Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘latte di mandorle’

cibi-primaveraLa milza è uno degli organi chiave della ripresa primaverile: con i cibi giusti la depuri, così “ti aiuta” a rinnovare il sangue e tutti i tessuti.

 

Siamo nel cuore del mese di maggio, che prepara l’inizio della seconda metà dell’anno.

Non a caso anche la medicina cinese associa il mese di maggio all’organo Pi, ovvero la milza, che si occupa della pulizia del sangue e fa da perno all’energia di tutto l’organismo.

Arrivando dall’inverno esauriti dalla mancanza di luce, dal freddo e dal sovraccarico di lavoro, è facile che in primavera esploda la stanchezza, che spesso si manifesta con

  • forme asmatiche,
  • tosse nervosa,
  • ansia e
  • cali immunitari .

Il segreto per curare questi malesseri è tonificare la milza, soprattutto attraverso una dieta mirata che la depuri, come quella che ti illustriamo in questo menu, da seguire un mese almeno due volte alla settimana:

  • utili a questo scopo sono alcuni alimenti tipicamente primaverili come i piselli, ricchi di rame, manganese, zinco e vitamine del gruppo B; preziosi per chi si sente scarico sia a livello fisico che mentale.

Non possono poi mancare le fragole, amiche del cuore, ricche di antiossidanti e vitamina C, da abbinare alle banane, che contengono potassio e agiscono contro l’inappetenza causata da stress. Un vero cosmetico per la pelle è poi la barba di frate che, grazie alla presenza di provitamina A, la mantiene luminosa e sana.

 

A colazione fai scorta di fibre e minerali anti stanchezza:

– Un bicchiere di latte di mandorle.
– Una tazza di müesli di cereali e fragole a tocchetti con kefir.

È importante iniziare la giornata con una colazione sostanziosa ma leggera:

  • meglio evitare il latte vaccino e sostituirlo con quello di mandorle, ottimo anche tiepido, che fornisce minerali preziosi per il sistema nervoso.

Indispensabile la frutta fresca, da servire con il müesli e il kefir, una bevanda fermentata che contiene vitamine del gruppo B, calcio, magnesio, fosforo e batteri utili per disintossicare il tratto digerente

A pranzo rigeneri pelle e cervello

Inizia il pasto con una fetta di pane nero con 2 fettine di salmone affumicato e succo di limone. Come primo scegli reginette al verde con le barbe di frate e termina con una macedonia di nespole e mandorle con miele e limone.

Reginette al verde:ingredienti (2 persone) e preparazione

  • Occorrono 50 g di reginette,
  • un mazzetto di barba di frate,
  • un cucchiaio di parmigiano ,
  • erba cipollina,
  • uno spicchio d’aglio,
  • olio d’oliva,
  • sale,
  • lamelle di mandorle.
  1. Pulisci la barba di frate separando gli steli di ogni ciuffo.
  2. Lessa le reginette insieme alla barba di frate e l’erba cipollina.
  3. Nel frattempo rosola l’aglio in una padella con 2 cucchiai d’olio.
  4. Scola la pasta, la barba di frate e l’erba cipollina e saltali nella padella con l’aglio.
  5. Completa il piatto con una grattugiata di formaggio e lamelle di mandorle.

 

A merenda prova il budino di fragole antistress

  • Ti servono 250 g di fragole,
  • 130 g di yogurt magro,
  • 2 cucchiai di sciroppo di menta biologico,
  • un cucchiaio di zucchero a velo;
  • Un cucchiaino di agar agar ;
  • Il succo di mezzo limone.

 

  1. Metti da parte 50 g di fragole per la decorazione.
  2. Taglia e frulla le fragole restanti insieme allo zucchero a velo e al succo del limone.
  3. Versa in un pentolino lo sciroppo di menta, aggiungi mezzo bicchiere d’acqua e metti sul fuoco.
  4. Prima della bollitura unisci l’agar agar e cuoci 2 minuti.
  5. Unisci allo sciroppo la crema di fragole e lo yogurt.
  6. Versa in 2 stampi e tieni in frigo 3 ore.
  7. Prima di servire, decora con le fragole.

 

A cena largo a fibre, enzimi e proteine light

Comincia la cena con una vellutata di piselli, patate, sedano, scalogno e cerfoglio. Prosegui con il carpaccio di tonno e caprino con zucchine marinate. Concludi con una macedonia di fragole e banana tagliate a fettine e condite con miele d’acacia e limone.

Carpaccio di tonno

  • Servono 200 g di tonno fresco,
  • 2 zucchine,
  • capperi la scorza di un limone bio grattugiata,
  • prezzemolo,
  • un cucchiaio di aceto di vino bianco,
  • olio extravergine d’oliva,
  • sale e bacche di pepe rosa,
  • un caprino.

 

  1. Taglia il tonno a fettine sottilissime, condisci con un fi lo d’olio e mettilo in frigo coperto con pellicola da cucina.
  2. Affetta le zucchine per il lungo e condiscile col prezzemolo, la scorza di limone e una vinaigrette preparata con 2 cucchiai d’olio, l’aceto, il sale e il pepe.
  3. Coprile con una pellicola da cucina e lasciale marinare per 20 minuti.
  4. Metti nei piatti il carpaccio di tonno, scola le zucchine e disponile sul pesce.
  5. Guarnisci con capperi e pepe rosa e servi col caprino insaporito con un battuto di prezzemolo.

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

The spleen is a  key organ to recover spring energy: with the right foods you can detox it, so it “helps” you to renew the blood and all tissues.

We are in the middle of May, which prepares the start of the second half of the year.

No coincidence that in the Chinese Medicine  May is associated to organ Pi, or the spleen, which is responsible for cleaning the blood and acts as a pivot to the energy of the whole organism.

Coming from the long winter,  exhausted from lack of light, cold and of overworking, it is likely that in spring fatigue explodes , which often occurs with forms of asthma, nervous cough, anxiety and immune decreases .

The secret to cure these ills is to invigorate the spleen, especially through a specific detox diet, like the one we show you in this menu, to be followed a month at least twice a week:

  • useful for this purpose are certain foods typically found in spring time like peas, rich in copper, manganese, zinc, and B vitamins; precious for those who feel exhausted both physically and mentally.

Don’t miss the strawberries, our best friends, rich in antioxidants and vitamin C, to be matched to bananas, which contain potassium and act against the loss of appetite caused by stress. A true cosmetic for the skin is the Spanish moss that, thanks to the presence of provitamin A, keeps glowing and healthy.

A breakfast stock up with fiber and minerals have an anti fatigue effect:

– A glass of almond milk.
– A cup of muesli cereal and strawberries cut into pieces with kefir.

It is important to start the day with a hearty breakfast but light:

  • it is better to avoid cow’s milk and replace it with the almonds, very good warm, which provides precious minerals for the nervous system.

Essential are fresh fruit, served with muesli and kefir, a fermented beverage that contains B vitamins, calcium, magnesium, phosphorus and bacteria useful to detoxify the digestive tract

Lunch regenerate skin and brain

Start the meal with a slice of brown bread with 2 slices of smoked salmon and lemon juice. As first choose the queens with green beards of Brother and ends with a medlar and almond salad with honey and lemon.

Green Pasta green: Ingredients (2 persons) and preparation

  • It needs 50 g of pasta,
  • a bunch of Spanish moss,
  • a tablespoon of Parmesan cheese,
  • chives,
  • a clove of garlic,
  • olive oil,
  • salt,
  • slices of almonds.
  1. Clean the Spanish moss and cut out the stems of each tuft.
  2. Boil the  pasta along with the Spanish moss and chives.
  3. Meanwhile browning the garlic in a pan with 2 tablespoons of olive oil.
  4. Drain the pasta, the Spanish moss and chives and
  5. Pan-fry with the garlic.
  6. Complete the dish with parmesan cheese and slices of almonds.

 

For the snack try the anti-stress strawberry pudding 

  • You need 250 g strawberries,
  • 130 g of low-fat yogurt,
  • 2 tablespoons organic mint syrup,
  • a spoonful of powdered sugar;
  • A teaspoon of agar agar;
  • The juice of half a lemon.
  1. Put aside 50 g of strawberries for decoration.
  2. Cut the strawberries and blend together the remaining sugar and the lemon juice.
  3. Pour into a saucepan mint syrup,
  4. add half a cup of water and cook on fire.
  5. Before boiling join the agar agar and cook it for 2 minutes.
  6. Melt syrup and the strawberry cream and yogurt.
  7. Pour in 2 molds and keep in the fridge 3 hours.
  8. Before serving, decorate with strawberries.

 

A dinner rich in fiber, enzymes and light proteins

Start dinner with a cream of peas, potatoes, celery, shallots and chervil.

Continue with the tuna carpaccio with goat cheese and marinated zucchini.

Conclude with a salad of strawberries and banana sliced ​​and dressed with acacia honey and lemon.

 

Tuna carpaccio

  • Serve 200 g of fresh tuna,
  • 2 zucchini,
  • capers zest of a lemon bio grated parsley,
  • a tablespoon of white wine vinegar,
  • extra virgin olive oil,
  • salt and pink peppercorns,
  • goat cheese.

 

  1. Cut the tuna into very thin slices,
  2. season with the oil and
  3. put it in the refrigerator covered with plastic wrap.
  4. Slice the zucchini lengthwise and season with parsley, lemon zest and a vinaigrette made with 2 tablespoons of olive oil, vinegar, salt and pepper.
  5. Cover them with a plastic wrap and let them marinate for 20 minutes.
  6. Put dishes in the tuna carpaccio,
  7. drain the zucchini and commit them to the fish.
  8. Garnish with capers and red pepper and serve with goat cheese flavored with chopped parsley.

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

dietaIn questo caso potrebbe essere necessario “rieducare” il tuo corpo a metabolizzare i cibi in modo più efficace: questo menu speciale può aiutarti

Esistono persone che “fisiologicamente” soffrono di rallentamento metabolico e che soprattutto durante l’inverno tendono ad accumulare soprappeso in maniera più evidente del solito.

Questi soggetti, spesso afflitti da cellulite e gonfiori, in genere hanno una tiroide un po’ pigra di natura, tendono a trattenere liquidi nella parte bassa del corpo e hanno un intestino pigro: sono soprattutto loro che dovrebbero approfittare dei fermenti stimolanti della primavera ormai vicina per regalare alla ghiandola-chiave del metabolismo una sferzata di vitalità. Per questa tipologia suggeriamo un “percorso alimentare” che già in sette giorni regalerà i primi risultati visibili. Ecco dunque cosa fare per una settimana.

Appena svegli
A digiuno, bevi un bicchiere di acqua con una capsula di coenzima Q10 (lo trovi in farmacia): è una sostanza naturale capace di bruciare naturalmente gli accumuli di grasso e di modulare il metabolismo, oltre ad avere un’ottima azione anti colesterolo e anti fame. Puoi anche proseguire la cura con il coenzima Q10 per un mese intero: ha anche un’azione rassodante e antiage e ti farà sentire più tonica e carica di energia.

A colazione saziati di antiossidanti
Se il metabolismo è molto lento, bisogna dargli una bella “scossa” soprattutto al mattino. Ecco come organizzare il breakfast.

– Una tazza di tè rosso, 3 fette di pane azzimo con un velo di miele di agrumi, uno yogurt naturale parzialmente scremato con un kiwi a tocchetti e 3 mandorle.

– In alternativa, puoi optare per una tazza di caffè d’orzo macchiato con del latte di mandorle, una fettina di torta di sola farina di castagne (senza farina di frumento e senza zucchero, preparata mescolando 300 g di farina con 2 uova, un bicchiere di latte vegetale e un cucchiaio di miele), uno yogurt naturale parzialmente scremato, una spremuta d’arancia.

Come spuntino scegli i grassi buoni
A metà mattina, non farti tentare da dolcetti, cioccolata o snack ma opta per una merenda naturale, saziante e riattivante a livello tiroideo. Per esempio:

  • 100 g di uva bianca o nera e 3 mandorle.
  • Uno yogurt naturale e un cucchiaio di semi di zucca, e lino, meglio se non tostati, ricchi di Omega 3.

In alternativa, allo yogurt aggiungi un cucchiaio di cereali integrali, che sono naturalmente ricchi di iodio.

A pranzo assumi lo iodio
Prova i menu che saziano senza pesare sulla digestione.

  • Risotto al radicchio,
  • una sogliola al cartoccio o in padella con un’insalata di finocchi (o ravanelli) con olio d’oliva, limone e un pizzico di alghe in polvere.
  • Pasta di farro al sugo di funghi, porri, prezzemolo, 100 g di ricotta di capra (o tofu a tocchetti) con un’insalata di rucola, soncino e pomodorini.

L’integratore di metà giornata
Ti consigliamo la curcuma:

  • favorisce la depurazione del fegato,
  • elimina gli eccessi di colesterolo,
  • riduce l’assimilazione dei grassi e
  • stimola l’organismo a bruciare più calorie.

È utile anche in caso di pancia gonfia dovuta a eccesso di cibi lievitati. Come si usa. Acquistala in compresse e prendine 1-2 al dì, con acqua poco prima o durante il pranzo. Scegli la curcuma titolata in curcumina al 95%: è più efficace.

A merenda bevi succhi stimolanti
Eccoti due opzioni di facile realizzazione, a base di zenzero, una radice stimolante, riscaldante ed efficace per far ripartire il metabolismo. Un centrifugato di mela e carota con una raschiatura di zenzero fresco. Se sei in ufficio, un bicchiere di succo di mela con zenzero in polvere.

A cena rassodati con le proteine verdi
Il pasto finale della giornata aiuta a rivitalizzare tiroide e muscoli. Crema di carciofi, patate e pesto, 200 g merluzzo al vapore con cavolfiori conditi con olio d’oliva, aceto di mele e semi di cumino. Passato di fave e piselli con un pizzico di curry, 150 g di fesa di tacchino alla griglia e 200 g di spinaci lessati e saltati in padella.

FONTE: Riza

Read Full Post »

LATTE VEGETALEI latti vegetali sono un’ottima alternativa a quello vaccino utilizzata prevalentemente dai vegani.

In realtà, non si tratta di bevande adatte soltanto a chi per scelta non mangia cibi di origine animale, ma anche a chi soffre di colesterolo alto e, in generale, a tutti coloro che hanno necessità di seguire una dieta povera di grassi, anche solo per dimagrire o per controllare meglio il diabete.

Infatti, da un lato sono ricchi di nutrienti come vitamine e minerali, dall’altro sono privi di colesterolo e contengono quantità irrilevanti di grassi saturi.

Inoltre, sono indicati per chi è intollerante al lattosio, per chi è allergico alla caseina e possono essere introdotti nell’alimentazione di chiunque voglia seguire una dieta sana e leggera. Ogni tipo può avere diversi utilizzi, si possono quindi bere caldi o freddi, ma anche usare in cucina al posto di quello vaccino.

1) Il latte di cocco rinforza le ossa:

non va confuso con l’acqua di cocco, cioè il liquido che si trova naturalmente all’interno del frutto. A differenza degli altri latti vegetali ha un alto contenuto di grassi saturi, ma di una qualità migliore rispetto a quelli di origine animale. E’ poco proteico e contiene una discreta quantità di vitamine del gruppo B e C, minerali, come fosforo e potassio, oltre all’acido laurico, una sostanza utile per le ossa.

2) Il latte di mandorle ha tante calorie ma è salutare:

si tratta del latte vegetale più calorico di tutti, perché le mandorle sono molto ricche di grassi polinsaturi. Tuttavia il contenuto di quelli saturi è piuttosto limitato. Inoltre, è ricco di antiossidanti, calcio, fibre e vitamina E. E’ particolarmente indicato per gustare una colazione tradizionale e nella preparazione di torte e dolci al cucchiaio.

3) Il latte di avena è consigliato contro il colesterolo:

è poco calorico e dal limitato contenuto di grassi, soprattutto polinsaturi, mentre è ricco di zuccheri semplici. Contiene, inoltre, fibre, vitamina E e acido folico. Come il latte di soia anche quello di avena è una valida alternativa al latte vaccino, per chi è intollerante, e soprattutto per chi ha problemi di aterosclerosi, perché l’avena aiuta a ridurre il colesterolo Ldl (quello cattivo).

4) Il latte di riso fornisce energia immediata:

è ricco di zuccheri semplici e quindi fornisce energia prontamente disponibile; se consumato in dosi abbondanti non è particolarmente adatto ai diabetici, perché potrebbe alzare l’indice glicemico. E’, invece, il latte vegetale meno grasso e contiene prevalentemente grassi polinsaturi. Fornisce, poi, un buon apporto di fibre, vitamina A, B, D, e minerali, e una quantità di proteine inferiore rispetto al latte di soia.

5) Il latte di soia è il più simile a quello vaccino:

è il latte vegetale meno calorico e il più ricco di proteine, per questo è nutrizionalmente il più simile al latte vaccino, ma con un contenuto di grassi molto inferiore a quello intero e di poco superiore a quello parzialmente scremato. Contiene prevalentemente grassi polinsaturi, compresi gli omega 3, mentre i grassi saturi sono molto ridotti. Inoltre è ricco di vitamine A, E, B e minerali, in particolare il calcio nella variante arricchita.

FONTE: il vero benessere

Read Full Post »