Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘la salute’

cibo-crudoIppocrate disse: “Fa che il cibo sia la tua medicina e la tua medicina sia il tuo cibo”.

 

E si dà il caso che molti cibi integrali naturali siano molto simili agli organi e parti del corpo a cui fanno benes! In insegnamenti occulti, (occulto significa semplicemente ciò che è nascosto), questo è ben noto.Ai tempi si chiama SIGNATURA.

Tuttavia, nella società di oggi e l’industria medica, ciò che mangiamo non viene considerato come causa di  malattia o il coadiuvante  per la salute e la longevità.
Qui ci sono 10 alimenti che sembrano le parti del corpo a cui fanno bene:

1) Pompelmo – Seno

UnknownPompelmo, arance e altri agrumi assomigliano alle ghiandole mammarie femminili e aiutano il movimento della linfa dentro e fuori il seno!

Secondo il Dott Moulavi, “pompelmo contiene sostanze chiamate limonoidi, che hanno dimostrato di inibire lo sviluppo del cancro negli animali da laboratorio e in cellule del seno umano.”

 

2) Noce – Cervello

Unknown-1
Noci hanno una sorprendente somiglianza con il cervello umano, e sono stati riconosciuti come uno degli alimenti utili al cervello. Le noci sono una buona fonte di omega-3, e hanno più antiossidanti, acido folico (vitamina B9), e la vitamina E di qualsiasi altra frutta secca. È importante immergere correttamente e risciacquare noci (così come molta altra frutta secca) per rimuovere fitati e attivare enzimi per un assorbimento ottimale dei nutrienti.

 

3) Carote – Occhi

Carrots-eyes
E ‘chiaro che una carota affettata assomiglia ad un occhio, ha anche modelli di irradiamento linee che sembrano proprio come la pupilla e l’ iride!

Il beta-carotene (che dà alle carote il loro colore arancione vivace) aiuta a mantenere la vista in buona salute, protegge contro la degenerazione maculare, e lo sviluppo di cataratta.

 

4) Sedano – Ossa

celery_bone_structure
Un gambo di sedano assomiglia a un osso, e sono troppo buoni per le ossa. Sedano contiene silicio, che è parte di ciò che dà la forza alle ossa. Ecco un fatto sorprendente:

  • le ossa sono il 23% di sodio, e il sedano è anche il 23% di sodio.

 

 

5) Pomodori – Cuore

TOMATO-–-HEART
Pomodori assomigliano  al cuore più di qualsiasi altro frutto, e sono caricati con licopene che è stato indicato come il cibo del cuore e del sangue.

Il consumo di licopene ha dimostrato di contribuire a ridurre il rischio di malattie cardiache. I pomodori sono anche una grande fonte di vitamina C che è cruciale per la salute del cuore!

 

6) Funghi – Orecchie

images
Un fungo affettato ha la forma e somiglianza di un orecchio umano, e funghi sono buoni per la salute dell’orecchio! Loro sono una grande fonte di vitamina D, che è essenziale per prevenire la perdita dell’udito.

Così mi sento di dire: mangiate i funghi.

 

 

 

7) Avocado – Utero

avocados-cervix-perfect
L’avocado ha una forma simile a quella dell’ utero e della cervice, e l’avocado ha dimostrato di bilanciare gli ormoni e prevenire il cancro del collo dell’utero!

E indovina cosa? Così come ci vogliono esattamente 9 mesi per un bambino di sviluppare appieno nel grembo materno, ci vuole un avocado esattamente 9 mesi per crescere da un fiore in un frutto maturo!

 

8) Zenzero – Stomaco

09-ginger-stomachfoods-that-look-like-body-parts-1
Lo zenzero si presenta come lo stomaco e aiuta la digestione! lo zenzero è stato usato per secoli come rimedio naturale per la salute dello stomaco.

Il gingerolo, l’ingrediente che dà allo zenzero il forte profumo e sapore piccante, è elencato nel database USDA delle sostanze fitochimiche come avendo la capacità di prevenire la nausea e il vomito.

 

 

9) Uva – Polmoni

grapes
L’uva, soprattutto la qualità Heirloom e l’ uva Concord, assomigliano agli alveoli dei polmoni.

Gli alveoli dei polmoni permettono di passare ossigeno dai polmoni al sangue. Una dieta ricca di uva fresca ha dimostrato di ridurre il rischio di cancro ai polmoni! I semi dell’uva contengono anche una sostanza chimica chiamata proanthocyanidin, che può ridurre la gravità dell’asma di tipo allergico.

 

10) Patata Dolce – Pancreas

10-Sweet-Potatoes-PancreasFoods-That-Look-Like-Body-Parts-1
Una patata dolce ha una sorprendente somiglianza con il pancreas, e ha dimostrato di aiutare il pancreas fare il suo lavoro, contribuendo a stabilizzare i livelli di zucchero nel sangue.

Le patate dolci sono anche naturalmente ricche in contenuto di vitamina B6, che gli studi hanno dimostrato inibisce la crescita del cancro pancreatico!

 

Per saperne di più su questo argomento, studiare la Dottrina della Signature o teleologico nutrizionale Targeting.

E’ lo studio della relazione tra gli attributi della frutta, verdura e erbe e come essi siano strettamente collegate  agli organi e parti del corpo che aiutano!
self-love2L’autore: Il mio nome è Erin Janus. Sono un attivista per i diritti degli animali e aspirante musicista, scrittore e produttore di video.

È possibile connettersi con me su facebook, twitter e YouTube. Grazie per aver letto questo articolo e non esitate a condividere con amici e familiari!
Articolo originale di Erin Janus, tutti i diritti riservati.

 

FONTE: spiritscienceandmetaphysics

 

(ENGLISH VERSION)

Hippocrates said, “let food be thy medicine, and thy medicine be thy food.”  And it just so happens that many natural whole foods closely resemble the organs and body parts they’re good for!  In occult teachings, (occult simply means that which is hidden), this is well known.  However, in today’s society and medical industry, what we eat is largely ignored as the culprit of disease or the catalyst to health and longevity.

Here are 10 foods that look like the body parts they’re good for:

1)  Grapefruit – Breast


Grapefruit, oranges, and other citrus fruits resemble female mammary glands and help the movement of lymph in and out of the breasts!  According to Dr. Moulavi, “Grapefruit contains substances called limonoids, which have been shown to inhibit the development of cancer in lab animals and in human breast cells.”

2)  Walnut – Brain

walnut brain2
Walnuts have a striking resemblance to the human brain,  and have been recognized as one of the ultimate brain foods. Walnuts are a good source of omega-3, and have more antioxidants, folic acid (vitamin B9), and vitamin E than any other nut.  It is important to properly soak and rinse walnuts (as well as most other nuts) to remove phytates and activate enzymes for optimal nutrient absorption.

3)  Carrot – Eye



It is clear that a sliced carrot resembles an eye, it even has patterns of radiating lines that look just like the pupil and iris!  Beta-carotene (what gives carrots their vibrant orange colour) helps to maintain healthy eyesight, protects against macular degeneration, and the development of cataracts.

4)  Celery – Bone

A stalk of celery resembles a bone, and they’re good for bones too.  Celery contains silicon, which is part of what gives bones their strength.  Here’s an astonishing fact: bones are 23% sodium, and celery is also 23% sodium.

5)  Tomato – Heart

Tomatoes resemble the heart more than any other fruit,  and they are loaded with lycopene which has been referred to as heart and blood food.  The consumption of lycopene has been proven to help reduce the risk of heart disease.  Tomatoes are also a great source of Vitamin C which is crucial for heart health!

6)  Mushroom – Ear


A sliced mushroom has the shape and resemblance of a human ear,  and mushrooms are good for ear health!   They are a great source of vitamin D, which is essential for preventing hearing loss.  So hear me out: eat your mushrooms.

7)  Avocado – Uterus

Avocados are shaped like the uterus and cervix, and avocados have been shown to balance hormones and prevent cervical cancer!  And guess what?  Just as it takes exactly 9 months for a baby to fully develop in the womb, it takes an avocado exactly 9 months to grow from a blossom into a ripened fruit!

8)  Ginger – Stomach


Ginger looks like the stomach and aids in digestion!  Ginger has been used for centuries as a natural remedy for stomach health.  Gingerol, the ingredient that gives ginger it’s strong scent and taste, is listed in the USDA database of phytochemicals as having the ability to prevent nausea and vomiting.

9)  Grapes – Lungs


Grapes, especially heirloom concord grapes, resemble the alveoli of the lungs.   The alveoli of the lungs allow oxygen to pass from the lungs to the bloodstream.  A diet high in fresh grapes has shown to reduce the risk of lung cancer!  Grape seeds also contain a chemical called proanthocyanidin, which can reduce the severity of allergy-triggered asthma.

10)  Sweet Potato – Pancreas


sweet potato has a striking resemblance to the pancreas, and has been shown to help the pancreas do its job by helping to stabilize blood sugar levels. Sweet potatoes are also naturally high in Vitamin B6,  which studies have shown inhibits the growth of pancreatic cancer!

To learn more about this, study The Doctrine of Signatures or Teleological Nutritional Targeting.  It is the study of the relationship between the attributes of fruits, vegetables and herbs and how they closely relate to the organs and body parts they help!

About the author:  My name is Erin Janus.  I am an animal rights activist and aspiring musician, writer and video producer.  You can connect with me on facebooktwitter and YouTube.  Thanks for reading this article and feel free to share it with friends and family! 

Original article by Erin Janus, all rights reserved.  Click here to sign up for my mailing list!

SOURCE: spiritscienceandmetaphysics

Annunci

Read Full Post »

herbs-for-healthy-lungs-300x275

L’apparato respiratorio è costantemente al lavoro. Tutto il giorno, tutti i giorni, è il veicolo per l’ossigeno per il tuo corpo. Purtroppo, può anche essere un punto di ingresso per gli inquinanti, sostanze irritanti, polvere, muffe, funghi, organismi nocivi, e altre tossine. A meno che non si viva in una bolla, l’assalto costante di impurità può prendere piede.

Fortunatamente, se si stanno sperimentando gli effetti negativi di tossine per inalazione, o semplicemente si vuole garantire di avere i polmoni al massimo delle prestazioni, la natura ha fornito una serie di erbe e piante che forniscono nutrimento profondo per il sistema respiratorio.

Quali sono le erbe benefiche per il sistema respiratorio?

Le erbe che supportano la salute dei polmoni lo fanno tipicamente offrendo uno o più dei seguenti vantaggi:

  • Agendo come espettorante – che aiuta a rompere ed espellere congestione del torace.
  • Lenitivo per gli irritati passaggi nasali e le vie respiratorie.
  • Rilassa i muscoli in prossimità del sistema respiratorio superiore per sedare la tosse.
  • Calmare il rilascio di istamina.
  • Combattere gli organismi nocivi che possono produrre problemi alle vie respiratorie superiori.
  • Come fonte di antiossidanti, per ridurre il danno ossidativo e l’arrossamento.

Diamo uno sguardo alle nove migliori erbe per la salute dell’apparato respiratorio!

1. Radice di Osha 

L’Osha è una pianta originaria della zona delle Montagne Rocciose ed è stata storicamente usata dai nativi americani per il supporto alle vie respiratorie. Le radici della pianta contiene canfora e altri composti che la rendono una dei migliori erbe per i polmone in America. Uno dei principali vantaggi di radice OSHA è che aiuta ad aumentare la circolazione verso i polmoni, che aiuta  a rendere più facile prendere respiri profondi. Anche … quando le allergie stagionali divampano i seni nasali, la radice OSHA, che non è un antistaminico reale, fa produrre un effetto simile e può contribuire a calmare l’irritazione delle vie respiratorie!

2. Eucalipto

Nativo in Australia, l’eucalipto non è solo per gli orsi Koala! Gli aborigeni, i tedeschi, gli americani e tutti hanno usato l’aroma rinfrescante di eucalipto per promuovere la salute respiratoria e lenire l’irritazione della gola. L’Eucalipto è un ingrediente comune nelle caramelle a forma di losanga per la tosse e negli sciroppi e la sua efficacia è dovuta ad un composto chiamato cineolo. Il Cineolo ha numerosi vantaggi – è un espettorante, e può facilitare il colpo di tosse, combatte la congestione, e lenisce i passaggi dell’aria nel seno nasale irritato. Come bonus aggiuntivo, l’ eucalipto contiene antiossidanti, e supporta il sistema immunitario durante un raffreddore o altre malattie.

3. Lungwort

Il Lungwort è un lichene che cresce sull’albero che assomiglia in apparenza al tessuto polmonare. Tuttavia, questo rimedio naturale non si limita a salvaguardare la parte. Già nel 1600, il lungwort è stato utilizzato per promuovere la salute del polmone e la salute respiratoria e liberare dalla congestione. Il Lungwort contiene composti che sono potentemente efficaci contro gli organismi nocivi che colpiscono la salute dell’apparato respiratorio.

4. Origano

Sebbene l’origano contenga le vitamine e le sostanze nutritive necessarie per migliorare il sistema immunitario, i suoi benefici principali sono dovuti al suo contenuto di acido rosmarinico e carvacrolo. Entrambi i composti sono decongestionanti naturali e riduttori di istamina che hanno, effetti positivi diretti sul tratto respiratorio e nasale e il passaggio del flusso di aria. L’Origano ha così tanti benefici per la salute che una bottiglia di olio di origano biologico dovrebbe essere sempre presente nell’armadietto dei medicinali di tutti.

5. Foglia di banano

La foglia di banano è stata utilizzata per centinaia di anni per alleviare la tosse e lenire le mucose irritate. Gli studi clinici hanno trovato che ha un effetto favorevole contro la tosse, il raffreddore, e l’ irritazione dei polmoni. Con benefici anti-infiammatori e immunitari, la foglia di piantaggine  ha un ulteriore bonus in quanto può contribuire ad alleviare una tosse secca per la deposizione delle uova di produzione di muco nei polmoni. Roba buona!

6. Enula campana

L’enula campana per i greci, i romani, i  cinesi, e anche  nella medicina ayurvedica indiana è stata citata per il supporto respiratorio e, dal 1800, si producono pasticche e gocce per la tosse dalla radice di enula campana. La ragione? L’enula campana ha un effetto rilassante sulla muscolatura liscia tracheale. Ci sono due composti attivi nella ​​radice di elecampane che forniscono un effetto benefico – inulina, che lenisce il passaggio bronchiale, e alantolactone, espettorante con l’azione antitosse.

7. Lobelia

Lo sapevate che se ai cavalli viene data la Lobelia sono in grado di respirare più profondamente? I suoi benefici non sono limitati ai cavalli. La lobelia, da alcuni racconti, è considerata  uno dei rimedi più preziosi tra le  erbe esistenti. La Lobelia contiene un alcaloide chiamato lobelina, che riduce il muco, rompe la congestione. Inoltre, la Lobelia stimola le ghiandole surrenali a rilasciare adrenalina, in effetti, questo rilassa le vie aeree e consente una respirazione più facile. Inoltre, perché la lobelia aiuta a rilassare i muscoli lisci, e questo aiuta molto in caso di tosse e di raffreddore. La Lobelia dovrebbe essere parte del protocollo di supporto respiratorio per tutti!

8. Chaparral

La Chaparral, è una pianta originaria del sud-ovest degli Stati Uniti (California, i monti Chaparral)  è stata apprezzata dai nativi americani per la disintossicazione del polmone e il supporto respiratorio. La Chaparral contiene potenti antiossidanti che resistono all’irritazione e NDGA che è noto per combattere risposta istaminica. La Chaparral è un’erba che combatte gli organismi nocivi. Per avere il massimo dei vantaggi di chaparral è meglio una tintura madre, ma il tè chaparral può  supportare problemi respiratori favorendo un’azione espettorante per eliminare il muco dalle vie respiratorie.

9. Menta piperita

la menta piperita, e olio di menta piperita, contengono mentolo – un ingrediente lenitivo noto per rilassare la muscolatura liscia delle vie respiratorie e promuovere la libera respirazione. Accoppiato con l’effetto antistaminico della menta piperita, il mentolo è un fantastico decongestionante. Molte persone usano balsami da spalmare sul petto come terapia e altri lo inalano in quanto contiene mentolo per contribuire a liberare dalla congestione. Inoltre, la menta piperita è un antiossidante e combatte gli organismi nocivi.

Per finire con le erbe di supporto all’apparato polmonare

Tutte le erbe sopra elencate sono disponibili, in varie forme, come integratori alimentari e in miscele di tè. Inoltre, molte persone coltivano le erbe nel loro giardino e semplicemente le consumano come cibo. Non è una cattiva idea!

Se si coltivano da soli, potete stare tranquilli sapendo l’origine biologica, non contenendo pesticidi, è eticamente raccolto, e avete dato acqua pulita, ecc

Naturalmente, è necessario fare il vostro lavoro per determinare il dosaggio appropriato per voi e la vostra singole circostanze di salute. Questi non sono fattori che consentono una migliore assunzione -è opportuno però saper fare il giusto disagio e la corretta assunzione.

Per rendere le cose più facili, al Global Healing Centre che abbiamo fatto il nostro blend Allertrex, che contiene tutte le erbe di cui sopra – sono prodotti biologici e naturali – così come la buccia d’arancia, cristalli di mentolo, e lo iodio nascente.

 

 

(ENGLISH VERSION)

Your respiratory system is constantly working. All day, every day, it is the vehicle for oxygen to enter your body. Unfortunately, it can also be an entry point for pollutants, irritants, dust, mould, fungus, harmful organisms, and other toxins. Unless you’re living in a bubble, the constant assault from impurities can take its toll.

Fortunately, whether you’re experiencing the negative effects of inhaling toxins, or simply want to ensure your lungs are always at peak performance, nature has provided a number of herbs and botanicals that provide deep nutrition for the respiratory system.

How are herbs beneficial for the respiratory system?

Herbs that support lung health typically do so by offering one or more of the following benefits:

  • Acting an expectorant — which helps break up and expel chest congestion.
  • Soothing irritated nasal passages and airways.
  • Relaxing the muscles near the upper respiratory system to quell a cough.
  • Calming the release of histamines.
  • Fighting the harmful organisms that can produce upper respiratory problems.
  • As a source of antioxidants, reducing oxidative damage and redness.

Let’s take a look at the nine best herbs for respiratory health!

 

1. Osha Root

Osha is an herb native to the Rocky Mountain area and has historically been used by the Native Americans for respiratory support. The roots of the plantcontain camphor and other compounds which make it one of the best lung-support herbs in America. One of the main benefits of osha root is that it helps increase circulation to the lungs, which makes it easier to take deep breaths. Also… when seasonal sensitivities flare up your sinuses, osha root, which is not an actual antihistamine, does produce a similar effect and may be help calm respiratory irritation!

2. Eucalyptus

Native to Australia, eucalyptus isn’t just for Koala bears! Aborigines, Germans, and Americans have all used the refreshing aroma of eucalyptus to promote respiratory health and soothe throat irritation. Eucalyptus is a common ingredient in cough lozenges and syrups and its effectiveness is due to a compound called cineole. Cineole has numerous benefits — it’s an expectorant, can ease a cough, fights congestion, and soothes irritated sinus passages. As an added bonus, because eucalyptus contains antioxidants, it supports the immune system during a cold or other illness.

3. Lungwort

Lungwort is a tree-growing lichen that actually resembles lung tissue in appearance. However, this natural remedy doesn’t just look the part. As early as the 1600′s, lungwort has been used to promote lung and respiratory health and clear congestion. Lungwort also contains compounds that are powerfully effective against harmful organisms that affect respiratory health.

4. Oregano

Although oregano contains the vitamins and nutrients required by the immune system, its primary benefits are owed to its carvacrol and rosmarinic acid content. Both compounds are natural decongestants and histamine reducers that have direct, positive benefits on the respiratory tract and nasal passage airflow. Oregano has so many health benefits that a bottle of organic oregano oil should be in everyone’s medicine cabinet.

5. Plantain Leaf

Plantain leaf has been used for hundreds of years to ease cough and soothe irritated mucous membranes. Clinical trials have found it favorable against cough, cold, and lung irritation. With anti-inflammatory and immune benefits, Plantain leaf has an added bonus in that it may help relieve a dry cough by spawning mucus production in the lungs. Good stuff!

6. Elecampane

The Greeks, Romans, Chinese, and even Indian Ayurvedic medicine have cited elecampane for respiratory support and, since the 1800’s, lozenges and cough drops have been produced from elecampane root. The reason? Elecampane has a relaxing effect on smooth tracheal muscles. There are two active compounds in elecampane root that provide the beneficial effect — inulin, which soothes bronchial passage, and alantolactone, an expectorant with antitussive action.

7. Lobelia

Did you know that horses given lobelia are able to breath more deeply? Its benefits are not limited to equestrians. Lobelia, by some accounts, is thought to be one of the most valuable herbal remedies in existence. Lobelia contains an alkaloid known as lobeline, which thins mucus, breaks up congestion. Additionally, lobelia stimulates the adrenal glands to release epinephrine, in effect, this relaxes the airways and allows for easier breathing. Also, because lobelia helps to relax smooth muscles, it is included in many cough and cold remedies. Lobelia should be part of everyone’s respiratory support protocol!

8. Chaparral

Chaparral, a plant native to the southwest, has been appreciated by the Native Americans for lung detoxification and respiratory support. Chaparral contains powerful antioxidants that resist irritation and NDGA which is known to fight histamine response. Chaparral is also an herb that fights harmful organisms. The benefits of chaparral are most available in a tincture extraction but chaparral tea may support respiratory problems by encouraging an expectorant action to clear airways of mucus.

9. Peppermint

Peppermint, and peppermint oil, contains menthol — a soothing ingredient known to relax the smooth muscles of the respiratory tract and promote free breathing. Paired with the antihistamine effect of peppermint, menthol is a fantastic decongestant. Many people use therapeutic chest balms and other inhalants that contain menthol to help break up congestion. Additionally, peppermint is an antioxidant and fights harmful organisms.

Supplementing with lung support herbs

All of the above herbs are available, in various forms, as nutritional supplements and in tea blends. Additionally, many people grow herbs in their garden and simply consume them as food. That’s not a bad idea! If you grow them yourself, you can rest easy knowing the source is organic, contains no pesticides, is ethically harvested, given clean water, etc. Of course, you’ll need to do your homework to determine the appropriate dosage for you and your individual health circumstances. These are not factors for which you can assume the best — ask questions and verify that you’re getting the best product possible at the correct dose. To make it easy, at Global Healing Centre we’ve made our own blend Allertrex, which contains all the herbs listed above — organic and wildcrafted — as well as orange peelmenthol crystals, and nascent iodine.

Have you used any of these natural remedies to support your respiratory health? What benefits did you notice? Please leave a comment below and share your experience with us!

– Dr. Edward F. Group III, DC, ND, DACBN, DCBCN, DABFM

Previous articles by Dr. Group:

References for this article include:

About the author:

dr-edward-group-iiiDr. Edward F. Group founded Global Healing Center in 1998 and is currently the Chief Executive Officer. Heading up the research and development team, Dr. Group assumes a hands-on approach in producing new and advanced degenerative disease products and information.

Dr. Group has studied natural healing methods for over 20 years and now teaches individuals and practitioners all around the world. He no longer sees patients but solely concentrates on spreading the word of health and wellness to the global community. Under his leadership, Global Healing Center, Inc. has earned recognition as one of the largest alternative, natural and organic health resources on the Internet.

SOURCE: WakeUp World

Read Full Post »

pulire-i-polmoni-300x336I polmoni sono degli organi essenziali per la nostra sopravvivenza, eppure sono spesso sottovalutati. Anche se non si è fumatori, infatti, nei nostri polmoni possono accumularsi le sostanze nocive presenti nell’aria che respiriamo. Questo può portare a diversi disagi per la salute.

Esiste però una serie di rimedi naturali utili a mantenere sani e depurati questi organi. Vediamo come fare per purificare e migliorare lo stato dei nostri organi respiratori.

Innanzitutto, cercate di evitare, se potete, di frequentare luoghi in cui possono esserci agenti contaminanti nell’aria o particelle inquinanti. Il primo passo da compiere è sicuramente quello di eliminare i prodotti chimici normalmente presenti nelle nostre case, tra cui deodoranti e detergenti.

Evitate di consumare carni e latticini che possono sia aumentare gli stati infiammatori del corpo che, soprattutto nel caso dei latticini, essere fonte di intolleranze e allergie che spesso causano problemi che impediscono la respirazione. Evitate lo zucchero raffinato, il caffè e l’alcol.

Ricordate che il muco può essere un segnale d’allarme, visto che, produrlo, significa che i nostri polmoni possono essere più o meno sporchi.

salute polmoni

Infine, bevete molta acqua, tisane naturali, magari a base di erbe salutari e usate spezie utili all’apparato respiratorio come il timo o il rosmarino. Importante nella fase di depurazione l’introduzione della vitamina C.

Vitamina C 

La vitamina C rafforza il sistema immunitario e la salute dei polmoni. Spremete 2 limoni e aggiungete al succo dell’acqua per diluire. Potete anche utilizzare del succo di pompelmo o bere del succo di ananas. Questi succhi sono ricchi di antiossidanti naturali che rafforzano l’apparato respiratorio.

Potassio 

Questo minerale è particolarmente importante per la pulizia del corpo, regola l’equilibrio dei liquidi e aiuta gli organi a funzionare correttamente. Potete realizzare un frullato unendo diversi ingredienti ricchi di potassio, come banane, papaia e latte di mandorla.

Carotenoidi  

I carotenoidi sono importanti per la salute delle mucose presenti nel tessuto polmonare e consentono di mantenere il sistema immunitario sano. Mangiare frutta e verdura ricchi di questa sostanza come: carote, barbabietole, arance, meloni, pesche, pomodori, può apportare notevoli benefici alla vostra salute. Potete consumare i carotenoidi anche sotto forma di succo.

Succo di mirtillo

Utile a uccidere i batteri nei polmoni e a prevenire le infezioni.

Suffumigi

I suffumigi possono essere un aiuto in più per purificare il vostro apparato respiratorio. Aggiungete all’acqua da 5 a 10 gocce di eucalipto, coprite il capo e respirate per 15 minuti.

È facile trovare questi rimedi collegati anche a una dieta disintossicante di tre giorni per i polmoni, nella quale i succhi di Vitamina C, potassio, carotenoidi e mirtillo vengono associati, rispettivamente, a: colazione, metà mattinata, pranzo e sera.

Aglio

Oltre a essere un antibiotico naturale, l’aglio pulisce i nostri polmoni, eliminando le sostanze nocive che vi si depositano. Non solo. Secondo uno studio condotto da alcuni ricercatori cinesi del Iangsu Provincial Centre for Disease Control  mangiare aglio crudo per 2 volte la settimana, ridurrebbe del 40% il pericolo di sviluppo di cancro ai polmoni.

Sciroppo alle erbe

Le erbe migliori per pulire i polmoni sono la malva, l’altea e la grindelia. Ne va preso un cucchiaio due o tre volte al giorno. Per la preparazione di sciroppi a base di erbe è bene rivolgersi ad un erborista.

 

Ricordate inoltre che anche la qualità dell’aria che respiriamo in casa è importante per la salute del nostro apparato respiratorio.

FONTE: Ambientebio

 

(ENGLISH VERSION)

The lungs are the  essential organs to our survival, yet they are often overlooked. Even if you are not smoking, in fact, harmful substances in the air  can accumulate in your lungs. This can lead to various inconveniences for health.

But there is a number of natural remedies to help maintain healthy and purified these organs. Let’s see how to purify and improve the state of our respiratory organs.

First, try to avoid, if you can, places where there may be contaminants or pollutants particles in the air. The first step is surely to eliminate the chemicals normally present in our homes, including deodorants and detergents.

Avoid consuming meat and dairy products that can both increase inflammation of the body, especially in the case of dairy products, be a source of intolerance and allergies that often cause problems that prevent breathing. Avoid refined sugar, coffee and alcohol.

Remember that the mucus can be a warning sign, since, its production means that your lungs can be more or less dirty.

Finally, drink plenty of water, natural teas, maybe herbal healthy and use spices useful for respiratory tract such as thyme or rosemary. Important in the purification step the introduction of vitamin C.

Vitamin C

Vitamin C strengthens the immune system and lung health. Squeeze 2 lemons and add water to dilute. You can also use the  grapefruit juice or drinking pineapple juice. These juices are rich in natural antioxidants that strengthen the respiratory system.

Potassium

This mineral is particularly important for the cleaning of the body, it adjusts the balance of fluids and helps the organs to function properly. You can make a smoothie by combining different ingredients rich in potassium, such as bananas, papaya and almond milk.

Carotenoids

Carotenoids are important to the health of the mucous membranes in the lung tissue and allow you to keep your immune system healthy. Eating fruits and vegetables rich in this substance such as: carrots, beets, oranges, melons, peaches, tomatoes, can bring great benefits to your health. You can also consume carotenoids in the form of juice.

Cranberry juice

Useful to kill bacteria in the lungs and prevent infections.

Fumigations

The fumigations can be helpful to cleanse your breathing tract. Add to it from 5 to 10 drops of eucalyptus, cover the head and breathe for 15 minutes.

You can easily find these remedies also connected to a detox diet for three days to the lungs, where the juices of Vitamin C, potassium, carotenoids and blueberry are associated, respectively, to: breakfast, mid-morning, midday and evening.

Garlic

Besides being a natural antibiotic, garlic cleans our lungs, eliminating the harmful substances that are deposited. Not only. According to a study conducted by researchers at the Chinese Iangsu Provincial Centre for Disease Control eat raw garlic for 2 times a week, would reduce by 40% the risk of developing lung cancer.

Herbal Syrup

The best herbs to cleanse the lungs are the mallow, marshmallow and grindelia. It must be taken a spoon two or three times a day. For the preparation of syrups herbal is good to consult a herbalist.

 

Remember also that the quality of air in your home is important to the health of our breathing  tract.

SOURCE: Ambientebio

 

 

Read Full Post »

MIGLIORAMENTOSono numerosi gli “errori” che l’uomo moderno ripete e reitera ogni giorno che potrebbero, anche se l’interessato ne è completamente ignaro, ledere la sua salute e il suo benessere. Dall’utilizzo del wc comodamente seduti, fino all’igiene dentale troppo aggressiva, ecco 7 errori quotidiani dell’uomo moderno che fanno male alla salute.

1. La doccia ogni giorno?

Forse, è meglio di no. L’igiene personale è importante sia per se stessi sia per la convivenza civile, ma quando assume i contorni della mania, del comportamento ossessivo compulsivo può diventare decisamente controproducente. Infatti, non è necessario “maltrattare” la pelle ogni giorno o più volte al giorno con detergenti sgrassanti e aggressivi, con spugne o altro: meglio centellinare le docce, o farle con più criterio.

Da preferire, sempre i detergenti neutri, meno aggressivi sulla pelle. Da evitare spugne o simili, che, invece di contribuire alla pulizia e all’eliminazione di microrganismi cattivi odori, complici la loro umidità (habitat ideale per batteri & co.), rischiano di garantire l’effetto opposto.

Da tutelare, evitando strofinate troppo energiche o saponi troppo aggressivi, lo strato corneo della pelle, quello più esterno che funge da “cuscinetto” protettivo per la cute. In questo modo si protegge la pelle dall’aggressione di batteri & co., che, nonostante quanto si creda, con il getto della doccia non vengono debellati completamente, ma, in molti casi, solo spostati da una parte all’altra del corpo.

2. L’igiene dentale, con moderazione e attenzione

igiene orale filo interdentale

Anche la pulizia dei denti è fondamentale, sia per preservare la salute della bocca, dai denti alle gengive, sia per evitare che l’alito “pestilenziale” abbia un effetto anti-sociale. Lavarli ogni giorno, più volte al giorno non è un’abitudine sbagliata, anzi. Lo sbaglio, più che nel “se” e nel “quando”, si nasconde nel “come”.

Spazzolare i denti con troppa energia, con movimenti poco fluidi e, magari, da destra a sinistra, invece che dall’alto verso il basso, rischia di sottoporre le gengive ad aggressioni e stress continui, che le espongono a lesioni pericolose. Inoltre, meglio non armarsi di spazzolino subito dopo aver finito l’ultimo boccone di un pasto: per evitare che le sostanze acide ingerite con alcuni alimenti (frutta, per esempio) danneggino smalto e dentina, spazzolata dopo spazzolata, il consiglio è di attendere 30-60 minuti prima di lavarsi i denti.

Via libera allo spazzolino, quindi, con moderazione e attenzione. Ma via libera anche al filo interdentale, sempre troppo poco utilizzato, che è l’alleato migliore per evitare che residui di cibo interdentali diventino “zona di conquista” per microrganismi nemici della salute orale.

3. Sedersi sul wc? Meglio accovacciarsi

E’ l’abitudine più fisiologica e impellente: sedersi sul wc più volte nell’arco della giornata. Niente di male, anche perché, più che una scelta precisa è una vera e propria necessità. Non fosse che, secondo alcuni studi recenti come quello israeliano riportato sulla rivista Digestive Disease and Sciences, sarebbe invece meglio accovacciarsi, per evitare rischi.

Infatti, stando a numerose evidenze scientifiche in materia e all’opinione di numerosi esperti, è meglio accovacciarsi durante la defecazione, per ridurre il rischio di comparsa di alcuni disturbi fastidiosi, come le emorroidi o la diverticolite.

Se accovacciarsi fa meglio alla salute, ma, complici le forme dei wc moderni, questa opzione sembra impossibile, si può utilizzare un piccolo trucco, sollevando piedi gambe con l’aiuto di uno sgabello.

4. Stare seduti troppo, meglio di no

sedentarietà fa male

E’ l’abitudine più diffusa al giorno d’oggi e, forse, una delle più deleterie per la salute: è la sedentarietà.

Trascorrere gran parte della giornata, con il fondoschiena ben aderente alla sedia o, peggio, al divano, rischia di essere una pessima mossa per la salute. A farne le spese, soprattutto, la postura, la forma fisica, complice un elevato rischio di sovrappeso e obesità, ma anche il sistema cardiocircolatorio e quello gastrointestinale.

5. Respirare

Anche respirare può essere, senza il metodo giusto, un’azione deleteria per la salute dell’organismo. Infatti, è abitudine diffusa quella di respirare sfruttando solo una parte dei polmoni, quella superiore, limitando il ricambio di ossigeno.

Bando alla pigrizia che spinge molti, più o meno consapevolmente, a preferire la respirazione toracica, quindi. Meglio optare per una respirazione davvero “a pieni polmoni”, quella addominale, che sfrutta al meglio tutte le capacità polmonari.

6. Dormire con il cuscino

E’ normale, no? Sì, è consuetudine abituale per la maggior parte delle persone dormire con testa e collo comodamente adagiati o, in molti casi, sprofondati, nel cuscino. E’ una delle conquiste dell’uomo moderno, che, però, può nascondere qualche insidia per la salute.

Innanzitutto la questione igienica. Il cuscino diventa, mese dopo mese, un vero e proprio ricettacolo di germi e sporcizia: tra le sue fibre si annidano acari della polvere, pezzi di pelle morta, sudore, saliva e molto altro. Sarebbe bene, per evitare rischi di infezioni e contaminazioni, lavare il cuscino almeno ogni 3-6 mesi e, ogni settimana, la federa che lo riveste.

Anche la postura, complice la curvatura forzata del tratto cervicale della colonna vertebrale imposto da molti cuscini, potrebbe risentirne. E’ importante, quindi, scegliere con attenzione il guanciale, evitando di puntare tutto sul risparmio, invece che sulla qualità.

7. Pulizia eccessiva?

E’ uno degli errori più comuni, per eccesso di zelo, che ha esposto l’uomo moderno a un numero sempre crescente di allergie e simili. E’ la pulizia eccessiva degli ambienti domestici.

Negli ultimi decenni si è registrato un incremento continuo dell’incidenza delle allergie, soprattutto nei bambini. Tra i fattori determinanti c’è anche l’attenzione, al limite del maniacale, dell’uomo moderno per la pulizia di casa. Garantire a tutta la famiglia un ambiente domestico pulito e salubre è importante, ma esagerare può essere deleterio.

Se nei primi mesi e anni di vita il piccolo viene “protetto” in un ambiente casalingo talmente pulito da essere quasi sterile, il suo sistema immunitario rischia di confondersi e di sviluppare più facilmente allergie, cioè risposte eccessive in presenza di alcune sostanze, gli allergeni. L’espressione della “nonna”, in presenza di condizioni igieniche non perfette “tanto meglio, almeno il bimbo si fa gli anticorpi ha un fondo di verità da non sottovalutare.

FONTE: Tantasalute

Read Full Post »

denti saniAbbiamo già visto come sia importantissimo, per la salute dei nostri denti, fare delle scelte sane come evitare le bevande gassate e troppo zuccherate.

Sappiamo, ad esempio, che l’igiene e la salute del nostro cavo orale parte dalla tavola, ma non è importante conoscere solo i cibi che sarebbe meglio limitare, ma anche quelli che ci possono aiutare quotidianamente a tenere i nostri denti più sani e bianchi.

Una prima lista di cibi che fanno bene alla nostra bocca l’ha fatta l’Huffingtonpost. Ne abbiamo scelto per voi alcuni, personalizzando un po’ la lista. Vediamo insieme quali sono.

1) SEDANO E CIBI CROCCANTI

In cima alla lista di cibi utili per la pulizia e la salute dei nostri denti, troviamo il sedano e i cibi croccanti. Grazie all’alto contenuto di fibre, e alla consistenza delle sue “carni” il sedano aiuta a pulire i denti e a massaggiare le gengive. La stessa cosa vale naturalmente per altri cibi croccanti da mangiare crudi, come i finocchi e le mele.

Le mele, in particolare, aumentano la produzione di saliva, aiutandoci a neutralizzare i batteri che causano la placca.

In generale, mangiare questo tipo di cibi ci consente di mantenere le gengive ben irrorate e sane. Sgranocchiare aiuta infatti a eliminare la placca dai denti, fungendo da meccanismo di pulizia. Così i batteri vengono eliminati.

La stessa cosa vale anche per ciò che riguarda la frutta secca, come noci, nocciole e mandorle, che hanno caratteristiche leggermente abrasive e quindi, nella masticazione, funzionano come una sorta di spazzola.

2) VERDURE

Le verdure sono importantissime per la salute del nostro corpo. In particolar modo, tutte quelle verdure in foglia che contengono calcio e fosfato, utili a mantenere in salute lo smalto dei nostri denti. Nello specifico, secondo l’American Dental Association, si dovrebbero scegliere le verdure a foglia verde, ma anche cavoli e broccoli da mangiare preferibilmente crudi, in modo che, oltre a creare una sorta di cleaning effect di cui abbiamo parlato in precedenza, mantengano intatte le loro proprietà.

3) MIRTILLI

Secondo alcuni importanti studi, il mirtillo rosso sarebbe in grado di ridurre la formazione della placca e di tutelare la salute dei denti. In particolare, sembra che alcuni principi attivi contenuti nei mirtilli ostacolino l’azione dei batteri, responsabili della produzione di acido e di glucano, dannosi per la salute del nostro cavo orale. In particolare, sarebbe merito dei polifenoli contenuti, che evitano che la placca si attacchi ai denti, riducendo così il rischio di carie.

4) CIPOLLA

Di sicuro ha come inconveniente il fatto che il suo sapore non piace proprio a tutti, ma la cipolla, lo abbiamo già visto, ha delle forti proprietà antibatteriche. Queste le consentono di uccidere i germi presenti nella bocca, di disinfettare e ridurre il dolore ai denti.

5) UVETTA

L’uva passa ha la capacità di proteggere i denti. Infatti, da alcuni studi si è rivelata la sua capacità di inibire l’azione dello Streptococcus mutans, il batterio che è una della cause primarie della carie dentale. È inoltre una buona fonte di sostanze fitochimiche che aiutano a mantenere il nostro cavo orale in salute.

IN PIÙ…

Approfittiamo per suggerire anche altri due rimedi naturali molto importanti per la salute dei nostri denti.

Il primo è racchiuso nel potere del tè. I polifenoli contenuti in questa bevanda, infatti, contrastano la formazione della placca dentale. Ad esempio, sembra che i ricercatori della University of Illinois di Chicago abbiano scoperto durante un loro studio che le persone che risciacquavano la bocca con del tè nero per un minuto, 10 volte al giorno, avevano meno accumulo di placca sui denti rispetto alle persone che sciacquavano la bocca solo con acqua. 

Il secondo, invece, nella radice di liquirizia. Abbiamo avuto modo di parlarne già in un nostro precedente articolo in cui abbiamo visto come, secondo uno studio, le sostanze attive presenti nella radice della liquirizia aiutano a tenere lontana la carie. Naturalmente ciò significa che la radice va masticata così per come si trova in natura e non naturalmente nelle caramelle ricche peraltro di zuccheri.

FONTE: Ambientebio

Read Full Post »