Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Vitamine’

Ricerca sviluppata in collaborazione tra la Dr.ssa Barbara Ferrando e Riccardo Lautizi. Ci sono molte informazioni fuorvianti sulla vitamina B12, e poiché è un argomento molto importante che può trasformare la salute delle persone, abbiamo voluto fare chiarezza.

 

Dove si trova la vitamina B12

Isolata nel fegato nel 1948, la vitamina B12 si presenta come l’unica vitamina formata da cobalto (chiamata infatti anche cobalamina) e la sua funzione è associata al funzionamento delle cellule nervose, alla produzione di globuli rossi, all’azione di co-enzima nella sintesi degli acidi nucleici e al metabolismo di amminoacidi, grassi e proteine.

La vitamina B12 è prodotta da batteri ed archeobatteri che vivono nel terreno, nelle acque o, in minima percentuale, anche nell’intestino.

I prodotti vegetali non contengono vitamina B12, la quale infatti non è utilizzata dalle piante per le funzioni vitali. Le piccole quantità di vitamina B12 che possono essere presenti nei prodotti vegetali derivano quindi da contaminazione da parte dei batteri del terreno che la producono.

Questo può spiegare il fatto che in Paesi dove il cibo, l’acqua e i vegetali consumati sono più contaminati, meno sterilizzati, i casi di carenza grave da vitamina B12 siano più rari rispetto a Paesi dove l’igiene degli alimenti e delle acque è una prassi consolidata.

E’ inoltre anche importante ricordare che gli animali non sono in grado di sintetizzare la B12.

I cibi animali contengono infatti i depositi tissutali della vitamina B12 prodotta dai batteri del terreno e assunta dall’animale brucando l’erba oppure addizionata al mangime nel caso degli animali da allevamento.

Nessun cibo vegetale quindi, a meno che non sia addizionato con questa vitamina, può rappresentare una fonte affidabile di B12 a differenza dei cibi di origine animale, anche indiretti. La ricerca non ha ad oggi fornito prove sufficienti per poter considerare una fonte alimentare affidabile di questa vitamina i cibi tradizionalmente proposti da molte scuole vegetariane o vegane come fonti alternative, quali le alghe, il lievito in scaglie, i funghi e i cibi fermentati a base di soia…

Come si assorbe la vitamina B12

La vitamina B12 non si trova nei cibi in forma libera, ma complessata assieme ad altre proteine. Per poterla assorbire è quindi necessario prima di tutto rompere, idrolizzare, questo complesso proteico a livello gastrico. Una volta liberata la vitamina B12 deve poi essere traghettata fino all’ileo terminale nell’intestino tenue dove viene assorbita. Per poter compiere questo viaggio deve quindi legarsi prima al fattore R, che viene degradato dal succo pancreatico, e poi al Fattore Intrinseco di Castle, FI, prodotto dalle cellule parietali dello stomaco.

Una volta assorbita a livello intestinale passa nel circolo ematico dove si associa a tre diverse proteine -transcobalamina I, II e III- che ne favoriscono l’utilizzo tessutale. La quota in eccesso si accumula nel fegato (60%) e nel muscolo (30%).

Perché anche gli onnivori possono presentare una carenza di B12?

I complessi passaggi che avvengono a livello gastro intestinale e che permettono l’assorbimento di questa vitamina spiegano come mai persone che soffrono di disturbi dell’apparato digerente possano presentare forti carenze di B12 anche assumendo carne e prodotti animali nella dieta.

Particolare attenzione va quindi posta per i seguenti casi:

  • compromissione della secrezione acida: ipocloridria
  • gastrite
  • utilizzo di farmaci, es. inibitori di pompa, antiacidi, antidiabetici orali
  • patologie intestinali come celiachia, intolleranza al glutine, intolleranze in generale, problemi di assorbimento, disbiosi, disturbi dell’evacuazione, operazioni chirurgiche, etc…
  • over 50: Un altro fattore che ne riduce la biodisponibilità è l’età. E’ infatti dimostrato che fino al 30% delle persone sopra i 50 anni d’età sono a rischio potenziale di carenza di B12 a causa dell’incapacità di idrolizzare il complesso B12-proteina.

Perché mangiando vegetali non assumiamo B12

Per seguire le norme igieniche, dopo il lavaggio dei vegetali, viene persa la cobalamina presente sulla superficie esterna della pianta, prodotta dai batteri del terreno.

Potremmo consumare verdure sporche ma questo ci esporrebbe al rischio di contaminazioni come ad esempio dalle feci di animali nel terreno (che possono produrre infezioni e parassiti) e dalle tossine dei pesticidi e fertilizzanti chimici usati.

Perché i prodotti animali contengono B12

Gli animali erbivori si nutrono dei vegetali nel terreno e accumulano nei tessuti del loro organismo la vitamina B12. Quindi noi, così come gli animali carnivori, consumando carne di animali e prodotti di animali, assimiliamo la vitamina B12.

I prodotti animali che contengono la vitamina B12 sono

  • carne (specialmente fegato)
  • uova
  • molluschi
  • latticini
  • pesce

Le alghe contengono la vitamina B12?

Questo argomento è controverso poiché circolano parecchie informazioni contrastanti e quindi è bene fare chiarezza.

Ci sono delle alghe usate come integratori altamente nutrizionali che sono spesso incluse come fonte di vitamina B12:

In realtà analisi approfondite hanno rivelato che queste alghe contengono pseudo-vitamine B12, inattive e non disponibili per l’uomo.

Infatti uno studio ha svelato che l’87% della vitamina B12 presente nella spirulina è una pseudo-vitamina, ovvero è una molecola strutturalmente simile alla B12 ma che non è la vera B12. Quindi solo il 17% è reale B12 e nella spirulina sembra essere circa 30-40 mcg per 100 grammi quindi praticamente irrilevante a fini terapeutici. Infatti una dose giornaliera terapeutica di vitamina B12 si aggira sui 1000 mcg. Non sorprende quindi che uno studio clinico ha osservato come l’assunzione di spirulina non aumenta i livelli sierici di vitamina B12 nei pazienti.

La “falsa” vitamina B12 delle alghe può fare male?

Il fatto negativo in tutto questo è che l’80% di pseudovitamina B12, può essere riconosciuta dai recettori nel nostro organismo e quindi creare un effetto antagonista. Ovvero può abbassare la nostra capacità di assorbire la reale vitamina B12 che ingeriamo col cibo.

Quindi chi assume la spirulina per aumentare ferro, proteine dovrebbe anche assumere reale B12 per evitare carenze nutrizionali.

La vitamina B12 è prodotta anche dai batteri intestinali

La vitamina B12 in piccola parte è prodotta anche da alcuni batteri che risiedono nel nostro intestino. Esistono rarissimi casi di persone che presentano nel loro intestino un’alta percentuale di questi batteri e quindi sono capaci di coprire il fabbisogno di vitamina senza integrarlo dall’esterno. Queste persone, molto rare, potrebbero quindi seguire una dieta vegana o vegetariana senza grossi problemi e analogamente potrebbero assumere spirulina per lunghi periodi e dosaggi sostanziosi senza il rischio di indurre una carenza di B12

Quali sono i danni da carenza di vitamina B12?

La vitamina B12 è un coenzima, trasportatore di gruppi metilici, che svolge la sua azione in importantissime vie metaboliche cellulari come

  • la sintesi degli acidi nucleici,
  • la sintesi delle proteine,
  • l’eritropoiesi e
  • il metabolismo dei grassi.

La sua carenza ha quindi gravi ripercussioni principalmente sul sistema emopoietico (anemia megaloblastica) e sul sistema nervoso, creando danni a volte anche irreversibili.

La sua azione sul sistema emotopoietico è in gran parte sinergica con quella della vitamina B9, l’acido folico, mentre non lo è sul sistema nevoso dove le funzioni della vitamina B12 non possono essere vicariate dall’acido folico. Nei vegetariani quindi che assumono con la dieta alte quantità di vitamina B9, una eventuale carenza di vitamina B12 può in un certo senso “essere mascherata” e non manifestarsi subito con sintomi ematologici (anemia megaloblastica) poiché l’alta percentuale di vitamina B9 è capace di compensarla.

Questo però non vale a livello del sistema nervoso dove una carenza di B12 se non riconosciuta e trattata in tempo può comportare danni neurologici che possono diventare anche permanenti.

Da notare che il fegato può accumulare, rispetto al fabbisogno quotidiano, un quantitativo rilevante di vitamina B12 (circa 2-3 mg) e quindi la carenza di vitamina può comparire anche dopo molti anni di dieta con carenza.

Come valutare un’eventuale carenza di vitamina B12?

La determinazione corretta dello stato della vitamina B12 nell’organismo si basa sul dosaggio dei livelli ematici di vitamina B12, di vitamina B9 e di omocisteina.

Il dosaggio ematico della sola vitamina B12 infatti non è affidabile al 100% sia perché fino il 30% della vitamina B12 in circolo può essere costituito da analoghi inattivi, sia perché se si assume un’integrazione il valore ematico non rispecchia lo stato dei depositi. Inoltre in alcuni laboratori i livelli inferiori stabiliti di normalità possono in realtà essere troppo bassi. I livelli di riferimento normali sono considerati superiori a 360 pg/ml che equivalgono a 267 pmol/L.

Un parametro ancora più specifico e precoce sarebbe il dosaggio dei livelli ematici di olotranscobalamina II e quello dei livelli ematici e urinari dell’acido metilmalonico i quali però non sono ad oggi disponibili in Italia come test di routine.

Chi è a rischio di sviluppare carenza di vitamina B12?

Tutte le persone con problemi di assorbimento e digestione, con problematiche più o meno serie a carico dell’apparato gastro intestinale (vedi sopra), molte delle persone over 50, chi fa uso di farmaci antiacidi o inibitori di pompa, e tutte le persone con un’alimentazione vegana dovrebbero assumere un’integrazione di vitamina B12 per non rischiare carenze nutrizionali nel lungo periodo.

Esistono in Italia e nel mondo scuole di pensiero, per esempio quelle vicine all’igienismo, alla macrobiotica e alle pratiche naturali, che spesso sostengono che non sia necessario integrare la vitamina B12 in diete vegane. Purtroppo non esistono ad oggi evidenze scientifiche a questo riguardo e tali informazioni sono assolutamente contrarie alle Linee Guida internazionali che suggeriscono invece un’integrazione della B12 anche in considerazione dei rischi neurologici ed ematologici che una carenza di tale vitamina può comportare nel tempo.

Concludendo, le Linee Guida consigliano quindi l’integrazione con vitamina B12 per i vegani, tramite assunzione giornaliera di un integratore o l’utilizzo di cibi addizionati con questa vitamina.

Per i latto-ovo-vegetariani con meno di 50 anni senza problemi di salute responsabili di ridurre la biodisponibilità della vitamina e che consumano regolarmente cibi animali indiretti, l’introito dietetico di vitamina B12 potrebbe soddisfare i fabbisogni fisiologici anche senza l’assunzione aggiuntiva di un integratore, la quale integrazione è quindi lasciata alla scelta individuale. E’ sempre e comunque consigliato un controllo periodico dei valori ematici.

Testimonianze

Ci sono tantissimi recensioni e testimonianze entusiasmanti sulla vitamina B12, alcune le ho raccolte nella mia precedente ricerca. Qui ho voluto includere la testimonianza di Annalisa che mi ha inviato via mail dopo aver ricevuto la newsletter di questo articolo:

Sono completamente d’accordo con questa pubblicazione.
La vit. B12 ha salvato mia madre da una diagnosi errata di anemia refrattaria con eccesso di blasti, di I poi fatta peggiorare al II grado con dosaggi alti di eritropoietina, per poi proporle l’azacitidina (chemio) che non ha voluto fare. Dopo due anni è mezzo ho richiesto la verifica della B12 per la neuropatia alle mani sopraggiunta e si è scoperto che la carenza di B12 era spaventosamente bassa. Dopo aver iniziato l’integrazione, mia madre da Marzo non ha più fatto trasfusioni ed è guarita.
Dico diagnosi errata perché non ci credo che all’insorgere della malattia risultasse la B12 al massimo dei valori. Non siamo in buone mani.
Spero che questa testimonianza sia di utilità per altri. Grazie.

Qual è il migliore integratore di vitamina B12

Infine si consiglia di scegliere un integratore con una forma attiva di vitamina B12. In commercio infatti la forma più comunemente utilizzata è la cianocobalamina, una provitamina che viene attivata dal fegato dopo rimozione della molecola di cianuro, ma sono disponibili anche preparati con le forme attive come la metilcobalamina, molto più biodisponibile e assorbibile. Queste sono consigliate soprattutto per chi ha problemi epatici perché vengono assimilate più facilmente.

La metilcobalamina e la adenosilcobalamina sono le due forme attive di B12 e assunte in modo sublinguale rappresentano il migliore integratore di vitamina B12 per biodisponibilità ed efficacia.

FONTE: Dionidream(ENGLISH VERSION)
Research developed in collaboration between Dr. Barbara Ferrando and Riccardo Lautizi. There is a lot of misleading information about vitamin B12, and since it is a very important topic that can transform people’s health, we wanted to shed some light.

Where is vitamin B12
Isolated in the liver in 1948, vitamin B12 appears as the only vitamin formed from cobalt (in fact also called cobalamin) and its function is associated with the functioning of nerve cells, the production of red blood cells, the action of co-enzyme in the synthesis of nucleic acids and the metabolism of amino acids, fats and proteins.

Vitamin B12 is produced by bacteria and archaea that live in the soil, in water or, in minimal percentage, also in the intestine.

Vegetable products do not contain vitamin B12, which in fact is not used by plants for vital functions. The small amounts of vitamin B12 that can be present in plant products therefore derive from contamination by the bacteria of the soil that produce it.

This may explain the fact that in countries where food, water and vegetables consumed are more contaminated, less sterilized, cases of severe vitamin B12 deficiency are more rare than in countries where food and water hygiene is a established practice.

It is also important to remember that animals are not able to synthesize B12.

Therefore, no vegetable food, unless it is added with this vitamin, can represent a reliable source of B12 unlike food of animal origin, even indirect. To date, the research has not provided sufficient evidence to consider foods traditionally offered by many vegetarian or vegan schools as alternative sources, such as algae, flaked yeast, mushrooms and fermented foods based on soy…

How vitamin B12 is absorbed
Vitamin B12 is not found in foods in free form, but complexed together with other proteins. To be able to absorb it, it is therefore necessary first of all to break, hydrolyse, this protein complex at the gastric level. Once released, vitamin B12 must then be ferried to the terminal ileum in the small intestine where it is absorbed. In order to complete this journey, it must therefore first bind to the R factor, which is degraded by the pancreatic juice, and then to the Intrinsic Factor of Castle, FI, produced by the parietal cells of the stomach.

Would you like to know more?

Once absorbed in the intestine it passes into the bloodstream where it is associated with three different proteins – trancebalamin I, II and III – which favor tissue use. The excess quota accumulates in the liver (60%) and in the muscle (30%).

Why even omnivores can present a B12 deficiency?
The complex passages that take place at the gastro-intestinal level and that allow the absorption of this vitamin explain why people suffering from digestive tract disorders may have strong B12 deficiencies even when taking meat and animal products in the diet.

Particular attention must therefore be paid to the following cases:

impaired acid secretion: hypochloridria
gastritis
use of drugs, eg pump inhibitors, antacids, oral antidiabetics
intestinal diseases such as celiac disease, gluten intolerance, intolerances in general, absorption problems, dysbiosis, evacuation disorders, surgical operations, etc.
over 50: Another factor that reduces its bioavailability is age. It has been shown that up to 30% of people over the age of 50 are at potential risk of B12 deficiency due to the inability to hydrolyse the B12-protein complex.
vitamin b12 methylcobalamin global healing center

Because eating vegetables we do not take B12

To follow the hygiene rules, after washing the vegetables, the cobalamin present on the external surface of the plant, produced by the soil bacteria, is lost.

We could consume dirty vegetables but this would expose us to the risk of contamination such as from the faeces of animals in the ground (which can produce infections and parasites) and from the toxins of pesticides and chemical fertilizers used.

Why animal products contain B12
Herbivorous animals feed on vegetables in the soil and accumulate vitamin B12 in the tissues of their body. So we, like carnivorous animals, by consuming meat from animals and animal products, assimilate vitamin B12.

The animal products that contain vitamin B12 are

  • meat (especially liver)
  • eggs
  • clams
  • dairy product
  • fish

Do algae contain vitamin B12?
This argument is controversial because there is a lot of conflicting information circulating and therefore it is good to be clear.

There are algae used as highly nutritional supplements that are often included as a source of vitamin B12:

  • Spirulina
  • Klamath
  • Chlorella

In fact, in-depth analyzes have revealed that these algae contain pseudo-vitamins B12, inactive and unavailable to humans.

In fact, a study has revealed that 87% of the vitamin B12 present in spirulina is a pseudo-vitamin, which is a molecule structurally similar to B12 but which is not the true B12. So only 17% is real B12 and in spirulina it seems to be about 30-40 mcg per 100 grams therefore practically irrelevant for therapeutic purposes. In fact, a therapeutic daily dose of vitamin B12 is around 1000 mcg. It is therefore not surprising that a clinical study observed that spirulina intake does not increase serum vitamin B12 levels in patients.

Can the “false” vitamin B12 of algae hurt?
The negative fact in all this is that 80% of pseudovitamin B12, can be recognized by receptors in our body and therefore create an antagonistic effect. That can lower our ability to absorb the real vitamin B12 we eat with food.

So whoever takes spirulina to increase iron, protein should also take real B12 to avoid nutritional deficiencies.

Vitamin B12 is also produced by intestinal bacteria
Vitamin B12 in a small part is also produced by some bacteria that reside in our intestines. There are very few cases of people who have a high percentage of these bacteria in their intestines and therefore are able to cover the vitamin requirement without integrating it from the outside. These people, very rare, could therefore follow a vegan or vegetarian diet without major problems and similarly could take spirulina for long periods and substantial doses without the risk of inducing a B12 deficiency

What are the damages from vitamin B12 deficiency?
Vitamin B12 is a coenzyme, transporter of methyl groups, which performs its action in very important cellular metabolic pathways such as nucleic acid synthesis, protein synthesis, erythropoiesis and fat metabolism. Its deficiency therefore has serious repercussions mainly on the hematopoietic system (megaloblastic anemia) and on the nervous system, creating sometimes irreversible damage.

Its action on the hematopoietic system is largely synergistic with that of vitamin B9, folic acid, while it is not synergistically on the snowy system where the functions of vitamin B12 cannot be vicarious with folic acid. In vegetarians, therefore, who take high amounts of vitamin B9 with the diet, a possible deficiency of vitamin B12 can in a certain sense be “masked” and not immediately manifest with haematological symptoms (megaloblastic anemia) since the high percentage of vitamin B9 is capable to compensate for it.

However, this is not valid at the level of the nervous system where a deficiency of B12 if not recognized and treated in time can lead to neurological damage that can also become permanent.

It should be noted that the liver can accumulate a significant quantity of vitamin B12 (about 2-3 mg) compared to the daily requirement, and therefore the lack of vitamin can appear even after many years of diet with deficiency.

How to assess a possible vitamin B12 deficiency?
The correct determination of the state of vitamin B12 in the body is based on the measurement of blood levels of vitamin B12, vitamin B9 and homocysteine.

The blood dosage of vitamin B12 alone is not 100% reliable either because up to 30% of circulating vitamin B12 can be made up of inactive analogues, and because if supplemented, the blood value does not reflect the state of the deposits. Furthermore, in some laboratories the lower levels of normality may actually be too low. Normal reference levels are considered to be above 360 ​​pg / ml which is equivalent to 267 pmol / L.

An even more specific and early parameter would be the determination of blood levels of holotranscobalamina II and that of the blood and urinary levels of methylmalonic acid which, however, are not currently available in Italy as a routine test.

Who is at risk of developing vitamin B12 deficiency?
All people with problems of absorption and digestion, with more or less serious problems affecting the gastro-intestinal tract (see above), many of the over 50s, those who use antacids or pump inhibitors, and all people with a vegan diet should take vitamin B12 supplementation to avoid nutritional deficiencies in the long run.

In Italy and in the world there are schools of thought, for example those close to hygiene, macrobiotics and natural practices, which often maintain that it is not necessary to integrate vitamin B12 into vegan diets. Unfortunately, to date no scientific evidence exists in this regard and this information is absolutely contrary to the international Guidelines which suggest instead an integration of B12 also in consideration of the neurological and hematological risks that a lack of this vitamin can entail over time.

In conclusion, the Guidelines therefore advise the integration with vitamin B12 for vegans, through the daily intake of a supplement or the use of foods supplemented with this vitamin.

For lacto-ovo-vegetarians under 50 without health problems responsible for reducing the bioavailability of the vitamin and who regularly consume indirect animal foods, the dietary intake of vitamin B12 could satisfy the physiological needs even without the additional intake of an integrator, which integration is therefore left to the individual choice. Periodic checking of blood values ​​is always recommended.

Testimonials
There are lots of reviews and exciting testimonials about vitamin B12, some I collected in my previous research. Here I wanted to include the testimony of Annalisa who sent me via email after receiving the newsletter of this article:

I completely agree with this publication.
The vit. B12 saved my mother from a misdiagnosis of refractory anemia with an excess of blasts, then made it worse on the second degree with high doses of erythropoietin, and then proposed azacitidine (chemo) that she didn’t want to do. After two years it is half I requested the verification of the B12 for the coming neuropathy to the hands and it was discovered that the B12 deficiency was appallingly low. After starting the integration, my mother has not transfused since March and she has recovered.
I say misdiagnosis because I do not believe that B12 was at its maximum at the onset of the disease. We are not in good hands.
I hope this testimony is useful for others. Thank you.

What is the best vitamin B12 supplement
Finally it is recommended to choose a supplement with an active form of vitamin B12. In fact, the most commonly used form on the market is cyanocobalamin, a provitamin that is activated by the liver after removal of the cyanide molecule, but preparations are also available with active forms such as methylcobalamin, much more bioavailable and absorbable. These are recommended especially for those with liver problems because they are more easily assimilated.

Methylcobalamin and adenosylcobalamin are the two active forms of B12 and taken sublingually they represent the best vitamin B12 supplement for bioavailability and efficacy.

SOURCE: Dionidream

Read Full Post »

L’acido folico e i folati sono fondamentali per il benessere del corpo, non solo in gravidanza; infatti una carenza di vitamina B9 implica una serie di sintomi e conseguenze negative. Ecco a cosa serve l’acido folico e in quali alimenti si trova.

 

L’acido folico è una sostanza che fa parte delle vitamine del gruppo B, fondamentale per la salute di grandi e piccini e sicuramente conosciuta da tutte le mamme, visti i benefici che ha in gravidanza.  Anche se non sei in dolce attesa dovresti sapere a cosa serve l’acido folico e in quali alimenti trovarlo perché questa vitamina ha numerosi benefici sia sulla bellezza dei capelli e del corpo, sia sulla mente e sull’umore, e perché una carenza di acido folico può portare ad alcune controindicazioni.

L’acido folico appartiene alle vitamine del gruppo B, in particolare è noto come B9.
Si tratta di una vitamina idrosolubile, ciò significa che il  nostro corpo non è in grado di accumulare questa sostanza autonomamente e può solo assumerla attraverso gli alimenti che la contengono. Per questo motivo, è fondamentale inserire nella nostra dieta quotidiana cibi che ne sono ricchi e che possono garantirci una giusta dose di questa vitamina.

Fino a qualche anno fa, si riteneva che la vitamina B9 fosse importante soprattutto in gravidanza per assicurare al bambino un corretto sviluppo e una protezione da alcune malattie gravi.
Eppure i benefici dell’acido folico non riguardano solo le mamme, questa sostanza, infatti, svolge alcune funzioni di primaria importanza:

  • partecipa alle reazioni di sintesi e riparazione del DNA,
  • favorisce la maturazione e la moltiplicazione cellulare,
  • stimola la produzione dei globuli rossi,
  • abbassa i livelli di omocisteina,
  • insieme alla vitamina B12, permette al corpo di trasformare le proteine in energia.

Inoltre, l’acido folico sembra essere utile anche nel caso di amenorrea. La mancanza di mestruazioni comunque deve essere sottoposta all’attenzione di un ginecologo; sarà lui eventualmente a suggerirci un’integratore di folina.

Tra le carenze nutrizionali quella legata alla vitamina B9 è molto frequente anche nelle persone che non hanno problemi di salute; basta un’alimentazione poco equilibrata e poco varia infatti per esporci a questo rischio.

L’acido folico, tra le sue varie funzioni, ha quella di  abbassare i livelli di omocisteina nel sangue, un aminoacido che quando raggiunge valori molto alti può provocare infarti e problemi cardiovascolari.

Se abbiamo l’omocisteina alta dovuta a una carenza di acido folico mettiamo in pericolo anche  la salute del cervello esponendoci al rischio di patologie come Alzheimer e demenza senile. Al contrario, un buon livello di vitamina B9 ci può aiutare a ridurre il rischio di cadere in disturbi depressivi e malattie legate alla salute mentale.

Non solo è fondamentale per la nostra salute, l’acido folico è anche un alleato di bellezza. Sappiamo bene che qualsiasi carenza vitaminica ha anche un effetto sul nostro aspetto; la pelle può apparire spenta e segnata e i capelli sfibrati e poco sani. L’acido folico, in particolare, è indispensabile per le molecole che costituiscono il DNA e quindi è strettamente legato anche alla salute dei capelli. Le cellule dei capelli infatti si riproducono molto in fretta e se i valori dell’acido folico sono bassi si rischia di avere più facilmente i capelli bianchi anche da giovani; senza contare poi che la normale caduta dei capelli viene accelerata.

Ci sono diverse cause che possono portarci ad avere una carenza di acido folico. In particolare, siamo a rischio se la nostra alimentazione è poco varia o se stiamo seguendo alcune terapie farmacologiche che possono causare squilibri nei livelli di vitamina B9 (come antibiotici e farmaci chemioterapici).

Se abbiamo un livello basso di acido folico, i sintomi che dovremmo riscontrare sono:

  • anemia,
  • alterazioni della pelle e delle mucose,
  • glossite (infiammazione della lingua),
  • formicolio ed intorpidimento delle dita dei piedi,
  • incanutimento,
  • indebolimento dei capelli,
  • perdita di peso,
  • irritabilità,
  • depressione,
  • stanchezza e spossamento,
  • disturbi gastrointestinali,
  • perdita di peso,
  • insonnia.

Questi campanelli d’allarme possono indicare una carenza di acido folico. Tuttavia dobbiamo tenere sempre in considerazione che, per quanto l’alimentazione giochi un ruolo fondamentale, ci sono alcune patologie che possono esporci maggiormente a questo rischio. Ad esempio in caso di HIV il corpo fa più fatica ad assorbire questa vitamina nonostante dieta ricca e equilibrata. Allo stesso modo i pazienti in dialisi o le persone che soffrono di disturbi all’intestino legati all’alcolismo possono avere una minore capacità di assorbimento di vitamine e sostanze nutritive.

In quali alimenti si trova l’acido folico?

Per fare scorta di vitamina B9, alcuni alimenti sono migliori di altri.
Una dieta equilibrata e sana che possa fornirci il giusto apporto di folati deve contenere:

  • le frattaglie,
  • le verdure a foglia verde, come indivia, spinaci, broccoli e cavolfiore,
  • i legumi, soprattutto ceci, fave e fagioli,
  • il tuorlo d’uovo,
  • la frutta, sia fresca (soprattutto arance, pompelmi e clementine) che secca (come arachidi, noci e pistacchi),
  • i cereali integrali.

Cottura dei cibi ricchi di acido folico

Non dimenticare che la cottura può distruggere dal 50% al 90% dell’acido folico contenuto negli alimenti, quindi cerca, quando possibile, di inserire nella dieta alcune fonti di vitamina B9 crude.
L’acido folico è idrosolubile quindi si disperde facilmente nel liquido di cottura. Quindi anche se ci può sembrare sano bollire broccoli, asparagi e cavolfiori, questo non è il metodo migliore per approfittare di tutte le sostanze nutritive che contengono; meglio optare per una cottura al forno, alla piastra o al vapore.

Dosaggio e fabbisogno giornaliero

La dieta mediterranea è perfetta per coprire il fabbisogno giornaliero di acido folico. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità la dose giornaliera raccomandata è di 400 μg sia per gli uomini che per le donne.

Acido folico in gravidanza

In gravidanza e durante l’allattamento, la dose raccomandata sale a 500-600 μg. Spesso, in questi casi, la dieta non basta e può esser necessario assumere un integratore di acido folico. Durante, la maternità, infatti, l’omocisteina non deve essere troppo alta.

Esistono diversi integratori di acido folico e cibi fortificati con questa vitamina. La folina, ad esempio, è un prodotto che si può rivelare utile in caso di carenza di vitamina B9.

Controindicazioni

Non ci sono particolari controindicazioni legate all’assunzione di dosi eccessive di acido folico, infatti in questo caso semplicemente le sostanze non vengono assorbite dal nostro corpo che le elimina naturalmente attraverso le urine.
Nonostante non ci sia un rischio di tossicità è sempre bene valutare se assumere integratori di vitamina B9 confrontandosi con il proprio medico.

 

FONTE: Salute Pour Femme

 

(ENGLISH VERSION)

Folic acid and folates are essential for the well-being of the body, not only during pregnancy; in fact, a deficiency of vitamin B9 implies a series of symptoms and negative consequences. This is what folic acid is used for and what foods it is in.

Folic acid is a substance that is part of the B vitamins, essential for the health of adults and children and certainly known by all mothers, given the benefits it has during pregnancy. Even if you are not pregnant, you should know what folic acid is used for and what foods to find it because this vitamin has numerous benefits both on the beauty of hair and body, on mind and mood, and because a lack of acid folic can lead to some contraindications.

What is folic acid for?

Folic acid belongs to the B vitamins, in particular it is known as B9.
It is a water-soluble vitamin, which means that our body is not able to accumulate this substance independently and can only take it through the foods that contain it. For this reason, it is essential to include in our daily diet foods that are rich and that can guarantee us a right dose of this vitamin.

Until a few years ago, it was believed that vitamin B9 was important especially during pregnancy to ensure the child’s proper development and protection from certain serious diseases.
Yet the benefits of folic acid not only affect mothers, this substance, in fact, plays some important functions:

participates in DNA synthesis and repair reactions,
promotes cell maturation and multiplication,
stimulates the production of red blood cells,
lowers homocysteine ​​levels,
together with vitamin B12, it allows the body to transform proteins into energy.
Furthermore, folic acid seems to be useful also in the case of amenorrhea. The lack of menstruation, however, must be brought to the attention of a gynecologist; he will eventually suggest a supplements to me.

Deficiency of folic acid

Among the nutritional deficiencies that linked to vitamin b9 is very frequent even in people who do not have health problems; an unbalanced diet is enough and it is not very varied to expose ourselves to this risk.

Folic acid, among its various functions, has that of lowering the levels of homocysteine ​​in the blood, an amino acid that when it reaches very high values ​​can cause heart attacks and cardiovascular problems.

If we have high homocysteine ​​due to a folic acid deficiency, we also endanger brain health by exposing ourselves to the risk of diseases such as Alzheimer’s and senile dementia. On the contrary, a good level of vitamin b9 can help us reduce the risk of falling into depressive disorders and mental health related illnesses.

Not only is it fundamental to our health, folic acid is also an ally of beauty. We know well that any vitamin deficiency also has an effect on our appearance; the skin may appear off and marked and the hair is brittle and unhealthy. Folic acid, in particular, is indispensable for the molecules that make up DNA and therefore is also closely linked to hair health. In fact, hair cells reproduce very quickly and if the values ​​of folic acid are low, you risk having more white hair even when young; not to mention that the normal hair loss is accelerated.

Low folic acid: causes and symptoms

There are several causes that can lead us to have a folic acid deficiency. In particular, we are at risk if our diet is not very varied or if we are following some pharmacological therapies that can cause imbalances in vitamin B9 levels (such as antibiotics and chemotherapeutic drugs).

If we have a low level of folic acid, the symptoms we should encounter are:

  • anemia,
  • changes in the skin and mucous membranes,
  • glossitis (inflammation of the tongue),
  • tingling and numbness of toes,
  • graying,
  • weakening of hair,
  • weight loss,
  • irritability,
  • depression,
  • tiredness and exhaustion,
  • gastrointestinal disorders,
  • weight loss,
  • insomnia.

These alarm bells may indicate a lack of folic acid. However, we must always keep in mind that, although nutrition plays a fundamental role, there are some pathologies that can expose us most to this risk. For example, in the case of HIV, the body is more difficult to absorb this vitamin despite a rich and balanced diet. Likewise, dialysis patients or people suffering from bowel disorders related to alcoholism may have a lower capacity to absorb vitamins and nutrients.

In which foods is folic acid found?

To stock up on vitamin B9, some foods are better than others.
A balanced and healthy diet that can provide us with the right intake of folate must contain:

offal,
green leafy vegetables such as endive, spinach, broccoli and cauliflower,
legumes, especially chickpeas, beans and beans,
the egg yolk,
fruit, whether fresh (especially oranges, grapefruits and clementines) or dried (such as peanuts, walnuts and pistachios),
whole grains.

Cooking foods rich in folic acid

Do not forget that cooking can destroy from 50% to 90% of the folic acid contained in food, so try, when possible, to insert in the diet some raw sources of vitamin B9.
Folic acid is water-soluble so it is easily dispersed in the cooking liquid. So although it may seem healthy to boil broccoli, asparagus and cauliflower, this is not the best method to take advantage of all the nutrients they contain; better to opt for baking, grilling or steaming.

Dosage and daily requirement

The Mediterranean diet is perfect to cover the daily folic acid needs. According to the Istituto Superiore di Sanità, the recommended daily dose is 400 μg for both men and women.

Folic acid in pregnancy

During pregnancy and lactation, the recommended dose rises to 500-600 μg. Often, in these cases, the diet is not enough and it may be necessary to take a folic acid supplement. In fact, maternity, in fact, homocysteine ​​must not be too high.

There are several folic acid supplements and foods fortified with this vitamin. The fake, for example, is a product that can be useful in case of vitamin B9 deficiency.

If you are a mother here you will find everything you need to know about the importance of folic acid in pregnancy and how to take it.

Contraindications

There are no particular contraindications related to the intake of excessive doses of folic acid, in fact in this case simply the substances are not absorbed by our body that naturally eliminates them through the urine.
Although there is not a risk of toxicity, it is always good to consider whether to take vitamin B9 supplements by contacting your doctor.

 

SOURCE: Salute Pour Femme

Read Full Post »

Molte persone sono consapevoli del fatto che la vitamina C può aiutarli a riprendersi da un raffreddore o influenza, ma c’è molto di più da capire su come la vitamina C sostiene la nostra salute.

 

La vitamina C è essenziale per la buona salute tutto l’anno, non solo quando siamo malati. In effetti, è fondamentale per la nostra salute e la nostra sopravvivenza. Sfortunatamente, le carenze di vitamina C sono diffuse oggi e la mancanza di questa importante vitamina può contribuire a quasi tutte le malattie.

Perché la vitamina C è così importante?

La vitamina C è antinfiammatoria, aiuta ad aumentare il numero dei globuli bianchi nel nostro sangue rafforzando i nostri neutrofili, eosinofili, basofili e macrofagi; e generalmente stimola il sistema immunitario contro virus, batteri, lieviti, muffe e altri funghi indesiderati. Ciò rende essenziale ottenere una quantità adeguata di vitamina C se stai combattendo una malattia o un sintomo cronico.

Il giusto tipo di vitamina C aiuta anche a pulire fegato, sangue e linfa, a rafforzare le ghiandole surrenali, a riparare i neurotrasmettitori danneggiati e a ripristinare il sistema nervoso centrale. Aiuta anche il corpo a disintossicarsi efficacemente, che è una sfida che molti malati cronici affrontano fino a quando non ottengono i giusti nutrienti che supportano la disintossicazione.

La vitamina C rafforza anche tutti i livelli del sistema immunitario personalizzato del fegato. Il fegato utilizza la vitamina C in tutte le sue oltre 2.000 funzioni chimiche. Non solo disintossica e purifica il fegato; può anche fermare un fegato pigro, sciogliere e disperdere le cellule adipose immagazzinate nel fegato e aiutare il fegato a riprendersi dopo gli attacchi di adrenalina legati allo stress. La vitamina C può anche aiutare a fermare e riparare il tessuto cicatriziale nel profondo del fegato. Può anche aiutare con noduli, tumori e cisti.

Le migliori fonti di vitamina C

Diverse forme di vitamina C supportano la nostra salute in vari modi, quindi è importante sapere verso quali fonti di alta qualità di vitamina C orientarsi. Alcune delle migliori fonti alimentari di vitamina C sono cinorrodi, kiwi, arance, mandarini e pomodori. Puoi leggere le proprietà curative di questi alimenti e il loro specifico profilo di vitamina C nel mio libro Life-Changing Foods di Anthony William. Un’altra grande fonte di una forma essenziale di vitamina C (ce ne sono molte) proviene dal succo fresco estratto dal finocchio. Bere 16 once di succo di finocchio puro a stomaco vuoto ogni giorno può offrire molti benefici per la salute nel tempo. Tutti i frutti e le verdure contengono una certa quantità di vitamina C, quindi concentrare la dieta in gran parte su prodotti freschi aiuterà naturalmente ad aumentare l’assunzione di vitamina C.

L’Ester-C® è una forma supplementare di vitamina C che può essere molto utile per una vasta gamma di persone. Il particolare integratore Ester-C® che preferisco è particolarmente efficace perché contiene importanti bioflavonoidi complementari che supportano la nostra salute, insieme all’Ester-C® stesso. Contiene anche cinorrodi, e la vitamina C nei cinorrodi ha il potere di trasformare e attivare le altre forme di vitamina C che si trovano nel supplemento, insieme a qualsiasi vitamina C dalle fonti alimentari che si consumano, rendendole più forti. Inoltre, la vitamina C nei cinorrodi è la forma bioidentica più biodisponibile di vitamina C esistente, cioè la forma più utilizzabile per i nostri corpi. Ester-C® è anche molto delicato sul sistema, quindi se qualcuno ha problemi digestivi o è molto sensibile, questo Ester-C® è una buona scelta.

Un’altra ottima opzione è il liquido Liposomal C, che contiene una potente e biodisponibile forma di vitamina C. Liposomal C entra rapidamente nel flusso sanguigno in modo da agire rapidamente ed efficacemente. Questo acido ascorbico può essere troppo potente e acido per alcune persone sensibili, quindi l’Ester-C può essere una scelta migliore e / o iniziare con piccole quantità di Liposomal C e aumentare leggermente nel tempo. Ho suggerito dosaggi di questi supplementi di vitamina C per diversi sintomi e condizioni di salute in Liver Rescue.

Il tuo amico che migliora i nutrienti

Un modo in cui tu o una persona cara puoi amplificare la vitamina C che assorbi è quella di stare alla luce solare diretta sulla pelle quando possibile. Il sole rafforza e migliora l’assorbimento e la funzione di ogni singolo nutriente, la vitamina C inclusa. Pensa al sole come a un veicolo per ottenere supporto multivitaminico e multiminerale a tutti i tuoi sistemi corporei! Non è necessario spendere molto tempo sotto il sole e le scottature dovrebbero essere sempre evitate accuratamente. Anche cinque minuti al sole presto o tardi quando il sole non è al massimo può essere molto utile. Puoi imparare di più sul sole e su altri aspetti critici della guarigione nella mia risorsa educativa gratuita, The Healing Path.

Come potete vedere, la vitamina C è un minerale fondamentale per la nostra salute e merita considerazione come parte di un protocollo di salute.

 

FONTE: Medical Medium

 

(ENGLISH VERSION)

Many people are aware that vitamin C can help them recover from a cold or flu, but there’s much more to understand about how vitamin C supports our health. Vitamin C is essential to good health year round, not just when we are ill. In fact, it’s critical for our overall health and survival. Unfortunately, vitamin C deficiencies are rife today and lacking enough of this important vitamin can contribute to almost any disease.

Why Is Vitamin C So Important?

Vitamin C is anti-inflammatory, helps increase our blood’s white count by strengthening our neutrophils, eosinophils, basophils, and macrophages; and generally boosts the immune system against viruses, bacteria, yeast, mold, and other unwanted fungus. This makes getting an adequate amount of vitamin C essential if you are battling a chronic illness or symptom.

The right kind of vitamin C also helps to cleanse the liver, blood and lymph, strengthen the adrenal glands, repair damaged neurotransmitters, and restore the central nervous system. It also helps the body to detox effectively, which is a challenge many chronically ill people face until they get the right detox-supporting nutrients.

Vitamin C also strengthens all levels of the liver’s personalized immune system. The liver uses vitamin C in all of its over 2,000 chemical functions. It not only detoxifies and cleanses the liver; it can also stop a sluggish liver, loosen and disperse fat cells stored inside the liver, and help the liver recover after bouts of stress-related adrenaline surges. Vitamin C can also help stop and repair scar tissue deep in the liver’s core. It can also help with nodules, tumors, and cysts.

The Best Sources Of Vitamin C

Different forms of vitamin C support our health in varying ways, so it’s important to know which high quality sources of vitamin C to turn toward. Some of the best food sources of vitamin C are rosehips, kiwi, oranges, tangerines, and tomatoes. You can read about the healing properties of these foods and their specific vitamin C profile in my book Life-Changing Foods. Another great source of one essential form of vitamin C (there are many) is from freshly juiced fennel. Drinking 16oz of straight fennel juice on an empty stomach daily can offer many wonderful health benefits over time. All fruits and vegetables contain some vitamin C, so focusing your diet largely on fresh produce will naturally help to boost your vitamin C intake.

Ester-C® is a supplemental form of vitamin C that can be very helpful for a wide range of people. The particular Ester-C® supplement I prefer is especially effective because it contains important complementary bioflavonoids that support our health, along with the Ester-C® itself. It also contains rose hips, and the vitamin C in rose hips has the power to transform and activate  the other forms of vitamin C found in the supplement, along with any vitamin C from food sources you consume, making them stronger. Plus, the vitamin C in rose hips is the most bioidentical, bioavailable form of vitamin C in existence—that is, the most usable form for our bodies. Ester-C® is also very gentle on the system, so if someone has digestive issues or is very sensitive, this Ester-C® is a good choice.

Another great option is the liquid Liposomal C, which contains a potent and bioavailable form of vitamin C. Liposomal C rapidly enters the bloodstream so it’s quick-acting and effective. This ascorbic acid may be too potent and acidic for some sensitive people, so Ester-C may be a better choice and/or start with very small amounts of the Liposomal C and increase a little over time. I have suggested dosages of these vitamin C supplements for different health symptoms and conditions in Liver Rescue.

Your Nutrient-Enhancing Friend

One way you or a loved one can amplify the vitamin C you absorb is to get direct sunlight on your skin when possible. The sun strengthens and enhances the absorption and function of every single nutrient, vitamin C included. Think of the sunshine as a vehicle for getting multivitamin and multimineral support to all your body systems! You don’t need to spend long in the sunshine, and sunburn should always be carefully avoided. Even five minutes in the sun early or late in the day when the sun is not full force can be very helpful. You can learn more about the sun and other critical aspects of healing in my free educational resource, The Healing Path.

As you can see, vitamin C is a critical mineral for our health and it deserves consideration as part of a health protocol.

 

SOURCE: Medical Medium

Read Full Post »

La vitamina B12 è un nutriente essenziale di cui la maggior parte della popolazione è carente, non solo vegani ma anche onnivori. I sintomi di carenza di vitamina B12 sono così comuni che spesso non vengono fatti risalire ad essa.

 

Gli studi hanno osservato che circa il 40% della popolazione occidentale ha bassi livelli di vitamina B12 [1] e questo è un grave problema perché offre così tanti benefici al corpo, e senza di essa, i benefici della vitamina B12 sono persi.

Benefici ed effetti della vitamina B12

Non è facile riuscire a far comprendere l’importanza di un nutriente ma posso testimoniare di tantissimi casi di persone con diversi disturbi che sono scomparsi non appena si è integrata la B12.

La vitamina B12 è fondamentale per:

  • Produzione del DNA
  • Produzione dei globuli rossi
  • Protegge i nervi e le cellule nervose
  • Fornisce energia al corpo e alla mente
  • Riduce il dolore ed è un antidolorifico naturale
  • Ripara i danni dell’ischemia nel cervello
  • Previene la demenza
  • Previene le malattie cardiovascolari riducendo i valori di omocisteina
  • Armonizza il ciclo dormi-veglia favorendo il sonno
  • Riequilibra gli ormoni
  • Riduce la depressione, migliora l’umore e allevia l’ansia
  • Previene la degenerazione maculare e la perdita della vista
  • Rafforza i capelli e rende la pelle più sana (protegge da eczema e psoriasi)

La vitamina B12 è un nutriente essenziale per la funzione cerebrale e cardiaca, collabora con il folato per favorire la formazione dei globuli rossi e la sintesi del DNA. Aiuta ad abbassare l’omocisteina, che, a livelli elevati, è legata a condizioni gravi come malattie cardiache, osteoporosi, depressione e demenza. Ciò significa che una carenza di B12, può portare a depressione e altri disturbi dell’umore, annebbiamento cerebrale, stanchezza, debolezza muscolare, mancanza di coordinazione e perdita di capelli. Ancora peggio, l’esaurimento cronico di B12 potrebbe imitare i segni e i sintomi di malattie cerebrali come la demenza.

Sintomi di carenza di vitamina B12

La carenza di questa vitamina è più comune di quanto si possa pensare e spesso lo si comprende solo quando si assume un integratore di vitamina B12 e i disturbi di salute scompaiono. I sintomi più comuni di carenza di B12 sono:

  • Stanchezza
  • Abbassamento della vista / degenerazione maculare
  • Anemia
  • Stanchezza surrenale e stress frequente
  • Bassa pressione sanguigna
  • Frequenti raffreddori e influenze
  • Infertilità
  • Aborto
  • Ansia
  • Paranoia
  • Insonnia
  • Sindrome premestruale
  • Acne
  • Allergie
  • Costipazione intermittente o diarrea
  • Lingua gonfia / infiammata / dolorante
  • Perdita di capelli
  • Pelle ingiallita / pallore
  • Herpes
  • Psoriasi
  • Dolore ai nervi
  • Mancanza di respiro
  • Intorpidimento / formicolio alle mani / gambe / piedi
  • Problemi di equilibrio / disorientamento
  • Incontinenza
  • Perdita del gusto e dell’olfatto
  • Perdita di memoria / demenza

La carenza di vitamina B12 può essere una condizione molto subdola, ma può rapidamente diventare seria e dannosa. Non dimenticare di parlare con il pediatra di tuo figlio in merito ai livelli di B12 poiché sebbene si pensi che le carenze di vitamine siano un problema solo per  gli “adulti”, non è questo il caso.

Per le donne in gravidanza, una carenza di B12 può portare a difetti del tubo neurale del feto, come la spina bifida. [2] Per prevenire questa condizione si utilizza comunemente il folato, ma in assenza di vitamina B12, non può essere metabolizzato e utilizzato efficacemente dall’organismo. Si stima che il difetto del tubo neurale si verifichi tra la 3a e la 4a settimana dopo il concepimento, quindi troppo presto perché la maggior parte delle donne si accorga di essere incinta. Per questo motivo, è raccomandata l’integrazione di vitamina B12 a partire da 3 mesi prima del concepimento. 

Cause di carenza di vitamina B12

Ci sono diversi motivi per cui potresti essere carente di vitamina B12. Eccone alcuni: 

1. Dieta vegana o vegetariana. Il motivo più comune per la carenza di vitamina B12 è una dieta vegana o vegetariana. [3] La vitamina B12 si trova naturalmente nei prodotti di derivazione animale, quindi se si evitano questi alimenti si può verificare una carenza. Circa il 50% dei vegetariani e l’80% dei vegani sono carenti in B12. [4,5] È un malinteso comune che si possa facilmente ottenere B12 da fonti non animali. [6] 

2. Bassi livelli di acido cloridrico (HCl). Nonostante la parola “acido” non evoca necessariamente pensieri positivi su salute e vitalità, l’acido cloridrico o HCl, è vitale per l’assorbimento della vitamina B12. L’HCl viene prodotto nello stomaco per aiutarti a degradare il cibo in modo che possa essere assorbito nell’intestino tenue. Invecchiando, la produzione di HCl diminuisce naturalmente, ma ci sono altre cause che portano a una diminuzione della sua produzione: cattive abitudini alimentari, farmaci da banco e da prescrizione e patologie autoimmuni, errate combinazioni alimentari, abbuffate, Hashimoto, morbo di Crohn e celiachia. Per questo motivo anche molti onnivori sono carenti di vitamina B12 poiché non riescono ad assimilare quella che ingeriscono. 

3. Disturbo intestinale. Se ci sono altri problemi digestivi in ​​gioco, come la SIBO (bassa proliferazione batterica intestinale), l’intestino permeabile (o permeabilità intestinale), o altri segni di disbiosi, è possibile che tu non riesca ad assorbire i nutrienti dal cibo. La salute dell’intestino è vitale per l’assorbimento della B12. Se si sospetta una di queste condizioni, consultare il medico. È importante valutare la digestione come un fattore che contribuisce alla carenza di vitamina B12. L’acido gastrico permette l’attivazione del fattore intrinseco per permettere l’assorbimento della vitamina B12 nell’intestino tenue.

4. Il fattore intrinseco non sta funzionando. Il fattore intrinseco è una proteina che viene escreta dalle cellule parietali dello stomaco. La sua funzione primaria è quella di consentire al corpo di assorbire la B12. L’anemia perniciosa, la gastrite atrofica o gli anticorpi che attaccano direttamente il fattore intrinseco possono impedirne l’assorbimento. 

5. Hai più di 50 anni. L’invecchiamento è un fattore di rischio per lo sviluppo di una carenza di vitamina B12, molto probabilmente a causa della funzione dell’intestino. Alcuni studi mostrano che fino al 20% degli occidentali di età pari o superiore a 65 anni sono carenti di tale vitamina. [7] L’assunzione di un integratore di B12 a 50 anni può impedire di sviluppare una carenza e quindi tutti i sintomi e le condizioni che ne derivano.

6. Interferenza dei farmaci. Alcuni farmaci da prescrizione e da banco possono inibire la capacità di assorbire, utilizzare o mantenere un livello ideale di B12. Gli inibitori della pompa protonica (PPI) e la pillola anticoncezionale possono ridurre la quantità di tale vitamina nel cibo. È noto che i comuni farmaci per il colesterolo, la gotta e il diabete ne inibiscono l’assorbimento. Consulta il medico per effettuare le analisi della B12 se stai assumendo uno di questi farmaci. 

7. Hai una patologia autoimmune. La gastrite atrofica, l’anemia perniciosa, il morbo di Crohn e la celiachia influiscono sulla capacità di liberare la vitamina B12 dal cibo e assorbirla. Se soffri di una malattia autoimmune dovresti parlare con il tuo medico per effettuare test adeguati per determinare se questa è la causa della carenza di vitamina B12.

8. Soffri di ipotiroidismo. L’ipotiroidismo è una condizione in cui si hanno bassi livelli di ormoni tiroidei, necessari per la produzione di acido gastrico e per la salute dell’intestino. Per questo si raccomanda la vitamina B12 nei casi di ipotiroidismo.

Analisi, test e range normali della vitamina B12

Puoi effettuare delle normali analisi del sangue per valutare i livelli di vitamina B12.

L’intervallo normale per la vitamina B12 è compreso tra 200 e 900 nanogrammi per millilitro (ng / mL). Tuttavia sebbene il tuo valore possa essere compreso in questo range di riferimento, potresti non averne livelli ottimali. La vitamina B12 anche nel range “normale” può essere malsana e indicare che determinati processi nel corpo non sono ottimali.

Infatti uno studio su 94 donne ha rilevato che i livelli di vitamina B12 inferiori a 250 ng / mL aumentavano il rischio di 3 volte la probabilità di avere un bambino con difetti alla nascita. Quindi sebbene da 200 a 250 ng / mL sia considerato normale, in realtà può essere non abbastanza.

Un buon medico sarà in grado di dirti se dovresti iniziare o meno l’integrazione in base ai tuoi sintomi e alla tua storia clinica. Se non hai ancora testato i tuoi livelli di vitamina B12, ti consiglio di chiedere al tuo medico di farlo.

Per aiutare a determinare la gravità e la causa principale della carenza, è possibile testare le concentrazioni di vitamina B12 e i livelli sierici di acido metilmalonico. Può essere utile anche testare folati e omocisteina per sapere come sta la nostra salute cardiovascolare in rapporto alla B12.

Anche la dimensione dei globuli rossi può essere un indicatore. Infatti un globulo rosso aumentato di volume è un segno di carenza di B12. Un MCV elevato può anche essere dovuto a carenza di folati e B6. Nella mia pratica, inizio l’integrazione in qualsiasi momento l’MCV è di 92 o superiore.

Se stai assumendo cibi ricchi di vitamina B12 ma continui a mostrare segni di carenza, chiedi al tuo medico di eseguire un esame per l’anemia perniciosa. È una malattia autoimmune che rende impossibile assorbire la B12 attraverso l’intestino.

Cibi ricchi di vitamina B12

La vitamina B12 può essere immagazzinata nel fegato di una persona sana per un massimo di 5 anni ed è sintetizzata nell’intestino tenue, quindi potrebbe essere necessario un po’ di tempo prima che si manifesti una carenza. Per questo molti vegani stanno bene con questa dieta per alcuni anni e poi cominciano a manifestare sintomi di carenza. Se sospetti di avere problemi di assorbimento o non ottieni quantità adeguate di vitamina B12 da fonti alimentari, potresti utilizzare un integratore di B12.

Gli alimenti più ricchi e concentrati di vitamina B12 sono:

  • Fegato
  • Sardine
  • Manzo
  • Vitello
  • Tonno
  • Lievito nutrizionale
  • Filetto di trota
  • Salmone selvaggio
  • Uova
  • Feta
  • Molluschi
  • Alga nori
  • Fiocchi di latte

Se non hai un intestino poco funzionante oppure bassa acidità di stomaco, allora la vitamina B12 può essere assunta direttamente dal cibo. Le vitamine del gruppo B agiscono in sinergia tra loro e con altri nutrienti per dare al corpo ciò di cui ha bisogno per funzionare in modo ottimale.

Non è possibile, però, correggere vere carenze di vitamina B12 solo con il cibo.

Che dire delle fonti vegetali di vitamina B12? Il lievito nutrizionale e le alghe ne sono ricchi, ma ci sono alcuni studi che dimostrano che i prodotti non di origine animale contengono una forma di B12 che non è così attiva nel corpo, quindi richiede un organismo funzionante che effettui la conversione dalla forma inattiva di B12 a quella attiva. [8] 

Metilcobalamina. Il migliore integratore di vitamina B12

Ci sono due forme di vitamina B12:

metilcobalamina
cianocobalamina

La cianocobalamina è la forma più comune di vitamina B12 che si trova nei negozi ed è sintetizzata chimicamente.

La metilcobalamina è la forma naturale attiva di vitamina B12 che è la stessa che si trova negli alimenti animali e quindi è quella presente in natura.

La metilcobalamina ha un gruppo metilico (solo carbonio e idrogeno) mentre la cianocobalamina contiene una molecola di cianuro. Sebbene la quantità di cianuro contenuta in un normale integratore di B12 di cianocobalamina sia troppo piccola per essere dannosa, il tuo corpo dovrà comunque rimuovere ed eliminare questo composto. Mentre è il composto metilico della metilcobalamina che il corpo umano ha bisogno per funzionare correttamente. Infatti, tutte le vitamine B dovrebbero essere assunte nelle loro forme metilate attivate.

La metilcobalamina è la forma più bio-disponibile di vitamina B12, cioè è la più facilmente assorbita. La ricerca ha dimostrato che rimane nel corpo per un periodo di tempo più lungo e a livelli più alti rispetto alla cianocobalamina, quindi significa che il corpo viene nutrito con vitamina B12 più a lungo se usi la metilcobalamina piuttosto che se usi la cianocobalamina.

Bisogna quindi fare attenzione quando si acquista un integratore di vitamina B12 e cercare la forma di  metilcobalamina.

La migliore modalità di assorbimento della B12. Assunzione sublinguale

Una volta che abbiamo capito che abbiamo bisogno della metilcobalamina, ci sono diversi modi in cui i produttori la commercializzano. La modalità di assorbimento più efficace della vitamina B12 è l’assunzione sublinguale: ti permette di assorbire la vitamina B12 direttamente nel sangue, bypassando l’intestino, senza un’iniezione.

Viene generalmente raccomandata quando c’è un problema con l’assorbimento intestinale (SIBO), intestino permeabile, bassa acidità gastrica, gastrite atrofica, ecc. Puoi optare per la forma sublinguale di B12 per dare una spinta di energia al tuo cervello e al tuo corpo.

La vitamina B12 sublinguale è quindi la migliore forma di assorbimento che permette di bypassare le varie cause di carenza di B12 fornendo direttamente alle cellule ciò di cui hanno bisogno. Per questo è consigliato assumerla anche se si stanno assumendo alimenti di origine animale dato che spesso il sistema gastrointestinale non è efficiente. A maggior ragione chi è vegano o vegetariano potrà trovare enormi benefici, molta più energia e lucidità e prevenire vari disturbi di salute assumendo la vitamina B12.

Iniezione di vitamina B12

L’iniezione di B12 direttamente nel flusso sanguigno è una terapia medica efficiente nei casi molto gravi di carenza di B12. Può essere utile nel trattamento del deficit o nell’affrontare problemi come affaticamento, depressione o diminuzione della funzione cognitiva. L’iniezione viene fatta direttamente nel muscolo (di solito nei glutei o nella parte superiore del braccio) ed è rapida e relativamente indolore. I piani di trattamento possono variare da un’iniezione al mese a diverse nell’arco di settimane, a seconda delle condizioni. Generalmente, vengono iniettati 1.000 mcg di B12 per sessione. Non devi necessariamente avere una carenza cronica di B12 per giustificare l’assunzione di integratori; a volte vengono prescritti come semplici stimoli energetici per gli atleti o a coloro che soffrono di affaticamento surrenale.

L’assunzione sublinguale di metilcobalamina permette di avere i benefici della B12 in modo non invasivo, naturale, tutti i giorni.

I migliori integratori di vitamina B12 che consiglio

La metilcobalamina assunta in modo sublinguale è come abbiamo visto il migliore integratore di vitamina B12 che raccomando. Puoi scegliere tra questi 3 integratori: differiscono per prezzo che riflette la concentrazione del prodotto, la quantità di prodotto e da come è ricavata naturalmente la B12.

Ci sono delle versioni di B12 metilcobalamina buone a prezzi più economici:

Testimonianze

Queste sono recensioni dirette di persone che hanno usato questi integratori:

“WOW, questa roba funziona. Tutto ciò che sostengono è vero. Aumento di energia. Migliore sonno e aumento del metabolismo. Non ho mai assunto B12 prima, ma ora so come deve essere. Questa B12 liquida Vegansafe quando l’ho assunta per la prima volta, ho sentito un afflusso di calore, energia e sonno migliore. Da quando uso questo prodotto, il mio sonno è migliorato dormo più a lungo, più a fondo e mi sento meglio quando mi alzo. La mia energia è alle stelle! Questa roba è pura energia in bottiglia. Adoro questo prodotto che continuerà a prenderlo per sempre. Un altro prodotto del Global Healing Center di cui non posso fare a meno. Da quello che capisco, questo prodotto B12 utilizza la migliore qualità, la forma più pura di B12 che può essere ingerita per via orale e rapidamente. Sì, è un po ‘caro per solo B12, ma stai ottenendo il miglior B12 sul mercato (che è il motivo per cui funziona così bene). Adoro Dr. Group e GHC !!”

“Questo prodotto [Vegansafe] è la migliore B12 che abbia mai preso ed è molto simile all’effetto che ottengo mangiando le ostriche, fonte naturale molto elevata di B12. Per me questa è un’indicazione che il mio corpo lo riconosce bio-disponibile come una fonte di cibo.
Sfortunatamente i frutti di mare non sono più sicuri. La B12 è una parte importante del ciclo di metilazione che aiuta il tuo corpo a produrre SAMe ed è un passo finale nella produzione di epinefina (adrenalina) nel corpo. In altre parole, se le tue ghiandole surrenali sono fritte, questo potrebbe essere ciò che il tuo corpo sta cercando anche se hai provato dei tipici integratori surrenali. Dato che la B12 è misurata in microgrammi, tutta la B12 che userai nella tua vita sarà una punta di un’unghia. È così potente questa sostanza.”

“Ottimo prodotto, in breve tempo ho riportato i valori di Vitamina B 12 a livelli ottimali. lo consiglio.”

“Ottimo prodotto, ne ho provati tanti per aumentare i miei livelli di vitamina B12 ma questo è l’unico che funziona e in breve tempo. Buon rapporto qualità/prezzo.”

“Ho bisogno di un B12 sublinguale o liquido perché non sembro assorbire la B12 correttamente nel mio sistema digestivo. Questo contiene metilcobalamina e adenosilcobalamina. Avevo letto che la combinazione dei due era migliore per alcune persone rispetto alla metilcobalamina da sola. Dopo circa 2 settimane la mia nebbia mentale si è quasi completamente alzata, io sono mentalmente acuto e concentrato, il mio livello di energia è migliorato in modo significativo, e dormo meglio di notte finché lo prendo al mattino e non ne prendo troppo. Fondamentalmente mi sento di nuovo umano finalmente!”

“Ero carente di vitamina B12 e ho deciso di ordinare questo prodotto. È semplice da prendere e ha un buon sapore. Nell’ultimo mese i miei capelli hanno smesso di cadere (dopo 3-4 mesi di caduta dei capelli) e non sento più le ossa stanche e come se avessi bisogno di dormire tutto il giorno. Tornerò dal medico per controllare i miei livelli B12 e farò una visita di follow-up, ma finora è andata così bene. Comprerò di nuovo quando finirà, quindi fra poco! Adoro che sia naturale e non derivato da alcun tipo di cianuro [cobalamina].”

 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Vitamin B12 is an essential nutrient of which most of the population is deficient, not only vegans but also omnivorous. Symptoms of vitamin B12 deficiency are so common that they are often not traced back to it.

Studies have found that about 40% of the Western population has low levels of vitamin B12 [1] and this is a serious problem because it offers so many benefits to the body, and without it, the benefits of vitamin B12 are lost.

Benefits and effects of vitamin B12

It is not easy to be able to understand the importance of a nutrient but I can testify to many cases of people with various disorders that have disappeared as soon as the B12 is integrated.

Vitamin B12 is essential for:

  • DNA production
  • Production of red blood cells
  • Protects nerves and nerve cells
  • It provides energy to the body and the mind
  • It reduces pain and is a natural painkiller
  • Repair the damage of ischemia in the brain
  • It prevents dementia
  • Prevents cardiovascular disease by reducing homocysteine ​​values
  • It harmonizes the sleep-wake cycle favoring sleep
  • Rebalance the hormones
  • It reduces depression, improves mood and relieves anxiety
  • Prevents macular degeneration and loss of vision
  • Strengthens the hair and makes the skin healthier (protects against eczema and psoriasis)

Vitamin B12 is an essential nutrient for brain and heart function, collaborates with folate to promote the formation of red blood cells and DNA synthesis. It helps to lower the homocysteine, which, at high levels, is linked to serious conditions such as heart disease, osteoporosis, depression and dementia. This means that a B12 deficiency can lead to depression and other mood disorders, brain fog, fatigue, muscle weakness, lack of coordination and hair loss. Even worse, the chronic exhaustion of B12 could mimic the signs and symptoms of brain diseases such as dementia.

Symptoms of vitamin B12 deficiency

The deficiency of this vitamin is more common than one might think and is often understood only when a vitamin B12 supplement is taken and the health problems disappear. The most common symptoms of B12 deficiency are:

  • Fatigue
  • Lowering of vision / macular degeneration
  • Anemia
  • Adrenal tiredness and frequent stress
  • Low blood pressure
  • Frequent colds and flu
  • Infertility
  • Abortion
  • Anxiety
  • Paranoia
  • Insomnia
  • Premenstrual syndrome
  • Acne
  • Allergies
  • Intermittent constipation or diarrhea
  • Swollen / inflamed / aching tongue
  • Hair loss
  • Yellowed skin / pallor
  • Herpes
  • Psoriasis
  • Pain in the nerves
  • Shortness of breath
  • Numbness / tingling in hands / legs / feet
  • Problems of balance / disorientation
  • Incontinence
  • Loss of taste and smell
  • Memory loss / dementia

Vitamin B12 deficiency can be a very subtle condition, but it can quickly become serious and harmful. Do not forget to talk to your child’s pediatrician about B12 levels because although you think that vitamin deficiencies are a problem only for “adults”, this is not the case.

For pregnant women, a B12 deficiency can lead to fetal neural tube defects, such as spina bifida. [2] To prevent this condition, folate is commonly used, but in the absence of vitamin B12, it can not be metabolized and used effectively by the body. It is estimated that the neural tube defect occurs between the 3rd and 4th week after conception, so it is too early for most women to become pregnant. For this reason, vitamin B12 supplementation is recommended from 3 months before conception.

Liquid Vitamin B12 in the active bioavailable form of methylcobalamin, adenosylcobalamin and hydroxycobalamin (indicated for anemia). Click here or on the image to go to the product
Causes of vitamin B12 deficiency

There are several reasons why you may be deficient in vitamin B12. Here are some:

1. Vegan or vegetarian diet. The most common reason for vitamin B12 deficiency is a vegan or vegetarian diet. [3] Vitamin B12 is naturally found in products derived from animals, so if you avoid these foods you may experience a deficiency. About 50% of vegetarians and 80% of vegans are deficient in B12. [4,5] It is a common misconception that B12 can easily be obtained from non-animal sources. [6]

2. Low levels of hydrochloric acid (HCl). Although the word “acid” does not necessarily evoke positive thoughts about health and vitality, hydrochloric acid or HCl, it is vital for the absorption of vitamin B12. HCl is produced in the stomach to help you degrade food so it can be absorbed in the small intestine. As we age, the production of HCl naturally decreases, but there are other causes that lead to a decrease in its production: bad eating habits, over-the-counter and prescription drugs and autoimmune diseases, wrong food combinations, binges, Hashimoto, Crohn’s disease and celiac disease . For this reason also many omnivores are deficient in vitamin B12 because they can not assimilate what they ingest.

3. Intestinal disorder. If there are other digestive problems involved, such as SIBO (low intestinal bacterial proliferation), leaky gut (or intestinal permeability), or other signs of dysbiosis, it is possible that you can not absorb nutrients from food. Intestinal health is vital for the absorption of B12. If any of these conditions are suspected, consult your doctor. It is important to evaluate digestion as a contributing factor to vitamin B12 deficiency. The gastric acid allows the activation of the intrinsic factor to allow the absorption of vitamin B12 in the small intestine.

4. The intrinsic factor is not working. The intrinsic factor is a protein that is excreted from the parietal cells of the stomach. Its primary function is to allow the body to absorb the B12. Pernicious anemia, atrophic gastritis or antibodies that directly attack the intrinsic factor can prevent their absorption.

5. You are over 50 years old. Aging is a risk factor for the development of a vitamin B12 deficiency, most likely due to the function of the intestine. Some studies show that up to 20% of Westerners aged 65 or over are deficient in this vitamin. [7] Taking a B12 supplement at the age of 50 may prevent the development of a deficiency and therefore all the resulting symptoms and conditions.

6. Drug interference. Some prescription and over-the-counter drugs may inhibit the ability to absorb, use or maintain an ideal level of B12. Proton pump inhibitors (PPIs) and contraceptive pills can reduce the amount of this vitamin in food. It is known that common drugs for cholesterol, gout and diabetes inhibit its absorption. Consult your doctor to perform B12 analyzes if you are taking any of these medications.

7. You have an autoimmune condition. Atrophic gastritis, pernicious anemia, Crohn’s disease and celiac disease affect the ability to release vitamin B12 from food and absorb it. If you suffer from an autoimmune disease you should talk to your doctor to perform appropriate tests to determine if this is the cause of vitamin B12 deficiency.

8. suffer from hypothyroidism. Hypothyroidism is a condition in which there are low levels of thyroid hormones, necessary for the production of gastric acid and for intestinal health. This is why vitamin B12 is recommended in cases of hypothyroidism.

Sublingual vitamin B12 spray in the bioavailable active form of methylcobalamin. Click here or on the image to go to the product
Analysis, tests and normal ranges of vitamin B12

You can perform regular blood tests to evaluate vitamin B12 levels.

The normal range for vitamin B12 is between 200 and 900 nanograms per milliliter (ng / mL). However, although your value may be included in this reference range, you may not have optimal levels. Vitamin B12 even in the “normal” range can be unhealthy and indicate that certain processes in the body are not optimal.

In fact, a study of 94 women found that vitamin B12 levels below 250 ng / mL increased the risk of 3 times the probability of having a child with birth defects. So although 200 to 250 ng / mL is considered normal, it may actually not be enough.

A good doctor will be able to tell you if you should start the integration based on your symptoms and your medical history. If you have not yet tested your vitamin B12 levels, I recommend that you ask your doctor to do so.

To help determine the severity and the root cause of the deficiency, it is possible to test the concentrations of vitamin B12 and serum levels of methylmalonic acid. It can also be useful to test folates and homocysteine ​​to know how our cardiovascular health is in relation to B12.

Even the size of red blood cells can be an indicator. In fact, a red blood cell increased in volume is a sign of B12 deficiency. A high MCV can also be due to folate deficiency and B6. In my practice, start integration at any time the MCV is 92 or higher.

If you are taking foods rich in vitamin B12 but continue to show signs of deficiency, ask your doctor to perform an examination for pernicious anemia. It is an autoimmune disease that makes it impossible to absorb B12 through the intestine.

Foods rich in vitamin B12

Vitamin B12 can be stored in a healthy person’s liver for up to 5 years and is synthesized in the small intestine, so it may take some time for a deficiency to occur. This is why many vegans are comfortable with this diet for some years and then begin to show symptoms of deficiency. If you suspect you have absorption problems or do not get adequate amounts of vitamin B12 from food sources, you could use a B12 supplement.

The richest and most concentrated vitamin B12 foods are:

  • Liver
  • Sardines
  • Beef
  • Calf
  • Tuna
  • Nutritional yeast
  • Trout fillet
  • Wild salmon
  • Eggs
  • Feta
  • Clams
  • Alga nori
  • Milk flakes

If you do not have a poorly functioning bowel or low stomach acid, then vitamin B12 can be taken directly from food. The B vitamins act in synergy with each other and with other nutrients to give the body what it needs to function optimally.

However, it is not possible to correct true vitamin B12 deficiencies only with food.

What about plant sources of vitamin B12? The nutritional yeast and algae are rich, but there are some studies that show that products not of animal origin contain a form of B12 that is not so active in the body, so it requires a functioning organism that makes the conversion from the inactive form of B12 to the active one. [8]

Liquid Vitamin B12 in the active bioavailable form of methylcobalamin, adenosylcobalamin and hydroxycobalamin (indicated for anemia). Click here or on the image to go to the product
Methylcobalamin. The best vitamin B12 supplement

There are two forms of vitamin B12:

  • methylcobalamin
  • cyanocobalamin

Cyanocobalamin is the most common form of vitamin B12 found in stores and is chemically synthesized.

Methylcobalamin is the natural active form of vitamin B12 which is the same as found in animal foods and therefore is naturally occurring.

Methylcobalamin has a methyl group (carbon and hydrogen only) while cyanocobalamin contains a cyanide molecule. Although the amount of cyanide contained in a normal cyanocobalamin B12 supplement is too small to be harmful, your body will still have to remove and eliminate this compound. While it is the methylcobalamin methyl compound that the human body needs to function properly. In fact, all B vitamins should be taken in their activated methylated forms.

Methylcobalamin is the most bio-available form of vitamin B12, ie it is the most easily absorbed. Research has shown that it remains in the body for a longer period of time and at higher levels than cyanocobalamin, so it means that the body is fed with vitamin B12 longer if you use methylcobalamin rather than using cyanocobalamin.

Care should therefore be taken when buying a vitamin B12 supplement and looking for the methylcobalamin form.

The best way to absorb B12. Sublingual intake

Once we understand that we need methylcobalamin, there are several ways that manufacturers market it. The most effective way to absorb vitamin B12 is sublingual intake: it allows you to absorb vitamin B12 directly into the blood, bypassing the intestine, without an injection.

It is generally recommended when there is a problem with intestinal absorption (SIBO), permeable bowel, low gastric acidity, atrophic gastritis, etc. You can opt for the sublingual form of B12 to boost your brain and body.

The sublingual vitamin B12 is therefore the best form of absorption that allows to bypass the various causes of B12 deficiency by providing the cells with what they need. For this reason it is recommended to take it even if you are taking food of animal origin because often the gastrointestinal system is not efficient. A fortiori those who are vegan or vegetarian can find huge benefits, much more energy and lucidity and prevent various health disorders by taking vitamin B12.

Sublingual vitamin B12 spray in the bioavailable active form of methylcobalamin. Click here or on the image to go to the product

Injection of vitamin B12

The injection of B12 directly into the bloodstream is an efficient medical therapy in very severe cases of B12 deficiency. It can be helpful in treating deficits or dealing with problems such as fatigue, depression or decreased cognitive function. The injection is done directly in the muscle (usually in the buttocks or upper arm) and is quick and relatively painless. Treatment plans can vary from one injection per month to several over weeks, depending on the conditions. Generally, 1,000 mcg of B12 per injection are injected. You do not necessarily have to have a chronic B12 deficiency to justify taking supplements; sometimes they are prescribed as simple energetic stimuli for athletes or those suffering from adrenal fatigue.

The sublingual intake of methylcobalamin allows to have the benefits of B12 in a non-invasive, natural way, every day.

The best vitamin B12 supplements I recommend

Methylcobalamin taken in a sublingual way is, as we have seen, the best vitamin B12 supplement I recommend. You can choose between these 3 supplements: they differ in price which reflects the concentration of the product, the quantity of product and how naturally the B12 is obtained.

Liquid Vitamin B12 in the active bioavailable form of methylcobalamin, adenosylcobalamin and hydroxycobalamin (indicated for anemia). Click here or on the image to go to the product.

Liquid sublingual vitamin B12 in the active bioavailable form of methylcobalamin and adenosylcobalamin. Developed by Dr. Edward Group of the Global Healing Center, it has more than 1,300 positive reviews in the US. Click here or on the image to go to the product.

Sublingual vitamin B12 spray in the bioavailable active form of methylcobalamin. Click here or on the image to go to the product
There are good versions of B12 methylcobalamin at cheaper prices:

Testimonials

These are direct reviews of people who have used these supplements:

“WOW, this stuff works. All they support is true. Increase of energy. Better sleep and increase in metabolism. I’ve never hired B12 before, but now I know how it must be. This liquid B12 Vegansafe when I hired it for the first time, I felt an influx of heat, energy and better sleep. Since I use this product, my sleep has improved, I sleep longer, deeper and I feel better when I get up. My energy is sky-high! This stuff is pure bottled energy. I love this product that will continue to take it forever. Another product of the Global Healing Center that I can not do without. From what I understand, this B12 product uses the best quality, the purest form of B12 that can be ingested orally and quickly. Yes, it’s a bit pricey for only B12, but you’re getting the best B12 on the market (which is why it works so well). I love Dr. Group and GHC !! “

“This product [Vegansafe] is the best B12 I have ever taken and is very similar to the effect I get from eating oysters, a very high natural source of B12. For me this is an indication that my body recognizes it as bio-available as a source of food.
Unfortunately, seafood is no longer safe. B12 is an important part of the methylation cycle that helps your body produce SAMe and is a final step in the production of epinephine (adrenaline) in the body. In other words, if your adrenal glands are fried, this could be what your body is looking for even if you’ve tried typical adrenal supplements. Since the B12 is measured in micrograms, the whole B12 you will use in your life will be a bit of a nail. This substance is so powerful. “

“Great product, in a short time I reported the values ​​of Vitamin B 12 at optimal levels. I advise.”

“Great product, I have tried many to increase my vitamin B12 levels but this is the only one that works and in a short time. Good value for money. “

“I need a sublingual or liquid B12 because I do not seem to absorb the B12 properly in my digestive system. This contains methylcobalamin and adenosylcobalamin. I had read that the combination of the two was better for some people than methylcobalamin alone. After about 2 weeks my mental fog has almost completely raised, I am mentally sharp and focused, my energy level has improved significantly, and I sleep better at night until I take it in the morning and I do not take too much. Basically I feel human again finally! “

“I was deficient in vitamin B12 and I decided to order this product. It’s simple to take and tastes good. In the last month my hair has stopped falling (after 3-4 months of hair loss) and I no longer feel tired bones and as if I needed to sleep all day. I will go back to the doctor to check my B12 levels and I will do a follow-up visit, but so far it went so well. I’ll buy again when it’s over, so soon! I adore it is natural and not derived from any type of cyanide [cobalamin]. “

SOURCE: Dionidream

Read Full Post »

La vitamina C liposomiale è una nuova formulazione più efficace della vitamina C tradizionale. La maggior parte della vitamina C che ingeriamo infatti viene espulsa dal corpo e solo una piccola percentuale rimane nell’organismo. La forma liposomiale garantisce un altissimo assorbimento e biodisponibilità con benefici maggiori e più immediati.

Benefici della vitamina C liposomiale

La vitamina C (acido ascorbico) è fondamentale per la salute, e poiché il corpo non può prodursela, è necessario inserirla dall’esterno attraverso la dieta o gli integratori. La vitamina C è fondamentale per avere:

  • Sistema immunitario forte -> previene il raffreddore e la stanchezza
  • Pressione sanguigna regolare -> previene l’ipertensione
  • Occhi sani -> previene la cataratta
  • Vasi sanguigni forti ed elastici -> previene la formazione di lividi facili e la frequente uscita di sangue dal naso, accelera la guarigione delle ferite
  • Permette la produzione di collagene -> l’essere umano non può produrre il collagene senza la vitamina C; il collagene è fondamentale per: mantenere la pelle elastica e giovane nel tempo; proteggere, riparare e rigenerare le articolazioni (utile per coloro che soffrono di artrite, osteoporosi e fibromialgia); rafforzare e sfiammare le pareti intestinali (utile quindi in caso di colite, permeabilità intestinale, ecc); ridurre cellulite e smagliature
  • Gengive sane -> previene la gengivite e la recessione gengivale

E’ utile inoltre per migliorare:

  • Obesità
  • Asma
  • Depressione
  • Diabete

La vitamina C è importante per espelle il piombo dal corpo. La presenza di piombo nel corpo è molto diffusa a causa dello smog delle città e del fumo di sigaretta. L’intossicazione da piombo è un grave problema di salute non riconosciuto e riscontrato soprattutto nei bambini che vivono nelle aree urbane. Sviluppo e crescita anomali sono stati riscontrati nei bambini esposti al piombo, insieme a problemi comportamentali, difficoltà di apprendimento e basso QI (quoziente intellettivo). Gli integratori di vitamina C aiutano ad abbassare il livello di piombo nel sangue.

La vitamina C liposomiale è una nuova formulazione che è stata sviluppata dagli scienziati per massimizzare tutti i benefici della vitamina C. Infatti la vitamina C che assumiamo dal cibo o dai normali integratori di vitamina C, viene assorbita solo in piccole quantità dal corpo. E’ dimostrato infatti che buona parte della vitamina C ingerita, essendo idrosolubile, rimane nell’intestino per essere poi eliminata.

La vitamina C liposomiale contiene lo stesso principio attivo dei normali integratori di vitamina C, ma è rivestita da un liposoma, ovvero da una membrana di acidi grassi simile alla membrana fosfolipidica delle cellule del corpo, che permette un eccezionale trasporto e assimilazione. Questa struttura consente infatti alla vitamina C liposomiale di entrare direttamente nella membrana delle cellule della parete intestinale venendo così assorbita rapidamente ed efficacemente, e distribuita attraverso il flusso sanguigno in tutto il corpo. Ho spiegato la questione nell’articolo Perché gli integratori liposomiali sono quelli a più alto assorbimento.

Studi scientifici hanno valutato che la vitamina C liposomiale aumenta la concentrazione di vitamina C nel sangue del doppio rispetto alla concentrazione ottenibile attraverso integratori o alimenti, in grado di raggiungere concentrazioni di 400 umol/L.

La vitamina C liposomiale offre quindi tutti i benefici della normale vitamina C ad un più alto livello, ovvero in  tempo più breve e con dosaggi inferiori. Ma c’è di più. Infatti grazie all’elevata concentrazione ematica, simile a quella raggiungibile con una iniezione intravenosa di vitamina C, si ottengono benefici unici che non possono essere raggiunti con gli integratori o i cibi a base di vitamina C tradizionale. Per questo possiamo dire che la vitamina C liposomiale è un farmaco naturale dall’alto potere terapeutico.

I benefici esclusivi della vitamina C liposomiale sono:

  • Prevenzione di ictus e infarto
  • Trattamento del melasma
  • Protegge la pelle dai danni dei raggi ultravioletti del sole
  • Contrasta efficacemente le cellule cancerose

Vitamina C liposomiale vs Vitamina C tradizionale

  • Vitamina C Liposomiale. La vitamina C viene racchiusa in piccole particelle sferiche di liposomi (simile alle membrane delle cellule del corpo). Ciò consente alla vitamina C liposomiale di essere assorbita quasi totalmente permettendo una alta concentrazione di vitamina C nel sangue. La vitamina C liposomiale non è associata a nessun disturbo digestivo, anche a dosaggi elevati. Offre dei benefici esclusivi come il potenziale trattamento contro le cellule cancerose.

 

  • Vitamina C tradizionale. Può essere disponibile in diverse forme come il più diffuso acido L-ascorbico o il sodio L-ascorbato o ester-C. Questi integratori vengono assorbiti attraverso il sistema digestivo. Hanno un tasso di assorbimento inferiore rispetto alla vitamina C liposomiale. Alcuni supplementi di vitamina C tradizionale possono causare disturbi digestivi, soprattutto se assunti a dosaggi elevati.

Vitamina C liposomiale vc Vitamina C intravenosa

La vitamina C per endovena o intravenosa è oggi molto diffusa per il trattamento di patologie croniche, specialmente il cancro. Ci sono infatti molti studi e ricerche a sostegno di queste applicazioni. Uno studio dell’Università di Iowa condotto dal professor Garry Buettner ha dimostrato che alti livelli ematici di vitamina C, come quelli ottenibili attraverso una somministrazione endovenosa, uccide le cellule tumorali in modo selettivo, ma non influenza le cellule normali.

Finora si era dimostrato nei topi e in vitro, mentre ora si è testata la vitamina C endovena in uno studio clinico su pazienti con il cancro al polmone e al pancreas in combinazione con i trattamenti standard di radioterapia o chemioterapia. Gli studi precedenti di fase 1 hanno dimostrato che questa combinazione è sicura e ben tollerata e i risultati indicano che la terapia migliora i risultati del paziente. Le prove più ampie attualmente in corso mirano a determinare se il trattamento migliora il tasso di sopravvivenza del paziente.

Lo studio dimostra che la vitamina C si digerisce facilmente e genera perossido di idrogeno, una specie di ossigeno reattivo che può causare danni al DNA e ai tessuti. Lo studio dimostra tuttavia che le cellule normali sono molto più capaci di rimuovere il dannoso perossido di idrogeno rispetto alle cellule tumorali. Le cellule tumorali sono quindi molto più soggette a danni e morte a causa di una elevata quantità di perossido di idrogeno generato dalla vitamina C.

Secondo l’esperienza clinica del Dr. Thomas E. Levy:

1 grammo di vitamina C liposomiale è più efficace che 5-10 grammi di vitamina C intravenosa, per una sindrome acuta virale.

Sono stati fatti alcuni studi per confrontare l’impatto della vitamina C liposomiale con quella per via endovenosa. Tuttavia tale confronto non è facilmente eseguibile proprio per il modo in cui vengono assorbiti diversamente all’interno del corpo.

Il Dr. Levy spiega che i liposomi vengono prevalentemente assorbiti dal sistema linfatico nell’intestino, non dalla circolazione portale. Da qui caricano rapidamente le cellule immunitarie nei vasi linfatici dell’intestino, raggiungendo alti livelli intracellulari di questo nutriente. La quantità di vitamina C liposomiale che alla fine raggiunge il flusso sanguigno attraverso il dotto toracico è già diminuita in termini di quantità da questo carico di cellule immunitarie, e ciò che finalmente raggiunge il sangue rapidamente viene assorbito all’interno di altre cellule in tutto il corpo. Quindi il livello ematico della sostanza incapsulata nei liposomi non da una vera indicazione rispetto al suo impatto clinico.

Quando il livello di vitamina C liposomiale nel sangue diminuisce, significa che lascia il sangue e penetra nelle cellule, non che viene espulsa dal corpo. Il Dr. Levy fa notare anche che esistono diverse qualità di vitamina C liposomiali e consiglia quella della Livon commercializzata con il nome Alter C.

Va detto inoltre che una somministrazione intravenosa di vitamina C costa 100-150€ a sessione e dura circa un paio d’ore. Una dose giornaliera di vitamina C liposomiale, supponiamo di 1 grammo, costa meno di 2€ al giorno e non richiede assolutamente alcun tempo e non è invasiva, basta ingerirla come un normale integratore.

Protocollo Dr. Jockers a base di vitamina C liposomiale

Il Dr. Jockers DNM, è dottore di medicina naturale e fondatore dell’Exodus Health Center in Kennesaw, Georgia, negli Stati Uniti. Ai suoi pazienti prescrive la vitamina C liposomiale seguendo questo dosaggio:

“Per un individuo senza sintomi o diagnosi importanti che desidera una buona salute generale:

  • 1-2 grammi è ottimale – Prendi 1.000 mg 1-2 volte al giorno

Atleta o individuo con importanti problemi di salute:

  • 4-6 grammi è ottimale – Prendi 2.000 mg 2-3 volte al giorno

Malattia estrema – Infezione tardiva, cancro, malattie cardiache, ecc.

  • 8-12 grammi è ottimale – Prendi 4.000 mg 2-3 volte al giorno

Con la vitamina C liposomiale mi piace essere aggressivo, quindi consiglio il dosaggio superiore e se noti qualche complicazione (come pressione alta o bassa, vertigini, nausea, crampi, diarrea, ecc.) prova a diminuire il dosaggio e osserva eventuali cambiamenti.”

Acquista la vitamina C liposomiale

La più riconosciuta a livello internazionale e usata dai medici in tutto il mondo è Altrient C con ottimi risultati. Le barriere di assorbimento dell’organismo bloccano fino all’85% della vitamina C tradizionale. Altrient C aggira queste barriere, venendo assorbita per il 98% e fornendo la dose giornaliera di vitamina C nel sangue. Consiglio quindi questa formulazione di vitamina C liposomiale. Una confezione contiene 30 bustine da 1.000 mg ciascuna, quindi può durare un mese esatto ad una persona senza problemi di salute gravi. Chi ha situazioni importanti da trattare, come abbiamo visto sono consigliate dosi maggiori per ottenere risultati terapeutici in breve tempo.

Modo d’uso

Aprire la bustina di Altrient C contenente 1000mg di vitamina C liposomiale in un bicchiere d’acqua di vetro, mescolare e bere velocemente. Per velocizzare l’assorbimento, assumere a stomaco vuoto, e aspettare almeno 15 minuti prima di mangiare. Il momento migliore è al mattino appena alzati.

Non mescolare all’interno di bevante calde. Il calore danneggia la vitamina C. Può essere mescolata all’interno dello yogurt.

Conservare in un luogo fresco e asciutto: può essere conservata in frigorifero. Non congelare o esporre il prodotto alla luce del sole diretta per prolungati periodi di tempo. Altrient C rimarrà efficace al 100% per un minimo di 22 mesi dalla data di produzione.

Testimonianze

Queste sono testimonianze di utenti che hanno acquistato la vitamina C liposomiale Altrient C e hanno lasciato la recensione sul prodotto online.

E’ sicuramente la forma più biodisponibile di vit. C che ci sia.
Consigli per utilizzo: versate 2 dita d’acqua nel bicchiere, poi spremete il contenuto della bustina nell’acqua e bevete velocemente il tutto. Se dovesse essere rimasto qualcosa attaccato al bicchiere, aggiungete altra acqua, girate e finite.

Ottima Vitamina C, credo la migliore che io abbia mai acquistato. Ho usato molte marche di Vit. C con le quali, ad esser sincera, mi sembrava di essermi trovata bene.
Ecco, ho detto bene, mi sembrava.
Perché non avevo mai acquistato Altrient.
Poi ho provato questa e “Ciaone”.
È di un altro livello proprio.
Io, nei momenti di forte lavoro, arrivo a prenderne anche 2/3 bustine al giorno e davvero aiuta molto.
Una cosa peculiare che ho notato con l’assunzione di questa Vit. C è il miglioramento visibile delle pelle di tutto il corpo.
Sono davvero stupita e molto contenta.
La pelle è più soda, compatta e luminosa.
Non mi era mai capitato.
Meglio di una crema viso!

Fantastico prodotto. Puoi sentire il suo effetto dopo 5 minuti. Dormo meglio e nel complesso mi sento meglio. (Il mio naso non è mai stato così aperto e ho appena finito la prima settimana, 2 al giorno) lo mescolo con un po‘ di succo d’arancia. Nessun retrogusto in questo modo. Ne comprerò ancora.

Volevo qualcosa per migliorare la mia pelle. Avevo iniziato ad avere quella pelle secca da vecchia e dopo 3 mesi di assunzione di Altrient C ho visto un enorme miglioramento.

Questo prodotto è assolutamente incredibile. Sentiti la differenza dopo 3 giorni. Ho più energia di prima, mentre soffrivo di gravi vertigini e di altri problemi di salute. La consiglierei sicuramente. Vale ogni centesimo !!!!

Questa è una forma veramente efficace di vitamina C. Mi ammalo SEMPRE – Sono un’insegnante, prendo la metropolitana, sono stressata ecc …. finora non ho fatto una giornata di malattia !! Ho appena ordinato il mio terzo pacchetto 🙂 è costoso ma ne vale la pena!

Anche se questo è un prodotto costoso, ho provato molte marche di Vitamina C nel corso degli anni, e posso sempre sentire che questo agisce più degli altri. L’ho preso durante i raffreddori, le infezioni e altre malattie generiche, e mi aiuta davvero. Per l’influenza, prenderlo un paio di volte al giorno significa che sono in gran parte libero dai sintomi in circa quattro giorni.
Questa è la nostra terza scatola di Altrient C e ne siamo molto contenti.

Curiosità. La famosa attrice Gwyneth Paltrow la raccomanda alle sue fan per mantenere la pelle giovane, specialmente dopo i voli arei che causano ossidazione a causa dell’esposizione ai raggi cosmici.

Riferimenti
– Janelle L. Davis et al. Liposomal-encapsulated Ascorbic Acid: Influence on Vitamin C Bioavailability and Capacity to Protect Against Ischemia–Reperfusion Injury. Nutr Metab Insights. 2016; 9: 25–30.
– Dr. David Jockers. The Remarkable Health Benefits of Liposomal Vitamin C. drjockers.com
– Dr. Thomas E. Levy. Exposing the truth about liposomal nutrients. Peakenergy.com

 

FONTE: Dionidream

 

(ENGLISH VERSION)

Liposomal vitamin C is a new formulation that is more effective than traditional vitamin C. In fact, most of the vitamin C we ingest is expelled from the body and only a small percentage remains in the body. The liposomal form guarantees a very high absorption and bioavailability with greater and more immediate benefits.

Benefits of liposomal vitamin C

Vitamin C (ascorbic acid) is essential for health, and since the body can not produce it, it is necessary to insert it from the outside through diet or supplements. Vitamin C is essential to have:

  • Strong immune system -> prevents colds and fatigue
  • Regular blood pressure -> prevents hypertension
  • Healthy eyes -> prevents cataracts
  • Strong and elastic blood vessels -> prevents the formation of easy bruises and the frequent exit of blood from the nose, accelerates the healing of wounds
  • It allows the production of collagen -> the human being can not produce collagen without vitamin C; collagen is essential for: keeping the skin elastic and young over time; protect, repair and regenerate the joints (useful for those suffering from arthritis, osteoporosis and fibromyalgia); strengthen and blanch the intestinal walls (useful therefore in case of colitis, intestinal permeability, etc.); reduce cellulite and stretch marks
  • Healthy gums -> prevents gingivitis and gingival recession

It is also useful to improve:

  • Obesity
  • Asthma
  • Depression
  • Diabetes

Vitamin C is important for expelling lead from the body. The presence of lead in the body is widespread due to city smog and cigarette smoke. Lead poisoning is a serious health problem not recognized and found especially in children living in urban areas. Abnormal development and growth have been found in children exposed to lead, along with behavioral problems, learning difficulties and low IQ (IQ). Vitamin C supplements help lower the level of lead in the blood.

Liposomal vitamin C is a new formulation that has been developed by scientists to maximize all the benefits of vitamin C. In fact, the vitamin C we take from food or normal vitamin C supplements is absorbed only in small quantities by the body. In fact, it is shown that a large part of the ingested vitamin C, being water-soluble, remains in the intestine and is then eliminated.

Liposomal vitamin C contains the same active ingredient as normal vitamin C supplements, but is coated with a liposome, ie a fatty acid membrane similar to the phospholipid membrane of the body cells, which allows exceptional transport and assimilation. In fact, this structure allows the liposomal vitamin C to enter directly into the cell membrane of the intestinal wall, thus being absorbed rapidly and effectively, and distributed through the bloodstream throughout the body. I explained the question in the article Because liposomal supplements are the ones with the highest absorption.

Scientific studies have evaluated that the liposomal vitamin C increases the concentration of vitamin C in the blood of twice the concentration obtainable through supplements or foods, able to reach 400 umol / L concentrations.

The liposomal vitamin C therefore offers all the benefits of normal vitamin C at a higher level, ie in shorter time and with lower dosages. But there’s more. In fact, thanks to the high blood concentration, similar to that achieved with an intravenous injection of vitamin C, you get unique benefits that can not be achieved with supplements or foods based on traditional vitamin C. This is why we can say that liposomal vitamin C is a natural medicine with a high therapeutic power.

The exclusive benefits of liposomal vitamin C are:

  • Prevention of stroke and heart attack
  • Melasma treatment
  • Protects the skin from damage from the ultraviolet rays of the sun
  • It effectively counteracts cancer cells

Liposomal vitamin C vs traditional Vitamin C

Liposomal Vitamin C. Vitamin C is enclosed in small spherical particles of liposomes (similar to cell membranes in the body). This allows the liposomal vitamin C to be absorbed almost totally allowing a high concentration of vitamin C in the blood. Liposomal vitamin C is not associated with any digestive disorder, even at high doses. Offers exclusive benefits such as potential treatment against cancerous cells.

Traditional Vitamin C. It may be available in different forms such as the most widespread L-ascorbic acid or sodium L-ascorbate or ester-C. These supplements are absorbed through the digestive system. They have a lower absorption rate than liposomal vitamin C. Some traditional vitamin C supplements can cause digestive disorders, especially if taken at high doses.

Vitamin C liposomal vc Intravenous Vitamin C

Vitamin C for intravenous or intravenous is now widespread for the treatment of chronic diseases, especially cancer. In fact, there are many studies and research to support these applications. A University of Iowa study conducted by Professor Garry Buettner showed that high blood levels of vitamin C, such as those obtained through intravenous administration, kill tumor cells selectively, but do not affect normal cells.

So far it has been shown in mice and in vitro, while now intravenous vitamin C has been tested in a clinical study of lung and pancreatic cancer patients in combination with standard radiotherapy or chemotherapy treatments. Previous Phase 1 studies have shown that this combination is safe and well tolerated and the results indicate that therapy improves patient outcomes. The most extensive trials currently underway are aimed at determining whether the treatment improves the patient’s survival rate.

The study shows that vitamin C easily digestes and generates hydrogen peroxide, a kind of reactive oxygen that can cause damage to DNA and tissues. However, the study shows that normal cells are much more capable of removing the harmful hydrogen peroxide than cancer cells. Cancer cells are therefore much more prone to damage and death due to a high amount of hydrogen peroxide generated by vitamin C.

According to the clinical experience of Dr. Thomas E. Levy:

1 gram of liposomal vitamin C is more effective than 5-10 grams of intravenous vitamin C, for an acute viral syndrome.

Studies have been done to compare the impact of liposomal vitamin C with intravenous vitamin C. However, this comparison is not easily performed precisely because of the way in which they are absorbed differently within the body.

Dr. Levy explains that liposomes are predominantly absorbed by the lymphatic system in the intestine, not by portal circulation. From here they quickly load the immune cells into the lymphatic vessels of the intestine, reaching high intracellular levels of this nutrient. The amount of liposomal vitamin C that eventually reaches the bloodstream through the thoracic duct is already diminished in terms of amount by this load of immune cells, and what finally reaches the blood is quickly absorbed into other cells throughout the body. Thus the blood level of the substance encapsulated in liposomes does not give a true indication of its clinical impact.

When the level of liposomal vitamin C in the blood decreases, it means that it leaves the blood and enters the cells, not that it is expelled from the body. Dr. Levy also notes that there are different qualities of liposomal vitamin C and recommends that of Livon marketed under the name Alter C.

It must also be said that intravenous administration of vitamin C costs € 100-150 per session and lasts about a couple of hours. A daily dose of liposomal vitamin C, suppose 1 gram, costs less than € 2 a day and requires absolutely no time and is not invasive, just swallow it as a normal supplement.

Dr. Jockers protocol based on liposomal vitamin C

Dr. Jockers DNM, is a doctor of natural medicine and founder of the Exodus Health Center in Kennesaw, Georgia, in the United States. To his patients he prescribes liposomal vitamin C following this dosage:

“For an individual without significant symptoms or diagnoses who want good general health:

1-2 grams is optimal – Take 1,000 mg 1-2 times a day

Athlete or individual with important health problems:

4-6 grams is optimal – Take 2,000 mg 2-3 times a day

Extreme illness – Late infection, cancer, heart disease, etc.

8-12 grams is optimal – Take 4,000 mg 2-3 times a day

With liposomal vitamin C I like being aggressive, so I recommend the higher dosage and if you notice any complications (such as high or low pressure, dizziness, nausea, cramps, diarrhea, etc.) try to decrease the dosage and observe any changes. “

Buy liposomal vitamin C

The most recognized internationally and used by doctors all over the world is Altrient C with excellent results. The body’s absorption barriers block up to 85% of traditional vitamin C. Altrient C circumvents these barriers, being absorbed for 98% and providing the daily dose of vitamin C in the blood. I therefore recommend this formulation of liposomal vitamin C. One pack contains 30 sachets of 1,000 mg each, so it can last an exact month to a person without serious health problems. Those who have important situations to treat, as we have seen, are advised to use larger doses to obtain therapeutic results in a short time.

How to use

Open the Othersent C sachet containing 1000mg of liposomal vitamin C in a glass water glass, mix and drink quickly. To speed up absorption, take on an empty stomach, and wait at least 15 minutes before eating. The best time is in the morning just get up.

Do not mix inside warm drinking. The heat damages the vitamin C. It can be mixed inside the yogurt.

Store in a cool and dry place: it can be kept in the refrigerator. Do not freeze or expose the product to direct sunlight for prolonged periods of time. Altrient C will remain 100% effective for a minimum of 22 months from the production date.

Testimonials

These are testimonies from users who purchased the Altreent C liposomal vitamin C and left the review on the product online.

 

It is certainly the most bioavailable form of vit. C there is.
Suggestions for use: pour 2 fingers of water into the glass, then squeeze the contents of the sachet into the water and drink quickly. If something remains attached to the glass, add more water, turn and finish.

Excellent Vitamin C, I think the best I’ve ever bought. I used many brands of Vit. C with which, to be honest, I seemed to have found myself well.
Here, I said well, it seemed to me.
Because I had never bought Altrient.
Then I tried this and “Ciaone”.
It is of another own level.
I, in times of hard work, I get to take even 2/3 sachets a day and it really helps a lot.
A peculiar thing that I noticed with the intake of this Vit. C is the visible improvement of the skin of the whole body.
I am really amazed and very happy.
The skin is firmer, compact and luminous.
It had never happened to me.
Better than a face cream!

Fantastic product. You can feel its effect after 5 minutes. I sleep better and overall I feel better. (My nose has never been so open and I’ve just finished the first week, 2 a day) I mix it with some orange juice. No aftertaste like this. I will buy again.

I wanted something to improve my skin. I had started to have that dry old skin and after 3 months of taking Altroent C I saw a huge improvement.

This product is absolutely incredible. Feel the difference after 3 days. I have more energy than before, while suffering from severe dizziness and other health problems. I would definitely recommend it. Worth every penny !!!!

This is a really effective form of vitamin C. I ALWAYS get sick – I am a teacher, I take the subway, I am stressed, etc … so far I have not had a sick day !! I just ordered my third package it’s expensive but worth it!

Although this is an expensive product, I have tried many brands of Vitamin C over the years, and I can always feel that this acts more than others. I took it during colds, infections and other general illnesses, and it really helps me. For the flu, taking it a couple of times a day means that you are largely free of the symptoms in about four days.
This is our third box of Altrient c and we are very happy with it.

Curiosity. The famous actress Gwyneth Paltrow advises her fans to keep her skin young, especially after the aerial flights that cause oxidation due to exposure to cosmic rays.

References
– Janelle L. Davis et al. Liposomal-encapsulated Ascorbic Acid: Influence on Vitamin C Bioavailability and Capacity to Protect Against Ischemia–Reperfusion Injury. Nutr Metab Insights. 2016; 9: 25–30.
– Dr. David Jockers. The Remarkable Health Benefits of Liposomal Vitamin C. drjockers.com
– Dr. Thomas E. Levy. Exposing the truth about liposomal nutrients. Peakenergy.com

 

SOURCE: Dionidream

 

Read Full Post »

Mi rattrista vedere donne anziane a cui è stata diagnosticata l’osteoporosi seguire terapie che prescrivono l’uso di supplementi di calcio e farmaci alquanto problematici, denominati: bifosfonati.

 

Questi metodi sono irrazionali, dogmatici e dannosi per quanto riguarda la degradazione delle ossa con l’avanzare dell’età. A suo tempo praticando nefrologia e medicina interna, ho visto numerosi pazienti affetti da malattie vascolari durante il trattamento con dosi raccomandate di calcio. Le radiografie hanno rivelato vasi sanguigni e valvole cardiache che si erano calcificate.

arteria seno calcificata
Arteria del seno calcificata

Nella foto qui a fianco potete vedere un’arteria del seno calcificata, condizione comune nelle donne in cura per l’ipertensione. Il farmaco principale utilizzato per la pressione alta è in grado di indurre il corpo a trattenere il calcio e disperdere magnesio e potassio. Ritroviamo questo tipo di calcificazioni nelle grandi arterie di tutto il corpo, non solo nei seni. Credo che questi problemi possano essere evitati.

Inutile dire che l’esercizio sia essenziale per uno scheletro sano. Non abbiate paura di fare esercizio con uno zaino carico in spalla… Sempre che non abbiate patologie come lombalgia, ernia del disco…

Bisogna vedere cosa si può fare dal punto di vista nutrizionale e nelle relazioni interpersonali per aiutare il vostro corpo a guarire se stesso. Gli integratori non sono sostituti di una buona alimentazione. Dopo tutto, gli scienziati stanno continuamente scoprendo nuove cose sul cibo e sulla sua interazione con il corpo.

La prima cosa da fare assumere cibi e/o integratori che contengono nutrienti fondamentali per le ossa ovvero:

Questi sono molto importanti per le ossa. Ricordate anche che la depressione ha molte cause. A volte le cause possono essere delle carenze nutrizionali e, a volte, la depressione può derivare da “intrappolamento” in dinamiche familiari malsane. Potrà sembrare discutibile, ma vorrei aggiungere, che la depressione può avere origini spirituali.

 

In casi di reali insufficienze, l’uso di un integratore potrebbe essere l’unica strada veloce. Mentre gli integratori usati abitualmente in medicina, come il fosomax, sono unicamente integratori di calcio, a mio parere sarebbe più costruttivo un regime di supplementazione che includesse vitamine C, vitamina K2, vitamina D3 (nei mesi invernali, sole in estate) e di boro, silicio e magnesio. Questi sono elementi molto più importanti nella prevenzione di fratture e mantengono stabile la quantità di calcio.

In ultima analisi, il calcio introdotto tramite integratori si depositerà nei muscoli del cuore, nelle valvole cardiache e nei vasi sanguigni. Condizione favorevole alle malattie cardiovascolari. Tuttavia, se assumiamo vitamina C, D3 e K2 il corpo sarà in grado di regolare il livello di calcio ingerito attraverso il cibo.

La vitamina C rafforza le ossa!

  1. Mineralizza il tessuto osseo e ne stimola le cellule alla crescita.
  2. Previene il degrado del tessuto osseo inibendone l’assorbimento cellulare.
  3. Contrasta gli stress ossidativi, prevenendo l’invecchiamento.
  4. E’ di vitale importanza nella sintesi del collagene.

Quando si hanno carenze di vitamina C, accade esattamente l’opposto. Proliferano alcune cellule chiamate “osteoclasti” che hanno la funzione di riassorbire l’osso erodendolo.

Alcuni studi hanno dimostrato che nei pazienti anziani che hanno subito fratture i livelli di vitamina C nel sangue sono significativamente più bassi rispetto a coloro che non hanno subito fratture.

  • La densimetria ossea ha rivelato livelli maggiori nei pazienti che abitualmente assumevano vitamina C. Assumere la vitamina C è molto importante perché il corpo umano non può produrla a differenza di altri mammiferi e deve introdurla dall’esterno. Una persona adulta dovrebbe prendere 2-5 grammi al giorno di ascorbato di sodio come supplemento generale.
  • La vitamina K2 è ben nota tra gli operatori per essere importante per la salute cardiovascolare e delle ossa. Integrarla potrebbe essere una buona idea per chi ha problemi ossei o di cuore.
  • Per quanto riguarda la vitamina D3, un livello intorno a 50-70 mg/ml contribuirà a mantenere il sistema immunitario sano e ad avere delle ossa forti.

Potranno sembrare molti integratori, ma per me, è un piccolo sforzo che ritornerà molto utile. Con le moderne alimentazioni, è difficile avere il giusto apporto di vitamina C.  Bisogna prestare particola attenzione a questo tipo di integratori se si hanno patologie renali, meglio consultare il proprio medico prima.

Gli esseri umani, le scimmie e i porcellini d’India non sono in grado di produrre vitamina C. I gatti che pesano solo circa 10-15 chili, sintetizzano più di 15 volte la RDA (razione giornaliera consigliata) di vitamina C indicata per gli esseri umani. Le capre hanno circa le dimensioni di una adulto umano, e senza stress sintetizzano fino a 13 grammi al giorno. Sotto stress si possono verificare soglie fino a 100gr. Non temere gli integratori di vitamina C, sono tra gli integratori più atossici e sicuri conosciuti. Se preferisci una fonte vegetale naturale, cerca la rosa canina che possiede un contenuto molto alto di vitamina C.

Integratori e cibi consigliati per rafforzare le ossa

In caso di patologia in corso l’assunzione di integratori è la scelta consigliata per avere risultati visibili in poco tempo. Il consumo di cibi ricchi di questi nutrienti essenziali è importante per mantenere la salute delle ossa nel lungo termine, quindi raccomandiamo sia integratori che alimentazione per un trattamento completo con risultati ottimi nel lungo periodo. Di seguito forniamo varie opzioni di integratori per ogni singolo nutriente, basta sceglierne uno.

Silicio

Vitamina C

Vitamina K2

  • Cibi ricchi di Vitamina K2: burro da pascolo, natto, formaggi fermentati, carne, uova
  • Integratori a base di Vitamina K2. Vitamina K2

Vitamina D3

Magnesio

Riferimenti
[1] Falch. 1998. “low levels of serum ascorbic acid in elderly patients with hip fracture.” Scand J Clin Lab Invest May 58(3): 225-8
[2] Morton D. 2001. “Vitamin C supplement use and bone mineral density in postmenopausal women” J Bone and Min Res 16(1), 135-140
[3] Leveille, 1997. “Dietary vitamin C and bone mineral density in postmenopausal women in Washington State, USA” J Epid and Comm Health. 51(5):479-485.

 

FONTE: Dionidream (Dott.ssa Suzanne Humphries)

 

(ENGLISH VERSION)

It saddens me to see elderly women diagnosed with osteoporosis following treatment that prescribes the use of calcium supplements and rather problematic drugs, called: bisphosphonates. These methods are irrational, dogmatic and harmful with regard to the degradation of bones with advancing age. At the time, practicing nephrology and internal medicine, I have seen numerous patients suffering from vascular diseases during treatment with recommended doses of calcium. Radiographs revealed blood vessels and heart valves that had been calcified.

arteria seno calcificataCalcified sinus artery

In the photo on the side you can see a calcified sinus artery, a common condition in women treated for hypertension. The main drug used for high blood pressure is able to cause the body to retain calcium and disperse magnesium and potassium. We find this type of calcification in the great arteries of the whole body, not just in the breasts. I believe these problems can be avoided.

Needless to say, exercise is essential for a healthy skeleton. Do not be afraid to exercise with a backpack on your shoulder … If you do not have diseases like low back pain, disc herniation …

You have to see what you can do from the nutritional point of view and in interpersonal relationships to help your body heal itself. Supplements are not substitutes for good nutrition. After all, scientists are continually discovering new things about food and its interaction with the body.

The first thing to do is eat foods and / or supplements that contain nutrients that are essential for the bones:

  • C vitamin
  • vitamin K2
  • vitamin D3
  • magnesium
  • and minor minerals such as boron and silicon.

These are very important for the bones. Remember also that depression has many causes. Sometimes the cause can be nutritional deficiencies and sometimes depression can result from “entrapment” in unhealthy family dynamics. It may seem questionable, but I would like to add that depression can have spiritual origins.

In cases of real shortcomings, the use of a supplement could be the only fast way. While supplements routinely used in medicine, such as fosomax, are only calcium supplements, in my opinion it would be more constructive a supplementation regime that includes vitamins C, vitamin K2, vitamin D3 (in winter months, sun in summer) and boron , silicon and magnesium. These are much more important elements in the prevention of fractures and keep the amount of calcium stable.

Ultimately, calcium introduced via supplements will settle into the heart muscles, heart valves and blood vessels. Favorable condition for cardiovascular diseases. However, if we take vitamin C, D3 and K2, the body will be able to regulate the level of calcium ingested through food.

Vitamin C strengthens the bones!

  1. Mineralizes the bone tissue and stimulates the cells to grow.
  2. Prevents degradation of bone tissue by inhibiting cellular absorption.
  3. Counteracts oxidative stress, preventing aging.
  4. It is vitally important in the synthesis of collagen.

When you have vitamin C deficiencies, the opposite happens. Prolifer some cells called “osteoclasts” that have the function of reabsorbing the bone and eroding it.

Studies have shown that in elderly patients who have suffered fractures, the levels of vitamin C in the blood are significantly lower than those who have not suffered fractures.

  • Bone densimetry revealed higher levels in patients who routinely took vitamin C. Taking vitamin C is very important because the human body can not produce it unlike other mammals and must introduce it from the outside. An adult person should take 2-5 grams a day of sodium ascorbate as a general supplement.
  • Vitamin K2 is well known among operators to be important for cardiovascular and bone health. Integrating it could be a good idea for those with bone or heart problems.
  • As for vitamin D3, a level around 50-70 mg / ml will help keep the immune system healthy and have strong bones.

They may sound like many supplements, but for me, it’s a small effort that will come in handy again. With modern nutrition, it is difficult to have the right amount of vitamin C. Particular attention should be paid to this type of supplements if you have kidney disease, better to consult your doctor first.

Humans, monkeys and guinea pigs are not able to produce vitamin C. Cats that weigh only about 10-15 pounds, synthesize more than 15 times the RDA (recommended daily ration) of vitamin C indicated for humans human. The goats are about the size of a human adult, and without stress they synthesize up to 13 grams a day. Thresholds up to 100gr can occur under stress. Do not worry about vitamin C supplements, they are among the most non-toxic and safe supplements known. If you prefer a natural plant source, look for rosehip that has a very high content of vitamin C.

Supplements and foods recommended for strengthening bones

In the case of an ongoing disease, taking supplements is the recommended choice to obtain visible results in a short time. Consuming foods rich in these essential nutrients is important for maintaining bone health over the long term, so we recommend both supplements and nutrition for a complete treatment with excellent long-term results. Below we provide various options of supplements for each individual nutrient, just choose one.

Silicon

Silicon-rich foods: Rye, Millet, Potatoes, Barley, Wheat Germ, Onion.
Silicon-based supplements. Organic Silicon, Horsetail.

C vitamin

Foods rich in Vitamin C: Pineapple, Oranges, Lemons, Kiwis, Strawberries, Cherries, Mango, Guava.
Supplements based on Vitamin C. Rosa Canina, Acerola, Camu Camu, Ascorbic Acid, Sodium Ascorbate

Vitamin K2

Foods rich in Vitamin K2: grazing butter, natto, fermented cheeses, meat, eggs
Vitamin K2 supplements. Vitamin K2

Vitamin D3

Foods rich in Vitamin D3: Mackerel, herring, tuna, carp, eel, catfish and salmon.
Vitamin D3 supplements. Vitamin D3, Cod liver oil.

Magnesium

Magnesium-rich foods: green leafy vegetables, dried fruit, whole grains
Magnesium based supplements. Magnesium chloride, Magnesium citrate and many others as described in the best and worst magnesium supplements. Here’s what’s best for you

Read Full Post »

Si parla tanto di vitamina C, ma non tutti conosco bene cos’è e a cosa serve: scopri dove si trova, a cosa serve, come assumerla come integratore se ti accorgi che sei carente.

 

La vitamina C: cos’è

La vitamina C (acido ascorbico) è probabilmente la vitaminapiù studiata e conosciuta. È un antiossidante idrosolubile, che protegge dall’attacco dei radicali liberi negli ambienti acquosi (liquido intracellulare, plasma). Inoltre è necessaria per la formazione, la protezione e la stabilizzazione del collagene, che è la principale proteina dell’organismo, indispensabile per la produzione del tessuto connettivo (pelle, vasi, ossa), per la riparazione dei tessuti e per mantenere sani i capillari, le gengive, i denti. Ancora, la vitamina C è essenziale per l’assorbimento di altre sostanze nutritive (ferro, acido folico, vitamina E) e per il metabolismo di alcuni aminoacidi (fenilalanina, tirosina). Infine, essa coopera all’utilizzazione dei carboidrati, nonché alla sintesi dei grassi e delle proteine. Il fabbisogno giornaliero raccomandato di vitamina C per l’adulto sano è di 60 mg.

Vitamina C: le funzioni principali

  • Previene e cura lo scorbuto (la malattia dovuta a carenza alimentare di vitamina C).
  • Ritarda l’invecchiamento cellulare mantenendo giovani i tessuti.
  • Facilita la guarigione delle ossa fratturate e delle ferite
  • È utile nella cura dell’anemia (soprattutto di quella dovuta a carenza di ferro) e delle infezioni delle vie urinarie.
  • Contribuisce alla produzione dell’emoglobina e dei globuli rossi nel midollo osseo.
  • Previene e cura il raffreddore comune e altre affezioni influenzali.

Tra le altre funzioni, sembra che la vitamina C sia in grado di ridurre il colesterolo, mantenendo l’integrità delle arterie e prevenendo le malattie cardiache e i disturbi derivati dall’esposizione a tossine (fumo, inquinamento, alcol, droghe).

Vitamina C: dove si trova?

La vitamina C è di origine vegetale e si trova in tarassaco, ortica, ravanelli, broccoli, spinaci, bietole, cavolini di Bruxelles, asparagi e fave; ne sono ricchi inoltre tutti gli agrumi, il pomodoro, le fragole, i peperoni verdi, il ribes nero e la papaia.

Vitamina C: come assumerla

Fai scorta di vitamina C consumando vegetali freschi e i relativi succhi. Ideale anche la papaia fermentata in polvere, una bustina la mattina dopo colazione per un mese.

Scopri se sei carente di vitamina C

Rispondi a questo breve test tenendo presente che anche un solo sintomo può rivelare la necessità di una piccola integrazione vitaminica.

  • Le gengive sanguinano spesso, i capillari sono fragili e le ferite tardano a guarire?
  • Hai giunture spesso gonfie o doloranti?
  • Banali raffreddori e influenze fanno fatica a risolversi?

FONTE: Riza

 

(ENGLISH VERSION)

We talk a lot about vitamin C, but not everyone knows what is good and what it is for: find out where it is, what it is for, how to take it as a supplement if you realize that you are lacking.

Vitamin C: what it is

Vitamin C (ascorbic acid) is probably the most studied and known vitamin. It is a water-soluble antioxidant, which protects against free radical attack in aqueous environments (intracellular liquid, plasma). It is also necessary for the formation, protection and stabilization of collagen, which is the body’s main protein, indispensable for the production of connective tissue (skin, vessels, bones), for tissue repair and to maintain healthy capillaries. , gums, teeth. Furthermore, vitamin C is essential for the absorption of other nutrients (iron, folic acid, vitamin E) and for the metabolism of some amino acids (phenylalanine, tyrosine). Finally, it cooperates in the utilization of carbohydrates, as well as in the synthesis of fats and proteins. The recommended daily vitamin C requirement for healthy adults is 60 mg.

Vitamin C: the main functions

Prevents and cures scurvy (the disease due to vitamin C food deficiency).
Delays cellular aging by keeping the tissues young.
Facilitates healing of fractured bones and wounds
It is useful in the treatment of anemia (especially that due to iron deficiency) and urinary tract infections.
Contributes to the production of hemoglobin and red blood cells in the bone marrow.
It prevents and cures the common cold and other influenza affections.
Among other functions, it seems that vitamin C is able to reduce cholesterol, maintaining the integrity of the arteries and preventing heart disease and disorders derived from exposure to toxins (smoke, pollution, alcohol, drugs).

Vitamin C: where is it?

Vitamin C is of plant origin and is found in dandelion, nettle, radishes, broccoli, spinach, chard, Brussels sprouts, asparagus and broad beans; All of them are rich in gliagrumi, ilpomodoro, strawberries, green peppers, blackcurrant and lapapaia.

Vitamin C: how to take it

Stock up on vitamin C by consuming fresh vegetables and their juices. Ideal also fermented papaya powder, a sachet in the morning after breakfast for a month.

Find out if you are deficient in vitamin C

Answer this short test keeping in mind that even one symptom can reveal the need for a little vitamin supplementation.

  • The gums often bleed, the capillaries are fragile and the wounds are slow to heal?
  • Do you have joints often swollen or painful?
  • Are banal colds and influences struggling to resolve?

 

SOURCE: Riza

Read Full Post »

Older Posts »