Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘FRUTTA’

Dopo aver letto il titolo, hai sicuramente pensato di conoscere già la risposta alla domanda, poiché dovremmo consumare le banane quando saranno mature! Bene, è vero, ma a quanto pare anche il consumo di banane acerbe ha i suoi vantaggi.

Più macchie ha una banana, più le sue proprietà anti-cancerogene sono prevalenti, secondo gli scienziati. Questo è il risultato dell’aumento dei livelli di TNF, indicato dal numero di macchie marroni sul frutto.

Le banane mature sono più ricche di fibre e antiossidanti, potassio, vitamine C e B e fibre. Il loro consumo rende la digestione più facile e offre innumerevoli benefici per la salute.

Tuttavia, vi è una perdita di micronutrienti che si verifica quando la banana diventa matura. Per ridurre la perdita di vitamine e minerali, conserva le tue banane in frigo. Tuttavia, fai attenzione, perché questo può farli diventare rapidamente color marrone. Inoltre, l’alto contenuto di zucchero delle banane mature non è vantaggioso per le persone con diabete di tipo 2.

D’altra parte, come abbiamo detto, anche le banane verdi hanno i loro benefici.

  • Prima di tutto, hanno meno zuccheri rispetto alle banane mature e sono più ricchi di batteri probiotici che sostengono la salute del colon. Pertanto, sono migliori nel caso in cui si soffra di diabete di tipo 2 o se si sta cercando di perdere peso, in quanto hanno un contenuto di amido più elevato e ti manterrà sazio più a lungo.
  • Inoltre, le banane verdi acerbe aiutano l’assorbimento di nutrienti, come il calcio, meglio delle banane mature.
  • D’altra parte, sono più difficili sul sistema digestivo e potrebbero portare a gonfiore. Inoltre, hanno bassi livelli di antiossidanti perché aumentano con la maturazione della banana.

Tuttavia, le banane sono un vero superalimento, quindi, indipendentemente dalla loro maturità, sosterranno la tua salute e il tuo benessere in vari modi!

Fonte: www.davidwolfe.com

FONTE: Healthy Food House

 

(ENGLISH VERSION)

After reading the headline, you surely thought that you already know the answer to the question, as we should consume bananas when they are ripe! Well, that is true, but apparently, the consumption of unripe bananas has its advantages as well.

The more spots a banana has, the more prevalent its anti-cancerous properties are, according to scientists. This is a result of the increased levels of TNF, indicated by the number of brown spots on the fruit.

Ripe bananas are richer in fiber and antioxidants, potassium, vitamins C and B, and fiber. Their consumption is easier on the digestive system and offers countless health benefits.

However, there is some micronutrient loss that happens as the banana ages. To lessen the loss of vitamins and minerals, store your bananas in the fridge. Yet, be careful, as this can make them go brown quickly. Additionally, the high sugar content of ripe bananas is not beneficial for people with Type 2 Diabetes.

On the other hand, as we mentioned, green bananas have their benefits as well.

First of all, they are lower in sugar compared to ripe bananas and are richer in probiotic bacteria which support colon health. Therefore, they are better in case you suffer from type 2 diabetes or if you are trying to lose weight, as they have higher starch content and will keep you full longer. Moreover, unripe, green bananas help the absorption of nutrients, such as calcium, better than ripe bananas.

On the other hand, they are more difficult on the digestive system and might lead to bloating. Also, they have low antioxidant levels because these increase with the age of the banana.

Nevertheless, bananas are a real superfood, so regardless of the extent of their ripeness, they will support your health and wellbeing in various ways!

Source: www.davidwolfe.com

 

SOURCE: Healthy Food House

Read Full Post »

Le noci di cocco sono ricche di numerosi minerali e vitamine, nonché antiossidanti e acidi grassi che combattono varie malattie. Possono essere consumati in vari modi e offrono innumerevoli benefici per la salute.

L’acqua di cocco è il succo all’interno delle noci di cocco giovani, verdi e non danneggiate, ed è un liquido chiaro e dolce ricco di zuccheri, vitamine, minerali, elettroliti, enzimi, amminoacidi e citochine e basso contenuto di calorie. A seconda della varietà e delle dimensioni, ogni noce di cocco contiene da 200 a 1000 ml di acqua.

Ecco i vantaggi che potrai provare se bevi quotidianamente acqua di cocco:

– L’acqua di cocco riduce il rischio di avere un infarto, poiché abbassa i livelli di colesterolo totale di colesterolo e il colesterolo LDL, in particolare il colesterolo che si trova nel cuore

– L’acqua di cocco ti aiuterà a migliorare la digestione, rafforzare il sistema immunitario, proteggere il fegato e stimolare la combustione dei grassi, specialmente nella zona della pancia

– Questa bevanda è ricca di potassio che reidratare le cellule, e quindi trattare l’affaticamento, alleviare lo stress, disintossicare il corpo e lenire il dolore

– Essere ad alto contenuto di fibre alimentari, l’acqua di cocco abbasserà i livelli di zucchero nel sangue, prevenire il diabete e migliorare la salute del sangue

– L’acqua di cocco è ricca di citochine, che sono ormoni vegetali, che hanno dimostrato di possedere forti proprietà anticancro.

– L’acqua di cocco contiene acido laurico che distrugge funghi, virus e batteri e tratta le infezioni

Rassoda il corpo ed è una bevanda post-esercizio incredibilmente potente che reidraterà il corpo

– Il calcio nell’acqua di cocco migliorerà la salute delle ossa e dei denti

– Alcuni elettroliti presenti nell’acqua di cocco, come calcio e magnesio, livelli di stress inferiori e riduzione della tensione muscolare

– L’acqua di cocco è ricca di acidi saturi che rafforzano la pelle, aumentano la produzione di collagene e quindi migliorano l’elasticità della pelle e prevengono le smagliature, le rughe e altri problemi della pelle

– Grazie alla loro piccola struttura molecolare, gli acidi grassi nelle noci di cocco penetrano facilmente nella membrana cellulare dei capelli, così l’acqua di cocco rigenera i capelli e li rende sani e lucenti

– L’acqua di cocco è ricca di rame, che ritarda il declino cognitivo dovuto all’invecchiamento e protegge le cellule nervose dalle placche proteiche che sono state trovate per contribuire alla progressione della malattia di Alzheimer

Quindi, inizia a consumare questa bevanda salutare straordinaria e versatile, e cogli tutti i suoi benefici per la tua salute!

fonti:

www.oldnaturalcures.com
draxe.com

 

 

FONTE: Healthy Food House

 

(ENGLISH VERSION)

Coconuts are rich in numerous minerals and vitamins as well as antioxidants and fatty acids that fight various diseases.  They can be consumed in various ways, and offer countless health benefits.

Coconut water is the juice inside the young, green and undamaged coconuts, and it is a clear, sweet liquid rich in sugars, vitamins, minerals, electrolytes, enzymes, amino acids, and cytokines, and low in calories. Depending on the variety and size, each coconut contains 200 to 1000 ml of water.

Here are the benefits you will experience if you drink coconut water daily:

— Coconut water lowers the risk of having a heart attack, as it lowers total cholesterol triglyceride levels, and LDL cholesterol, specifically the cholesterol found in the heart

— Coconut water will help you improve digestion, strengthen the immune system, protect the liver, and stimulate the burning of fat, especially in the belly area

— This drink is rich in potassium which will rehydrate the cells, and thus treat fatigue, relieve stress,  detoxify the body, and soothe pain

— Being high in dietary fiber, coconut water will lower blood sugar levels, prevent diabetes, and improve blood health

— Coconut water is high in cytokines, which are plant hormones, that have been found to possess strong anti-cancer properties.

— Coconut water contains lauric acid which destroys fungi, viruses, and bacteria, and treats infections

— It energizes the body and is an incredibly potent post-exercise drink that will rehydrate the body

— Calcium in coconut water will improve bone and teeth health

— Some of the electrolytes in coconut water, such as calcium and magnesium, lower stress levels and reduce muscle tension

— Coconut water is rich in saturated acids that strengthen the skin, boost the collagen production, and thus improve skin elasticity and prevent stretch marks, wrinkles, and other skin issues

— Due to their small molecular structure, the fatty acids in coconuts easily penetrate the cell membrane of the hair, so coconut water will regenerate the hair and make it healthy and shiny

— Coconut water is high in copper, which delays the cognitive decline due to aging, and protects the nerve cells from protein plaques that have been found to contribute to the progression of Alzheimer’s disease

Therefore, start consuming this amazing and versatile healthy beverage, and reap all its health benefits!

Sources:
www.oldnaturalcures.com
draxe.com

 

SOURCE: Healthy Food House

Read Full Post »

Quali sono le proprietà della farina di banane? E come usarla?

È del tutto senza glutine, aiuta a combattere il diabete, tiene a bada il colesterolo e previene pure il rischio di sviluppare un tumore al colon: può essere considerata a tutti gli effetti un superfood, ma ancora in pochi conoscono la farina di banane, ricavata dagli scarti delle meno dolci banane verdi che vengono ridotte in polvere. Ma quali sono le proprietà della farina di banane? E come usarla?

Utilizzata moltissimo, perché più economica, in Giamaica e in alcune parti del continente africano, la farina di banane sta pian piano prendendo piede anche da noi soprattutto perché è un alimento gluten free.

Con una consistenza simile alle farine di grano più leggere, ha un sapore quasi aspro se mangiata cruda (è spesso utilizzata cruda, per esempio, come ingrediente di frullati o barrette nutrizionali, perché la cottura può ridurre il contenuto di amido resistente) e un sapore decisamente più dolce quando è cotta (richiede il 25% in meno di volume rispetto alle farine di grano).

Cos’è la farina di banane

Si tratta di un tipi di farina ottenuta dalla polverizzazione delle banane verdi considerate non adatte alla commercializzazione e che quindi verrebbero portate al macero, questo tipo di farina costituisce così anche un alimento la cui produzione tende a recuperare buona parte degli scarti che sarebbero destinati allo smaltimento come rifiuto organico. E per questo ha anche un costo inferiore rispetto alle farine tradizionali.

Ultimamente, il Cile ha sviluppato anche un metodo alternativo per la produzione di farina di banane utilizzando gli scarti di banane mature, seguendo un processo che utilizza bucce di banane eccessivamente mature in modo da aggiungere fibre alimentari.

Fu uno studio brasiliano del 2012 a mettere in luce proprio la concreta possibilità di utilizzare questo sottoprodotto dell’industria per creare un nuovo alimento completamente privo di glutine e con ottime qualità nutritive anche per i non celiaci.

Dalla stessa ricerca emerse infatti che la farina di banane possiede qualità migliori rispetto alle tradizionali paste usate per i celiaci: ha innanzitutto un bassissimo contenuto di grassi, fino al 98% in meno, e possiede un’alta quantità di sostanze antiossidanti e di fibre e amidi.

Proprietà e benefici della farina di banane

Come già detto, questo alimento non contiene glutine e ha un ridotto apporto di grassi, tale per cui la farina non risulterà mai collosa durante l’utilizzo.

In questa farina è inoltre presente un amido particolare che aiuterebbe il colesterolo e la glicemia a rimanere entro buoni limiti e l’intestino a migliorare la propria funzionalità.

Anche i soggetti affetti da diabete di tipo 2 potrebbero consumare senza rischi questo prodotto.

In buona sostanza, ecco i vantaggi della farina di banane:

1. Riduce la sensibilità all’insulina

Essendo fonte di amido resistente, la farina di banana verde può aiutare a ridurre la sensibilità all’insulina. L’amido resistente si riferisce infatti all’amido che resiste alla digestione, che non viene dunque scomposto nell’intestino tenue, ma raggiunge l’intestino crasso, dove funziona come una fibra alimentare fermentabile.

2. Può migliorare gli effetti negativi della sindrome metabolica

La sindrome metabolica non è tanto una malattia quanto un insieme di fattori di rischio che coinvolgono ipertensione, glicemia alta, obesità e alti livelli di colesterolo. Il problema è che, mentre uno qualsiasi di questi fattori è rischioso, averli tutti combinati peggiora la situazione, aumentando il rischio di diabete di circa cinque volte. E non solo: questi problemi possono causare anche malattie cardiache e ictus.

Secondo gli esperti, dal momento che l’indice glicemico della farina di banane è basso, questo alimento potrebbe anche migliorare il peso e la salute generale nei soggetti con sindrome metabolica.

3. Mantiene il colon sano e previene il tumore al colon-retto

Un colon sano richiede un intestino sano, motivo per cui probiotici e prebiotici sono così popolari oggi. Cosa c’entra questo con la farina di banana verde e l’amido resistente? Quando i batteri mangiano l’amido resistente, si produce un acido grasso a catena corta chiamato butirrato. Il butirrato è utile per le cellule che rivestono il colon perché le mantiene in salute, aiutando anche a combattere le cellule cancerose.

4. Può ridurre i livelli di colesterolo

Gli alimenti considerati una fonte di amido resistente possono aiutare a ridurre il colesterolo, il che significa che la stessa farina di banane verdi è un alimento che potrebbe aiutare a ridurre il livello di colesterolo cattivo.

5. Può aiutare a perdere peso

Mentre l’amido resistente aiuta a mantenere sotto controllo i livelli di zucchero nel sangue, può anche aiutare con la perdita di peso. La farina di banane verdi ha un volume elevato, per offre facilmente un senso di sazietà.

farina banane 2

Farina di banane verdi valori nutrizionali (fonte)

La farina di banane è una buona fonte di potassio, ma non è tutto. Una tazza di circa 100 grammi contiene circa:

  • 346 calorie
  • 88,3 grammi di carboidrati
  • 3,9 grammi di proteine
  • 1,8 grammi di grassi
  • 9,9 grammi di fibre
  • 1,5 milligrammi di potassio
  • 0,6 milligrammi di manganese
  • 108 milligrammi di magnesio
  • 0,4 milligrammi di vitamina B6
  • 0,4 milligrammo di rame
  • 0,2 mg di riboflavina
  • 2,8 mg di niacina
  • 7 milligrammi di vitamina C
  • 0,2 milligrammi di tiamina
  • 74 milligrammi di fosforo
  • 1,2 milligrammi di ferro
  • 3,9 microgrammi di selenio

Inoltre, la farina di banana verde contiene anche vitamina E, vitamina K, acido folico, calcio e zinco.

Come usare la farina di banane e dove trovarla

La farina di banane verdi ha un sapore delicato e in realtà non sa per niente di banane. Tuttavia, c’è una caratteristica molto importante che è necessario conoscere: una volta riscaldato, l’amido resistente scompare. Quindi, se volete ottenere i benefici dell’amido resistente meglio mangiare la farina di banane verdi allo stato grezzo. In questi casi è ottima aggiunta cruda a frullati o ad altre bevande fredde.

Di contro, proprio per l’amido resistente, la farina è un ottimo addensante nelle zuppe e nelle salse e in aggiunta agli smoothies.

È abbastanza facile da trovare online o in molti negozi di alimentari o negozi di alimenti naturali. Cercate sempre e comunque il biologico, assicurandovi che nulla sia stato aggiunto al prodotto, e di prendere marchi provenienti dal commercio equo e solidale.

Se state cercando idee su come incorporare nelle vostre ricette la farina di banane verdi, sul web si trovano parecchi suggerimenti per utilizzarla o sostituire gli altri ingredienti con questo tipo di farina, dai pancakes ai biscotti fino alla pasta e al pane.

FONTE: Greenme (Germana Carillo)

 

(ENGLISH VERSION)

What are the properties of banana flour? And how to use it?

It is completely gluten-free, helps fight diabetes, keeps cholesterol at bay and also prevents the risk of developing colon cancer: it can be considered a superfood in all respects, but still few know banana flour, obtained from the scraps of the less sweet green bananas that are reduced to dust. But what are the properties of banana flour? And how to use it?

Used a lot, because it is cheaper, in Jamaica and in some parts of the African continent, banana flour is slowly catching on with us too mainly because it is a gluten free food.

With a consistency similar to lighter wheat flours, it has an almost sour taste when eaten raw (it is often used raw, for example, as an ingredient in smoothies or nutritional bars, because cooking can reduce the content of resistant starch) and a taste decidedly sweeter when cooked (requires 25% less volume than wheat flour).

What is banana flour

It is a type of flour obtained from the pulverization of green bananas, which are considered unsuitable for commercialization and which would therefore be taken to the pulp, this type of flour is thus also a food whose production tends to recover most of the waste that would be destined for disposal as organic waste. And for this it also has a lower cost than traditional flours.

Recently, Chile has also developed an alternative method for producing banana flour using ripe banana waste, following a process that uses over-ripe banana skins to add dietary fiber.

It was a Brazilian study of 2012 that highlighted the real possibility of using this industry by-product to create a new food completely free of gluten and with excellent nutritional qualities even for non-celiacs.

In fact, from the same research it emerged that banana flour possesses better qualities than the traditional pastes used for coeliacs: it has first of all a very low fat content, up to 98% less, and possesses a high quantity of antioxidant and fiber substances and starches.

Properties and benefits of banana flour

As already mentioned, this food does not contain gluten and has a reduced intake of fat, such that the flour will never be sticky during use.

In this flour there is also a particular starch that would help cholesterol and blood sugar to stay within good limits and the intestine to improve its functionality.

Even people with type 2 diabetes could safely consume this product.

Basically, here are the advantages of banana flour:

1. Reduces insulin sensitivity

Being a source of resistant starch, green banana flour can help reduce insulin sensitivity. Indeed, resistant starch refers to the starch that resists digestion, which is therefore not broken down into the small intestine, but reaches the large intestine, where it functions as a fermentable food fiber.

2. It can improve the negative effects of the metabolic syndrome

Metabolic syndrome is not so much a disease as a set of risk factors involving high blood pressure, high blood sugar, obesity and high cholesterol levels. The problem is that while any of these factors is risky, having them all combined worsens the situation, increasing the risk of diabetes by about five times. And not only: these problems can also cause heart disease and stroke.

According to experts, since the glycemic index of banana flour is low, this food could also improve overall weight and health in individuals with metabolic syndrome.

3. Maintains healthy colon and prevents colorectal cancer

A healthy colon requires a healthy bowel, which is why probiotics and prebiotics are so popular today. What does this have to do with green banana flour and resistant starch? When bacteria eat resistant starch, a short-chain fatty acid called butyrate is produced. Butyrate is useful for cells that coat the colon because it keeps them healthy, also helping to fight cancer cells.

4. It can reduce cholesterol levels

Foods considered a source of resistant starch can help reduce cholesterol, which means that green banana flour itself is a food that could help reduce bad cholesterol levels.

5. It can help you lose weight

While resistant starch helps keep blood sugar levels in check, it can also help with weight loss. Green banana flour has a high volume, for it easily offers a sense of satiety.

Green banana flour nutritional values ​​(source)

Banana flour is a good source of potassium, but that’s not all. A cup of about 100 grams contains about:

346 calories
88.3 grams of carbohydrates
3.9 grams of protein
1.8 grams of fat
9.9 grams of fiber
1.5 milligrams of potassium
0.6 milligrams of manganese
108 milligrams of magnesium
0.4 milligrams of vitamin B6
0.4 milligram of copper
0.2 mg of riboflavin
2.8 mg of niacin
7 milligrams of vitamin C
0.2 milligrams of thiamine
74 milligrams of phosphorus
1.2 milligrams of iron
3.9 micrograms of selenium
In addition, green banana flour also contains vitamin E, vitamin K, folic acid, calcium and zinc.

How to use banana flour and where to find it

Green banana flour has a delicate taste and actually does not know anything about bananas. However, there is a very important feature that you need to know: once heated, the resistant starch disappears. So, if you want to get the benefits of resistant starch, it’s better to eat raw green banana flour. In these cases it is an excellent raw addition to smoothies or other cold drinks.

On the other hand, because of the resistant starch, flour is an excellent thickener in soups and sauces and in addition to smoothies.

It is quite easy to find online or in many grocery stores or health food stores. Always look for organic, making sure that nothing has been added to the product, and to take brands from fair trade.

If you are looking for ideas on how to incorporate green banana flour into your recipes, there are several tips on the web for using it or replacing the other ingredients with this type of flour, from pancakes to biscuits to pasta and bread.

 

SOURCE: Greenme (Germana Carillo)

Read Full Post »

La melagrana è uno dei frutti più salutari e più curativi oggi disponibili.

 

Sono ricchi di vitamina C, K, complesso B e minerali come calcio e potassio.

I melograni sono un eccellente alimento per perdere peso e anche a beneficio del corpo aumentando il sistema immunitario, migliorando la circolazione e offrendo protezione dal cancro e dalla malattia di Alzheimer.

I melograni sono ricchi di antiossidanti e in particolare di quello chiamato Punicalagina che ha dimostrato di ridurre efficacemente i rischi di malattie cardiache eliminando i radicali liberi dannosi dal corpo. Punicalagina ha anche potenti proprietà antimicrobiche che rendono i melograni fantastici per scongiurare infezioni batteriche e virali.

I melograni agiscono come un’aspirina naturale nel corpo e aiutano a prevenire i coaguli di sangue. I melograni sono anche il perfetto “cibo per il cervello” poiché aiutano ad aumentare la funzione cognitiva e il ricordo.

I melograni sono anche ottimi per le articolazioni e possono aiutare a prevenire il deterioramento della cartilagine che li rende essenziali per la prevenzione dell’osteoartrosi.

I melograni contengono potenti composti anti-infiammatori che li rendono un alimento altamente benefico per quelli con malattie autoimmuni come fibromialgia, BPCO, borsite, malattia di Lyme, artrite reumatoide, sindrome da stanchezza cronica e lupus.

Consumare i melograni o il loro succo ogni giorno ha dimostrato di proteggere efficacemente contro

  • il diabete,
  • il linfoma,
  • le infezioni del tratto urinario e
  • il cancro al seno, al colon, ai polmoni e alla prostata.

È stato anche dimostrato che il succo di melograno mantiene stabili i livelli di PSA negli uomini, riducendo così la necessità di ulteriori trattamenti come la terapia ormonale o la chemioterapia.

I melograni hanno anche dimostrato di aiutare a ridurre il colesterolo LDL (cattivo) e aumentare il colesterolo HDL (buono) e abbassare la pressione sanguigna sistolica per coloro che ne hanno bisogno.

Il succo di melograno è eccellente per la salute dentale e ha dimostrato di prevenire naturalmente la placca dentale e le malattie gengivali.

L’olio di semi di melograno è un’ottima fonte di acidi grassi essenziali e può essere assunto internamente o applicato localmente sulla pelle per aiutare a migliorare l’elasticità della pelle, il tono della pelle e le condizioni della pelle come eczema, psoriasi e scottature solari.

È anche eccellente per rivitalizzare i capelli e proteggerli dai danni.

I melograni, i loro semi e il loro succo possono essere trovati al supermercato o al tuo negozio di alimenti naturali.

 

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Pomegranates are one of the healthiest and most healing fruits available today. They are rich in vitamin C, K, B-complex and minerals such as calcium, and potassium. Pomegranates are an excellent weight loss food and also benefit the body by boosting the immune system, improving circulation, and offering protection from cancer and Alzheimer’s disease. 

Pomegranates are packed with antioxidants and particularly one called Punicalagin which has been shown to effectively reduce the risks of heart disease by scavenging harmful free radicals from the body. Punicalagin also has potent anti-microbial properties making pomegranates fantastic in warding off bacterial and viral infections. 

Pomegranates act like a natural aspirin in the body and help to prevent blood clots. Pomegranates are also the perfect “brain food” as they help to increase cognitive function and memory recall. Pomegranates are also great for joints and may help to prevent cartilage deterioration making them essential for the prevention of osteoarthritis. 

Pomegranates contain powerful anti-inflammatory compounds which makes them a highly beneficial food for those with autoimmune disorders such as fibromyalgia, COPD, bursitis, Lyme disease, rheumatoid arthritis, Chronic Fatigue Syndrome, and lupus. Consuming pomegranates or their juice daily has been shown to effectively protect against diabetes, lymphoma, urinary tract infections, and breast, colon, lung, and prostate cancer. 

Pomegranate juice has also been shown to keep PSA levels stable in men thereby reducing the need for further treatments such as hormone therapy or chemotherapy. Pomegranates have also been shown to help lower LDL (bad) cholesterol and raise HDL (good) cholesterol as well as lowering systolic blood pressure for those who need it. 

Pomegranate juice is excellent for dental health and has been shown to naturally prevent dental plaque and gum disease. Pomegranate seed oil is an excellent source of essential fatty acids and can be taken internally or applied topically to the skin to help improve skin elasticity, skin tone, and skin conditions such as eczema, psoriasis, and sunburn. 

It is also excellent for revitalizing hair and protecting it from damage. Pomegranates, their seeds, and juice can all be found at the supermarket or your local health food store.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Mentre le mele sono roba della leggenda, i loro parenti stretti, le  pere sono considerate meno interessanti.

 

Le persone spesso associano le pere con la loro forma insipida o con rari dessert caramellati. Al di là di questo, le pere non sono presenti nei pensieri quotidiani di molte persone. Nella parte posteriore della nostra mente, sappiamo che esistono, e questo è tutto. Lo stesso vale per il pancreas: siamo consapevoli del fatto che ognuno di noi ha questa ghiandola, ma a meno che non si sviluppi un problema, ricordiamo a malapena che è lì. Nel frattempo, il pancreas prende gran parte dello stress del corpo. E a volte abusiamo del pancreas senza nemmeno rendercene conto mangiando una combinazione di cibi fritti, piatti ricchi, troppo zucchero da tavola o dessert ricchi di grassi. Il crepacuore, la delusione, il tradimento e altre forme di fiducia tradita, così come la paura di ogni tipo, sono anche difficili per il pancreas.

Per la protezione del pancreas e l’assistenza allo stress, dobbiamo rivolgerci alla pera. Questo frutto trascurato aiuta a ringiovanire questa ghiandola trascurata e esagerata, alleviando la pancreatite e aiutando a prevenire il cancro del pancreas.

Le pere sono anche sorprendenti per altri aspetti della digestione. Agiscono come

  • un antispasmodico; aiutare a lenire i rivestimenti dello stomaco e del tratto intestinale;
  • nutrire batteri benefici;
  • affama e uccidi batteri improduttivi, parassiti e funghi;
  • aumentare l’acido cloridrico nello stomaco;
  • aiutare a prevenire tumori intestinali e dello stomaco;
  • e ridurre gli acidi cattivi prodotti da muco e agenti patogeni come H. pylori.
  • Inoltre ripristinano le fodere nell’intestino che sono state danneggiate e rese callose dai batteri.

I piccoli granuli nella carne di una pera sono carichi di sostanze fitochimiche, tracce di minerali e amminoacidi come la valina, l’istidina, la treonina e la lisina. I minerali in traccia e gli amminoacidi si combinano e bloccano veleni nel corpo come i pesticidi, espellendoli dal tuo sistema. Tracciare i sali minerali rendono il succo di pera ad alto contenuto di elettroliti, che stabilizza lo zucchero nel sangue. Inoltre, le pere sono un ottimo alimento per la perdita di peso e il paradiso viene inviato per il fegato, aiutando a purificare l’organo e a fermare la cirrosi. Porta le pere nella tua vita e vedrai che sono tutt’altro che noiose.

Condizioni

Se hai una delle seguenti condizioni, prova a portare pere nella tua vita:

Pancreatite; cancro del pancreas; cancro al fegato; diabete; avvelenamento del cibo; ernia iatale; malattia da reflusso gastroesofageo (GERD); eccessiva crescita batterica intestinale (SIBO); infezione intestinale da H. pylori, E. coli, Salmonella, Streptococco e / o muffa; cirrosi epatica; epatite A; epatite B; epatite C; epatite D; infezioni fungine; cancro allo stomaco; cancro esofageo; diverticolite; diverticolosi; scandole; herpes; emicranie; disturbo ossessivo-compulsivo (DOC); ipoglicemia

Sintomi

Se hai uno qualsiasi dei seguenti sintomi, prova a portare pere nella tua vita:

Reflusso acido, colesterolo alto, fegato pigro, fegato disfunzionale, calore del fegato, ristagno di fegato, gas, gonfiore, stitichezza, gastrite, disturbi gastrici, allergie alimentari, mal di stomaco, infiammazione intestinale, tessuto cicatriziale intestinale, aderenze, resistenza all’insulina, spasmi intestinali, infiammazione del pancreas, infiammazione dell’appendice, aumento di peso, pelle infiammata, diarrea

Supporto emotivo

Un pancreas e un fegato sovraccarichi, sovraccarichi e surriscaldati sono spesso dietro le emozioni instabili di qualcuno come frustrazione, irritazione, disagio o mancanza di pace. Le pere sono il cibo ideale per porre rimedio a questa situazione, perché sono l’ultimo tonico rinfrescante, specialmente per il fegato e il pancreas.

Lezione spirituale

La semplicità della pera è una lezione per tutti noi. Ecco un frutto che non è affatto complicato, non appariscente, esotico, difficile da trovare, né difficile da mangiare, e che non riduce il suo potere di un’oncia. Le pere, delicate, senza pretese e silenziosamente belle, possono prendersi cura del proprio corpo in un modo particolare che nessun altro frutto può. Ci insegnano che non dobbiamo gridare per l’attenzione o sederci nel risentimento per non essere notati. Anche noi possiamo aggrapparci al nostro vero io e possedere pienamente il nostro potere senza alcun bisogno di spettacolo.

Suggerimenti

• Ogni fase del processo di maturazione della pera ha valore. Quando una pera è dura e croccante, significa che il suo contenuto di fibre è alto, che abbassa il colesterolo cattivo e spazza via il muco, i patogeni e altri detriti dal tratto intestinale. Le fettine di pera croccanti sono un’ottima aggiunta alle insalate. Quando una pera è morbida e succosa, i suoi livelli di glucosio sono più alti, ed è molto facile da digerire. La pera matura e matura è un alimento ideale per chi si sta riprendendo da un’intossicazione alimentare o da un’altra circostanza che l’ha impedita di mangiare.

• Le pere vanno consumate al meglio tra colazione e pranzo o nel tardo pomeriggio (poco prima di cena). Agiscono come un soppressore dell’appetito e un tonico allo stomaco per impedirti di bramare dolci o di mangiare troppo durante i pasti.

• Come sostituto della mela, prova la pera matura nelle tue fresche miscele di succo verde.

Pere al forno alla cannella con noci tostate

Perle tenere con sciroppo d’acero caldo e noci tostate, questo piatto è confortevole e perfetto per le fredde giornate invernali. L’aroma della cottura alla cannella nel forno riempirà tutta la casa di calore, e il risultato finale lascerà tutti a proprio agio e pieno. Questi sono incredibilmente semplici da realizzare e un grande successo con bambini e adulti.

  • 4 pere, qualsiasi varietà
  • 2 cucchiai di sciroppo d’acero
  • 1/4 tazza di noci tritate
  • 1/2 cucchiaino di cannella

Preriscaldare il forno a 350 ° F. Affettare le pere a metà longitudinalmente e togliere i semi. Disporre le metà della pera a faccia in su su una teglia. Irrorare ogni metà di pera con lo sciroppo d’acero, passandoci sopra la faccia della pera e lasciandone un po ‘al centro. Dividere le noci uniformemente nei centri delle pere e cospargere di cannella sulla parte superiore di ciascuna. Cuocere per 20-30 minuti, fino a quando le pere sono tenere e cotte. Servi caldo dal forno e divertiti!

Rende da 2 a 4 porzioni

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

While apples are the stuff of legend, their close relatives, pears, are considered ho-hum. People often associate pears with their bland canned form, or with rare caramelized desserts; beyond that, pears don’t factor into most people’s daily thoughts. In the back of our minds, we know they exist, and that’s about it. Same with the pancreas: We’re aware that we each have this gland, yet unless it develops an issue, we barely register that it’s there. Meanwhile, the pancreas takes much of the body’s stress. And sometimes we abuse the pancreas without even realizing it by eating a combination of fried foods, rich dishes, too much table sugar, or high-fat desserts. Heartbreak, letdown, betrayal, and other forms of broken trust, as well as fear of any kind, are also hard on the pancreas.

For pancreas protection and stress assistance, we must turn to the pear. This neglected fruit helps rejuvenate this neglected and overtaxed gland, alleviating pancreatitis and helping to prevent pancreatic cancer. Pears are also amazing for other aspects of digestion. They act as an antispasmodic; help to soothe the linings of the stomach and intestinal tract; feed beneficial bacteria; starve and kill unproductive bacteria, parasites, and fungus; raise hydrochloric acid in the stomach; help prevent intestinal and stomach cancers; and reduce the bad acids produced by mucus and pathogens such as H. pylori. They also restore linings in the gut that have become damaged and calloused from bacteria.

The little granules in a pear’s flesh are loaded with phytochemicals, trace minerals, and amino acids such as valine, histidine, threonine, and lysine. The trace minerals and amino acids combine and lock onto poisons in the body such as pesticides, expelling them from your system. Trace mineral salts make pear juice high in electrolytes, which stabilizes blood sugar. Plus, pears are a great weight-loss food and heaven-sent for the liver, helping to cleanse and purify the organ and stop cirrhosis. Bring pears into your life, and you’ll see that they’re anything but boring.

Conditions

If you have any of the following conditions, try bringing pears into your life:
Pancreatitis; pancreatic cancer; liver cancer; diabetes; food poisoning; hiatal hernia; gastroesophageal reflux disease (GERD); small intestinal bacterial overgrowth (SIBO); intestinal infection of H. pylori, E. coli, Salmonella, Streptococcus, and/or mold; cirrhosis of the liver; hepatitis A; hepatitis B; hepatitis C; hepatitis D; fungal infections; stomach cancer; esophageal cancer; diverticulitis; diverticulosis; shingles; herpes; migraines; obsessive-compulsive disorder (OCD); hypoglycemia

Symptoms

If you have any of the following symptoms, try bringing pears into your life:
Acid reflux, high cholesterol, sluggish liver, dysfunctional liver, liver heat, liver stagnation, gas, bloating, constipation, gastritis, gastric distress, food allergies, upset stomach, intestinal inflammation, intestinal scar tissue, adhesions, insulin resistance, intestinal spasms, pancreas inflammation, appendix inflammation, weight gain, inflamed skin, diarrhea

Emotional Support

An overburdened, overstressed, and overheated pancreas and liver are often behind someone’s unsettled emotions such as frustration, irritation, uneasiness, or lack of peace. Pears are the ideal food to remedy this situation, because they are the ultimate cooling tonic, especially for the liver and pancreas.

Spiritual Lesson

The pear’s simplicity is a lesson for us all. Here’s a fruit that’s not complicated in the least, not flashy, exotic, hard to find, nor hard to eat—and that doesn’t reduce its power by one ounce. Gentle, unassuming, and quietly beautiful, pears can care for your body in a particular manner that no other fruit can. They teach us that we don’t have to cry out for attention or sit in resentment of not being noticed. We, too, can hold on to our true selves and fully possess our power without any need for show.

Tips
• Each phase of a pear’s ripening process has value. When a pear is hard and crunchy, that means its fiber content is high, which lowers bad cholesterol and sweeps out mucus, pathogens, and other debris from the intestinal tract. Crunchy pear slices are a great addition to salads. When a pear is soft and juicy, its glucose levels are higher, and it’s very easy to digest. Blended, ripe pear is an ideal food for someone recovering from food poisoning or another circumstance that kept her or him from eating.

• Pears are best eaten between breakfast and lunch, or in the late afternoon (shortly before dinner). They act as an appetite suppressant and stomach tonic to prevent you from craving sweets or overeating at meals.

• As a substitute for apple, try ripe pear in your fresh green-juice blends.

Cinnamon Baked Pears with Toasted Walnuts

Tender pears filled with warm maple syrup and toasted walnuts—this dish is comforting and perfect for chilly winter days. The aroma of the cinnamon baking in the oven will fill the whole house with warmth, and the end result will leave everyone feeling cozy and full. These are incredibly simple to make and a big hit with kids and adults alike.

4 pears, any variety
2 tablespoons maple syrup
1/4 cup chopped walnuts
1/2 teaspoon cinnamon

Preheat the oven to 350°F. Slice the pears in half lengthwise and remove the seeds. Arrange the pear halves face up on a baking tray. Drizzle each pear half with maple syrup, brushing over the face of the pear and leaving some inside the center. Divide the walnuts evenly into the centers of the pears and sprinkle cinnamon over the top of each. Bake for 20 to 30 minutes, until the pears are tender and cooked through. Serve warm from the oven and enjoy!

Makes 2 to 4 servings

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

Mai sottovalutare il potere di una mela. Le proprietà antinfiammatorie di questo frutto lo rendono un ottimo toccasana quando si ha a che fare praticamente con qualsiasi malattia.

 

Encefalite (infiammazione del cervello), IBS (infiammazione intestinale) e infezione virale (che può causare infiammazione dei nervi) sono solo alcune delle condizioni in cui le mele possono giocare il ruolo nutrizionale importante per calmare il sistema riducendo i carichi virali e batterici che creano infiammazione .

I fitochimici nelle mele li rendono un vero alimento per il cervello, alimentando i neuroni e aumentando l’attività elettrica. Le mele con la pelle rossa contengono antociani e persino tracce di malvidina (un tipo di antocianidina), che sono parzialmente responsabili del colore rosso.

Questi pigmenti hanno proprietà anti-obesità e composti che aumentano la forza digestiva, favorendo la perdita di peso.

Le mele hanno anche tracce di flavonoidi, rutina e quercidina-fitochimici responsabili della disintossicazione da metalli pesanti e radiazioni, così come gli aminoacidi glutammina e serina, che aiutano a disintossicare il cervello del glutammato monosodico. Questo frutto aiuta a purificare e purificare gli organi, migliorare la circolazione nel sistema linfatico, riparare la pelle danneggiata e regolare lo zucchero nel sangue.

Le mele sono l’ultimo detergente del colon. Mentre la pectina di una mela si muove attraverso l’intestino, raccoglie e libera il tuo corpo di microbi come batteri, virus, lievito e muffe. Raccoglie ed espelle anche proteine ​​e detriti putridi e impattati che si nascondono nelle tasche intestinali e alimentano colonie di batteri nocivi come E. coli e C. difficile.

Questo rende le mele un eccellente antiproliferativo per la cura della SIBO (proliferazione batterica dei piccoli intestinali) e di altri disturbi digestivi. Le mele idratano anche a livello cellulare profondo. Forniscono preziosi oligoelementi come manganese e molibdeno, così come elettroliti e sali minerali critici che aiutano il corpo a reidratarsi dopo l’esercizio o lo stress di qualsiasi tipo.

Condizioni

Se hai una delle seguenti condizioni, prova a portare mele nella tua vita:

Malattia renale, epatopatia, morbo di Alzheimer, artrite, disturbi convulsivi, sclerosi multipla (SM), patologie tiroidee, ipoglicemia, diabete, attacco ischemico transitorio (TIA), infezioni del tratto urinario (UTI), stanchezza surrenalica, emicrania, fuoco di Sant’Antonio, esposizione alle muffe , disturbo ossessivo-compulsivo (OCD), osteomielite, disturbo da deficit di attenzione / iperattività (ADHD), autismo, disturbo da stress post-traumatico (PTSD), acne, sclerosi laterale amiotrofica (SLA), malattia di Lyme, obesità, piccola crescita eccessiva batterica intestinale (SIBO), ansia, tinnito, infezione virale, vertigini

Sintomi

Se hai uno qualsiasi dei seguenti sintomi, prova a portare mele nella tua vita:

Suoneria o ronzio nelle orecchie, neuropatia diabetica, vertigini, rotazioni di stanza, problemi di equilibrio ed equilibrio, palpitazioni cardiache, reflusso acido, ipoglicemia e altri squilibri di zucchero nel sangue, carenze minerali, odore corporeo, sintomi della sindrome premestruale (PMS), dolori alle costole, affaticamento, gonfiore, gas, stitichezza, nervosismo, ansia, spalla congelata, aumento di peso, mal di schiena, occhi sfocati, nebbia cerebrale, dolore corporeo, confusione, dolore all’orecchio, rigidità del corpo, infiammazione del cervello, forfora, sintomi della menopausa

Supporto emotivo

La mela è un cibo antico che ci riporta alla fonte. È uno dei primissimi alimenti ad averci consolato, e quindi le mele ci connettono a un senso di santità. Questo li rende ideali per quando ti senti depresso, alienato, invalido, impotente, inutile, senza valore – hai un’idea. Se arriva il momento in cui senti di non essere riconosciuto, mangiare mele può aiutarti a cambiare rotta.

Le mele aprono una parte di te e cambiano l’energia dentro e intorno a te per attrarre cose più felici e più luminose. Possono riportare la tua vitalità, elevarti, alleggerire il tuo spirito e renderti più energico. Questo perché per migliaia di anni abbiamo conservato le mele per aiutarci nei mesi invernali. Il frutto è un raggio di speranza che ci mette in contatto con la bella vita. È instillato nei nostri corpi che quando il mondo esterno sembra tetro, una mela può ricollegarci alla vita, alla rinascita, alla luce del sole e all’ora legale.

Lezione spirituale

Le mele ci insegnano a non farci scottare dal gelo dell’insensibilità degli altri. A differenza delle colture che rischiano di danneggiare le temperature autunnali, molte varietà di mele continuano a crescere e a maturare nei mesi più freddi, protette dalla loro pelle resistente al gelo. Quando una fronte freddo di un amico, un amante o un collega ti viene incontro, fai attenzione alla mela e disegna uno scudo protettivo intorno a te finché le condizioni non migliorano.

Suggerimenti

* Le mele dalla pelle rossa con il maggior numero di colori sono le migliori.

* Prova a mangiare tre mele al giorno. Se ti impegni a questa routine, potresti vedere migliorare la tua salute in modi imprevisti.

* Almeno una volta all’anno, vai in un frutteto biologico che ti permette di raccogliere le mele da solo. Come ho discusso in dettaglio nel mio primo libro, la pelle di prodotti freschi, non lavati, e senza antiparassitari e privi di cera contiene microrganismi elevati che sono fondamentali per la salute del vostro intestino e del sistema immunitario. L’atto di raccogliere frutti è anche una delle meditazioni più potenti e fondanti che esistano.

 

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Never underestimate the power of an apple. This fruit’s anti-inflammatory properties make it a top pick when you’re faced with practically any illness. Encephalitis (brain inflammation), IBS (intestinal inflammation), and viral infection (which can result in nerve inflammation) are just a few conditions in which apples can play the critical nutritional role of calming your system by reducing viral and bacterial loads that create inflammation.

The phytochemicals in apples make them a true brain food, feeding neurons and increasing electrical activity. Apples with red skin contain anthocyanins and even traces of malvidin (a type of anthocyanidin), which are partially responsible for the red color. These pigments have anti-obesity properties and compounds that increase digestive strength, encouraging weight loss. Apples also have traces of flavonoids, rutin, and quercidin—phytochemicals that are responsible for heavy metal and radiation detoxification—as well as the amino acids glutamine and serine, which help detoxify the brain of MSG. This fruit helps cleanse and purify the organs, improve circulation in your lymphatic system, repair damaged skin, and regulate blood sugar.

Apples are the ultimate colon cleanser. As the pectin from an apple moves through your gut, it collects and rids your body of microbes such as bacteria, viruses, yeast, and mold. It also gathers and expels putrefied, impacted protein and debris that’s been hiding in intestinal pockets and feeding colonies of harmful bacteria such as E. coli and C. difficile. This makes apples an excellent antiproliferative for healing SIBO (small intestinal bacterial overgrowth) and other digestive disorders. Apples are also hydrating on a deep, cellular level. They provide precious trace minerals such as manganese and molybdenum, as well as electrolytes and critical mineral salts that help the body rehydrate after exercise or stress of any kind.

Conditions

If you have any of the following conditions, try bringing apples into your life:

Kidney disease, liver disease, Alzheimer’s disease, arthritis, seizure disorders, multiple sclerosis (MS), thyroid disease, hypoglycemia, diabetes, transient ischemic attack (TIA), urinary tract infections (UTIs), adrenal fatigue, migraines, shingles, mold exposure, obsessive-compulsive disorder (OCD), osteomyelitis, attention-deficit/hyperactivity disorder (ADHD), autism, post-traumatic stress disorder (PTSD), acne, amyotrophic lateral sclerosis (ALS), Lyme disease, obesity, small intestinal bacterial overgrowth (SIBO), anxiety, tinnitus, viral infection, vertigo

Symptoms

If you have any of the following symptoms, try bringing apples into your life:

Ringing or buzzing in the ears, diabetic neuropathy, dizzy spells, room spins, balance and equilibrium issues, heart palpitations, acid reflux, hypoglycemia and other blood sugar imbalances, mineral deficiencies, body odor, premenstrual syndrome (PMS) symptoms, rib pain, fatigue, bloating, gas, constipation, nervousness, anxiousness, frozen shoulder, weight gain, back pain, blurry eyes, brain fog, body pain, confusion, ear pain, body stiffness, brain inflammation, dandruff, menopause symptoms

Emotional Support

The apple is an ancient food that brings us back to the source. It is one of the very first foods to have comforted us, and so apples connect us to a sense of sanctuary. This makes them ideal for when you’re feeling depressed, alienated, invalid, powerless, useless, worthless—you get the idea. If the time ever comes when you feel you aren’t being validated, eating apples can help change your course.

Apples open up a part of you and change the energy within and around you to attract happier and brighter things. They can bring back your vibrancy, elevate you, lighten your spirit, and make you more energetic. This is because for thousands of years, we’ve stored apples to get us through the winter months. The fruit is a ray of hope that puts us in touch with the good life. It’s instilled in our bodies that when the outside world seems bleak, an apple can reconnect us to life, rebirth, sunlight, and summertime.

Spiritual Lesson

Apples teach us not to get burned by the frost of insensitivity from others. Unlike crops that risk damage from autumn temperatures, many apple varieties continue to grow and ripen through the cooler months, protected by their frost-resistant skin. When a cold front from a friend, lover, or colleague comes upon you, take heed from the apple and draw a protective shield around yourself until conditions improve.

Tips

* Red-skinned apples with the most color are best.

* Try eating three apples a day. If you commit to this routine, you could see your health improve in unexpected ways.

* At least once a year, go to an organic orchard that allows you to pick apples yourself. As I discussed in further detail in my first book, the skin of fresh, unwashed, pesticide- and wax-free produce contains elevated microorganisms that are critical to the health of your gut and immune system. The act of picking fruit is also one of the most powerful, grounding meditations that exists.

 

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

La papaya migliora l’aspetto della pelle, è un alleato naturale delle tue arterie, contrasta i segni dell’invecchiamento e aiuta contro virus e batteri.

 

Originaria dell’America Centrale, la Carica papaya appartiene alla famiglia delle Caricacee ed è comunemente conosciuta con il nome di papaya, usato per indicare sia la pianta sia il frutto. Fra gli indigeni era nota come “frutto della vitalità”, per le sue caratteristiche energizzanti e toniche; il navigatore portoghese Vasco da Gama la definiva “albero d’oro dell’eterna giovinezza”, sorpreso dalle proprietà benefiche evidenti sulla pelle delle donne che la utilizzavano. Vitamine, sali minerali e antiossidanti rendono la papaya utilissima per mantenere giovane mente e corpo, favorendo la disintossicazione di tutto l’organismo.

Papaya, una miniera di antiossidanti, vitamine e flavonoidi

La papaya è ricchissima di vitamina C, è una miniera di antiossidanti (come il selenio), flavonoidi, tocoferolo (vitamina E) e provitamina A, che l’organismo trasforma in vitamina A. I carotenoidi di cui è straricco questo frutto, insieme ad altre sostanze antiage, proteggono le cellule dai radicali liberi responsabili di rughe, macchie e altri segni di invecchiamento cutaneo.

La papaya rivitalizza con una pioggia di minerali ed enzimi

Dalla papaya si ottiene un succo ricco di papaina, un enzima capace di “digerire” le proteine alimentari, migliorando e regolarizzando i processi digestivi. La papaina ha le medesime proprietà della pepsina, enzima fondamentale per la digestione delle proteine: l’enzima della papaya alleggerisce così l’attività epatica e riduce la produzione di metaboliti di difficile digestione. Se le proteine non sono digerite correttamente, possono favorire l’insorgere artrite, stipsi, diabete, ipertensione e altre condizioni di salute correlate. L’azione benefica sul cuore è invece data dalla sua capacità di riduzione del colesterolo cattivo, grazie a fibre ed enzimi. Consumare papaya aiuta a tenere pulite le arterie e, grazie al potassio, regolarizza naturalmente la pressione arteriosa.

La papaya contrasta i segni del tempo

La vitamina E, presente nella papaya, è considerata il migliore antiage naturale. Ma è anche il licopene del frutto che agisce in tal senso: questa sostanza, che appartiene ai carotenoidi (pigmenti giallo-viola molto diffusi nei vegetali), combatte i radicali liberi e contrasta l’invecchiamento, favorendo la rigenerazione cellulare.

Depura e prolunga il senso di pienezza dopo i pasti

Spesso la fame nervosa nasce da uno stato di intossicazione latente. La papaya, fonte di antiossidanti, aiuta a ristabilire l’equilibrio acido-base facendolo virare verso l’alcalinità, grazie alla papaina. Risultato? Ci sentiamo meno gonfi e meno affamati. E poi un etto di papaya ha solo 43 calorie e un’alta percentuale di acqua. L’alto contenuto d’acqua della polpa garantisce dunque al frutto una funzione diuretica e drenante, rendendolo ideale anche nelle diete. La sua azione depurativa è fondamentale per combattere il ristagno dei liquidi in eccesso, causa dell’accumulo di tossine e scorie, e anticamera di pelle a buccia d’arancia e cellulite.

Rafforza vene e capillari

Tra le principali proprietà dei flavonoidi della papaya c’è quella di rafforzare i capillari sanguigni e mantenere la loro permeabilità. Dunque la papaya aiuta a contrastare l’insufficienza venosa e la fragilità capillare. Il suo consumo può risultare particolarmente utile anche in caso di vene varicose ed emorroidi.

Con la papaya alt a virus e batteri

L’elevata quantità di vitamina C presente nella papaya la rende un valido rimedio contro diversi disturbi d’origine virale, come l’influenza, e ne fa un efficace trattamento preventivo contro i malanni da raffreddamento. Come evidenziato da alcuni ricercatori dell’Agriculture and Agribusiness Department dell’Università di Karachi, in Pakistan, questo frutto è in grado di prevenire le disfunzioni renali e liberare l’intestino dai germi. In Nigeria per esempio è stato possibile liberare il 76,7 per cento dei bambini da vermi e batteri nocivi intestinali grazie a questo frutto.

Papaya: guida all’acquisto

Nelle zone tropicali, la papaya cresce e viene raccolta tutto l’anno, quindi non ha una vera e propria stagionalità. Ma la produzione è influenzata dall’alternanza di periodi secchi, che sviluppa frutti più dolci e zuccherini e quindi più arancioni, e di periodi piovosi, in cui i frutti sono più verdi. Come scegliere una papaya davvero buona? Se il frutto viene staccato dalla pianta ancora acerba non procede con la maturazione. Per evitare di incorrere quindi in una papaya poco matura dal gusto poco dolce, asprigno e poco piacevole al palato, con la fastidiosa sensazione che “lega i denti” come una banana ancora verde, scegli frutti dalla buccia che vira verso un bel giallo scartando quelli ancora molto verdi. Inoltre, leggi bene l’etichetta e prediligi un frutto arrivato nei nostri mercati per via aerea e non marittima (garanzia di qualità). Conservala a temperatura ambiente e non in frigorifero perché, come tutti i frutti tropicali, sopporta male il freddo.

Ecco i primi criteri da seguire

  1. Se la buccia tende all’arancio-rossastro ed è morbida al tatto, il frutto è in un buono stato di maturazione e va consumato nel giro di pochi giorni.
  2. Se è troppo rossa o se il dito sprofonda, spaccando la buccia fino a toccare la polpa, la papaya è troppo matura.
  3. Se appare verde, ma con delle macchioline gialle occorrono ancora alcuni giorni (a temperatura ambiente) prima di poterla consumare.
  4. Se ha la buccia molto verde ed è molto dura al tatto, va evitata perché colta troppo acerba.

 

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

Papaya improves the appearance of the skin, is a natural ally of your arteries, counteracts the signs of aging and helps against viruses and bacteria

Native to Central America, Carica papaya belongs to the family of the Caracee and is commonly known as papaya, used to indicate both the plant and the fruit. Among the natives it was known as “fruit of vitality”, due to its energizing and tonic characteristics; the Portuguese navigator Vasco da Gama called it “golden tree of eternal youth”, surprised by the beneficial properties evident on the skin of the women who used it. Vitamins, mineral salts and antioxidants make the papaya very useful to keep young mind and body, favoring the detoxification of the whole body.

Papaya, a mine of antioxidants, vitamins and flavonoids

Papaya is rich in vitamin C, is a mine of antioxidants (such as selenium), flavonoids, tocopherol (vitamin E) and provitamin A, which the body transforms into vitamin A. The carotenoids of which this fruit is overflowing, together with other anti-aging substances, protect cells from free radicals responsible for wrinkles, blemishes and other signs of skin aging.

Papaya revitalizes with a shower of minerals and enzymes

Papaya produces a juice rich in papain, an enzyme capable of “digesting” food proteins, improving and regularizing the digestive processes. Papain has the same properties as pepsin, a fundamental enzyme for protein digestion: the papaya enzyme thus lightens liver activity and reduces the production of metabolites that are difficult to digest. If proteins are not properly digested, they can promote arthritis, constipation, diabetes, hypertension and other related health conditions. The beneficial action on the heart is instead given by its ability to reduce bad cholesterol, thanks to fibers and enzymes. Consuming papaya helps keep arteries clean and, thanks to potassium, naturally regulates blood pressure.

Papaya contrasts the signs of aging

Vitamin E, present in papaya, is considered the best natural anti-aging. But it is also the lycopene of the fruit that acts in this sense: this substance, which belongs to the carotenoids (yellow-violet pigments very common in vegetables), fights free radicals and fights aging, promoting cell regeneration.

It purifies and prolongs the sense of fullness after meals

Often nervous hunger arises from a state of latent intoxication. Papaya, a source of antioxidants, helps to restore the acid-base balance making it turn towards alkalinity, thanks to papain. Result? We feel less swollen and less hungry. And then a pound of papaya has only 43 calories and a high percentage of water. The high water content of the pulp therefore guarantees the fruit a diuretic and draining function, making it ideal also for diets. Its purifying action is essential to combat the stagnation of excess fluids, the cause of the accumulation of toxins and waste, and the antechamber of skin with orange peel and cellulite.

Strengthens veins and capillaries

Among the main properties of papaya flavonoids is that of strengthening the blood capillaries and maintaining their permeability. Therefore the papaya helps to counteract venous insufficiency and capillary fragility. Its consumption can be particularly useful also in case of varicose veins and hemorrhoids.

With papaya alt a virus and bacteria

The high amount of vitamin C present in the papaya makes it a valid remedy for various disorders of viral origin, such as influenza, and makes it an effective preventive treatment against cooling illnesses. As highlighted by some researchers from the Agriculture and Agribusiness Department of the University of Karachi, in Pakistan, this fruit is able to prevent kidney dysfunctions and free the gut from germs. In Nigeria for example it was possible to free 76.7 percent of children from worms and intestinal harmful bacteria thanks to this fruit.

Papaya: buying guide

In tropical areas, papaya grows and is harvested throughout the year, so it has no real seasonality. But the production is influenced by the alternation of dry periods, which develops sweeter and sugary fruits and therefore more orange, and of rainy periods, in which the fruits are greener. How to choose a really good papaya? If the fruit is detached from the still unripe plant it does not proceed with maturation. To avoid incurring therefore in an unripe papaya with a slightly sweet taste, sharp and not very palatable, with the annoying sensation that “binds the teeth” like a banana still green, choose fruits with a peel that turns to a beautiful yellow discarding those still very green. Furthermore, read the label well and prefer a fruit arrived in our markets by air and not by sea (quality assurance). Keep it at room temperature and not in the refrigerator because, like all tropical fruits, it bears the cold badly.

Here are the first criteria to follow

If the peel tends to reddish orange and is soft to the touch, the fruit is in a good state of ripeness and should be consumed within a few days.
If it is too red or if the finger sinks, breaking the skin until it touches the pulp, the papaya is too ripe.
If it appears green, but with some yellow spots it takes a few more days (at room temperature) before it can be consumed.
If it has a very green skin and is very hard to the touch, it should be avoided because it is caught too green.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Older Posts »