Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘zucchero nel sangue’

UnknownHeather Callaghan, attivista Post, Valutazione  Ricercatori da Monash Asia Institute a Monash University ha rilevato che è possibile migliorare la memoria e aiutare le persone affette da  diabete e prediabete con una piccola quantità di una sostanza in polvere che potrebbe essere nella vostra dispensa.

Questa sostanza può essere aggiunta alle uova strapazzate…

anche alla  polenta e la crema d’avena  quando qualcosa la si cucina come dolce.

Mescolate alla pastella dei pancake.

Sparsi su alcune cialde e mescolato con lo sciroppo di acero.

Mescolato con gli avanzi…

o, nel caso di questo studio, posto sulla pianura ol’ noioso toast.

E, naturalmente, non è necessario che sia per la colazione… avete indovinato che cosa e’ ancora?

I ricercatori per lo studio, pubblicato nel numero del Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition, hanno scoperto che aggiungendo solo un grammo (circa 1 /4 e 1/3 cucchiaino) di curcuma per colazione si potrebbe migliorare la memoria di coloro che sono nelle primissime fasi del diabete e a rischio di deterioramento cognitivo.

Disturbi cognitivi e demenza sono stati collegati al diabete in passato, per cui si prova le capacità della curcuma su entrambi. Curcumina, che conti per 3 a 6 per cento di curcuma e’ stato dimostrato da studi sperimentali per ridurre il rischio di demenza. E’ vero, il pepe nero aumenta la biodisponibilità della curcumina da un migliaio di volte.

L’emerito Professore Mark Wahlqvist ha detto che l’intervento precoce per arrestare la demenza/diabete o ammorbidire la sua incidenza può ridurre il peso dell’invecchiamento della popolazione, l’aumento dei casi di diabete che li lascia predisposti per altre malattie e disturbi.

Wahlqvist ha recentemente condotto uno studio in Taiwan, testato la memoria lavorativa di uomini e donne di età superiore ai 60 anni che erano stati recentemente diagnosticati con pre-diabete non trattato.

Egli ha detto:

memoria lavorativa è ampiamente considerata come una delle più importanti facoltà mentali, fondamentale per abilità cognitive, come la pianificazione, il problem solving e ragionamento.

Valutazione della memoria di lavoro è semplice e comodo, ma è anche molto utile nella valutazione della cognizione e in previsione dei futuri eventuali casi di demenza.

In uno studio controllato con un placebo, i soggetti hanno ricevuto un grammo (circa 1 /4 e 1/3 cucchiaino) di curcuma con un alimento nutrizionalmente blanda colazione di pane bianco. La loro memoria lavorativa è stato testato prima e alcune ore dopo il pasto.

Da Wahlqvist:

abbiamo scoperto che questa modesta aggiunta per la colazione migliora la memoria lavorativa di oltre sei ore in persone anziane con pre-diabete.

i risultati con la curcuma sono coerenti con queste osservazioni, nella misura in cui essi sembrano influenzare la funzione cognitiva in  metabolismo energicamente disordinato e resistente all’insulina.

Per sapperne di più su Wahlqvist le pubblicazioni qui.

Attenzione!

In parte è noto che la  curcuma può  aiutare con il diabete ed è il fatto che può abbassare lo zucchero nel sangue. Ciò significa che se si hanno problemi di  ipoglicemia o basso livello di zucchero nel sangue, problemi tiroidei che creano un pasticcio con lo zucchero nel sangue, e problemi di pressione sanguigna è consigliabile consultare il medico prima.  Curcuma può entrare in conflitto  con tali farmaci. Vedere altre avvertenze qui.

La curcuma è potente grazie alla sua capacità di creare cambiamenti tangibili nel corpo con piccole quantità, inclusi dolore. Meglio usare curcuma biologica non irradiata, per dei benefici maggiori.

CIRCA L’AUTORE

Heather Callaghan è un blogger e attivista sulla salute e le cure naturali. È possibile vedere il suo lavoro su NaturalBlaze.com e ActivistPost.com. e mettere “mi piace” su Facebook.

FONTE: themindunleashed

 

(ENGLISH VERSION)

Heather Callaghan, Activist Post, Guest Researchers from Monash Asia Institute at Monash University found that you can spice up your memory and help with diabetic and prediabetic conditions with a tiny amount of a powdery substance that might be in your cabinet as we speak.

This substance can be added to scrambled egg recipes…

Can make porridge and oatmeal pop when something sweet is added. 

Mixed into pancake batters. 

Sprinkled atop some waffles and blended with maple. 

Mixed with leftovers…

Or in the case of this study, placed on plain ol’ boring toast.

And of course, it doesn’t have to be for breakfast… Have you guessed what it is yet?

Researchers for the study published in the Asia Pacific Journal of Clinical Nutrition, found that adding just one gram (about 1/4  to 1/3 teaspoon) of turmeric to breakfast could help improve the memory of people who are in the very early stages of diabetes and at risk of cognitive impairment.

Cognitive impairment and dementia have been connected to diabetes in the past, so it made sense to test the powers of turmeric on both. Curcumin, which accounts for 3 to 6 per cent of turmeric and has been shown by experimental studies to reduce the risk of dementia. And it is true that black pepper increases the bioavailability of curcumin by a thousand times.

Emeritus Professor Mark Wahlqvist said that early intervention by halting dementia/diabetes or softening its impact can reduce the burden of the aging population’s rising cases of diabetes which leaves them predisposed to other disease and disorders.

Wahlqvist recently led a study in Taiwan that tested the working memory of men and women aged 60 or older who had recently been diagnosed with untreated pre-diabetes.

He said:

Working memory is widely thought to be one of the most important mental faculties, critical for cognitive abilities such as planning, problem solving and reasoning.

Assessment of working memory is simple and convenient, but it is also very useful in the appraisal of cognition and in predicting future impairment and dementia.

In the placebo-controlled study, subjects were given one gram (about 1/4 to 1/3 teaspoon) of turmeric with an otherwise nutritionally bland breakfast of white bread. Their working memory was tested before and some hours after the meal.

From Wahlqvist:

We found that this modest addition to breakfast improved working memory over six hours in older people with pre-diabetes

Our findings with turmeric are consistent with these observations, insofar as they appear to influence cognitive function where there is disordered energy metabolism and insulin resistance.

Check out more of Wahlqvist’s publications here.

***Caution!***

Part of the reason turmeric is known to help with diabetes is the very fact that it can lower blood sugar. This means that if you have hypoglycemia or low blood sugar, thyroid problems that mess with blood sugar, and blood pressure problems you should consult with your preferred healthcare practitioner first. It is also naturally a blood thinner! Turmeric can mess with the effects of those medications as well. See other cautions here.

Turmeric is potent for the ability of such small amounts to create tangible change in the body, including pain relief. Please get yours inexpensively in bulk at the healthfood store, but yes, you canfind the spice online too, cheaper in bulk. Look for organic and non-irradiated for best benefits.

ABOUT THE AUTHOR

Heather Callaghan is a natural health blogger and food freedom activist. You can see her work at NaturalBlaze.com and ActivistPost.com. Like at Facebook

SOURCE: themindunleashed

 

Annunci

Read Full Post »

erbe cinesiErbe medicinali cinesi per combattere il diabete. Secondo i ricercatori dell’Università di Chicago il consumo di una selezione di 10 specifici prodotti della tradizione cinese, aiuta a prevenire o contrastare un disturbo chiamato “prediabete”.

Il pre-diabete viene in genere diagnosticato quando una persona sviluppa livelli elevati di zucchero nel sangue, tuttavia, i livelli di glucosio non sono ancora abbastanza alti da sviluppare il diabete di tipo 2. Le persone a cui è stato diagnosticato il “pre-diabete” corrono un rischio maggiore di sviluppare il diabete di tipo 2, così come malattie cardiache e ictus.

Uno degli autori dello studio pubblicato sul Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism (JCEM), il dottor Chun-Su Yuan, dell’Università di Chicago, ha così affermato:

“Con il diabete si evolve un grave problema di sanità pubblica a livello mondiale, è fondamentale adottare misure per arginare il numero dei casi. I pazienti hanno spesso difficoltà ad attuare tutti quei cambiamenti nel loro stile di vita, necessari per controllare i livelli di zucchero nel sangue, i farmaci attuali presentano dei limiti e possono produrre effetti collaterali a livello gastrointestinale. Alcune erbe tradizionali cinesi possono offrire una nuova opzione per la gestione dei livelli di zucchero nel sangue, da sole o in combinazione con altri trattamenti”.

I ricercatori dell’University of Chicago affermano che i risultati del loro studio mostrano come la fitoterapia cinese sia promettente per rallentare la progressione del pre-diabete.

Durante lo studio, sono state coinvolte 389 persone, assegnate in modo casuale a dei gruppi di controllo. Ad alcuni di loro è stata somministrata una capsula contenente una miscela di 10 erbe medicinali cinesi (chiamata Tianqi), ad altri un semplice placebo. Per circa un anno, queste soluzioni sono state assunte tre volte al giorno prima dei pasti.

Tutti i partecipanti allo studio hanno inoltre hanno seguito per un mese un corso di formazione per migliorare il loro stile di vita e hanno incontrato dei nutrizionisti più volte durante il periodo in cui è stata condotta la ricerca.

Ogni tre mesi è stata misurata la tolleranza al glucosio.

Alla fine del periodo di osservazione, 36 partecipanti del gruppo che assumeva il Tianqi e 56 del gruppo che invece assumeva placebo avevano sviluppato il diabete.

Le analisi hanno rilevato che assumendo il mix di erbe medicinali cinesi il rischio di diabete si è ridotto del 32,1 per cento rispetto al placebo.

Un’ottima notizia, visto che la riduzione complessiva del rischio è risultata paragonabile a quella riscontrata negli studi effettuati con i farmaci tradizionali usati per il diabete; il tutto con la differenza che le erbe Tianqi hanno rivelato veramente pochissimi effetti collaterali.

Il mix Tianqi comprende diverse erbe che hanno dimostrato di essere in grado di abbassare i livelli di glucosio nel sangue e migliorarne il controllo dopo i pasti.

Il dottor Xiaolin Tong, un altro degli autori principali dello studio, ha affermato: “Pochi studi clinici controllati hanno esaminato l’impatto della medicina tradizionale cinese sul diabete, ed i risultati del nostro studio ha mostrato che questo approccio può essere molto utile nel rallentare la progressione della malattia”.

Naturalmente, saranno necessarie ulteriori ricerche per confermare le evidenze emerse durante lo studio, ma è già un ottimo passo in avanti.

Questo non è l’unico studio che spiega come l’utilizzo di alcuni elementi presenti in natura possa aiutare a prevenire l’insorgenza del diabete.

Ricordiamo infatti uno studio pubblicato sulla rivista Diabetes Care, che spiega il ruolo della curcuma nella prevenzione di questa malattia, o ancora lo studio pubblicato su The Annals of Family Medicine che a tal riguardo enfatizza le proprietà della cannella.

FONTE: Ambientebio

Read Full Post »

bibite_gasateNe avevamo già parlato in articoli precedenti, e qui vediamo minuto per minuto gli effetti di quella bevanda e sue affini nel nostro corpo

Dopo 10 minuti

I dieci cucchiai di zucchero contenuti in un bicchiere di cola rappresentano un colpo devastante per il corpo . Tuttavia questo bilancia l’effetto devastante che lacido fosforico produrrebbe sull’organismo se assunto da solo.

Dopo 20 minuti

Si verfica un aumento dei livelli di insulina nel sangue. Il fegato converte tutto lo zucchero in grassi .

Dopo 40 minuti

L’ingestione di caffeina è stata completata; le pupille si dilatano . Aumenta la pressione sanguigna non appena  il fegato rilascia altro zucchero nel sangue . I recettori dell’adenosina vengono bloccati e viene così inibita la sonnolenza.

Dopo 45 minuti

Il corpo aumenta la produzione di dopamina , un ormone che stimola il centro del piacere del cervello che ha lo stesso principio di funzionamento delle droghe pesanti .

Dopo 1 ora

L’ acido fosforico lega il calcio , il magnesio e lo zinco nel tratto gastrointestinale , sovralimentando  così il metabolismo . Viene aumentata l’escrezione di calcio attraverso le urine.

Dopo più di 1 ora

Senti l’effetto diuretico della bevanda . Il corpo elimina calcio, magnesio e zinco , componenti ossee , così come il sodio . A questo punto la persona si sente irritabile o debole .

In questo contesto ci dobbiamo chiedere  se i consumatori sono consapevoli del ‘ cocktail ‘ che stanno ingerendo quando bevono una bottiglia di Coca-Cola e godere il suo effetto indubbiamente “rinfrescante”

Bisogna ricordare che il principio attivo di questa bevanda è lacido fosforico . A causa della sua elevata acidità , le  cisterne in cui il concentrato viene trasportato devono  essere resistenti a materiali altamente corrosivi .

In generale , la composizione di uno dei prodotti più pubblicizzati dalla  Coca -Cola, la Diet Coke , senza caffeina, ci lascia davvero a bocca aperta .

Questa bevanda contiene acqua gassata , E150d , E952 , E950 , E951 , E338 , E330 , E211 ed aromi .

L’acqua gassata è l’acqua con gas . Provoca la secrezione gastrica , aumenta l’acidità del succo gastrico e causare flatulenza .

E150d : è un colorante alimentare ottenuto dalla lavorazione di zucchero a determinate temperature , con o senza aggiunta di reagenti chimici . In questo caso , si aggiunge solfato di ammonio .

E952 : è ciclamato di sodio , un sostituto dello zucchero . Il ciclamato è un prodotto chimico sintetico con 200 volte più dolce dello zucchero ed è usato come un sapore dolcificante artificiale . Nel 1969 fu bandito dalla Food and Drug Administration ( FDA ), perché questa sostanza come saccarina e aspartame , ha causato il cancro della vescica nei ratti . Nel 1975 ha iniziato ad essere  bandito anche in Giappone , Corea del Sud e Singapore. Nel 1979 l’OMS ( Organizzazione Mondiale della Sanità ) di nuovo permesso l’uso del ciclamato .

E950 : è acesulfame potassio , estremamente dolce  e colpevole di alterare il funzionamento del sistema cardiovascolare . Esso contiene anche acido aspartico , una sostanza che può anche eccitare il sistema nervoso e nel tempo può portare alla dipendenza . L’acesulfame scioglie male e non è consigliabile che bambini e donne incinte consumano.


E951 : aspartame è utilizzato come sostituto dello zucchero per i diabetici . È chimicamente instabile a temperature elevate perché si decompone come metanolo e fenilalanina . Il metanolo è molto pericoloso : da 5 a 10 ml sono sufficienti a distruggere il nervo ottico , causando cecità irreversibile . Quando viene riscaldato (come possibile nelle bibite mal stoccate ) l’aspartame diventa formaldeide , un potente agente cancerogeno.

E338 : è l’acido fosforico . Può causare irritazione alla pelle e agli occhi . Viene utilizzato per la produzione di sali di acido fosforico di ammoniaca , sodio, calcio , alluminio , e anche nella sintesi organica per la produzione di carbone e nastri cinematografici, materiali refrattari , ceramiche, vetro , fertilizzanti , detergenti sintetici. E’ inoltre usato nel settore  metallurgico e tessile e nell’industria medica .

Acido citrico E330 . È diffuso in natura ed è utilizzato nell’industria alimentare e farmaceutica . Sali di acido citrico ( citrato ) sono utilizzati nell’industria alimentare e in medicina , per la conservazione del sangue .

E211 : benzoato di sodio è usato come agente antisettico e antimicotico in prodotti alimentari come marmellate, succhi di frutta e yogurt agente . Non è consigliabile che vegna consumato da asmatici e le persone che sono sensibili all’aspirina . Uno studio condotto da Peter Piper , dell’Università britannica di Sheffield , ha rivelato che questo composto provoca  cambiamenti signbificiativi e danni al DNA . Questo può portare a cirrosi e malattie degenerative come il Parkinson .

Gliaromi naturali sono additivi aromatici sconosciuti .

La Diet Coke quindi è ancora peggio , perché con l’ aspartame , che sostituisce lo zucchero in questa bevanda , la bevanda diventa un veleno neurotossico puro .

Istituzione Culturale  ICP Pachayachachiq

FONTE: Ambientebio

Read Full Post »

gombo-bamiaIeri mentre tornavo a casa, mi sono fermata in un negozietto etnico per prendere il latte di cocco, che mi servirà per una delle mie prossime ricette. Mentre facevo il solito giro negli scaffali, cosa vedo vicino alle verdure?Lokra! La sua forma è molto simile a quella di un peperoncino verde, ma ha un sapore che richiama vagamente gli asparagi.

Ora vi dico qualcosa in più su questa pianta di verdure magnifica, detta anche gombo.

Appartiene alla stessa famiglia della malva, dell’ibisco e della pianta del cotone. Molto probabilmente è di origine africanasi sviluppa nei climi temperati tropicali e caldi. È molto comune in Africa, in India, nel Medio Oriente e in Sud America.

L’okra è stata portata negli Stati Uniti dagli schiavi dell’Africa ed è stata considerata per molto tempo un alimento per i poveri, il che spiega come mai, pur essendo ottima e gustosa, sia stata ignorata da molti.

La sua radice è ricca di mucillaggini ed è usata come emolliente in sostituzione dellaltea.In cucina come vi ho già accennato, è utile per legare le salse.

Ma vediamo ora le molteplici proprietà di questa pianta:

-A fronte di un basso contenuto calorico, contiene vitamine in abbondanza: vitamina A,tiamina, B6, vitamina C, acido folico, riboflavina, calcio, zinco e fibra alimentare.

-La ricchezza di acido folico, la rende consigliabile per le donne in stato di gravidanza.

-La mucillagine presente nell’okra aiuta a regolare lo zucchero nel sangue mediante il controllo del suo assorbimento nell’ intestino tenue.

Contiene una buona quantità di fibra alimentare ottima per la salute di tutto il tratto gastrointestinale inoltre, aiuta ad assorbire l’eccesso di colesteroloL’abbondante acqua contenuta impedisce la stitichezza, elimina il gas e il gonfiore all’addome. E’ pertanto un ottimo lassativolenisce l’intestino irritabile, le ulcere, guarisce, allevia e rinfresca il tratto gastrointestinale.

 Favorisce la perdita di peso.

• L’okra facilita la propagazione di batteri buoni denominati probiotici.

Non vi resta che provarla! Poi mi direte!

FONTE: Greenme

Read Full Post »