pena di riscoprire.

 

Originario dell’Europa ma diffuso anche in America e Australia, il partenio (tanacetum parthenium) cresce spontaneo nei luoghi incolti e pietrosi, sui ruderi e fra le macerie, ma viene spesso coltivato a scopo ornamentale. Fiorisce in estate ed è molto simile alla camomilla, ma il profumo è pungente e piuttosto sgradevole.

Le crisi di emicrania possono protrarsi per intere giornate © ingimage

Le crisi di emicrania possono protrarsi per intere giornate © ingimage

Gli usi antichi e moderni del partenio

Pianta consacrata da Plinio alla dea Minerva, il partenio era usato in antichità per la cura di tutte le problematiche femminili. Veniva consigliato per stimolare le contrazioni uterine e favorire il parto o l’espulsione della placenta.

Nella fitoterapia moderna viene utilizzato per prevenire crisi di emicrania e cefalea, ma è stato via via riscoperto il suo benefico effetto in caso di sindrome premestruale e dolori durante il ciclo.

Il suo principio attivo è il partenolide, analgesico che esplica un’azione di rilassamento della muscolatura liscia dei vasi sanguigni. Inoltre impedisce il rilascio di serotonina, causa scatenante dell’emicrania.

Il partenio contro emicrania e mal di testa

Recenti studi hanno dimostrato la capacità del partenio di ridurre di due terzi le crisi di emicrania e cefalea, soprattutto la loro gravità, ad esempio quando gli attacchi sono associati a nausea e vomito.

Naturalmente, essendo efficace in prevenzione, deve essere assunto regolarmente per un periodo che va dai tre ai sei mesi, questo per poter fare una giusta valutazione sulla regressione dei sintomi, i cui tempi possono variare da persona a persona.

Il partenio aiuta ad attenuare i dolori durante il ciclo © ingimage

Il partenio aiuta ad attenuare i dolori durante il ciclo © ingimage

Le proprietà del partenio, a cosa serve

Usato come febbrifugo, gli viene riconosciuta anche una buona azione antinfiammatoria.

Ma è grazie all’effetto antispasmodico che viene consigliato nella sindrome premestruale e in caso di dolori durante il ciclo. Aiuto prezioso per le donne, preso almeno sette giorni prima in modo assolutamente regolare, può attenuare l’intensità del dolore, renderlo più sopportabile o addirittura neutralizzarlo.

Di aiuto anche nelle patologie gravi

Nei casi più impegnativi viene consigliato in associazione ad altre sostanze quali il magnesio e il lampone macerato glicerinato, anch’esso un antispasmodico uterino e riequilibrante del sistema endocrino femminile.

Negli ultimi anni il partenio ha suscitato notevole interesse nella ricerca immunologica, reumatologica e oncologica: sembra infatti che il partenolide dia significative risposte per queste importanti patologie, i cui meccanismi sono ancora largamente studiati dai ricercatori.

I giovani getti freschi del lampone vengono usati per la preparazione dei gemmoderivati © ingimage

I giovani getti freschi del lampone vengono usati per la preparazione dei gemmoderivati © ingimage

Controindicazioni e effetti collaterali

Si raccomanda di non assumere il partenio in caso di gravidanza e non associarlo mai ad anticoagulanti o antiaggreganti piastrinici, sia farmaceutici che erboristici. Per la sua somministrazione rivolgersi comunque a personale qualificato che potrà dare le indicazioni migliori su periodo di assunzione e dosaggio.

FONTE: LifeGate

 

(ENGLISH VERSION)

Used in the prevention of migraine, parthenon still has other remarkable properties that are worth rediscovering.
Originally from Europe but also widespread in America and Australia, parthenon (tanacetum parthenium) grows wild in uncultivated and stony places, on ruins and among rubble, but is often cultivated for ornamental purposes. It blooms in summer and is very similar to chamomile, but the scent is pungent and rather unpleasant.

The ancient and modern uses of partnership

Plant consecrated by Pliny to the goddess Minerva, feverfew was used in antiquity for the treatment of all female problems. It was recommended to stimulate uterine contractions and promote placental delivery or expulsion.

In modern herbal medicine it is used to prevent migraine and headache crises, but its beneficial effect has been gradually rediscovered in the case of premenstrual syndrome and pain during the cycle.

Its active ingredient is Parthenolide, an analgesic that exerts a relaxing action on the smooth muscles of the blood vessels. It also prevents the release of serotonin, the triggering cause of migraine.

The parthenon against migraine and headache
Recent studies have shown the ability of the partner to reduce migraine and headache crises by two thirds, especially their severity, for example when attacks are associated with nausea and vomiting.

Of course, being effective in prevention, it must be taken regularly for a period ranging from three to six months, this in order to make a proper assessment on the regression of symptoms, whose timing may vary from person to person.

The properties of the partner, what it is used for

Used as a febrifuge, it is also recognized as having a good anti-inflammatory action.

But it is thanks to the antispasmodic effect that is recommended in the premenstrual syndrome and in case of pain during the cycle. Precious help for women, taken at least seven days before in an absolutely regular way, can attenuate the intensity of the pain, make it more bearable or even neutralize it.

Also helpful in severe diseases
In the most challenging cases it is recommended in association with other substances such as magnesium and glycerine macerated raspberry, which is also a uterine antispasmodic and rebalancing of the female endocrine system.

In recent years, parthenosis has aroused considerable interest in immunological, rheumatological and oncological research: it seems that parthenolide gives significant answers to these important pathologies, whose mechanisms are still widely studied by researchers.

Contraindications and side effects

It is recommended not to take the partnership in case of pregnancy and never to associate it with anticoagulants or antiplatelet agents, both pharmaceutical and herbal. For its administration, however, contact qualified personnel who will be able to give the best information on the period of intake and dosage.

 

SOURCE: LifeGate

Read Full Post »

Older Posts »